Barbecue o piastra: cosa scegliere per il piacere della cucina all'aperto

Barbecue o piastra: cosa scegliere per il piacere della cucina all'aperto

Paola, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Paola, Tuttofare autodidatta

101 guide

Non riesci a decidere tra barbecue e piastra? Se da un lato si tratta innanzitutto di una questione di gusto, dall’altro c’è l’aspetto pratico e la manutenzione da valutare. In questa guida all’acquisto, tutte le informazioni pratiche sulla scelta tra barbecue e piastra per preparare grigliate di successo quest’estate.

Caratteristiche importanti

  • Tempi di cottura
  • Tipo di cottura
  • Manutenzione
  • Prezzo e dimensioni
Scopri le nostre piastre e i nostri barbecue!

Le migliori grigliate: alla piastra o al barbecue


alt

È una questione di gusti!

Sul piano dietetico, considera che sulla piastra non si devono mettere grassi, mentre è sempre consigliato passare dell’olio con un pennello o con un panno sulla griglia di cottura del barbecue per evitare che gli alimenti si attacchino e per limitare la formazione della ruggine.

Se ami il retrogusto di fumo tipico del barbecue a carbonella, non c’è alternativa migliore. Il barbecue detiene l’esclusività di quel gusto affumicato.

Scopri il catalogo ManoMano
Barbecue a carbonella

Piastra contro barbecue: quale cucina più velocemente


alt

Senza alcun dubbio, la piastra. Arriva velocemente a temperatura e permette di scottare gli alimenti, anche i pezzi di carne relativamente spessi o le verdure. L'abilità consiste nello scottare per qualche minuto gli alimenti su tutti i lati, a fuoco alto, e poi abbassare la temperatura per finire la cottura. Per evitare che gli alimenti si attacchino alla piastra, si può utilizzare un foglio di carta da forno. In questo modo, si eviteranno gli schizzi di grasso e i pasticci. Un buon barbecue dovrebbe avere un tempo di preriscaldamento che va dai 10 ai 15 minuti, soprattutto se si tratta di un barbecue a carbonella. Tuttavia, anche nei modelli a gas, un certo tempo di riscaldamento è essenziale per garantire una temperatura elevata sulla griglia.

A differenza della piastra che ha un calore diffuso, il barbecue può avere delle zone più o meno calde, soprattutto in funzione del materiale della sua griglia. Bisogna perciò girare i cibi e spostarli per avere una cottura omogenea, ed evitare di ritrovarsi con parti bruciate affianco a parti crude!

Idea per una ricetta: con la piastra, si può inoltre cuocere la frutta! Per una serata esotica, prendi un ananas, spennellalo con del rum e lascialo rosolare da entrambi i lati sulla piastra. Aggiungi una pallina di gelato alla vaniglia e il gioco è fatto!

Barbecue o piastra: quale richiede minore manutenzione


alt

La piastra ha il vantaggio di essere completamente liscia, ad eccezione dei bordi. Per la pulizia, è quindi sufficiente grattare tutti i residui di cottura con l'apposito raschietto per piastra. Successivamente, la piastra può essere lavata con una spugna o in lavastoviglie, se le dimensioni lo permettono.

Per quanto riguarda il barbecue, quello a carbonella si sporca di più (polveri, tracce di nero, cenere, ecc.).

Per quanto riguarda i fumi, la cottura alla piastra ne rilascia molto meno, soprattutto perché non ci sono fiamme. Al contrario, con la cottura alla griglia (indipendentemente dal tipo di barbecue a gas o a carbone), il grasso può colare sulle braci e creare delle fiamme molto alte che rilasciano sostanze cancerogene. Dopo ogni utilizzo del barbecue, si deve togliere il carbone rimasto e grattare la griglia con una spazzola specifica.

In entrambi i casi, barbecue o piastra, si consiglia di pulire la superficie di cottura tra un utilizzo e l’altro, soprattutto per una questione di salute. Se alcuni residui sono troppo attaccati, puoi immergere le griglie in acqua!

Se la piastra funziona a gas, ma anche se si tratta di barbecue a gas, bisognerà occuparsi del raccordo e del cambio della bombola quando necessario. Con una versione elettrica non ci sono vincoli particolari, sia che si tratti di un barbecue che di una piastra, ma in genere le temperature ottenute sono meno elevate, quindi la cottura è meno efficace.

Scopri il catalogo ManoMano
Barbecue a gas

Confronto dei prezzi


alt

Una buona piastra costa circa 400 euro, mentre esistono dei piccoli barbecue portatili a carbonella a partire da 50 euro. Certo, è un investimento, simile a quello per il barbecue a gas, che richiede anch’esso un investimento iniziale consistente. La piastra costituisce una cucina all’esterno, bisogna perciò essere disposti a pagare per non ritrovarsi con un prodotto che si arrugginisce e destinato ad essere presto cambiato.

È possibile acquistare un accessorio per barbecue che permetta di cucinare alla piastra. Basta trovare un modello con l'opzione piastra! Con questo sistema è possibile variare le modalità di cottura per tutta l’estate.

A te la scelta!

Scopri il catalogo ManoMano
Accessorio per barbecue
Scopri le nostre piastre e i nostri barbecue!

Guida scritta da:

Paola, Tuttofare autodidatta, 101 guide

Paola, Tuttofare autodidatta

Di professione sono addestratrice di cani ma nel fine settimana mi piace dedicarmi alla mia attività preferita, il bricolage, e in particolare la trasformazione di vecchi mobili. Sono bravissima a rinnovare un vecchio tavolo o una vecchia cassettiera. Con un papà tuttofare, sono cresciuta al suon di martello e trapano e so utilizzare la maggior parte degli attrezzi. Ho appreso le basi del fai da te per passione. L'arte del riuso è un vero e proprio modo di vivere e mi ha insegnato come dare una seconda vita a tutte le cose. Adoro trasmettere le mie conoscenze anche agli amici “a due zampe”. Convinta che ogni persona può reinventare la propria casa attraverso piccoli cambiamenti, sono sempre alla ricerca di nuove idee da mettere in pratica e disponibile a dare consigli in ambito decorativo!

I prodotti collegati a questa guida