Come cambiare o installare uno scaldacqua elettrico

Come cambiare o installare uno scaldacqua elettrico

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Svuotare il boiler, scollegare fili e tubi, rimuovere lo scaldabagno ad accumulo, prendere le misure, installare il nuovo scaldabagno, collegare i fili, l'alimentazione idrica, ecc. Segui passo dopo passo la nostra guida all'installazione per montare il tuo scaldabagno ad accumulo e metterlo in funzione.

Caratteristiche importanti

  • Svuotare il boiler
  • Scollegare e rimuovere lo scaldacqua
  • Installare il nuovo scaldacqua
  • Collegare lo scaldacqua elettrico
  • Mettere in funzione lo scaldacqua
Scopri i nostri scaldacqua da accumulo!

Perché cambiare o installare uno scaldacqua ad accumulo


undefined

Per quanto riguarda la sostituzione, va da sé: quello vecchio è morto! Uno scaldacqua ad accumulo ha una determinata durata, come l'insieme dei suoi elementi e, passati 10 anni, non è raro che uno dei suoi componenti si guasti. Sostituire un termostato, una resistenza o un anodo di uno scaldacqua ad accumulo di 10 anni comporta un rischio: sostituire tutto, pezzo dopo pezzo, per pagare alla fine una cifra ben più elevata rispetto alla sostituzione dello scaldabagno.

Per scegliere il giusto scaldacqua elettrico bisogna tenere contro di diversi criteri come il numero di persone che vivono in casa, la qualità dell'acqua e le qualità estetiche del prodotto.

Nell'illustrazione più sopra, è possibile vedere i diversi componenti di un impianto per la produzione di acqua calda mediante boiler e in questa guida sono descritte le diverse fasi di installazione, dalla rimozione del vecchio scaldacqua alla messa in funzione de nuovo

Sostituire uno scaldacqua ad accumulo in cinque fasi

Competenze

La sostituzione o l’installazione di uno scaldacqua ad accumulo può essere suddivisa in 5 fasi – il numero di fasi è a discrezione dell'utente, naturalmente! In termini di tempo necessario, conta circa 4 ore: 1 ora e mezza per lo svuotamento dello scaldacqua; 2 ore e mezza per lo smontaggio e montaggio dello scaldacqua ad accumulo. Quanto a competenze e attrezzatura, l’installazione del boiler è facile e, seguendo la guida all'installazione, non c'è bisogno di un esperto per effettuare i lavori. Se non sei daltonico e sai utilizzare un trapano, una livella a bolla, un metro e una chiave piatta, puoi fare l'idraulico per un giorno!

Fasi d'installazione

  1. Svuotare il boiler
  2. Scollegare e rimuovere lo scaldacqua
  3. Installare il nuovo scaldacqua
  4. Collegare lo scaldacqua
  5. Mettere in funzione lo scaldacqua

Utensili e materiali di consumo

  • Un trapano a percussione se si tratta della prima installazione con un metro a nastro, una livella a bolla e una matita.
  • Un paio di pinze regolabili o poligrip o un pappagallo e 1 set di chiavi a forchetta.
  • Un cacciavite da elettricista.
  • Della canapa idraulicapasta verde e guarnizioni piatte 20 x 27 mm (3/4’’).
  • Dei tasselli adatti al supporto e delle viti di fissaggio.

Accessori per scaldacqua ad accumulo

  • Un gruppo di sicurezza e un sifone.
  • Un vaso di espansione in base all'impianto.
  • Dei raccordi dielettrici.
  • Dei flessibili di collegamento – in base all'impianto.
  • Un miscelatore termostatico.
  • Un riduttore di pressione – in base alla configurazione; indispensabile se la pressione supera i 3 bar.

Durata dell'installazione e persone necessarie

  • Circa 4 ore, compresi i tempi per lo svuotamento.
  • 1 persona, meglio 2, per la rimozione e posa del boiler.
Scopri il catalogo ManoMano
Metro a nastro

Fase 1: svuotare il boiler


undefined

Come potrai immaginare, non potrai procedere alla rimozione dello scaldacqua elettrico se questo è pieno d'acqua calda. Prima di tutto devi svuotarlo.

La guida all'installazione descrive uno svuotamento effettuato in occasione di un guasto e quando non si è potuta programmare la sostituzione dello scaldacqua ad accumulo. In caso di sostituzione programmata, svuota l'acqua calda con tutti i mezzi possibili. Lava i piatti, fatti un bagno, lava il cane o la macchina con secchio e spugna: l’idea e di non perdere 150 litri d'acqua calda!

Naturalmente prima di ogni intervento dovrai interrompere l'alimentazione idrica dalla valvola d'arresto e staccare la corrente dal disgiuntore modulare del quadro elettrico. In sintesi:

  • stacca la corrente e interrompi l'alimentazione idrica;
  • apri un rubinetto dell’acqua calda in casa per rilasciare la pressione;
  • apri il rubinetto di spurgo del gruppo di sicurezza;
  • aspetta circa 1 ora e mezza che lo scaldacqua si svuoti: l'acqua defluisce dal gruppo di sicurezza tramite il sifone fino alla rete di scarico delle acque reflue.

Fase 2: scollegare e rimuovere lo scaldacqua


undefined

Lo scaldacqua elettrico è alimentato da elettricità al livello del termostato – il termostato controlla la resistenza che riscalda l'acqua – posto dietro il coperchio di plastica situato sotto il boiler. Per accedervi, munisciti di cacciaviti da elettricista, verifica che la corrente sia staccata, smonta il coperchio e scollega il termostato (cavo di massa, cavo neutro e fase).

Una volta terminato lo svuotamento, puoi rimuovere il gruppo di sicurezza (lato alimentazione di rete) e il sifone, svitare l'uscita dell'acqua calda ed eventualmente gli accessori dello scaldacqua ad accumulo – riduttore di pressione, vaso di espansione, raccordi dielettrici, miscelatore termostatico.

Fai attenzione a non scottarti perché l'acqua calda può essere ancora presente nei tubi e nei flessibili di collegamento. Lo scaldacqua è agganciato semplicemente da una staffa situata sul retro ed è sufficiente un semplice movimento di traslazione verticale per toglierlo dal suo alloggiamento – in parole semplici, solleva lo scaldacqua!

Scopri il catalogo ManoMano
Vaso di espansione

Fase 3: installare il nuovo scaldacqua ad accumulo

Per quanto riguarda la sostituzione, niente da segnalare! Basta installare il nuovo serbatoio dell'acqua calda nello stesso punto in cui hai tolto l'altro. Fatti aiutare nel fissaggio dello scaldacqua, anche se non è molto pesante, perché è ingombrante e far coincidere le staffe di fissaggio con le viti non è facile.

Nel caso di una nuova installazione, ci sono diversi elementi da verificare:

  • disporre di un'alimentazione elettrica tramite uscita di cavo;
  • avere accesso allo scarico delle acque reflue per collegarvi il sifone del gruppo di sicurezza;
  • disporre di un'alimentazione di acqua fredda con una valvola d'arresto;
  • avere un ingresso acqua calda per collegare lavabo, lavandino e doccia;
  • disporre di spazio sufficiente contando un margine di 20 cm attorno al boiler, installare lo scaldacqua utilizzando un metro, una livella a bolla e la dima fornita – usa un trapano a percussione per forare i materiali duri;
  • disporre di un muro di sostegno in grado di sopportare il carico del boiler pieno d'acqua e, in caso contrario, munire lo scaldacqua di un treppiedi per un'installazione a terra. I tasselli di fissaggio devono obbligatoriamente essere adattati al supporto.
Scopri il catalogo ManoMano
Treppiedi per scaldabagno

Fase 4: collegare lo scaldacqua elettrico

Collegare alla rete idraulica ed elettrica uno scaldacqua ad accumulo a condizione di rispettare un minimo di istruzioni. Una volta fissato lo scaldacqua ad accumulo (lascia del gioco prima di bloccare definitivamente le madreviti), comincia a collegare la rete idraulica poi l'elettricità e collega in base all'installazione:

Il collegamento di uno scaldabagno ad accumulo alla rete idraulica ed elettrica è semplice se si seguono un numero minimo di istruzioni. Una volta fissato lo scaldacqua ad accumulo (lascia un po' di gioco prima di bloccare definitivamente i dadi), inizia a collegare la rete idraulica e poi la rete elettrica, e collega, in base al tuo impianto:

  • il riduttore di pressione – necessario se la pressione supera i 3 bar;
  • il vaso di espansione – permette di recuperare il 3% di acqua calda che è aumentata di volume;
  • raccordi dielettrici – per una migliore protezione contro la corrosione;
  • il miscelatore termostatico – permette di regolare la temperatura di uscita dell'acqua calda;
  • il gruppo di sicurezza scelto in base alle esigenze dell'installazione e la qualità dell'acqua;
  • il sifone del gruppo da collegare alla rete di scarico;
  • l’arrivo di acqua fredda al serbatoio – parte blu;
  • l'uscita dell'acqua calda dello scaldacqua ad accumulo – parte rossa;
  • il filo di massa/filo di terra sulla scocca metallica del boiler – filo verde e giallo;
  • il filo di alimentazione – la fase è marrone, nera o grigia;
  • il filo neutro di colore blu.

Una volta che tutto è collegato, imposta una temperatura di esercizio per il termostato ruotando la manopola di regolazione. È indispensabile che tutti i raccordi idraulici vengano sigillati con canapa e pasta verde – eccetto il raccordo a compressione del sifone del gruppo di sicurezza. I raccordi a vite femmina sono dotati di una guarnizione piatta indispensabile per una buona tenuta.

Scopri il catalogo ManoMano
Guarnizione idrauliche

Fase 5: mettere in funzione lo scaldacqua ad accumulo


undefined

La messa in funzione dello scaldacqua può effettuarsi quando:

  • la connessione elettrica è conforme;
  • la temperatura è impostata sul termostato;
  • hai rimontato il coperchio di plastica situato sulla parte inferiore dello scaldacqua ad accumulo;
  • tutti i raccordi idraulici sono stati sigillati con canapa idraulica e pasta verde;
  • hai serrato le viti di fissaggio dello scaldacqua;
  • il miscelatore termostatico è regolato alla temperatura giusta;
  • il sifone del gruppo di sicurezza è collegato allo scarico.

Se tutto è correttamente montato e, secondo le raccomandazioni del produttore, puoi aprire l'alimentatore idrica e il rubinetto del gruppo di sicurezza e riattaccare la corrente. Ci vorranno circa 5 ore per avere l'acqua calda se disponi di uno scaldacqua di un volume di 100 l.

Consiglio d'installazione

Puoi abbinare il tuo scaldacqua ad un modulo giorno/notte per alleggerire la bolletta dell'elettricità. Ricordati anche di assicurare una manutenzione mensile (spurgo di qualche litro per eliminare i sedimenti) e annuale (disincrostazione dello scaldacqua) per prolungarne la durata e limitare i guasti!

Per saperne di più

  • Per saperne di più sui diversi accessori degli scaldacqua elettrici e la produzione di acqua calda sanitaria, consulta le guide all'acquisto:
  • Per la manutenzione e l'installazione dello scaldacqua elettrico, consulta i nostri tutorial di posa e di manutenzione:

    Scopri, con le nostre guide, le altre soluzioni per produrre acqua calda sanitaria:

    Scopri il catalogo ManoMano
    Canapa idraulica

    Scopri i nostri scaldacqua da accumulo!

    Guida scritta da:

    Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

    Sebastiano, Tuttofare autodidatta

    Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

    I prodotti collegati a questa guida