Come eliminare l'umidità all'interno di una casa

Come eliminare l'umidità all'interno di una casa

Paola, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Paola, Tuttofare autodidatta

101 guide

L'umidità all'interno di un'abitazione genera la comparsa di muffa, un invecchiamento precoce dei rivestimenti e dell'ambiente, nonché problemi di salute. L'umidità può venire dal pavimento, dal tetto e dalle aperture. Un corretto isolamento dell'abitazione e un intervento sulla causa dell'umidità sono necessari per respirare un'aria sana.

Caratteristiche importanti

  • Riscaldamento
  • Isolamento
  • Deumidificatore
  • Ventilazione meccanica per insufflazione
Tutti i nostri isolanti

Le diverse fonti di umidità in una casa


Le diverse fonti di umidità

La presenza di umidità in una casa non è un problema da poco. Spesso, da semplici goccioline d'acqua su muri e finestre si può creare umidità che può anche causare lo sviluppo di muffa sulle superfici (pareti, pavimento, mobili) e problemi di salute. Mentre le nuove costruzioni di classe energetica A1 non sono interessate dai problemi di umidità, le abitazioni dotate di un cattivo isolamento ne sono invece direttamente condizionate.

L'umidità dal tetto 

Un cattivo isolamento termico


L'umidità dal tetto

Se il sottotetto è isolato male o l'isolante ha perso la propria efficacia termica, si verificherà nell'ambiente sottostante una dispersione di calore attraverso il tetto, da cui entrerà il freddo. Le conseguenze? Si consumerà molta energia attraverso il riscaldamento, sarà difficile mantenere una temperatura confortevole e le stanze avranno un tasso igrometrico superiore al 50%. I segni che constaterai saranno la comparsa di muffa sulle pareti, sui soffitti e sulle componenti in legno, unita a un cattivo odore nell'aria e nei tessuti. Per risolvere questo problema di umidità, sarà necessario isolare il tetto o il sottotetto.

Un elemento del tetto privo di tenuta stagna


Un elemento del tetto privo di tenuta stagna

In casi più rari, l'umidità può essere originata da una perdita sul tetto oppure da tubi che si sono rotti o spostati, da una perdita di un tubo pluviale, da una conversa del camino difettosa, da un foro in una grondaia incassata, da una trave a vista porosa, da una tegola di colmo irregolare, ecc. Sarà allora necessario ricorrere all'intervento di un professionista, che dovrà ripristinare e riparare il rivestimento.

L'umidità dal pavimento e dai muri

Quando l'isolamento a livello del pavimento presenta difetti o quando un'infiltrazione d'acqua nell'ambiente adiacente alle fondamenta risale dal seminterrato, può aver luogo un fenomeno di umidità ascendente per capillarità. Ciò si traduce nello sviluppo di muffa sul pavimento, salnitro o muffa bianca alla base dei muri e, in casi molto rari, nella presenza di acqua.  

Le cause dell'umidità proveniente da muri e pavimento


umidità sui muri

La presenza di umidità può essere causata da:

  • Risalita di acqua naturale: l'abitazione può essere stata costruita sopra un bacino idrico o nei pressi di una vena acquifera che può creare umidità. In questo caso, è necessario installare un drenaggio perimetrale oppure isolare le fondamenta della casa con una membrana bituminosa o un primer.
  • Acqua piovana: se il tetto di un edificio adiacente non dispone di una grondaia oppure se è danneggiata o sottodimensionata e le acque si riversano almeno in parte ai piedi della tua abitazione, rivedi o fai rivedere l'impianto di evacuazione delle acque pluviali. Se ciò non è sufficiente, installa un drenaggio aggiuntivo. L'umidità può anche provenire dall'acqua piovana che colpisce i muri e si infiltra all'interno delle fessure. Il sale igroscopico, presente in grande quantità nei muri, può spiegare il ristagno idrico. Per combattere l'acqua all'interno dei muri, è necessario forare le zone bagnate e iniettare un fluido idrorepellente.
  • Pozzetto che sborda: se un pozzetto sborda nei giorni o nei periodi di forti piogge nelle vicinanze della casa, l'acqua inonderà le zone circostanti, creando umidità negli edifici in prossimità. Il troppopieno deve essere pompato con una pompa sommersa o una pompa di superficie, poi scaricato nella rete fognaria.
  • Conduttura interrata danneggiata e con perdite: una conduttura idrica generale può avere perdite ed essere responsabile di un problema di umidità all'interno di un'abitazione. In questo caso, deve intervenire il servizio idrico municipale e riparare la perdita (per individuare eventuali perdite, verifica che il tuo consumo d'acqua sia coerente).
  • La base dei muri esterni è ricoperta di malta: a volte è presente della malta nella parte inferiore dei muri esterni di vecchie abitazioni. Quest'ultima impedisce all'acqua di fuoriuscire verso l'esterno, facendo sì che l'umidità si diriga verso l'altro lato, ovvero all'interno della casa. Generalmente, per risolvere il problema è sufficiente rimuovere la malta responsabile dell'impermeabilità. Puoi anche installare un drenaggio.
  • Fondamenta non impermeabili: se l'abitazione, vecchia o di recente costruzione, non dispone di un buon isolamento a livello delle fondamenta, bisogna rivederne la tenuta. A tal fine, è necessario applicare una membrana bituminosa adatta all'esposizione. In caso di forte esposizione (ad esempio, se la casa costeggia un terreno scosceso), è necessario applicare un primer prima della posa di una membrana. Si consiglia l'installazione di un drenaggio complementare.

Le perturbazioni elettrochimiche

Alcuni materiali sono conosciuti per essere fattori di perturbazione elettrochimici. Alcuni materiali tendono a trattenere l'acqua, come un intonaco di cemento molto alcalino oppure i materiali arrugginiti. Solo rimuovendo questi elementi è possibile procedere a un'asciugatura efficace dei muri.

L'umidità dovuta alla condensa interna


L'umidità dovuta alla condensa interna

La condensa nelle case è caratterizzata dalla presenza di gocce d'acqua su muri, vetri e mobili. Infatti, si tratta dell'aria calda che si fissa e si trasforma in acqua su una superficie fredda. Questo ambiente umido è favorevole allo sviluppo di spore e di malattie respiratorie, senza dimenticare che il tasso di umidità agisce anche sui dolori articolari.

Per ridurre l'umidità dovuta alla condensa interna, può essere necessario installare una VMC, dotarsi di un estrattore d'aria all'interno delle stanze umide, scegliere una cappa aspirante con una portata migliore, installare un ventilatore per bagno o arieggiare la casa con maggiore frequenza quando si utilizzano bagno e cucina. Ci può essere anche un problema dovuto a un riscaldamento non abbastanza elevato.

Scopri il catalogo ManoMano
Isolamento

Isolamento dell'abitazione e sistema di riscaldamento


cattivo isolamento degli infissi

Un'abitazione con un cattivo isolamento contiene quelli che vengono definiti ponti termici. Generalmente creati a livello delle finestre, delle porte-finestre, ma anche della porta di ingresso, queste zone si ritrovano anche nelle guarnizioni (tetto/muri e muri/pavimento). La differenza di temperatura favorisce l'umidità e la dispersione di calore (con conseguenti perdite di denaro) in questi luoghi.

Il riscaldamento di una stanza permette di eliminare parte dell'acqua contenuta nell'aria. In parole povere, il riscaldamento dell'abitazione diminuisce il tasso di umidità dell'aria. L'ideale sarebbe mantenere una temperatura costante di almeno 19 gradi. Inoltre, durante la notte, se una stanza non è riscaldata, il respiro e il calore del corpo causano la produzione di acqua su finestre e muri.

Tuttavia, un riscaldamento eccessivo dell'abitazione secca l'aria e provoca altri problemi, quali secchezza delle mucose, mal di testa o irritazione alla gola. Scegliere bene il proprio sistema di riscaldamento (caldaia, radiatori elettrici, stufa a legna, ecc.) è fondamentale.

Applicare una pittura antiumidità non risolve il problema dell'umidità.

Il deumidificatore d'aria: un prezioso aiuto


Il deumidificatore d'aria: un prezioso aiuto

Questo dispositivo permette di ridurre il grado di umidità dell'aria all'interno di una stanza attraverso l'aspirazione di aria. È utile solo in caso di leggera umidità. Utilizzato da solo, il deumidificatore d'aria non rappresenta una misura sufficiente per risolvere un problema di umidità recente o di lunga data.

Il deumidificatore non agisce sulla qualità dell'aria e questo significa che non permette di risanarla favorendo il ricambio dell'aria viziata. Perciò, è importante risalire alla causa del problema di umidità (capillarità, cattivo isolamento, riscaldamento difettoso, ecc.) e pensare a un sistema di ventilazione igroregolabile, o ventilazione meccanica per insufflazione (VMI).

La ventilazione igroregolabile consente un risparmio sul riscaldamento (di circa il 10%), intiepidendo un'aria sana e asciutta.

10 semplici gesti per limitare la comparsa di umidità


10 semplici gesti per limitare la comparsa di umidità

La lotta all'umidità si combatte anche attraverso un insieme di buone abitudini di prevenzione.

  1. Aerare una o due volte al giorno la propria abitazione per permettere all'aria calda di uscire (ventilare il bagno dopo la doccia).
  2. Evitare le vernici organiche che favoriscono lo sviluppo di muffe e acari.
  3. Attivare la ventilazione meccanica centralizzata (VMC), se presente, o installare griglie di aerazione.
  4. Installare un sistema di ventilazione igroregolabile o di ventilazione meccanica per insufflazione.
  5. Programmare un progetto di rinnovo termico con l'obiettivo di limitare i ponti termici caldo/freddo a livello delle aperture.
  6. Rinnovare il sistema di riscaldamento (sostituire i radiatori elettrici, ad esempio) per un consumo ponderato ed efficace.
  7. Posare giunti idrorepellenti a livello delle guarnizioni esterne della carpenteria.
  8. Ridurre le fonti di umidità in cucina, ricoprendo le pentole e attivando la cappa aspirante ogni volta che si cucina.
  9. Fare asciugare il bucato all'interno di una stanza ventilata o, meglio, all'esterno.
  10. Non trascurare il ricambio d'aria per far uscire l'aria viziata dall'abitazione in inverno.
In caso di sostituzione degli infissi, scegli modelli con doppi vetri con una griglia di aerazione integrata per limitare il problema dell'isolamento.
Scopri il catalogo ManoMano
Radiatori elettrici

Ti potrebbe interessare:

Tutti i nostri isolanti

Guida scritta da:

Paola, Tuttofare autodidatta, 101 guide

Paola, Tuttofare autodidatta

Di professione sono addestratrice di cani ma nel fine settimana mi piace dedicarmi alla mia attività preferita, il bricolage, e in particolare la trasformazione di vecchi mobili. Sono bravissima a rinnovare un vecchio tavolo o una vecchia cassettiera. Con un papà tuttofare, sono cresciuta al suon di martello e trapano e so utilizzare la maggior parte degli attrezzi. Ho appreso le basi del fai da te per passione. L'arte del riuso è un vero e proprio modo di vivere e mi ha insegnato come dare una seconda vita a tutte le cose. Adoro trasmettere le mie conoscenze anche agli amici “a due zampe”. Convinta che ogni persona può reinventare la propria casa attraverso piccoli cambiamenti, sono sempre alla ricerca di nuove idee da mettere in pratica e disponibile a dare consigli in ambito decorativo!

I prodotti collegati a questa guida