Come filtrare un laghetto da giardino?

Come filtrare un laghetto da giardino?

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

Guida scritta da:

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

93 guide

Filtrare l’acqua di un laghetto da giardino vuol dire garantire la qualità della sua acqua e il giusto equilibrio del suo ecosistema. Filtraggio meccanico o biologico, lampada UV: dal filtro immerso al filtro sotto pressione. Ecco i nostri consigli per un’acqua ben ossigenata e limpida.

Caratteristiche importanti

  • Filtraggio meccanico
  • Filtraggio biologico
  • Lampada UV
Scopri i nostri filtri per laghetti!

Perché filtrare un laghetto da giardino?


alt

Il laghetto da giardino è un ecosistema che, come ogni luogo naturale, è sottoposto alle interazioni tra una moltitudine di organismi viventi. Che siano piante, pesci, insetti o ancora, batteri, la qualità dell’acqua può essere facilmente alterata.

La qualità dell’acqua è caratterizzata da diversi parametri tra cui i più importanti sono la quantità d’ossigeno nell’acqua e la quantità di materie in sospensione di qualsiasi natura (organica o minerale).

Il calore, la luce, o semplicemente gli organismi presenti nell’acqua del laghetto, possono contribuire all’alterazione dalle qualità dell’acqua: possono apparire delle alghe, dei depositi sul fondale o l’acqua può intorbidirsi e colorarsi.

Scopri il catalogo ManoMano
Piante

I diversi sistemi di filtraggio del laghetto da giardino

Bisogna considerare che qualsiasi sistema di filtraggio influenzerà i due parametri seguenti:

  • Il tasso di ossigeno che dipende essenzialmente dai materiali organici presenti nell’acqua. Più esso è elevato, migliore è la qualità dell’acqua; più gli organismi viventi sono numerosi, più tale tasso diminuisce;
  • Le materie in sospensione si formano dai residui organici o minerali presenti nell’acqua. Più il tasso di materie in sospensione è basso, più l’acqua è chiara e limpida.

I sistemi di filtraggio meccanici

Per “meccanico” si intende il fatto di pompare l’acqua del laghetto e di farla passare, con più o meno pressione, attraverso una o più cartucce filtranti. La reintroduzione dell’acqua nel laghetto può essere effettuata all’aria aperta, per aumentare l’ossigenazione, oppure al chiuso. I dispositivi di filtraggio meccanici più diffusi sono i filtri immersi, i filtri sotto pressione e i filtri a gravità.

I filtri immersi


alt

Così come lo indica il loro nome, questi filtri sono installati direttamente sul fondale della vasca. La loro potenza è generalmente modesta in quanto sono destinati a filtrare l’acqua di un piccolo laghetto decorativo, senza piante né pesci (massimo 5 m3).

I filtri sotto pressione


alt

Posizionati all’esterno del laghetto, questi filtri sono concepiti per trattare l’acqua dei laghetti di medie dimensioni (fino a 30 m3) con o senza piante, e con o senza pesci. I sistemi più potenti possono, oltra a filtrare l’acqua, alimentare fontane, getti d’acqua, cascate o ancora, piccoli ruscelli decorativi.

I filtri a gravità


alt

Sono il top del filtraggio meccanico! Costituiti da diversi contenitori collegati gli uni agli altri, l’acqua è incanalata sotto pressione. Successivamente attraversa i contenitori (dotati di filtri di diverse dimensioni, di lampada UV o ancora di resina filtrante ecc.) e raggiunge il laghetto senza pressione (all’aria aperta per una cascata, un ruscello ecc.). Sono perfetti per i laghetti che vanno fino ai 150 m3. I filtri a gravità sono anch’essi consigliati per la presenza di pesci. La loro capacità di filtraggio e la loro portata sono generalmente elevate e il loro rendimento è alto.

I sistemi di filtraggio biologici


alt

È la soluzione più efficace per trattare l’acqua di un laghetto di qualsiasi dimensione. La loro tecnologia si inspira al trattamento realizzato dalle stazioni di epurazione biologica.

Il principio è quello di far passare l’acqua attraverso un supporto batterico. Nel momento in cui l’acqua attraversa questo supporto, i batteri presenti degradano i materiali organici e assorbono alcuni agenti contaminanti o composti indesiderati (come i materiali azotati).

Per un rendimento ancora superiore, molti filtri biologici sono composti da diverse camere che contengono ciascuna un tipo di supporto batterico diverso. L’obbiettivo è quello di trattare in maniera più efficace l’acqua del laghetto grazie ai diversi tipi di batteri o di diametri di filtraggio. È la soluzione perfetta se hai una popolazione di pesci nel tuo laghetto.

Ricorda però che questo tipo di filtro necessita un’inseminazione. Ciò significa che per raggiungere la sua efficacia massima, bisogna aspettare che i batteri colonizzino i filtri e si fissino sui diversi supporti. Se desideri popolare il tuo laghetto di pesci, aspetta che il filtro biologico sia operativo. L’ideale è di attivare il filtraggio per più settimane (a seconda del volume del laghetto) prima di introdurre i pesci. Alcuni sistemi di filtraggio, spesso per i laghetti piccoli, propongono un doppio filtraggio: meccanico e biologico. Questi rappresentano un’alternativa interessante se il tuo laghetto è piccolo e se non prevedi di introdurre dei pesci.

Lampade UV: il loro ruolo nella filtrazione


alt

Le lampade UV (ultraviolette) sono generalmente utilizzate per annientare qualsiasi organismo vivente presente nell’acqua potabile; le si trova anche sotto il nome di sterilizzatori.

Esistono sul mercato dei sistemi di filtraggio (spesso meccanici) che propongono oltre ad una cartuccia filtrante classica, un trattamento UV. Questa tecnologia influenzerà la popolazione batterica presente nell’acqua del laghetto e migliorerà il trattamento. Tuttavia, la lampada UV consuma elettricità e la sua durata di vita non è infinita. Assicurati che il modello di lampada del filtro che scegli sia disponibile separatamente.

Scopri il catalogo ManoMano
Lampade UV

Filtrare bene l’acqua del proprio laghetto: le caratteristiche principali


alt

Per scegliere tra i diversi sistemi di filtraggio disponibili, considera i seguenti punti per ordine di priorità.

Il volume del tuo laghetto

Il volume d’acqua determina la capacità di filtraggio del sistema che sceglierai, la potenza della pompa, il volume delle cartucce, ecc.

La fauna e la flora

Desideri delle piante? Dei pesci? Più il tuo laghetto ha degli organismi viventi, più si contamina rapidamente. Di conseguenza, bisogna trattare l’acqua in maniera più rapida (portata della pompa, capacità di trattamento, ecc.).

L’organizzazione del laghetto

Installerai una cascata? Una fontana? Un ruscello? Orienta la tua scelta verso un sistema compatibile o che offra uno scarico specifico.

La manutenzione del laghetto

Preoccupati di pulire le cartucce filtranti, di sostituire la lampada UV, di svuotare i contenitori del sistema a gravità… E in generale, apprezza la facilità di smontaggio, l’accesso al sistema e il controllo delle parti separate.

Per saperne di più

Per conoscere tutte le tecniche, gli accessori e gli strumenti per la cura e la decorazione del tuo giardino, segui i consigli dei nostri redattori e scopri le loro guide:

Come scegliere una casetta degli attrezzi?Come scegliere i mobili da giardino?Come scegliere una serra da giardino?Come scegliere un biotrituratore?Quando irrigare il giardino?Come gestire e decorare il giaridino?Come scegliere un tosaerba?Come scegliere un diserbante?Come seminare dell'erba?

Scopri i nostri filtri per laghetti!

Guida scritta da:

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento, 93 guide

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

Elettrotecnico di formazione, ho iniziato lavorando nell’industria dove mi sono occupato di impianti e cablaggio. Quasi subito sono diventato responsabile della gestione degli operai addetti alla manutenzione. Dopo qualche anno, ho deciso di mettermi in proprio e ho avviato una piccola impresa come elettricista. Ho all’attivo diverse centinaia di cantieri realizzati e il lavoro ben fatto e la soddisfazione dei miei clienti sono le mie priorità. Da circa tre anni sto restaurando e ampliando uno chalet in Trentino, sfruttando la mia esperienza e le mie conoscenze tecniche. Terrazzamenti, interior design, coperture, impianti idraulici, elettricità, tutto… Con mia figlia e mia moglie abbiamo fatto quasi tutto da soli! La mia esperienza mi ha dato la possibilità di apprendere tanti tipi di lavori. Ed ora sono qui per rispondere ai vostri dubbi e per consigliarvi nella scelta degli strumenti giusti.

I prodotti collegati a questa guida