Come installare un sistema di recupero dell'acqua piovana

Come installare un sistema di recupero dell'acqua piovana

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Guida scritta da:

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

70 guide

Installare un sistema di recupero dell'acqua piovana è una soluzione economica ed ecologica per l'irrigazione del giardino. Vicino al pluviale, collegato ad essa da una tubazione, il serbatoio di recupero raccoglie e immagazzina l'acqua piovana. Ecco tutti i passaggi da seguire per installarlo correttamente.

Caratteristiche importanti

  • Preparare il cantiere e posizionare il serbatoio
  • Individuare i punti di raccordo
  • Praticare i fori di fissaggio
  • Installare il collettore
  • Collegare il pluviale al serbatoio
Scopri i nostri sistemi per il recupero dell'acqua piovana!

Perché installare un sistema di recupero dell'acqua piovana

L'acqua è una risorsa vitale che sta diventando sempre più scarsa e il suo uso intensivo sta causando l'abbassamento della falda acquifera. Il suo costo è in costante aumento e, nei periodi di siccità, vengono messe in atto delle restrizioni. Utilizzare l'acqua piovana permette di limitare l'uso dell'acqua potabile della rete pubblica, riducendo così anche la bolletta. L'acqua piovana non contiene additivi come il cloro, spesso presente nelle acque dell'acquedotto, è leggermente acida ed è pura, ideale per annaffiare le piante.

L'acqua piovana può essere utilizzata anche all'interno delle abitazioni, tranne che per la preparazione dei cibi perché non è potabile. Per questo è molto utile avere un serbatoio interrato per l'acqua piovana, una rete idrica secondaria e rispettare la legislazione in vigore. D'altra parte, non c'è niente di più semplice dell'installazione di una cisterna per l'acqua piovana esterna: tutto ciò che serve è un semplice pluviale, uno spazio libero accanto ad esso, un po' di pazienza e manualità per installarlo e il gioco è fatto! Non c'è alcun vincolo legislativo per la sua installazione, in altre parole, sei libero di farla come vuoi. Quindi, per aiutarti, ti spieghiamo, passo dopo passo, come procedere alla sua installazione.

Fasi di realizzazione

  1. Posizionare il serbatoio
  2. Individuare i punti di raccordo
  3. Forare il pluviale
  4. Installare il collettore
  5. Collegare il pluviale al serbatoio

Installare un sistema di recupero dell'acqua piovana: video tutorial

1. Posizionare il serbatoio


undefined

Scegliete la posizione migliore per il tuo serbatoio. La distanza tra il serbatoio e il pluviale non deve superare la lunghezza del pluviale.

Il terreno deve essere liscio e perfettamente orizzontale. Verifica con una livella.

2. Individuare i punti di raccordo


undefined

Individuare il punto in cui fissare il collettore, nella parte superiore del lato del serbatoio. Usando la livella, traccia innanzitutto una linea a matita sul serbatoio. Assicurati che la linea sia al centro del punto in cui il collettore dell'acqua deve essere fissato. Quindi traccia una seconda linea sul pluviale. Attenzione, devono essere perfettamente allineate: questo allineamento permetterà al collettore dell'acqua di garantire la funzione di troppo pieno, cioè di interrompere automaticamente la raccolta dell'acqua quando il serbatoio è pieno.

Se la tua livella non è abbastanza lunga, posiziona una tavola di legno o un regolo di alluminio tra il serbatoio e il tubo, appoggiavi sopra la livella per controllare che sia perfettamente orizzontale e traccia due linee con la matita, una sul tubo, l'altra sul serbatoio.

3. Forare il pluviale


undefined

Monta una sega a tazza sul trapano, dello stesso diametro del collettore da inserire sul pluviale. Verifica che la sega a tazza sia compatibile con il materiale del tubo, metallo o PVC. Posiziona la punta di centraggio sulla linea che hai tracciato e procedi con la foratura. Quindi ripeti la stessa operazione sul serbatoio dell'acqua piovana. Infine, utilizzando una lima o della carta vetrata, carteggia i bordi dei fori. Capovolgi il serbatoio per rimuovere eventuali residui di foratura dall'interno.

Scopri il catalogo ManoMano
Carta vetrata

4. Installare il collettore


undefined

Inserisci nel foro del pluviale l'estremità del collettore. Quindi, fai con il trapano dei fori per le viti di fissaggio. Fai attenzione che il diametro della punta del trapano sia leggermente inferiore a quello delle viti. Quindi avvita con un cacciavite la parte esterna del collettore: servirà per collegare il tubo di raccolta dell'acqua.

Dal lato del serbatoio, collega l'anello di fissaggio del raccordo premendo con sufficiente pressione della mano. Poi incolla la staffa di fissaggio del collettore e inserirla nell'anello. Assicurati di individuare correttamente il lato dell'anello di fissaggio che deve andare all'interno del serbatoio, per far ciò leggi attentamente le istruzioni di installazione.

Scopri il catalogo ManoMano
Punta del trapano

5. Collegare il pluviale al serbatoio


undefined

Fissa il tubo che collega il serbatoio al pluviale. Considera che questa descrizione del montaggio corrisponde a un modello specifico, tuttavia, i principi di base dell'installazione degli altri modelli rimangono gli stessi.

Cosa bisogna prevedere per questa installazione

Competenze


undefined

Non sono richieste abilità particolari. È sufficiente avere un po' di pratica con il bricolage. Se, per esempio, sei in grado di installare da solo delle mensole, allora l'installazione di un sistema di raccolta dell'acqua piovana non sarà certo un problema!

Tempo di realizzazione


undefined

1 ora

Numero di persone consigliato


undefined

1 persona

Utensili e materiali di consumo

Dispositivi di protezione individuale

Questo elenco non è esaustivo; i dispositivi di protezione individuale devono essere adattati ad ogni situazione di lavoro.

Scopri il catalogo ManoMano
Matita
Scopri i nostri sistemi per il recupero dell'acqua piovana!

Guida scritta da:

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia, 70 guide

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Da diversi anni, dirigo un servizio di giardinaggio presso una clientela di privati e imprese. Guido una squadra di giardinieri e assicuro la creazione e la manutenzione di spazi verdi. Inoltre apporto ai clienti la mia esperienza in termini di manutenzione e miglioramento dei loro giardini. Infatti, con una formazione commerciale e avendo esercitato funzioni nel settore alberghiero all’inizio della carriera, mi sono orientato verso la manutenzione paesaggistica all’interno di un ente territoriale dove ho acquisito solide competenze tecniche mediante formazioni in azienda e sorveglianza di importati cantieri in un comune in piena evoluzione. Sul piano personale, sono altrettanto proiettato verso l’arte del giardinaggio. Con mia moglie, ho creato il nostro giardino dalla A alla Z e provvedo con cura alla sua manutenzione, così come l’orto! E tutto ciò che è bricolage, non è da meno! Eh sì, fare giardinaggio significa anche fare bricolage: pergola, capanno, pavimentazione, recinzione, e via dicendo… C’è sempre da fare in giardino! Dopo aver ben lavorato, io e mia moglie siamo fieri del risultato ottenuto e felici di poter approfittare a pieno di un ambiente conviviale e caloroso! Allora darvi consigli e aiutarvi nelle scelte per l’attrezzatura, il mantenimento e il miglioramento del vostro giardino sarà una passeggiata!

I prodotti collegati a questa guida