Come installare una vasca idromassaggio

Come installare una vasca idromassaggio

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

Guida scritta da:

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

93 guide

L'installazione di una vasca idromassaggio nel bagno consiste nel collegare piletta e sifone allo scarico dell'acqua, allacciare l'alimentazione idrica e gli eventuali doccini, collegare il motore all'elettricità e fissare la vasca da bagno ai supporti. Le fasi di posa in questa guida.

Caratteristiche importanti

  • Preparazione dello spazio di installazione
  • Installazione e regolazione della vasca
  • Raccordo elettrico
  • Raccordo all'evacuazione
  • Raccordo alla fornitura idrica
  • Verifica del corretto funzionamento
  • Rifiniture e svuotamento della vasca
Scopri le nostre vasche idromassaggio!

Vasca idromassaggio: come montarla

Vera e propria fonte di benessere e relax, la vasca idromassaggio è ormai alla portata di tutti e può essere installata praticamente in bagni con disposizione di ogni tipo. Grazie all'azione dell'idromassaggio, la balneoterapia è consigliata alle persone che soffrono di problemi alla schiena. Spesso in combinata ad altre terapie, come l'aromaterapia, la cromoterapia o la musicoterapia, disporre di una vasca idromassaggio nel proprio bagno vuol dire scegliere tutta la comodità e i benefici di una talassoterapia a domicilio.

Competenze per l'installazione

Come minimo, l'installazione di una vasca idromassaggio prevede raccordi sull'impianto elettrico e sulla rete idraulica. È indispensabile saper montare raccordi di adduzione ed evacuazione dell'acqua, nonché realizzare un collegamento elettrico in tutta sicurezza e in conformità alle norme. Prendere le misure, controllare e mettere a livello, realizzare una guarnizione in silicone e sapere come scegliere e posare tasselli con un trapano sono, allo stesso modo, competenze richieste. In base alla disposizione del bagno, possono essere necessarie altre competenze. 

Tempo di realizzazione

2-3 ore circa

Numero di persone consigliato

1-2 persone

Scopri il catalogo ManoMano
Vasche idromassaggio

Panoramica dell'installazione

Installare una vasca idromassaggio in 7 passaggi 


alt

1. Preparazione del luogo di installazione 2. Posa e regolazione della vasca 3. Raccordo elettrico 4. Raccordo dello scarico 5. Raccordo della fornitura idrica 6. Verifica del corretto funzionamento 7. Finiture e svuotamento della vasca

Strumenti e materiali di consumo

  • Un dispositivo di troppopieno, una piletta e un sifone
  • Un tubo in PVC flessibile e spiralato da 32 mm o 40 mm di diametro
  • Un manicotto e/o un riduttore in PVC e colla per PVC
  • Flessibili di raccordo
  • Un rotolo di guarnizione espandente Compriband (nel caso in cui la vasca sia appoggiata contro una o due pareti)
  • Un trapano, punte e tasselli adatti al supporto
  • Un listello (in base all'installazione), un metro, una matita e una livella a bolla
  • Un set di cacciaviti piatti e/o a croce e un cacciavite da elettricista
  • Una pinza spelacavi e un multimetro
  • Un set di chiavi piatte
  • Una pistola di estrusione e una cartuccia di silicone a uso sanitario
Scopri il catalogo ManoMano
Chiavi piatte

1. Preparazione dello spazio d'installazione e panoramica

L'installazione di una vasca idromassaggio necessita della stessa preparazione dell'installazione di una vasca da bagno classica:

  • Il luogo dell'installazione deve essere pulito e sgombro.
  • I muri devono disporre di un trattamento idrofugo o di un rivestimento adeguato (piastrelle, resina, ecc.), salvo nel caso di vasche idromassaggio a isola.
  • Devono essere disponibili e in prossimità ingressi di acqua calda e fredda.
  • Deve essere inoltre presente uno scarico per l'acqua.
  • Allo stesso modo, devi predisporre una scatola di derivazione isolante (IP55) per l'alimentazione elettrica della vasca (se ne è sprovvista).
  • Interrompi l'alimentazione dell'impianto idrico dell'abitazione e l'elettricità dal disgiuntore.
  • Verifica in seguito, attraverso un cercafase o un multimetro (in posizione voltmetro), che la corrente elettrica del bagno sia spenta e, aprendo un rubinetto, assicurati che l'acqua sia chiusa.
Scopri il catalogo ManoMano
Multimetri

2. Posa e regolazione della vasca

Regolare i piedini sullo stesso livello


alt
  • Consultando le istruzioni di installazione per la regolazione, regola il primo piedino (in uno degli angoli) in modo che il gioco sotto il pannello di rivestimento della vasca sia sufficiente da permettere la corretta ventilazione del motore (almeno un centimetro, in base ai modelli). Regola in seguito approssimativamente gli altri piedini. Nella maggior parte dei casi, i piedini si avvitano e si svitano e il blocco viene garantito da uno o più dadi (come in figura).
  • Ritira quindi le pannelli di rivestimento e colloca la vasca nella sua posizione definitiva.
  • Aiutandoti con una livella a bolla messa orizzontalmente sulla vasca, regola con precisione e in successione tutti i piedini, tenendo come riferimento il primo piedino che hai regolato. La vasca deve essere perfettamente orizzontale, sia sulla lunghezza che sulla larghezza.

Posare un listello ricoperto dal nastro di guarnizione


alt

Se la vasca è installata contro una o più pareti, spostala leggermente. Per attenuare le vibrazioni, incolla sui bordi o sugli elementi portanti una guarnizione Compriband (una guarnizione adesiva in schiuma). Lo stesso vale per i listelli di fissaggio, se previsti dall'installazione.

Se la vasca è installata senza isolante per vibrazioni, queste ultime verranno trasmesse alle pareti dell'abitazione. A tal proposito, realizza un cordone spesso in silicone o posiziona delle guarnizioni isolanti in schiuma (come in figura).

Il fissaggio della vasca si può realizzare in due modi:

  • con l'aiuto di un listello e, in questo caso, traccia con una matita il livello della vasca sul muro e la sua lunghezza e installa in seguito il listello sottraendo lo spessore del bordo della vasca (come in figura). Il listello o i listelli sono fissati al muro con tasselli adatti al supporto e una guarnizione in schiuma o un cordone spesso in silicone. La vasca da bagno appoggia dunque sul listello dove è prevista una spessa guarnizione in silicone per attenuare le vibrazioni o una guarnizione isolante in schiuma;
  • con fissaggi forniti e, in questo caso, traccia sempre la posizione della vasca sul muro e su tutta la lunghezza, poi sottrai lo spessore del bordo della vasca. Allo stesso modo i tasselli sono scelti in base alla natura del supporto e i fissaggi vengono installati nelle posizioni previste dal produttore, rispettando le istruzioni di utilizzo (o lo schema di montaggio della vasca idromassaggio).

I piedini della vasca idromassaggio possono essere fissati attraverso tasselli se ciò è previsto dall'installazione.

Scopri il catalogo ManoMano
Tasselli

3. Raccordo elettrico


alt
  • L'allacciamento all'elettricità si fa all'interno della scatola di derivazione predisposta (posizionata fuori dalle zone del bagno 0, 1 e 2). Tutto deve essere a tenuta perfettamente stagna per garantire la tua sicurezza. Se non è già stato fatto, spela i fili del cavo della vasca.
  • Passa il cavo all'interno di una delle guarnizioni a tenuta stagna della scatola di derivazione e comincia a collegare la messa a terra (di colore verde e giallo) al connettore domino (come in figura). Collega in seguito il neutro (di colore blu) e la fase (di colore rosso o nero).
  • Dopo aver collegato tutto, chiudi la scatola di derivazione.
  • La vasca può essere dotata di una scatola dedicata al collegamento equipotenziale. Installata sul telaio della vasca da bagno, agevola il collegamento elettrico. Si applicano le stesse condizioni di allacciamento della scatola di derivazione predisposta. Se devi far passare un cavo elettrico da un modulo di uscita, scegli un cavo con un doppio isolamento (cavo 2 P + T a doppio isolamento, tipo U 1000 R2V). L'installazione elettrica deve essere conforme alle norme imposte e alle zone del bagno.
  • Il bagno deve essere obbligatoriamente protetto attraverso un interruttore differenziale di 30 mA di tipo AC. mentre la vasca da un interruttore divisionale di 10 o 16 A.
Scopri il catalogo ManoMano
Modulo di uscita cavi

4. Il raccordo dello scarico


alt
  • Lo scarico della vasca deve essere presente e conforme alle istruzioni di montaggio. L'assemblaggio è semplice e consiste nell'avvitare una piletta in fondo alla vasca poi a un sifone o nel collegare una piletta a sifone al tubo di evacuazione predisposto (come in figura).
  • Anche il troppopieno deve essere collegato a tenuta stagna alla vasca e al sifone. In base al modello di vasca idromassaggio, lo scarico si realizza in PVC con un diametro di 32 mm o 40 mm. Nella maggior parte dei casi, si tratta di un tubo in PVC flessibile e spiralato. Se questo scarico è compatibile con la predisposizione nel tuo bagno, raccordalo utilizzando un manicotto. Se invece non è il caso, utilizza un riduttore, ovvero un manicotto che adatta i diametri.
  • Il manicotto o il riduttore devono essere incollati con la colla per PVC direttamente sulla predisposizione.
  • Lo scarico della vasca deve essere invece smontabile. A tal fine, il collegamento non va realizzato con la colla, ma con il silicone.
  • Una volta asciugatosi il tutto, verifica l'isolamento versando un secchio d'acqua nella vasca. Se non ci sono problemi, fissa la vasca sul luogo d'installazione definitivo (l'incollaggio si fa con colla al silicone o con i fissaggi predisposti dal produttore).
Scopri il catalogo ManoMano
Silicone

5. Raccordo della fornitura idrica


alt
  • La vasca idromassaggio può essere dotata di un miscelatore a cascata moderno, di un miscelatore in stile retrò, di uno o due doccini per la cura del corpo o non avere rubinetti: in questo caso, si deve realizzare solo il raccordo allo scarico (il rubinetto già presente determina il luogo d'installazione della vasca).
  • Il miscelatore della vasca è collegato alla fornitura dell'acqua attraverso i flessibili di raccordoVerifica la presenza delle guarnizioni al momento dell'avvitamento (come in figura).
  • Se lo desideri, aggiungi del teflon (non è obbligatorio, ma migliora la tenuta stagna).
Scopri il catalogo ManoMano
Teflon

6. Verifica del corretto funzionamento


alt

Mettere in tensione e riaprire l'acqua:

  • Inizia riallacciando la corrente (la messa in tensione avviene sempre a vasca vuota per garantire la sicurezza in caso di problemi). Riapri in seguito l'alimentazione d'acqua dell'abitazione.
  • Riempi la vasca di acqua fredda. Verifica che non ci siano perdite dalla vasca. Facendo riferimento alle istruzioni d'uso, accendi la vasca e testa le diverse modalità e funzioni.
  • Mentre i diversi sistemi di bolle e getti sono in funzione, verifica di nuovo sotto la vasca che non ci siano perdite. Lascia acceso il tutto per qualche minuto. Non svuotare la vasca.

7. Rifiniture e svuotamento della vasca


alt

Le rifiniture si effettuano sempre a vasca piena:

  • Comincia con riposizionare i pannelli di rivestimento.
  • Realizza in seguito un cordone di guarnizione in silicone su tutte le parti a contatto con un muro.
  • Una volta che tutto è ben sicuro e se non ci sono perdite, svuota la vasca.

Manutenzione della vasca idromassaggio

Disinfezione

  • Riempi la vasca d'acqua poi aggiungi 20 cl di candeggina (che non crea schiuma). Lascia in azione per 2 cicli, preferendo l'idromassaggio più dinamico.
  • Quando il programma si interrompe, svuota la vasca e risciacquala. Questo processo di disinfezione con la candeggina va ripetuto ogni 2 mesi circa.

Rimozione del calcare

  • Riempi la vasca con acqua calda e versa in seguito 1/2 l di aceto bianco.
  • Seleziona l'idromassaggio più intenso e lascia girare per 2 cicli (3 se è presente molto calcare).
  • Una volta terminato il programma, svuota e riempi nuovamente la vasca.
  • Frequenza della rimozione del calcare: ogni 4/6 mesi circa (in base all'utilizzo e alla durezza dell'acqua).

Pulizia della vasca

  • Utilizza prodotti delicati, non abrasivi (i solventi sono vietati) come il detersivo per piatti o prodotti casalinghi specifici alla pulizia di vasche da bagno.
  • Non utilizzare mai polveri per la pulizia abrasive né prodotti organici (diluenti, solventi, decapanti, idrocarburi, acetone, acquaragia, alcool denaturato, ecc.).

Scopri il catalogo ManoMano
Candeggina

Scopri le nostre vasche idromassaggio!

Guida scritta da:

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento, 93 guide

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

Elettrotecnico di formazione, ho iniziato lavorando nell’industria dove mi sono occupato di impianti e cablaggio. Quasi subito sono diventato responsabile della gestione degli operai addetti alla manutenzione. Dopo qualche anno, ho deciso di mettermi in proprio e ho avviato una piccola impresa come elettricista. Ho all’attivo diverse centinaia di cantieri realizzati e il lavoro ben fatto e la soddisfazione dei miei clienti sono le mie priorità. Da circa tre anni sto restaurando e ampliando uno chalet in Trentino, sfruttando la mia esperienza e le mie conoscenze tecniche. Terrazzamenti, interior design, coperture, impianti idraulici, elettricità, tutto… Con mia figlia e mia moglie abbiamo fatto quasi tutto da soli! La mia esperienza mi ha dato la possibilità di apprendere tanti tipi di lavori. Ed ora sono qui per rispondere ai vostri dubbi e per consigliarvi nella scelta degli strumenti giusti.

I prodotti collegati a questa guida