Come liberarsi delle mosche in casa

Come liberarsi delle mosche in casa

Silvia, Scrittrice e giornalista, Gallipoli

Guida scritta da:

Silvia, Scrittrice e giornalista, Gallipoli

73 guide

Le belle giornate attirano mosche ovunque. Fastidiose e soprattutto portatrici di batteri, sarebbe un sogno per tutti noi vederle scomparire dalle nostre case. Come impedire loro di entrare ed eliminarle in modo quanto più efficace possibile? Scopri i nostri consigli, fra metodi naturali, insetticidi e apparecchi elettrici.

Caratteristiche importanti

  • La zanzariera
  • Le piante repellenti
  • Gli oli essenziali
  • Le trappole per mosche
  • Apparecchia a ultrasuoni
  • Gli insetticidi
Scopri i nostri prodotti contro gli insetti nocivi!

Le 5 soluzioni più efficaci per liberarsi delle mosche in casa


alt

Per liberarti delle mosche in casa, puoi scegliere diversi metodi. Ecco i 5 più efficaci:

  • La zanzariera, non sempre esteticamente gradevole, né pratica nel caso delle porte, ma efficace.
  • I metodi naturali con piante accuratamente scelte per il loro potere repellente (basilico, geranio, ecc.), gli oli essenziali, molto concentrati e dal profumo marcato, oppure semplicemente dei limoni su cui avrai conficcato dei chiodi di garofano.
  • Molto più efficaci, le trappole per mosche e la carta moschicida non lasciano loro scampo.
  • Gli apparecchi elettrici invece si presentano sotto forma di racchetta, insetticida a raggi UV o ultrasuoni.
  • I classici insetticidi, fra cui bombolette spray, adesivi, granuli o cassette.

Evitare che le mosche entrino in casa

Poiché è sempre meglio prevenire che curare, prima ancora di pensare a come sbarazzarsi delle mosche, l'ideale sarebbe semplicemente impedire che entrino in casa. Anzitutto occorre fare attenzione a non attirarle con la pattumiera chiusa male, gli alimenti non protetti, la frutta troppo matura, le stoviglie sporche o l'acqua stagnante. Inoltre, hai a disposizione diverse soluzioni utili come barriera.

La zanzariera


alt

Una zanzariera o una tenda antimosche è senza dubbio particolarmente efficace. Montata su porte e finestre, lascia passare l'aria ma non gli insetti indesiderati come mosche e zanzare. Tuttavia, occorre riconoscere che la zanzariera non è sempre gradevole dal punto di vista estetico.

Le piante contro le mosche


alt

Alcune piante antiparassitarie hanno anche un effetto repellente, per esempio il basilico, il geranio, la citronella, la menta, la lavanda, il garofano d'India o la melissa. Possono essere posizionate sui davanzali delle finestre e nelle vicinanze delle porte.

Gli oli essenziali antimosche


alt

Gli oli essenziali estratti da piante con effetto repellente, in forma concentrata, e quello di eucalipto, possono anche essere miscelati per un'azione più efficace: per esempio, puoi mescola gli oli essenziali di basilico, citronella e lavanda, poi versarne qualche goccia in diffusori e ciotole disposti in punti strategici della casa. Il vantaggio sarà inoltre il gradevole profumo che si diffonderà in tutta casa.

In alternativa, puoi versare gli oli essenziali all'interno di un umidificatore diluendoli con acqua e, eventualmente, un po' di aceto bianco prima di vaporizzare il liquido su tende, lenzuola e dove desideri.

Attenzione, tuttavia, all'utilizzo degli oli essenziali, specie in presenza di bambini e donne in gravidanza.

Gli altri metodi naturali


alt

Anche limoni o cipolle tagliati a metà e con dei chiodi di garofano conficcati hanno un effetto repellente, così come un decotto d'aglio, senza contare l'odore!

Trappole per liberarsi delle mosche

Per liberarti delle mosche in casa, puoi sempre ricorrere a delle trappole o alla carta moschicida, da acquistare in commercio o da realizzare in casa.

Trappole per mosche


alt

La trappola per mosche venduta in commercio è dotata di un'esca, con o senza prodotti chimici, specificamente pensata per attrarre questi insetti, e può essere poggiata o appesa generalmente all'aperto. Alcuni modelli sono usa e getta, altri riutilizzabili pulendo la trappola e cambiando l'esca, di solito dopo 2 o 3 settimane.

In alternativa, puoi realizzare autonomamente una trappola con una bottiglia in plastica tagliata in due e riempita di un liquido zuccherato.

La carta moschicida


alt

Poco estetica ma indubbiamente efficace, la carta moschicida ha la forma di una striscia di carta adesiva da srotolare e appendere. Con o senza insetticidi, con o senza prodotti che le attraggono a seconda delle scelte dei produttori, sono utili per catturare le mosche tenendole incollate alla carta stessa.

Fai attenzione, tuttavia, ad appenderla in alto e lontano dal passaggio, per evitare che ci restino incollati i capelli.

Anche in questo caso, puoi optare per una realizzazione fai-da-te, con delle strisce di carta ricoperte di una miscela di sciroppo e di zucchero.

Scopri il catalogo ManoMano
Trappole per mosche

Utilizzare un dispositivo elettrico per eliminare le mosche

La racchetta elettrica antimosche


alt

Oltre al tradizionale schiacciamosche, che richiede una certa destrezza, puoi scegliere il modello elettrico, più facile da utilizzare. La racchetta, alimentata a pile, emette una scarica che uccide la mosca al contatto con la griglia.

Se da un lato la racchetta per mosche è molto efficace, lo svantaggio è legato all'odore di bruciato che emana e alla dispersione dei batteri trasportati dagli insetti.

La lampada elettrica antimosche


alt

Le lampade antimosche, chiamate anche ammazza insetti o addirittura elettrosterminatori, attirano le mosche tramite la luce blu dei tubi ultravioletti uccidendole per elettrocuzione. Le mosche morte, poi, cadono in un vassoio di recupero da svuotare regolarmente.

L'apparecchio a ultrasuoni antimosche


alt

Gli ultrasuoni hanno la particolarità di infastidire e respingere gli insetti, fra cui le mosche. Alcuni modelli sono appositamente pensati a questo scopo, mentre altri consentono anche di scacciare i piccoli roditori.

Gli insetticidi antimosche


alt

Per liberare la casa dalle mosche, puoi anche scegliere di ricorrere ai diversi tipi di insetticidi.

  • Gli spray antimosche, da scegliere preferibilmente a base di sostanze naturali come per esempio il piretro.
  • Gli adesivi antimosche. Più o meno decorativi, sono impregnati di insetticida e si incollano alle finestre. Attenzione perché a volte possono essere difficili da togliere.
  • La cassetta antimosche, come indica il nome, ha la forma di una cassetta in plastica contenente un'insetticida che viene progressivamente liberato nell'arco di alcuni mesi.
  • I granuli antimosche, che contengono sia una sostanza attrattiva sessuale che un insetticida, sono da versare all'interno di recipienti piatti e poi mettere nei luoghi di passaggio degli insetti. Devono essere cambiati ogni 3 settimane circa.
Scopri i nostri prodotti contro gli insetti nocivi!

Guida scritta da:

Silvia, Scrittrice e giornalista, Gallipoli, 73 guide

Silvia, Scrittrice e giornalista, Gallipoli

Dopo 10 anni di lavoro come addetto stampa per un’importante società d’ingegneria, ho deciso di unire la mia esperienza professionale e la mia passione per la scrittura entrando nel giornalismo freelance e nella redazione a tempo pieno. Eclettica sia nei gusti che nella scrittura, in me convivono grandi passioni come la scienza e la storia, ma soprattutto l’interesse per la decorazione e il fai-da-te. Su questi argomenti, apparentemente così diversi, scrivo ormai da quasi vent’anni, devo dire con un discreto successo, probabilmente perché i miei articoli sono la cronaca dei lavori e dell’esperienza maturata nel corso della totale ristrutturazione di una vecchia masseria nel cuore del Salento. Esperienza che vorrei condividere con te attraverso i miei suggerimenti.