Come organizzare il bagno di un monolocale

Come organizzare il bagno di un monolocale

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

Guida scritta da:

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

93 guide

Come organizzare il bagno di un piccolo alloggio? Se si tratta di un monolocale il bagno occupa, in proporzione, una superficie importante. Occorre una razionale organizzazione degli spazi per ottimizzare questo ambiente di pochi metri quadrati con complementi d’arredo studiati per migliorarne il comfort.

Caratteristiche importanti

  • Tipi di sistemazioni
  • Organizzazione degli spazi
  • Doccia o vasca
Scopri i nostri mobili per il bagno!

Ottimizzare gli spazi per riporre gli oggetti


alt

La soluzione per rendere fruibile uno spazio piccolo è organizzarlo bene. Ecco alcune idee per non perdere neanche un cm² del bagno del tuo monolocale:

  • un mobile per il bagno da posizionare sotto il lavabo;
  • un mobiletto con ante piuttosto che un semplice specchio;
  • un mobile a colonna piuttosto che un mobile basso per sfruttare lo spazio in altezza;
  • un pouf-bauletto invece che un semplice sgabello per riporre gli accessori elettrici (piastra per capelli, depilatore, rasoio elettrico);
  • cestini intrecciati o in nylon per riporre bottiglie e altri prodotti senza rischiare che cadano.

Lascia uno spazio tra un mobile e una parete per riporvi l'asse da stiro o lo stendibiancheria, altrimenti puoi prendere in considerazione la possibilità di montare ganci per poterli appendere.

Scopri il catalogo ManoMano
Colonna contenitore

Bagno: pensa bene alla disposizione


alt

Capita spesso che la lavatrice sia collocata in bagno: in tal caso hai due possibilità:

  • carica dall'alto, così potrai guadagnare in larghezza (circa 40 cm), ma perderai lo spazio in altezza per l'apertura del cestello;
  • carica frontale, la lavatrice è più larga (circa 50 cm), ma lo spazio al di sopra rimane utilizzabile.

Se ti manca spazio, puoi scegliere una lavasciuga per asciugare i capi di grandi dimensioni come lenzuola e asciugamani.

Vuoi collocare una vasca da bagno nel bagno del tuo monolocale? Per non sprecare spazio, puoi installare sulla parete uno stendibiancheria a scomparsa. Il suo principale vantaggio è che non avrai altri ambienti ingombrati dai panni che asciugano. Gli appassionati di fai da te possono anche modificare il pannello di rivestimento della vasca per realizzare uno spazio aggiuntivo dove riporre i prodotti per la pulizia! Anche i portaoggetti per la doccia, angolari o dritti, aiutano a ottimizzare lo spazio della vasca.

Hai bisogno di appendiabiti per appendere un accappatoio o un pigiama? L'appendiabiti per porta è molto pratico, soprattutto perché non richiede alcuna foratura. Altrimenti, sul lato di un mobile, puoi fissare un appendino con più bracci.

Che ne dici di aggiungere un accessorio 2 in 1? Lo scaldasalviette riscalda la stanza e alcuni modelli sono addirittura dotati di un termostato e di una sonda per il funzionamento indipendente. Inoltre, lo scaldasalviette asciuga rapidamente gli asciugamani.

Doccia o vasca in un monolocale


alt
  • Senza dubbio, la doccia occupa meno spazio rispetto a una vasca da bagno. Quindi, consente di risparmiare spazio prezioso per poter collocare una lavatrice, un mobile o il cesto della biancheria.
  • Nello spazio libero, è possibile realizzare con poco un armadio molto utile che sarà chiuso semplicemente con una tenda o una veneziana. In basso collochiamo il cesto della biancheria e tutto il necessario per la famiglia (dal secchio alla scopa). In alto, gli scaffali serviranno per riporre i prodotti per la pulizia, i prodotti di bellezza, una scatola portagioie e, naturalmente, la biancheria da bagno pulita.

    Progettare e organizzare un bagno per un monolocale non è così difficile! È sufficientesfruttare appieno il potenziale della stanzaattraverso piccole e pratiche soluzioni,dal pavimento al soffitto!

  • Scopri i nostri mobili per il bagno!

    Guida scritta da:

    Girolamo, piccolo imprenditore, Trento, 93 guide

    Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

    Elettrotecnico di formazione, ho iniziato lavorando nell’industria dove mi sono occupato di impianti e cablaggio. Quasi subito sono diventato responsabile della gestione degli operai addetti alla manutenzione. Dopo qualche anno, ho deciso di mettermi in proprio e ho avviato una piccola impresa come elettricista. Ho all’attivo diverse centinaia di cantieri realizzati e il lavoro ben fatto e la soddisfazione dei miei clienti sono le mie priorità. Da circa tre anni sto restaurando e ampliando uno chalet in Trentino, sfruttando la mia esperienza e le mie conoscenze tecniche. Terrazzamenti, interior design, coperture, impianti idraulici, elettricità, tutto… Con mia figlia e mia moglie abbiamo fatto quasi tutto da soli! La mia esperienza mi ha dato la possibilità di apprendere tanti tipi di lavori. Ed ora sono qui per rispondere ai vostri dubbi e per consigliarvi nella scelta degli strumenti giusti.

    I prodotti collegati a questa guida