Come organizzare una casetta da giardino

Come organizzare una casetta da giardino

Teresa, Architetta junior, Matera

Guida scritta da:

Teresa, Architetta junior, Matera

29 guide

Organizzare una casetta da giardino risponde all'esigenza di ottimizzazione dello spazio disponibile al fine di renderla il più funzionale e pratica possibile. Generalmente queste operazioni riguardano gli attrezzi da giardino e da bricolage, ma non soltanto, poiché è possibile sistemare all'interno una camera d'appoggio o perfino uno studio. Vediamo come.

Caratteristiche importanti

  • Utilizzi
  • Rivestimenti
  • Attrezzi voluminosi
  • Materiale di piccole dimensioni
  • Bulloneria
  • Regolamenti
Scopri le nostre casette da giardino!

Perché è importante organizzare bene lo spazio della casetta da giardino


alt

Una casetta da giardino ben organizzata è più semplice da sfruttare indipendentemente dall'uso specifico per cui è pensata. Infatti, anche se la maggior parte dei capanni sono destinati a sistemare e riporre materiale e attrezzature per il giardino e/o il bricolage, alcuni sono strutturati in modo da poter essere utilizzati come stanza aggiuntiva o ufficio .

In ogni caso, un'organizzazione ben studiata comporta un adattamento della casetta all'uso che intendi farne. Per un utilizzo classico come magazzino utensili, una disposizione accurata la renderà più funzionale, perché sapere sempre dove si trova ogni attrezzo da giardino o da bricolage è sinonimo di risparmio di tempo.

Lo stesso vale per l'isolamento e l'impermeabilizzazione, poiché un capanno ben isolato e impermeabilizzato permette di conservare i materiali in condizioni ottimali. Ciò è tanto più importante se si prevede di allestire al suo interno una stanza o un ufficio.

Occorre quindi considerare questi due parametri: l'isolamento e la disposizione della casetta. Inoltre, nel caso dell'allestimento di una camera o di un ufficio, si consiglia di aggiungere l'illuminazione e un attacco alla rete idrica per un maggiore comfort.

Come organizzare l'interno di una casetta da giardino

Un capanno ben attrezzato contribuisce a una buona organizzazione per i lavori di bricolage. Ecco alcuni consigli per aiutarti a sistemare il capanno a seconda di ciò che dovrà contenere.

Quale pavimento scegliere


alt

La scelta ideale sarebbe quella di fissare la casetta da giardino su una lastra di cemento precedentemente gettata, che offre stabilità e resistenza. Potrai quindi lasciare il pavimento grezzo, così com'è, oppure realizzare un pavimento con lastre di OSB o tavole di pino. Oppure, puoi anche installare un rivestimento in PVC come il linoleum o delle lastre con il sistema a clic o incollate.

Quale rivestimento per le pareti


alt

Per un arredamento interno ideale per la casetta da giardino, consigliamo di rivestire le pareti con delle lastre di OSB o di compensato in modo da poter poi fissare agevolmente gli accessori per l'organizzazione. Potrai anche isolare la casetta da giardino con della lana di vetro o qualsiasi altro isolante integrato fra le due pareti.

Il soffitto

Se l'altezza della casetta da giardino lo permette, non esitare a creare un piccolo soppalco per riporre gli oggetti che occupano spazio, i giochi da piscina, un ombrellone, ecc.

Disporre con cura gli attrezzi e il materiale

Facilitare lo stoccaggio degli attrezzi di grandi dimensioni


alt

Decespugliatore, pala, rastrello, piccone sono attrezzi che piuttosto ingombranti all'interno del capanno. Per ottimizzare lo spazio, usa dei ganci da fissare alla parete sui cui appendere gli attrezzi. In questo modo risparmierai un sacco di spazio. In alternativa, puoi fissare alla parete delle grandi griglie per appendere gli attrezzi. Meno cose restano poggiate a terra, maggiore sarà lo spazio a disposizione.

Per quanto riguarda il tosaerba o lo scarificatore, puoi lasciarli sul pavimento in un angolo pulito. Attenzione sempre a mettere gli oggetti pesanti il più vicino possibile al pavimento e gli oggetti leggeri in alto, per una maggiore sicurezza.

Un carrello per riporre gli attrezzi di lavoro manuali


alt

Tutte le casette da giardino dovrebbero idealmente essere provviste di un mobile con cassetti tipo carrello, per riporre i piccoli attrezzi. Cacciaviti, chiavi a forchetta, lime, raspe... Organizzale a seconda della dimensione e del tipo per trovare rapidamente ciò che ti serve.

Proteggi l'accesso ai prodotti fitosanitari


alt

I prodotti fitosanitari comportano dei rischi e devono essere riposti in un luogo chiuso. È quindi indispensabile avere un armadio, preferibilmente in resina, e limitarne l'accesso con una chiave o un lucchetto.

Contenitori per ferramenta, viti e bulloni


alt

Per una maggiore praticità, fissa al muro delle scatole in plastica o in metallo con vari cassetti e al loro interno, riponi viti, bulloni, rondelle... Dividi tutto per dimensione e materiale, per dedicarti al bricolage con la massima organizzazione.

Installare degli scaffali 


alt

Colloca degli scaffali metallici, in materiale composito o in legno, per riporre il trapano, la smerigliatrice e ogni altro attrezzo elettrico portatile, insieme ai barattoli di vernice o altri materiali. Un'altra possibilità consiste nel fissare a parete delle cremagliere, posizionarvi le staffe e completare con ripiani in legno o melaminico.

Scopri il catalogo ManoMano
Piccone

Installare un banco da lavoro per il bricolage


alt

Non esitare a posizionare un banco da lavoro per dedicarti al bricolage in tutta comodità all'interno della casetta da giardino. Fissa una morsa all'estremità del banco. Se le tue esigenze non giustificano questo investimento, puoi sempre utilizzare dei cavalletti e un ripiano in legno o di un altro materiale composito che funga da banco da lavoro. Non dimenticare un distributore di carta o un portarotolo, così potrai asciugarti le mani quando necessario.

Casetta da giardino: organizzarla come camera o ufficio

Isolamento termico e comfort di utilizzo


alt

Prima di arredare una casetta da giardino per adibirla a camera o ufficio, è indispensabile migliorarne l'isolamento termico e pensare a un minimo comfort di utilizzo. A questo scopo, ecco i punti essenziali da affrontare:

  • Realizzare una lastra di cemento, che assicura una base solida alla casetta e consente di scegliere un rivestimento per pavimenti in modo più agevole.
  • Utilizzare dei magatelli per sollevare il pavimento e isolarlo dall'umidità.
  • Fissare delle tavole di legno da inchiodare ai magatelli. Successivamente sarà possibile aggiungere un altro rivestimento sopra, come per esempio delle lastre con fissaggio a clic.
  • Fissare dei listelli alle pareti, mettere della lana di vetro o un altro materiale isolante e installare dei pannelli in legno o delle doghe da inchiodare o avvitare sui listelli.
  • Per quanto riguarda il tetto, assicurarsi che ci sia una buona impermeabilità aggiungendo delle scandole bituminose, per esempio.
  • Aggiungere un collegamento alla rete elettrica dell'abitazione accanto in conformità alla norme in vigore per le installazioni a bassa tensione. Installare uno o più punti luce e delle prese di corrente.
  • Collegare un tubo alla rete di approvvigionamento idrico di casa per installare un punto d'acqua per un lavello, ad esempio.

Una volta completati i lavori, aggiungi dei mobili funzionali e leggeri, privilegiando i colori caldi per creare un ambiente accogliente e conviviale.

Gli aspetti normativi


alt

Prima di iniziare questo tipo di lavoro, verifica che sia conforme alle normative locali in materia. In generale, se la casetta non supera i 20 m² dovrebbe essere sufficiente una dichiarazione di inizio lavori. Oltre questa superficie, occorre depositare in comune una richiesta di autorizzazione alla costruzione. In ogni caso, chiedi informazioni presso l'ufficio comunale addetto a queste pratiche.

Scopri il catalogo ManoMano
Lana di vetro
Scopri le nostre casette da giardino!

Guida scritta da:

Teresa, Architetta junior, Matera, 29 guide

Teresa, Architetta junior, Matera

Ho solo 27 anni ma già da 7 indosso un casco da cantiere; la mia carriera è iniziata infatti nel settore dell’edilizia, in particolare delle ristrutturazioni, e presto sono anche diventata consulente per pittura e decorazione. Il mio lavoro si basa soprattutto sulla comunicazione: ascoltare attentamente le esigenze del cliente, cercare di interpretare i suoi gusti, orientarlo nelle scelte, redigere proposte progettuali definite al dettaglio, spiegare, spiegare, spiegare... Alla fine però ho due grandi soddisfazioni: mettere in gioco il mio lato creativo e quello pratico per dare consigli e arrivare a vedere tanti progetti realizzati. La mia passione per la scrittura mi ha permesso di coniugare lavoro e hobby, ed è quindi con molto piacere che condivido il mio know-how e le mie esperienze.

I prodotti collegati a questa guida