Come posare le piastrelle per pavimenti

Come posare le piastrelle per pavimenti

Sylvie, Ecrivain & journaliste brico/déco, Essonne

Guida scritta da:

Sylvie, Ecrivain & journaliste brico/déco, Essonne

259 guide

Popolarissime in cucina e in bagno, le piastrelle sono al contempo estetiche, resistenti e di facile manutenzione. Quanto alla loro posa a pavimento, è alla portata di qualsiasi tuttofare, anche dilettante, a condizione di preparare bene la superficie da coprire e di rispettare tutti i passaggi. Lasciati guidare passo dopo passo.

Caratteristiche importanti

  • Preparare la posa delle piastrelle
  • Posare le piastrelle
  • Tagliare le piastrelle
  • Stuccare le fughe e pulire le piastrelle
  • Posare i battiscopa
Scopri le nostre piastrelle per pavimenti interni!

Le piastrelle per pavimenti: un rivestimento pratico e decorativo

Impermeabili, resistenti agli urti e al calore, di facile manutenzione, le piastrelle per pavimenti sono disponibili in un gran numero di colori, motivi ed effetti per soddisfare tutti i tuoi desideri decorativi. Quanto alla classificazione antiscivolo, l'aderenza sarà indicata da A a C per piedi nudi, da R9 a R13 per piedi calzati, partendo dalla peggiore fino alla migliore.

Terracotta

Gres

Pietra naturale

Piastrelle di cemento

Naturale ed ecologica, la piastrella di terracotta deve essere trattata per resistere all'umidità.

Le piastrelle in gres porcellanato sono particolarmente resistente agli urti e all'usura. 

Tra marmo, granito, ardesia, quarzite, ecc. le piastrelle di pietra naturale sono eleganti e resistenti.

Declinate in una grande varietà di colori e di decorazioni, le piastrelle di cemento sono oggi molto in voga.

Fasi di realizzazione 

  1. Preparare la posa delle piastrelle
  2. Posare le piastrelle
  3. Tagliare le piastrelle
  4. Stuccare le fughe e pulire le piastrelle
  5. Posare i battiscopa

Posare le piastrelle: video tutorial

1. Preparare la posa delle piastrelle a pavimento

Una buona preparazione del pavimento e del lavoro è indispensabile per posare con successo le piastrelle.

La preparazione del pavimento


1. Preparare la posa delle piastrelle a pavimento
  • Il pavimento della stanza da piastrellare deve essere perfettamente in piano. Per le piccole imperfezioni, può bastare una malta di riparazione. Ma se il pavimento presenta cavità troppo grosse o delle differenze di livello di più di 5 mm, dovrai ripristinare la planarità stendendo una malta autolivellante: ciò eviterà il rischio che le piastrelle si rompano in breve tempo con l'utilizzo.
  • Il pavimento della stanza da piastrellare deve anche essere pulito, asciutto e integro. Raschialo, se necessario, con un coltello per intonaco per esempio, o con una levigatrice per pavimenti, per liberarlo da eventuali rugosità: pitture scrostate, residui di colla, ecc. Passa quindi l'aspirapolvere per rimuovere qualsiasi traccia di polvere. Poi sgrassalo con un prodotto per la casa o un sostituto dell'acetone (avendo cura, in tal caso, di aerare la stanza e di utilizzare guanti protettivi).
  • A seconda del supporto, con un rullo montato su un'asta, applica un primer per una presa migliore.

Lo schema di posa 


1. Preparare la posa delle piastrelle a pavimento
  • Per salvaguardare l'estetica del pavimento, i ritagli delle piastrelle dovrebbero essere meno visibili possibile. Per questo è importante disegnare uno schema di posa. Utilizza una matita grassa e una riga da muratore, o lo spago da tracciamento, per tracciare una linea perpendicolare alla porta d'ingresso principale della stanza, fino al muro opposto. Se la porta non è al centro della parete ma vicina a un angolo, traccia la linea partendo dal centro della parete.
  • Posa, senza incollarla, una prima fila di piastrelle seguendo questa linea, senza dimenticarti di interporre tra una piastrella e l'altra dei distanziatori a croce che serviranno a lasciare lo spazio per le fughe.
  • Poi, allineandoti al bordo esterno dell'ultima piastrella, traccia stavolta una linea perpendicolare all'allineamento delle piastrelle, eventualmente controllando con la squadra da muratore l'ortogonalità della tua riga.
  • È all'intersezione di queste due linee che poserai la tua prima piastrella.

L'allestimento del cantiere


1. Preparare la posa delle piastrelle a pavimento
  • Rimuovi tutte le piastrelle ed i distanziatori che avevi appoggiato sul pavimento. Apri tutte le confezioni e mischia le piastrelle tra loro per equilibrare eventuali variazione di tonalità o colori.
  • Monta il miscelatore sul trapano. Versa la colla per piastrelle nella vaschetta e mescolala con acqua seguendo scrupolosamente le indicazioni del produttore. Puoi anche utilizzare una colla per piastrelle pronto all'uso.

2. Posare le piastrelle


2. Posare le piastrelle
  • Servendoti di una cazzuola, spalma la colla lungo il tracciato, su una larghezza un po' superiore a quella delle tue piastrelle, ma senza coprire la linea. Procedi per file di circa 1 m di lunghezza o di 5-6 piastrelle.
  • Stendi poi la colla servendoti della spatola dentata, che terrai formando un angolo di circa 60 gradi col pavimento.
  • Se le tue piastrelle sono di grande formato, opta per un doppio incollaggio: oltre che sul pavimento, spalma la colla anche sul retro delle piastrelle.
  • Posa la prima piastrella all'intersezione dei due assi che hai tracciato a terra. Fai attenzione a collocarla perfettamente, perché dalla sua posa dipenderà poi quella di tutte le altre piastrelle.
  • Fissa questa prima piastrella nella colla picchiettandola con il mazzuolo di gomma. Poi, con una livella a bolla, verifica la sua perfetta planarità.
  • Posa un distanziatore a ogni angolo della piastrella per garantire uno spazio perfettamente equilibrato tra ciascuna piastrella.
  • Procedi allo stesso modo per la piastrella successiva e così di seguito su tutta la lunghezza, senza dimenticarti di posare i distanziatori. Verifica regolarmente anche la planarità delle piastrelle servendoti di una livella a bolla e il loro allineamento mediante una riga da muratore.
  • Per le file seguenti, puoi incollare una superficie di pavimento più ampia. Posiziona regolarmente il blocco di battuta da piastrellista trasversalmente alle piastrelle e picchiettala con il mazzuolo di gomma.
  • Una volta posata l'ultima fila di piastrelle, pulisci la malta adesiva in eccesso servendoti di una spugna umida.

3. Tagliare le piastrelle


3. Tagliare le piastrelle
  • Per eseguire un taglio dritto, misura la larghezza da tagliare in due punti. Riporta le misure sulla piastrella e traccia una linea di taglio. Colloca infine la piastrella sulla taglierina per piastrelle, con la linea posizionata esattamente sull'asse di taglio. La taglierina per piastrelle ti permetterà anche di eseguire tagli angolari completi.
  • Per eseguire un taglio curvo intorno alla base di un lavabo o di un WC, fai un modello di taglio su un cartone o su un foglio di carta. Riporta questo modello sulla piastrella con la matita grassa e incidi il segno con un punteruolo. Poi utilizza una smerigliatrice o tenaglia per piastrelle per frantumare poco a poco la parte da tagliare.
  • Per realizzare un foro perfettamente rotondo, ad esempio per lasciar passare un tubo di scarico, usa un sega a tazza montata su un trapano.

4. Stuccare le fughe e pulire le piastrelle


. Realizzare le fughe e pulire la calce
  • Lascia asciugare le piastrelle per circa 24 ore, poi rimuovi delicatamente tutti i distanziatori, eventualmente aiutandoti con un cacciavite.
  • Prepara lo stucco nella tua vaschetta, seguendo con precisione le indicazioni del produttore.
  • Stendilo sulle tue piastrelle usando un frattone o una spatola di gomma. Sempre aiutandoti con la spatola, rimuovi poi l'eccesso di stucco procedendo in passate diagonali per evitare di scavare la superficie delle fughe.
  • Una volta che lo stucco per fughe ha cominciato a indurire (considera dai 10 ai 20 minuti), liscialo servendoti di una spugna umida che risciacquerai frequentemente in acqua pulita. Attenzione a non premere troppo, sempre per non scavare le fughe delle piastrelle.
  • Infine pulisci tutte le piastrelle del pavimento mediante un panno asciutto, per rimuovere lo strato di stucco.

5. Posare i battiscopa


Posare i battiscopa

I battiscopa, destinati a proteggere la parte bassa delle pareti, possono essere posati prima o dopo la realizzazione delle fughe delle piastrelle a pavimento.

  • Incolla il retro di una piastrella del battiscopa con la colla, quindi applicala sulla parete. Inserisci man mano dei distanziatori sotto e ai lati del battiscopa e procedi allo stesso modo per completare tutta la posa.
  • Attenzione a far corrispondere le fughe delle piastrelle del battiscopa con quelle delle file di piastrelle sul pavimento.
  • Lascia asciugare per circa 24 ore, poi rimuovi delicatamente i distanziatori. Stucca le fughe del battiscopa allo stesso modo delle piastrelle a pavimento.

Cosa bisogna prevedere per la posa delle piastrelle a pavimento

Competenze 


undefined

Saper prendere le misure; saper verificare un livello; applicare la colla; posare dei distanziatori; incollare; eseguire tagli; saper usare una taglierina per piastrelle; applicare stucco per le fughe delle piastrelle; lisciare le fughe; pulire le piastrelle.

Tempo di realizzazione


undefined

da 2 a 3 giorni come minimo, compreso il tempo di asciugatura.

Numero di persone consigliato


undefined

1 persona

Strumenti e materiali di consumo 


undefined

Dispositivi di protezione individuale


undefined

Questa lista non è esaustiva. I dispositivi di protezione individuale vanno adattati ad ogni attività lavorativa. 

Scopri il catalogo ManoMano
Dispositivi di protezione individuale

Posare le piastrelle di grande formato: video tutorial

Scopri il catalogo ManoMano
title
Scopri le nostre piastrelle per pavimenti interni!

Guida scritta da:

Sylvie, Ecrivain & journaliste brico/déco, Essonne, 259 guide

Sylvie, Ecrivain & journaliste brico/déco, Essonne

Après avoir travaillé au service de presse de France 2 et de la Cinq, j’ai choisi de laisser parler ma plume en m’orientant vers le journalisme et l’édition. Aussi éclectique dans mes goûts que dans mes écrits, passionnée de décoration et de bricolage comme d’histoire et de sciences, j’écris depuis plus de vingt ans sur ces thématiques. À mon actif : des ouvrages didactiques, romans et nouvelles, et de très nombreux articles brico déco regorgeant de conseils et d’astuces, expérimentés dans la vieille maison que je rénove peu à peu.

I prodotti collegati a questa guida