Come posare un parquet flottante in bagno

Come posare un parquet flottante in bagno

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Posa del sottopavimento, direzione dei listoni, posa dei cunei di espansione, taglio dei listoni con seghetto alternativo e posa del parquet: questo tutorial descrive in dettaglio le fasi della posa flottante e offre alcuni suggerimenti per semplificare le operazioni, dai tagli curvi alla posa del battiscopa.

Caratteristiche importanti

  • Posa del sotto strato
  • Posa delle assi del parquet
  • Posa dei battiscopa
Scopri i nostri parquet flottanti!

Il parquet flottante: comfort ed estetica


undefined

Il termine flottante fa riferimento alla modalità di posa: le doghe del parquet sono fissate una all’altra grazie ad un sistema ad incastro.

Poiché i rivestimenti in laminato sono sensibili all’umidità, bisogna scegliere un parquet specifico per le stanze umide (dotato di giunture di gomma tra un listone e l’altro) o optare per il teak o il merbau. Fase chiave prima della posa: la preparazione del supporto. Si devono rimuovere i rivestimenti non compatibili (moquette, pavimenti naturali o PVC), spianare le asperità per avere un supporto perfettamente livellato (liscio e piano) e passare l’aspirapolvere per una posa su un pavimento pulito e asciutto.

Competenze

La posa di un parquet flottante in bagno è semplice e non necessita di competenze tecniche specifiche. Saper prendere e riportare delle misure, utilizzare un seghetto alternativo e realizzare dei tagli obliqui con una sega manuale per la posa dei battiscopa, sono le capacità necessarie. La posa del sottopavimento necessita semplicemente di qualche taglio con il cutter e l'uso di un adesivo.

Tempo di realizzazione

Da 3 a 8 ore (a seconda della superficie del bagno).

Numero di persone

1 persona o 2 (per realizzare i tagli mentre l'altra persona si occupa della posa)

Fasi di realizzazione

  1. Posa del sottopavimento
  2. Posa dei listoni del parquet
  3. Passaggio del parquet attorno a forme arrotondate come il WC o la cabina doccia
  4. Posa dei battiscopa

Strumenti e materiali di consumo


undefined
Scopri il catalogo ManoMano
Protezioni per ginocchia

Posare un parquet flottante in 4 fasi

1. Posa del sottopavimento


undefined

Il sottopavimento è un tappetino resiliente indispensabile per posare un parquet flottante. Ha diverse funzioni: serve ad isolare foneticamente il pavimento (assorbimento del rumore), ad isolarlo termicamente (conservazione del calore), ma anche a proteggerlo dall’umidità (barriera al vapore).

Si possono combinare diversi sottopavimenti in quanto ognuno di essi ha una propria specificità. Esistono dei sottopavimenti 2 in 1 che racchiudono 2 funzioni (fonetica + termica). Le strisce devono essere posate perpendicolarmente rispetto al senso dei listoni del parquet. Srotola il sottopavimento e adatta le strisce alla profondità della stanza, tagliandole contro il muro con un cutter.

Mantieni l’integralità della superficie disponendo in maniera uniforme le strisce, senza sovrapporle.

Infine, attacca le strisce tra di loro e negli angoli, utilizzando un nastro adesivo in alluminio.

Scopri il catalogo ManoMano
Nastro adesivo

2. Posa dei listoni del parquet


undefined

I listoni del parquet vengono generalmente posati in lunghezza, parallelamente al profilo coprisoglia.

Tuttavia, per un bagno di piccola superficie, poco profondo ma lungo, è meglio optare per una posa nel senso opposto rispetto alla porta della stanza (perpendicolarmente al profilo coprisoglia). Ciò sembrerà ingrandire la stanza e faciliterà il taglio dei listoni. In ogni caso, si consiglia fortemente di studiare bene la disposizione dei listoni per verificare che l’ultimo possa essere tagliato facilmente: l’estremità deve essere abbasta grande e la larghezza del listone non troppo ridotta (meno di 3 cm) perché sarà più difficile regolare il taglio nel senso della lunghezza del listone.

Posa dei cunei di espansione


undefined

Per la posa vera e propria, si comincia col disporre dei cunei di espansione lungo il muro. Opta dei per dei cunei di plastica con uno spessore di 8 mm o, in mancanza, utilizza dei distanziatori in legno precedentemente tagliati dagli scarti.

Assemblaggio dei listoni

Posa il primo listone partendo dall’angolo (lato incavato verso il muro).


undefined

Incastra il secondo listone, poi premilo verso il basso. Verifica che i listoni siano ben uniti tra loro. L’ultimo listone contro il muro deve essere probabilmente tagliato. Niente panico! Basta girare il listone e sovrapporlo a quello affianco già inserito. Traccia una linea di riferimento seguendo la sovrapposizione, e poi con una squadra traccia la linea per il taglio. Infine, con un seghetto alternativo effettua il taglio.

Per un risultato più estetico, opta per una posa sfalsata: dividi un listone in due e effettua la posa della seconda fila con questo mezzo listone. Bisogna sempre verificare che i listoni siano ben allineati tra loro. Se alcuni di essi si sono spostati durante la posa, sistemali prima di continuare. Il procedimento è lo stesso della prima fila. Per la terza fila, si ricomincia con la posa di un listone intero.


undefined

Non esitare ad utilizzare una barra di trazione quando l’accesso contro il muro è troppo ristretto per incastrare l’asse oppure, un grande cacciavite piatto per far leva contro il muro. Prosegui con lo stesso metodo di posa fino alla porta che, se necessario, dovrà essere tolta.

Taglio in corrispondenza degli stipiti


undefined

Il taglio in corrispondenza degli stipiti della porta può rivelarsi complicato: utilizza un copiatore di profili (un accessorio utilissimo che ti permetterà di riprodurre la forma da tagliare) o posiziona il listone contro lo stipite e riporta tutte le misure di taglio (per simmetria). Traccia i segni e prosegui con il taglio utilizzando un seghetto alternativo.

Altra soluzione: posiziona il listone davanti alla porta, riporta lo spessore del listone sullo stipite, riporta le misure e con una sega manuale taglia lo stipite; il listone andrà inserito al di sotto e ciò eviterà antiestetiche fessure da stuccare.

Posa tutte i listoni del parquet continuando ad alternare listone intero e ritagli all'inizio di ciascuna fila. Una volta arrivato all’ultima fila, posiziona i tuoi cunei di espansione e taglia i listoni nel senso di lunghezza.

Ripristino dello spazio tra porta e pavimento


undefined

Se lo spessore del parquet dà problemi all’apertura della porta, ci sono due soluzioni, a seconda dello spazio disponibile:

  • Se la porta ha abbastanza spazio in altezza, posiziona delle apposite rondelle sui cardinidella porta. Queste hanno spessori diversi e possono sollevare la porta di qualche millimetro;
  • Se lo spazio non è sufficiente tra la parte superiore della porta e lo stipite, dovrai piallare la porta.
Scopri il catalogo ManoMano
Parquet

3. Passaggio del parquet intorno alle forme arrotondate come il WC o la cabina doccia

La posa attorno a oggetti arrotondati, come il WC o la cabina doccia in un bagno, può creare dei problemi, soprattutto se si desidera una rifinitura impeccabile. Per riportare bene la forma, è necessario realizzare una sagoma con del cartone o della carta.

  1. Posiziona un grande foglio di carta o un cartoncino (basterà una tovaglia di carta) intorno alla forma da ritagliare e fai un primo taglio grossolano in modo che la carta circondi il WC, il bidet, la colonna del lavabo o il box doccia.
  2. Fissa la carta o il cartoncino con del nastro adesivo e segna la distanza dall'ultimo listone posato.
  3. Utilizzando un listello (ad esempio un righello), un piccolo pezzo di parquet o un battiscopa, segui la forma tonda del WC, bidet ecc. da ritagliare (come se stessi utilizzando un troschino) e traccia delle brevi linee che difiniscono tutto il contorno. Procedi su tutto il contorno, assicurandoti di avere una bella curva.
  4. Rimuovi la sagoma.
  5. A parte, assembla un numero di listoni di parquet sufficienti per riprodurre la sagoma che hai disegnato.
  6. Appoggia la sagoma sui listoni che hai appena montato e fissala con del nastro adesivo.
  7. Utilizzando lo stesso listello, appoggialo sulle linee tracciate per riprodurre con lo stesso metodo la forma da ritagliare sui listoni del parquet. Trasferisci tutte le linee che definiscono la curva: in questo modo disegnerai gradualmente la forma della colonna sul legno.
  8. Disassembla i listoni del parquet.
  9. Con il seghetto alternativo, ritaglia con cura la forma segnata.
  10. Assembla infine i listoni appena ritagliati intorno alla forma arrotondata.

Anche in questo caso, bisogna rispettare uno spazio di dilatazione, tra la base del WC e il parquet, da stuccare successivamente con uno stucco di colore il più possibile simile al colore del parquet per evitare qualsiasi infiltrazione di umidità.

4. Posa dei battiscopa e dei profili di soglia

Posa dei battiscopa


undefined

Scegli del legno abbinato al parquet e opta per una colla specifica per battiscopa. Prevedi una quantità sufficiente di cartucce di colla.

Disponi i battiscopa contro il muro senza incollarli per determinare i tagli da effettuare. Per i tagli ad angolo, utilizza una cassetta tagliacornici e una sega manuale. Per i tagli dritti, puoi utilizzare sia la cassetta tagliacornici sia tagliare direttamente i battiscopa con un seghetto alternativo, dopo aver tracciato i segni per il taglio con una squadra.

Leviga i bordi dei battiscopa dopo ogni taglio con della carta vetrata per renderlo liscio. Quando tutti i battiscopa sono tagliati e disposti contro il muro, rimuovi i cunei di espansione e incolla i battiscopa, passando una striscia di colla sulla parte posteriore di ogni pezzo. Per favorire la presa durante l’asciugatura, metti davanti ai battiscopa degli oggetti pesanti. Infine, per una rifinitura perfetta, applica una giunto di rifinitura acrilico – che può essere anche colorato – sulla parte superiore dei battiscopa.

Liscia con il dito, leggermente inumidito per una finitura più liscia e omogenea. Prima dell'uso, è essenziale leggere le istruzioni per l'applicazione raccomandate dal produttore poiché alcune colle richiedono un certo tempo di posa dopo l'applicazione prima dell'incollaggio finale: applica il cordone di colla, appoggia per qualche secondo il battiscopa contro la parete e poi rimuovilo. Attendi da 5 a 10 minuti che la colla rilasci i suoi agenti attivi e poi riposiziona il battiscopa.

Posa del profilo coprisoglia


undefined

Se devi raccordare il parquet flottante ad un altro pavimento o parquet, colloca un profilo coprisoglia all'ingresso. Questi profili possono essere tagliati a misura, ma sono disponibili nei formati standard, 83 cm e 93 cm per le aperture più comuni. Il profilo coprisoglia può essere fissato con tasselli o incollato con adesivo o con colla acrilica.

Scopri il catalogo ManoMano
Parquet
Scopri i nostri parquet flottanti!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida