Come proteggere le piante

Come proteggere le piante

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

108 guide

Le malattie e i parassiti delle piante sono oggetto di lotte specifiche; ma ci sono altre aggressioni che colpiscono le specie coltivate, come freddo, siccità, vento o animali come uccelli e gatti. Per evitare queste minacce e per non compromettere il raccolto, ecco qualche sistema per proteggere le piante.

Caratteristiche importanti

  • Collocazione
  • Rete frangivento
  • Pacciamatura
  • Telo di protezione invernale
  • Protezione dagli uccelli
  • Allontanare i gatti
Scopri tutte le nostre protezioni per piante!

Come proteggere le piante dal freddo


alt

La rusticità di una pianta indicala sua capacità di resistere alle condizioni climatiche estreme, di cui il freddo è la componente principale. Una pianta definita rustica è capace di resistere a temperature invernali inferiori a 0°C.

Oltre al valore del termometro, anche il vento e l'umidità indeboliscono le piante. Per questo, il concetto di "temperatura percepita" si applica anche alle specie vegetali.

L'umidità dell'aria è più difficile da combattere. Per le piante sensibili all'umidità, come le cactacee, è meglio scegliere un luogo ben ventilato, perché il movimento di aria allontana l'umidità, mentre per combattere il freddo, è possibile agire in diversi modi.

Scegliere la posizione delle piante in giardino

In un giardino, alcune posizioni sono più riparate dal freddo, dal vento e dal sole rispetto ad altre. Trarre vantaggio da queste differenze, d'altra parte, è uno dei principi della permacoltura.

Per esempio, è possibile sfruttare il muro di una facciata che di notte restituisce il calore assorbito durante la giorno, oppure coprire il terreno attorno a una pianta con dei ciottoli per mantenere il calore.

Installare una rete frangivento


alt

Spesso il vento ha degli effetti negativi sulle piante. La sua azione accelera l'evaporazione dell'acqua tramite le foglie, raffredda e asciuga le specie vegetali. La posa di una rete frangivento attorno al balcone, alla terrazza o nella posizione desiderata in giardino è indispensabile per proteggere le piante particolarmente esposte.

Riparare le piante


alt

Le piante in vaso possono semplicemente essere messe al riparo sotto una copertura; in questo caso i porta piante con ruote sono pratici per spostare i vasi pesanti. Le specie vegetali rustiche (che resistono meglio al freddo) possono essere protette raggruppandole davanti a un muro, al riparo dalle correnti d'aria.

Una serra dotata di un piccolo riscaldamento aggiuntivo con funzione antigelo consente di proteggere agrumi, olivi, palme, camelie o rododendri in condizioni ottimali.

I bulbi delle bulbose fragili (dalie, gladioli, canne) e tutti i bulbi estivi non rustici vanno dissotterrati e conservati in un locale non riscaldato ma al riparo dal gelo.

Coprire le piante nel periodo invernale


alt

Le piante perenni (acanto, crocosmia, salvia) vanno coperte con uno strato di paglia o di foglie morte alto almeno 20 cm. Per evitare che questa pacciamatura venga spazzata via dal vento, coprila con dei rami o una rete metallica.

Coprire le piante sempreverdi con un tessuto di protezione o con un telo è un metodo efficace per guadagnare 2 o 3°C. Raddoppiando o addirittura triplicando questo tessuto si può aumentare il potere isolante.

Avvolgi i tronchi di eucalipto, olivo e banano con una rete metallica e riempi lo spazio delimitato con delle foglie morte, senza pressarle. Puoi anche proteggere il tronco con una stuoia di paglia, di canne o di giunco intrecciato, da mettere attorno all'arbusto e fissare con una corda o una rete metallica.

Proteggere le piante dal freddo con un telo


alt

La parte superiore dell'arbusto deve essere coperta con un telo di protezione invernale. Fai attenzione perché la posa del telo potrebbe provocare dei danni sui rami fragili o sulle gemme. Metti della pacciamatura alla base degli arbusti giovani per proteggerne le radici.

Quando copri le piante in vaso o fioriera, non dimenticare di avvolgere anche il contenitore (cassa di legno, vaso in terracotta o plastica), soprattutto se la pianta è sempreverde. Infatti, questo tipo di piante resiste meno bene al freddo rispetto alle piante caducifoglie. Una protezione con del cartone o del pluriball è altrettanto valida.

Evita di innaffiare le piante in inverno. Resistono meglio al freddo in un terreno asciutto piuttosto che in un terreno umido.

Protezione dagli uccelli


alt

Gli uccelli sono in grado di abituarsi a tutti gli stratagemmi; varia i sistemi per una migliore efficacia e mettili in opera al momento opportuno, per esempio quando i frutti cominciano a essere maturi. Ecco alcuni esempi:

  • installare degli spaventapasseri;
  • appendere delle strisce di carta stagnola su qualche ramo degli alberi da frutta (le strisce sono disponibili in diversi colori);
  • mettere su vari rami dei CD incollati dal lato non riflettente per ottimizzare il loro effetto;
  • mettere una rete di protezione (il metodo più efficace per proteggere le colture e il raccolto).

Un altro metodo empirico o della nonna che può dare dei buoni risultati per proteggere gli alberi da frutto dagli uccelli consiste nel mettere qualche pasticca di naftalina all'interno di piccoli contenitori appesi ai rami: l'odore infastidisce i saccheggiatori che preferiscono andar via.

Sulle semine di piselli o sulle piantine di lattuga, posiziona una rete metallica a maglie sottili o copri l'aiuola con dei rami.

Proteggere le piante dai gatti


alt

I problemi legati ai gatti sono frequenti non soltanto in giardino, dove scavano la terra per fare i bisogni, ma anche nei vasi: il felino mastica le foglie (attenzione alle piante tossiche), graffia la terra, la spande attorno al vaso e talvolta finisce per far cadere la pianta.

Questo perché il gatto deve giocare, saltare e farsi le unghie; per distogliere la sua attenzione dalle piante e tenerlo occupato, mettigli a disposizione un'alternativa, come per esempio un tiragraffi. Puoi anche piantare dell'erba gatta per soddisfare il suo bisogno di masticare della verdura. Qualche goccia di olio essenziale di menta piperita o di prodotti repellenti possono anche contribuire ad allontanare i mici dai vasi.

In giardino, dei rami oppure una rete metallica posta sopra l'appezzamento da proteggere sarà sufficiente per impedire qualsiasi accesso.

Scopri il catalogo ManoMano
Tiragraffi

Scopri tutte le nostre protezioni per piante!

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria, 108 guide

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Alto come un soldo di cacio, già lavoravo nel giardino di famiglia. Forse è da lì che è nato il mio interesse per le piante e il giardinaggio. Era quindi logico per me seguire degli studi sia di biologia vegetale che di agraria. Accogliendo la richiesta di diversi editori, ho scritto in 25 anni numerosi libri sulla tematica delle piante, dei funghi (argomento che mi è a cuore), essenzialmente delle guide per il riconoscimento all’inizio, ma presto anche in seguito, sul giardinaggio, riallacciandomi così alla prima passione della mia infanzia. Ho anche collaborato regolarmente con diverse riviste specializzate nell’ambito del giardinaggio o più in generale della natura. Siccome non c’è giardiniere senza giardino, è in un piccolo angolo dell’Umbria che coltivo il mio da 30 anni e dove metto in pratica i metodi di coltura che vi consiglio.

I prodotti collegati a questa guida