Come rendere sicura la piscina

Come rendere sicura la piscina

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

249 guide

Per ridurre al minimo i rischi di annegamento, le piscine dovrebbero essere provviste di dispositivi di sicurezza. A seconda del tipo di piscina e delle diverse esigenze è possibile scegliere tra sistemi di copertura, alti o bassi, barriere di protezione e allarmi. Ecco una panoramica sui dispositivi di sicurezza adatti a ogni piscina!

Caratteristiche importanti

  • Coperture basse
  • Coperture alte
  • Barriere di protezione
  • Allarmi
Scopri i nostri sistemi di sicurezza per piscine!

I sistemi di sicurezza per piscina


undefined

Esistono diversi dispositivi di sicurezza che possono essere adottati per prevenire il rischio di annegamento in piscina, soprattutto da parte di bambini, anziani e animali. I pericoli sono più che altro legati a cadute accidentali in piscina, che possono essere scongiurate installando delle vere e proprie barriere fisiche che ne impediscano l'accesso incontrollato o addirittura dei sistemi di allarme che richiamino l'attenzione di chi deve sorvegliare la piscina.

I modelli, i materiali e i sistemi sono svariati ma possono dividersi in quattro categorie principali:

Scopri il catalogo ManoMano
Allarmi

1. Coperture basse


undefined

Copertura a tapparella

Le coperture a tapparella sono composte da doghe in PVC, generalmente coibentato, e possono essere installate sia fuori terra sia all'interno della piscina per essere nascoste alla vista. L'avvolgimento, mediante un sistema che ricorda appunto quello delle tapparelle, è azionabile elettricamente e con telecomando. Sono relativamente poco ingombranti e non richiedono l'uso di binari e ganci. Se la copertura è destinata a proteggere dal rischio di cadute, resistenza e solidità sono le caratteristiche a cui prestare maggiore attenzione.

Teloni di copertura


undefined

Realizzati prevalentemente in PVC armato, polipropilene o altri polimeri tecnici, i teloni di copertura sono progettati in modo da evitare che l'acqua piovana ristagni al centro del telo. Possono essere avvolgibili, motorizzati o ancorati al terreno tramite robusti fissaggi. Alcuni modelli sono dotati di barre d'acciaio o d'alluminio che li rendono più resistenti e ne facilitano l'avvolgimento.

Naturalmente, non tutti i teloni di copertura sono considerati come coperture di sicurezza: bisogna far riferimento alle schede tecniche e alle certificazioni di ciascun prodotto. Per garantire la sicurezza, i teloni di copertura devono:

  • resistere al peso di un adulto di oltre 100 kg senza strappi o rotture dei fissaggi
  • evitare che un bambino piccolo possa cadere nella piscina o che possa infilarsi sotto la copertura
  • non presentare alcun pericolo nel suo design né nei fissaggi a terra che non devono essere causa d'inciampo
  • il sistema di apertura deve essere a prova di bambino

Copertura a terrazza mobile


undefined

Molto interessanti dal punto di vista estetico e funzionale perché permettono di sfruttare lo spazio della vasca quando la piscina non viene utilizzata. Sono realizzate con tavole o pannelli di legno o WPC che, fissati ad una solida struttura in acciaio inox, coprono o scoprono la vasca scorrendo su binari posti ai lati della piscina. Richiedono però uno spazio libero piuttosto ampio.

2. Coperture alte


undefined

Oltre a fornire protezione contro qualsiasi rischio di incidente e annegamento, le coperture alte per piscina (chiamate anche coperture living) migliorano il comfort allungando il periodo della balneazione e aumentando significativamente la temperatura dell'acqua nella piscina. Una copertura alta per piscina può essere di diversi tipi:

  • a veranda, più o meno alta
  • ad elementi scorrevoli
  • a chiusura telescopica
  • con copertura apribile o fissa

Come per le altre coperture di sicurezza, le coperture alte devono impedire la caduta accidentale nella piscina. Per essere considerate un dispositivo di sicurezza devono:

  • potersi chiudere a chiave
  • sostenere il peso di un adulto di oltre 100 kg
  • essere sicure per chi ne fruisce

A seconda delle dimensioni e del Regolamento edilizio del tuo Comune, potrebbe essere necessario un permesso di costruzione o una dichiarazione di inizio lavori.

3. Barriere di protezione


undefined

Come tutti i dispositivi di sicurezza, le barriere per piscine devono soddisfare dei requisiti specifici per poter garantire una protezione efficace dall'annegamento. In sostanza devono:

  • rendere la piscina inaccessibile ai bambini piccoli non sorvegliati
  • resistere ai tentativi di apertura e, inoltre, il cancelletto di accesso deve potersi chiudere a chiave
  • essere sicure dal punto di vista del design
  • essere alte 1,10 metri e installate ad almeno 1 metro dal bordo della piscina.

Le barriere di protezione per piscina possono essere rigide o flessibili e realizzate in diversi materiali come acciaio, ferro, legno, PVC.

Scopri il catalogo ManoMano
Barriere per piscine

4. Allarmi


undefined

Gli allarmi sono i dispositivi di sicurezza più rapidi ed economici da installare. A differenza delle barriere di protezione, delle coperture alte e delle coperture basse, un allarme non è di per sé una protezione efficace al 100% perché il suo sensore fa scattare una sirena ma è richiesto l'intervento tempestivo di una terza persona.

Sono disponibili due tipi di allarmi:

  • gli allarmi perimetrali utilizzano un fascio di raggi laser o infrarossi intorno al perimetro della piscina che fa scattare una sirena se qualcuno entra nel perimetro
  • gli allarmi a sensore di caduta sono collocati nella piscina vicino al bordo. Questi hanno un sensore che rileva lo spostamento dell'acqua provocato da un corpo di peso superiore a 6 kg che entra nella piscina.

Per garantire un funzionamento sicuro, gli allarmi devono:

  • emettere un segnale sonoro se c'è un problema di alimentazione o di batteria
  • essere attivi 24 ore al giorno (tranne durante i periodi di utilizzo della piscina) e non attivarsi incidentalmente
  • appena rilevata l'immersione o la caduta di un corpo, dare l'allarme facendo scattare la sirena
  • impedire qualsiasi disattivazione da parte di bambini
  • permettere di registrare le ultime 100 modifiche
  • permettere il controllo dello stato di funzionamento in qualsiasi momento (in funzione, non in funzione, fuori servizio, difettoso)
Scopri il catalogo ManoMano
Allarmi per piscina

Sicurezza della piscina: copertura alta, bassa, barriera di sicurezza e allarme

Alcuni dispositivi di sicurezza si integrano perfettamente nell'arredamento del giardino e migliorano il comfort della piscina. Ecco una tabella comparativa per valutarne vantaggi e svantaggi.

Confronto tra dispositivi di sicurezza per piscina

Dispositivo di sicurezza per piscina

Vantaggio

Svantaggio

Piscina

Prezzo

Copertura bassa

Protezione integrale della vasca

Installazione; poco estetica

Piscine fuori terra interrate, seminterrate e gonfiabili.

A partire da 25 € al m².

Copertura alta

Protezione ottimale; funzione termica; aumenta la durata della stagione della balneazione.

Installazione e costo (poco estetica)

Piscine interrate e piscine seminterrate.

Molto variabile.

Barriera di protezione

Protezione derivante dall'impedimento dell'accesso; estetica perché si armonizza col giardino.

Installazione; può essere oltrepassata/scavalcata.

Piscine fuori terra interrate, seminterrate e gonfiabili.

A partire da 29 € per modulo.

Allarme

Estetico perché molto discreto; facilità d'installazione; da considerare come un dispositivo complementare.

Protezione parziale; richiede l'intervento tempestivo di una terza persona.

Piscine fuori terra interrate, seminterrate e gonfiabili.

A partire da 199 €.

Scegliere la migliore protezione per evitare qualsiasi rischio di annegamento

Rendere sicura la piscina: un gesto responsabile


undefined

Che la piscina sia interrata, fuori terra o gonfiabile, questa richiede sempre qualche accorgimento per la sicurezza soprattutto di bambini, anziani e animali per evitare il rischio di cadute e di annegamento. Si tratta di una questione di responsabilità. Anche una piscina poco profonda, con soli 50 cm d'acqua, può costituire un pericolo di annegamento per un bambino piccolo. I regolamenti sono una cosa, il buon senso è un'altra.

Copertura bassa, copertura alta, barriera o allarme: tutto dipende dalla configurazione della piscina, dal budget e dalle tue necessità. Non risparmiare sulla sicurezza e considera che due protezioni sono sempre più sicure di una!

Dispositivi di sicurezza in base al tipo di piscina

Situazione
Tipo di piscina
Dispositivo di sicurezza consigliato
Famiglia con bambini di età inferiore a 5 anni
Piscina interrata o seminterrata
Copertura alta o barriera con allarme
Piscina fuori terra
Barriera con allarme
Famiglia con bambini di età superiore a 5 anni o senza bambini
Piscina interrata o seminterrata
Copertura bassa o allarme
Piscina fuori terra
Copertura bassa
Scopri il catalogo ManoMano
Gonfiabile
Scopri i nostri sistemi di sicurezza per piscine!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 249 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!