Come riparare il liner strappato della piscina

Come riparare il liner strappato della piscina

Silvia, Scrittrice e giornalista, Gallipoli

Guida scritta da:

Silvia, Scrittrice e giornalista, Gallipoli

73 guide

Sono molte le cause che possono essere all'origine di uno strappo del liner della piscina. Ma se le dimensioni dello strappo restano limitate, è possibile ripararlo con una colla specifica e un pezzo di liner, a condizione di attenersi rigorosamente a tutti i passaggi.

Caratteristiche importanti

  • Individuare l'origine della perdita nel liner della piscina
  • Pulire il liner della piscina nella zona della perdita
  • Tagliare il pezzo di liner della piscina
  • Incollare il pezzo di liner della piscina
Scopri i nostri kit per la riparazione del liner!

Riparare il liner per evitare di sostituirlo

Il livello dell'acqua della tua piscina si abbassa spesso? Controlla che il liner non sia danneggiato. Perché, anche se il liner ha una durata di vita di circa 10 anni, magari anche 20 se è del tipo rinforzato, questo non impedisce che un oggetto appuntito, un liner eccessivamente teso o spiegazzato, oppure l'acqua troppo calda, possano creare un piccolo strappo o un foro.

Per fortuna, una colla specifica e una toppa o un kit di riparazione, ti permetteranno di rimediare senza doverlo sostituire, anche sott'acqua. Tuttavia, è necessario che le dimensioni dello strappo siano limitate, in caso contrario la riparazione potrebbe non reggere.

Fasi di realizzazione

  1. Individuare l'origine della perdita nel liner della piscina
  2. Pulire il liner della piscina nel punto della perdita
  3. Tagliare un pezzo di liner
  4. Incollare il pezzo di liner

Competenze


undefined

Non è richiesta alcuna particolare competenza. Dovrai individuare l'origine della perdita, pulire il liner, tagliarne un pezzo, incollarlo, leggere le istruzioni e attenerti ad esse.

Durata dei lavori


undefined

1 ora o forse più se la perdita è difficile da individuare.

Numero di persone consigliato


undefined

1 persona

Strumenti e materiali di consumo


undefined

  • Colla
  • Pezzo di liner
  • Applicatore
  • Adesivo resistente all'acqua
  • Prodotto pulente per liner della piscina
  • Spugna non abrasiva
  • Colorante
  • Forbici
  • Straccio morbido

Dispositivi di protezione individuale


undefined

  • Guanti protettivi

Questa lista non è esaustiva, i dispositivi di protezione individuale vanno adattati ad ogni attività lavorativa.

1. Individuare l'origine della perdita nel liner della piscina


riparare il liner

Ispeziona con cura il liner della piscina per trovare l'origine della perdita.

La perdita potrebbe trovarsi sia sopra che sotto l'acqua.

Un colorante per localizzare una perdita difficile da trovare

Puoi anche usare un colorante per individuare la perdita d'acqua, se non riesci a trovarla o se pensi che sia sommersa. Per fare questo, spegni la filtrazione poi metti il colorante vicino al punto in cui pensi ci sia lo strappo o il foro. Se c'è una perdita, il colorante andrà verso quella direzione.

Un sensore ad immersione per trovare una perdita difficile da localizzare

Se hai una piscina profonda, esistono anche dei sensori o dei rilevatori ad immersione di perdite d'acqua che potranno aiutarti ad individuare un'eventuale lacerazione. Attenzione però, i prezzi di queste telecamere subacquee possono essere molto alti.

Segnare la posizione della perdita sul liner della piscina

Una volta individuata la perdita, non dimenticarti di segnare la posizione per essere sicuro di ritrovarla facilmente. Per esempio, puoi usare un adesivo resistente all'acqua, che potrai poi togliere in un secondo momento.

2. Pulire il liner della piscina nel punto della perdita


riparare il liner

È indispensabile pulire perfettamente la superficie da riparare, in caso contrario la colla non aderirà correttamente sul liner.

Presta quindi attenzione a usare un detergente specifico per i liner della piscina e una spugna non abrasiva.

3. Tagliare il pezzo di liner della piscina


riparare il liner

Con le forbici, taglia il pezzo di liner della piscina di una dimensione maggiore di quella dello strappo, circa 2 cm in più per ogni lato.

Non dimenticarti di arrotondare con cura gli angoli per evitare che si ripieghino e che possano essere strappati via.

4. Incollare il pezzo di liner della piscina


riparare il liner

L'incollaggio e l'applicazione del pezzo di liner saranno diversi a seconda che lo strappo si trovi fuori o dentro l'acqua.

In ogni caso, rispetta attentamente le indicazioni del produttore della colla e/o del kit di riparazione.

Incollare la toppa di liner su uno strappo fuori dall'acqua

  • Applica la colla direttamente sulla toppa di liner usando l'applicatore, se il kit ne è provvisto.
  • Stendi con cura la colla.
  • Applica il pezzo di liner incollandolo sullo strappo.
  • Liscia con cura il pezzo di liner per eliminare il più possibile le bolle d'aria.
  • Premi forte per qualche minuto. Se la posizione del pezzo di liner lo consente, ad esempio se lo strappo si trova sul fondo della piscina, puoi eventualmente collocarci un peso sopra per mantenere la pressione per 12 o 24 ore.
  • Pulisci eventuali residui di colla con un panno morbido.

Incollare il pezzo di liner su uno strappo subacqueo


riparare il liner della piscina
  • Applica la colla direttamente sul pezzo di liner usando l'applicatore, se il kit ne è provvisto.
  • Stendi con cura la colla, poi piega su sé stesso il pezzo di liner.
  • Spiega il pezzo di liner sotto l'acqua in corrispondenza dello strappo e applicalo immediatamente.
  • Liscia con cura il pezzo di liner per eliminare il più possibile le bolle d'aria.
  • Premi forte per qualche minuto. Se la posizione del pezzo di liner lo consente, ad esempio se lo strappo si trova sul fondo della piscina, puoi eventualmente collocarci un peso sopra per mantenere la pressione per 12 o 24 ore.
  • Pulisci eventuali residui di colla con un panno morbido.
Scopri i nostri kit per la riparazione del liner!

Guida scritta da:

Silvia, Scrittrice e giornalista, Gallipoli, 73 guide

Silvia, Scrittrice e giornalista, Gallipoli

Dopo 10 anni di lavoro come addetto stampa per un’importante società d’ingegneria, ho deciso di unire la mia esperienza professionale e la mia passione per la scrittura entrando nel giornalismo freelance e nella redazione a tempo pieno. Eclettica sia nei gusti che nella scrittura, in me convivono grandi passioni come la scienza e la storia, ma soprattutto l’interesse per la decorazione e il fai-da-te. Su questi argomenti, apparentemente così diversi, scrivo ormai da quasi vent’anni, devo dire con un discreto successo, probabilmente perché i miei articoli sono la cronaca dei lavori e dell’esperienza maturata nel corso della totale ristrutturazione di una vecchia masseria nel cuore del Salento. Esperienza che vorrei condividere con te attraverso i miei suggerimenti.

I prodotti collegati a questa guida