Come saldare i raccordi in rame

Come saldare i raccordi in rame

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

Guida scritta da:

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

82 guide

Vuoi saldare i raccordi in rame? Puoi farlo, con l’attrezzatura giusta e un po’ d’impegno. La saldatura è un'operazione certosina. I costi sono all'altezza della sfida. Assemblaggio, pulizia dei tubi, scelta del metallo d'apporto, brasatura, giusta temperatura di riscaldamento: i nostri consigli in questa guida.

Caratteristiche importanti

  • Alcuni consigli prima di saldare il rame
  • Preparare un assemblaggio di rame
  • Scelta del decapante e del metallo d'apporto
  • Brasare un raccordo in rame
  • Pulire la brasatura sul rame
Scopri i nostri raccordi in rame!

Perché scegliere di posare i raccordi in rame da brasare?

Imparare a brasare il rame diventa interessante dal punto di vista economico, nel momento in cui desideri realizzare un impianto sanitario completo in rame. Se invece devi solo posare un paio di raccordi per installare una doccia o montare un rubinetto, non sei attrezzato e non hai nessuna passione per l'idraulica, opta per la posa di un raccordo biconico oppure per l'installazione di un raccordo automatico. La loro facilità di posa e il costo irrisorio (i raccordi biconici sono i meno cari fra i due) giocano a favore del loro utilizzo. L'installazione di tubi in polietilene reticolato PE-Xb può anche sostituire il rame, ma i costi sono nettamente superiori. La soluzione più a buon mercato resta quindi quella che prevede l'impiego del rame.

Fasi di realizzazione

  1. Alcuni consigli prima di saldare il rame
  2. Preparare l'assemblaggio
  3. Scelta del decapante e del metallo d'apporto
  4. Brasare un raccordo in rame
  5. Pulire la brasatura

Competenze


alt

Impegnandoti e seguendo alcune indicazioni fondamentali, potrai pensare di mettere in opera il tuo impianto idraulico o del gas ad un costo ragionevole. Imparare è facile e alla portata di qualsiasi amante del fai da te

Tempo di realizzazione


alt

5 min per brasatura

Numero di persone consigliato


alt

1 persona

Strumenti e materiali di consumo


alt

Dispositivi di protezione individuale


alt

Questa lista non è esaustiva. I dispositivi di protezione individuale vanno adattati ad ogni attività lavorativa.

Scopri il catalogo ManoMano
Grembiuli da saldatore

Brasatura dei raccordi in rame: video tutorial

Eseguire una brasatura con pistola termica

Eseguire una brasatura col cannello

1. Alcuni consigli prima di saldare il rame

Nella pratica, scaldare il rame è molto facile, ma tieni presente che un riscaldamento eccessivo rende il rame poroso con rischio di perdite. Pertanto, durante la brasatura è importante avere il controllo della temperatura di riscaldamento per assemblare tubi e raccordi in rame. In parole povere, possiamo dire che il colore rosso scuro rappresenta il limite da non oltrepassare.

Anche la qualità del rame costituisce un fattore di successo. Il rame acquistato a prezzi stracciati spesso è troppo carbonioso e l'azione della fiamma brucia questo carbonio, lasciando spazio a fori microscopici che causano la porosità dei tubi.

Tipi di brasatura

Metallo d'apporto

Temperatura minima e massima del rame

Tipo di cannello

Brasatura dolce

Stagno

200/450° C

Monogas

Brasatura forte

Rame/fosforo

% di argento

600/900° C

Bi-gas o ossiacetilenico

I tubi di rame non si saldano da testa a testa, come si fa con l'acciaio o l'inox, ma si brasano uniti da un manicotto. Gli spessori sono molto sottili e ciò favorisce sia la posa, sia l'estetica dell'impianto. I raccordi impiegati sono dei raccordi incruditi a manicotto, che si incastrano fra loro lasciando una leggera tolleranza sufficiente a far passare il metallo d'apporto usato per unirli.

Questo tipo di assemblaggio viene chiamato saldatura per capillarità. Anche se il termine saldatura si applica solo al momento della fusione di due metalli omogenei, viene comunemente usato - a torto o a ragione - dagli idraulici che si occupano di questo tipo di raccordi.

I diversi tipi di raccordi in rame 


alt

Per poter soddisfare le esigenze dei diversi impianti, sul piano pratico tutti gli scenari di assemblaggio sono rappresentati da una grande varietà di raccordi in rame disponibili sul mercato. A prescindere dal taglio del tubo, combinando questi raccordi puoi considerare un sacco di possibili opzioni d'installazione. I raccordi misti, raccordi filettati di ottone o filettati da un lato e a manicotto del diametro del rame dall'altro, sono anch'essi disponibili per raccordare dei rubinetti o qualsiasi altro impianto sanitario.

2. Preparare un assemblaggio di rame


alt

Il rame è un metallo che si ossida. Ha il vantaggio di auto proteggersi ovvero, una volta ossidato lo strato di ossido caratterizzato dal verderame diventa protettivo per il metallo. L'esempio migliore che possiamo trovare di questo fenomeno naturale è il colore delle cupole in rame degli edifici pubblici, che si sono ossidate col passare degli anni.

Per assemblare dei raccordi in rame è quindi necessario pulire perfettamente le superfici che sono in contatto al momento della saldatura, vale a dire l'estremità del tubo e l'interno del manicotto del raccordo. I metodi conosciuti sono davvero molti, ma il più efficace è quello che ti proponiamo:

  • sbavatura dell'estremità del tubo;
  • disossidazione con paglietta di ferro o con tela smeriglio;
  • pulizia finale con alcol denaturato.

3. Scelta del decapante e del metallo d'apporto


alt

Il decapante, chiamato anche flusso, legante o gel, è il prodotto che andrà ad agevolare il contatto fra il rame e il metallo d'apporto. Può essere in forma liquida, in pasta o in polvere, talvolta si tratta del rivestimento di una bacchetta di metallo d'apporto. Questi decapanti soddisfano gli standard della norma DIN EN 1045 che disciplina questi additivi di brasatura.

La scelta va fatta in base al tipo di installazione che andrai a realizzare. In funzione del tipo di brasatura (dolce o forte), dovrai usare il metallo d'apporto adeguato. La norma ISO 3677 del 2016 precisa l'impiego dei metalli d'apporto in base alla loro composizione chimica. Per quanto riguarda il gas, fai riferimento alla norma ATG (organismo di certificazione dei prodotti per il gas).

Tipi di brasatura

Strumento utilizzato

Tipo di fluido

Formato

Casi di utilizzo

Caratteristiche

Decapante

Brasatura dolce

200°C < T° > 450°C

Ferro da saldatura Lampada per saldatura cannello monogas

Acqua fredda

Filo, stick o bacchette di saldatura

Sanitario, ottone, zincato, rame

Buona fluidità

Pasta per stagnare

Crema gel

Saldobrasatura

850°C < T° > 900°C

Cannello bi-gas

Postazione per saldatura ossiacetilenica

Assemblaggi non stagni.

Riparazione di utensili

Ottone grezzo

Bacchette rivestite

Rame, ottone, inox, acciai speciali saldatura non stagna

Saldatura progressiva

Polvere decapante, bacchetta rivestita

Brasatura forte

600°C < T° > 800°C

Cannello bi-gas

Postazione per saldatura ossiacetilenica

Tutti i fluidi*

Rame-fosforo

Riscaldamento, sanitari, rame, ottone

Auto decapante

Flusso, legante o gel

Brasatura forte

600°C < T° > 750°

Cannello bi-gas

Postazione per saldatura ossiacetilenica

Tutti i fluidi*

Rame-fosforo-argento 2%

Riscaldamento, sanitari, rame, ottone

Esclusivamente per metalli rameosi

Flusso, legante o gel

Brasatura capillare

T° > 600°

Cannello bi-gas

Postazione per saldatura ossiacetilenica

Tutti i fluidi*

40% argento

Impianto a gas autorizzato ATG B.524

Brasatura tramite conduzione anziché per contatto a fiamma

Legante, gel idoneo

Brasatura argento

T° > 600°

Cannello bi-gas

Postazione per saldatura ossiacetilenica

Tutti i fluidi*

55% argento

Riscaldamento, sanitari, impianti frigoriferi, climatizzazione, materiale elettrico

Fusione ridotta grazie all'aggiunta di argento

Legante, gel idoneo

*Prima di eseguire impianti che richiedono un collaudo, devi accertarti che i metalli d'apporto usati siano omologati dall'ente destinatario. Il mancato rispetto di questa autorizzazione può portare al rifiuto della messa in funzione del tuo impianto.

Scopri il catalogo ManoMano
Metallo d'apporto

4. Brasare un raccordo in rame

A ogni tipo di brasatura corrisponde un decapante o una bacchetta rivestita, dedicati ad essere utilizzati prima di qualsiasi riporto di metallo.

Brasatura dolce


alt

Per una brasatura dolce a 450° realizzata unicamente su tubi dell'acqua fredda, la stagnatura dell'estremità del tubo e della parte femmina del raccordo è un presupposto essenziale (stagnare significa coprire uno strato di stagno).  In questo modo, si crea un'importante superficie di adesione fra gli elementi da assemblare. Se non procedi in questo modo e non stagni i pezzi prima di introdurli, la tua brasatura dolce non resisterà. 

Brasatura forte 


alt

Per una brasatura forte, da 700 a 750° C, è necessario prendere l'abitudine di scaldare, in modo progressivo, i pezzi da assemblare. Attenzione, se scaldato troppo il rame diventa poroso. Una volta raggiunta la giusta temperatura (colore rosso scuro), si deposita il metallo d'apporto nello spazio tra i raccordi da saldare. La fusione della bacchetta provoca la colata del metallo d'apporto attorno al giunto precedentemente decapato.

Il rame-fosforo, l'ottone o la brasatura all'argento scelta come metallo, passa dallo stato solido a quello liquido, tornando poi a solidificarsi rapidamente. Pertanto, la cosa importante è saper gestire questo punto di riscaldamento durante la fusione, per qualsiasi necessità di assemblaggio in ambito idraulico/riscaldamento.

Nel caso di un assemblaggio rame/ottone, è necessario portare prima il raccordo in ottone, più massiccio, alla temperatura di fusione del metallo d'apporto e nel contempo riscaldarlo a poco a poco, in quanto il calore aumenta molto rapidamente a causa della sua eccellente conduttività e del suo spessore sottile. Se si tratta di un rubinetto, non dimenticarti di smontare il meccanismo per non bruciare guarnizioni e valvole.

Nota bene 

  • Un raccordo in rame incrudito si "ricuoce" e diventa malleabile quando si scalda.
  • Prevedi una quantità sufficiente di supporti per non compromettere il tuo impianto.

5. Pulire la brasatura sul rame


alt

Dopo la spazzolatura, puoi eliminare i segni neri con una preparazione di acido solforico diluito. Poi sciacqua abbondantemente per eliminare le tracce di acido. Devi sempre considerare l'ipotesi che si possa verificare un problema o un incidente durante l'esecuzione di un assemblaggio con brasatura. Perciò, la postazione di lavoro dev'essere ben ventilata e sgombra.

Devi necessariamente indossare guanti e occhiali adatti, nonché idonei abiti da lavoro.

  • I guanti di protezione usati per la saldatura andranno sostituiti al momento della pulizia con soluzione a base di acido solforico.
  • Se possibile, gli occhiali di protezione dovrebbero avere delle protezioni laterali, per ridurre la minimo il rischio di schizzi.
  • L'estintore non è un oggetto superfluo, anche se i rischi vengono gestiti dall'operatore; privilegia l'impiego di un accendigas al posto di un accendino.
Scopri il catalogo ManoMano
Estintore
Scopri i nostri raccordi in rame!

Guida scritta da:

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna, 82 guide

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

Ho acquisito una formazione da carrozziere, da tubista/saldatore e dopo aver percorso per trentacinque anni cantieri italiani e belgi, sono diventato responsabile di una caldareria poi progettista, tecnico responsabile di progetti per poi finire come capo responsabile dei progetti. In pensione, ho sistemato e attrezzato un laboratorio in cui realizzo sculture metalliche: sono riuscito a combinare e sistemare un angolo di paradiso dove amo lasciare libero spazio alla mia immaginazione. Sfasciacarrozze e mercatini dell’usato non hanno più segreti per me: ci trovo oggetti insoliti e vecchi attrezzi che colleziono o trasformo in oggetti d’arte. Amo anche la decorazione, la pittura su tela e il giardinaggio. Seguo l’evoluzione delle nuove tecnologie riguardanti gli attrezzi. Condividere con voi la mia passione e consigliarvi con umiltà nelle scelte di materiale è un vero piacere.

I prodotti collegati a questa guida