Come scegliere fili e cavi elettrici

Come scegliere fili e cavi elettrici

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

La sezione dei fili e dei cavi elettrici dipende dall'intensità, dall'impianto e dalle apparecchiature. Cavo di terra, filo monoconduttore, cavo coassiale, connessione RJ45 o cavo di potenza per l'Hi-Fi, che famiglia numerosa! Per non confondere più la fase, il neutro e la terra: segui la guida!

Caratteristiche importanti

  • Intensità
  • Amperaggio
  • Tipo
Scopri i nostri fili e cavi!

La differenza tra filo e cavo elettrico

Filo elettrico: definizione


undefined

Un filo elettrico è usato per trasportare elettricità. Ha un'anima, rappresentata dal materiale conduttore, che può essere a uno o più fili a seconda della sua sezione e del suo scopo. L'anima è spesso in rame, ma può anche essere in nichel o alluminio. È rivestita da un isolante che di solito è in materiale plastico.

Cavo elettrico: definizione


undefined

Un cavo è un insieme di più fili elettrici uniti all'interno di una guaina protettiva in materiale plastico. Il loro numero e il loro diametro varia a seconda dell'uso del cavo.

Scopri il catalogo ManoMano
Cavo

Criteri per determinare la sezione e i colori dei fili

La sezione e il colore dei fili è stabilita dal Comitato Elettrotecnico Italiano attraverso la normativa CEI-UNEL 00722.

La sezione di un filo elettrico


null

La sezione è espressa in mm² e viene definita in base all'intensità della corrente, espressa in ampere (A). Per semplificare, ricorda che più grande è il diametro di un filo, maggiore è l'intensità di corrente che lo può attraversare:

  • 1.5 mm², 10 A
  • 2.5 mm², da16 a 20 A
  • 4 mm², 25 A
  • 6 mm², 32 A.

Questi valori della sezione sono quelli presenti nelle abitazioni con impianti a corrente alternata monofase da 230 V. Sezioni più grandi sono necessarie per collegare gli interruttori magnetotermici ai contatori elettrici.

In qualsiasi circuito di alimentazione, la messa a terra viene realizzata con un cavo a treccia collegato, senza isolamento, ad un picchetto di messa a terra.

La norma sui colori


undefined

Anche il colore dei fili è standard:

  • nero: fase
  • blu: neutro
  • verde-giallo: terra

In un impianto, la fase può essere anche di colore grigio o marrone ma mai blu o verde-giallo.

Scopri il catalogo ManoMano
Interruttori

Come leggere le indicazioni sui fili e sui cavi elettrici


null

Gli impianti domestici sono realizzati con fili e cavi elettrici, classificati con lettere e numeri che hanno la funzione di indicare le loro caratteristiche intrinseche. Vengono venduti sotto forma di bobine da 10, 25, 50 o anche 100 m.

Tutti i cavi, così come previsto dalla norma EN 50575, devono obbligatoriamente essere marcati con:

  • identificazione di origine (nome del produttore o del suo marchio di fabbrica);
  • descrizione del prodotto o sigla di designazione;
  • classe di reazione al fuoco.

Inoltre i cavi possono anche essere marcati con i seguenti elementi:

  • informazione richiesta da altre norme relative al prodotto;
  • anno di produzione;
  • marchi di certificazione volontaria, ad esempio il marchio di qualità IMQ EFP;
  • informazioni aggiuntive a discrezione del produttore, purché non generino confusione con le informazioni obbligatorie.

Nella seguente tabella, un estratto delle sigle dei cavi più diffusi sul mercato.


undefined

Esempio:

Il cavo FG16OR16 3x6 secondo la tabella ha le seguenti caratteristiche:

  • Conduttore F =Flessibile a corda rotonda
  • Isolante G16 = Mescola di gomma etilenpropilenica ad alto modulo a basso sviluppo di fumi
  • Forma del cavo O = Cavo rotondo
  • Guaina R16 = Mescola termoplastica a base di polivinilcloruro
  • 3x6 = 3 conduttori, sezione 6 mm

È un cavo senza conduttore di terra, se invece di 3x6 fosse stato 3G6 sarebbe stato un cavo con conduttore di terra giallo verde (G).

Cavi a bassissima tensione ELV

Come indica il nome si tratta di cavi per tensioni comprese tra 0 e 50 V in corrente alternata (da 0 a 120 V in corrente continua) mentre la bassa tensione è quella compresa tra 50 e 999 V. Il filo ELV ha un'anima di rame ricoperta da una guaina isolante e viene utilizzato principalmente nei bagni, dove i volumi sono regolamentati dalla norma CEI 64-8 parte 7 (a causa dell'umidità e dei maggiori rischi di elettrocuzione).

Condizionamento di fili e cavi elettrici

I fili e i cavi elettrici sono venduti in rotoli e bobine di lunghezza variabile:

  • da 5 a 10 m
  • da 10 a 25 m
  • da 25 a 50 m
  • 100 m.

Tubi corrugati: una soluzione ottimizzata per gli impianti ad incasso


undefined

I tubi corrugati in plastica si utilizzano negli impianti elettrici sotto traccia per il passaggio dei fili elettrici. In genere sono forniti con un filo pilota utile per tirare i cavi ma possono essere anche precablati per risparmiare tempo e semplificare il lavoro. Precablati o no, i corrugati sono disponibili:

  • con un diametro da 16 a 32 mm
  • sotto forma di bobine da 5 a 100 m.

Anche i tubi corrugati si caratterizzano per il colore, a seconda dell’utilizzo specifico, in:

  • nero, per la distribuzione dell’energia elettrica
  • blu, per impianti audio/video e citofonici
  • verde, per i cavi telefonici o di ricezione TV
  • marrone, per gli impianti di sicurezza (antifurto, antincendio, ecc..).

Fili elettrici per impianti multimediali e di telecomunicazione

Installazioni multimediali

Il cablaggio per la distribuzione terrestre dei segnali satellitari e delle reti via cavo (antenna) è realizzato mediante un singolo conduttore di rame posto al centro del cavo (anima) e da un dielettrico (generalmente in polietilene) che separa l'anima centrale da una schermatura esterna costituita da fili metallici intrecciati o da una lamina avvolta a spirale (treccia). La schermatura di metallo serve per limitare le interferenze. Il tutto è avvolto da una guaina protettiva esterna. Nella scelta dei cavi coassiali i criteri da considerare sono:

  • diametro esterno: a parità di qualità sono preferibili le sezioni più grandi perché introducono meno attenuazione (non bisognerebbe scendere sotto i 6,7 mm per le dorsali e sotto i 5 mm per le derivazioni);
  • materiale del cavo: quelli più performanti sono costituiti da un’anima in rame e da lamina o treccia in materiali pregiati come il rame stagnato e l’alluminio;
  • efficienza di schermatura: è la capacità del cavo di proteggere da eventuali fonti d’interferenza che potrebbero degradare le immagini video. La norma EN50117 ha introdotto le classi B, A, A+ e A++ per identificare l'efficienza di schermatura dei cavi. I cavi con efficienza di schermatura superiore sono contraddistinti dalla lettera A, A+ e A++.

Impianti di comunicazione


undefined

Anche altre installazioni domestiche sono realizzate con fili, cavi e collegamenti specifici.

  • Le apparecchiature Hi-Fi sono collegate con cavi di potenza che trasportano un segnale elettrico piuttosto potente, dall’uscita di un amplificatore ad una cassa acustica, caratterizzato da un alto voltaggio (che arriva persino a decine di Ampere) e una bassa impedenza. La schermatura non è sempre presente perché non necessaria.
  • Le apparecchiature audio/video sono collegate tramite connessioni RCA, che sono parte integrante dei cavi omonimi, chiamati anche cavi di segnale.
  • Le apparecchiature domotiche e le reti di computer e di comunicazione sono collegate da spine RJ45 che richiedono connettori appositi.

È importante rispettare le norme e le sezioni raccomandati per non correre il rischio danneggiare gli impianti o di provocare incendi.

Scopri i nostri fili e cavi!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida