Come scegliere gli attrezzi a mano per segare e tagliare il legno ?

Come scegliere gli attrezzi a mano per segare e tagliare il legno ?

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Per segare e tagliare il legno dobbiamo utilizzare i giusti attrezzi. Ascia, accetta, ascia spaccalegna e cuneo sono utili per rompere il legno. Cavalletto, troncatrice e motosega ti serviranno per tagliare i tronchi di quercia e di pino in modo che possano entrare nel tuo caminetto !

Caratteristiche importanti

  • Ganci e pinze per ceppi
  • Cavalletto
  • Ascia
  • Martello spaccalegna
  • Cuneo
  • Spaccalegna manuale
  • Seghe ad arco e motoseghe
Vedere i nostri utensili a mano per segare e tagliare la legna

Quali sono gli attrezzi per maneggiare il legno ?


null

Tagliare e segare del legno può essere pericoloso. Ci si può anche ferire semplicemente maneggiandolo ! Ecco perché è importante mantenere il proprio banco di lavoro sempre pulito e stabile, e lavorare solamente utilizzando gli appositi accessori di protezione personale. In aggiunta ai classici guanti, occhiali e scarpe antinfortunistiche possiamo utilizzare degli altri accessori per lavorare in tutta sicurezza.

  • I ganci o le pinze per ceppi : oltre a farti risparmiare tempo i ganci e le pinze per ceppi proteggono le dita e le mani da ventuali schiacciamenti. Sono attrezzi molto semplici composti da uno o due bracci (il gancio ne ha uno solo, la pinza due) e dall'impugnatura. Questi utensili ti permettono di spostare più facilmente i ceppi per portarli alla stazione di taglio o al luogo di stoccaggio. I ganci vanno piantati direttamente nel legno, mentre le pinze ti permettono di afferrare il ciocco, stringendosi attorno ad esso per effetto del suo stesso peso. Se stai pensando di acquistare delle pinze, verifica che l'apertura delle ganasce sia sufficiente per afferrare la sezione dei tuoi ciocchi di legno. Un consiglio valido sia per i ganci che per le pinze : scegli sempre un modello dotato di impugnatura larga ed ergonomica, e verifica che sia della giusta capacità di carico per lavorare coi tuoi ceppi. 
  • Il cavalletto taglialegna : non c'è nulla di più pericoloso che lavorare su una sezione di legno o su un ceppo instabile. Quando vuoi segare o tagliare del legno, a mano o meccanicamente, disponilo sempre su un cavalletto, che lo terrà fermo in posizione orizzontale impedendogli di cadere o rotolare. I cavalletti di legno o metallo ti permettono di lavorare su un ceppo stabile, saldamente ancorato e pronto per essere tagliato. Per una maggiore sicurezza ti consiglio di scegliere un cavalletto dotato di supporti artigliati e delle dimensioni adatte per accogliere le sezioni di legno con cui lavori abitualmente.
Scopri il catalogo ManoMano
Cavalletto

Quali sono gli attrezzi per spaccare il legno ?


null

Dopo aver abbattuto l'albero e ridotto il tronco in ciocchi bisogna spaccarli per ridurli nelle dimensioni volute. Se non disponi di uno spaccalegna meccanico puoi utilizzare degli altri sistemi.

  • L'ascia : per sentirti un vero boscaiolo ! Dopo aver disposto verticalmente il ciocco sul ceppo d'appoggio basta vibrare un colpo d'ascia per spaccare il legno in pezzi più piccoli. Ovviamente questo metodo richiede un minimo di perizia ed è adatto unicamente per piccole quantità di legna. Esistono diversi tipi di ascia, come l'ascia (o mazza) spaccalegna, che da un lato della testa ha una lama tagliente e dall'altro è dotata di una parte svasata per allargare le parti di ciocco spaccate. Se devi spaccare dei ciocchi di piccole dimensioni è meglio utilizzare l'accetta, più piccola e maneggevole (lunghezza inferiore a 50 cm e peso sotto i 2 kg), mentre per i ciocchi più grossi è meglio utilizzare un modello più lungo (lunghezza di circa 70-80 cm e peso superiore a 2 kg). Scegli preferibilmente un modello con testa fissa non estraibile.   
  • Il martello spaccalegna : il modo migliore per spaccare la legna ! Questo attrezzo (detto anche ascia a scissione) è stato progettato appositamente per spaccare i ciocchi, e se utilizzato a dovere risulta molto efficace. La forma ricorda quella della scure, ma in realtà riunisce due attrezzi in uno : una mazza e un'ascia. La parte piatta della testa serve per battere sui cunei, mentre la lama spacca i ciocchi. Il peso va scelto in base alla dimensione della legna che devi spaccare, ma in genere oscilla tra i 2,5 e i 4 kg. La lunghezza del manico è di 90 cm circa, per consentire di sferrare colpi più forti, sia con la parte tagliente che con la mazza. Il mio consiglio è di scegliere un modello con manicoin materiale composito, resistente e al contempo flessibile. I modelli con manico in legno richiedono una certa esperienza perché potrebbero rompersi se utilizzati male. In tutti i casi scegli un martello spaccalegna con salvamanico (protegge l'estremità del manico dagli urti) e testa non estraibile.
  • I cunei : utilizzati col martello spaccalegna (o con una semplice mazza), permettono di spaccare anche i ciocchi più resistenti. Scegli i cunei "spaccalegna", progettati appositamente per spaccare la legna longitudinalmente, da non confondere con i cunei "da abbattimento", che servono appunto per abbattere gli alberi. Questi attrezzi in acciaio temperato vengono realizzati in varie forme più o meno efficaci :
  • cuneo dritto a testa piatta : è la forma più semplice, adatta a tutti i tipi di legno e alle varie forme dei ciocchi (peso da 2,5 a 3 kg) ;
  • cuneo dritto a punta : è più semplice da piazzare rispetto al cuneo a testa piatta, e penetra più facilmente nel legno (peso da 1 a 3 kg) ; 
  • cuneo elicoidale : il top per spaccare il legno ! La sua forma permette una grande facilità di spacco (peso da 2 a 2,5 kg).
  • La mazza : serve a colpire e conficcare i cunei se non hai a disposizione un martello spaccalegna. Per lavorare con più efficacia ti consiglio di scegliere una mazza resistente, lunga 90 cm e con un peso da 3 a 4 kg. Preferisci i modelli con testa arrotandata per ridurre le schegge e con il manico in composito, resistente e flessibile.
  • Lo spaccalegna manuale : è una valida alternativa al martello spaccalegna, all'ascia e ai cunei, ed è perfetto se devi spaccare delle piccole quantità di legno secco. Lo spaccalegna manuale è semplice da utilizzare, e se il legno è secco non richiede particolari sforzi fisici ; inoltre è sicuramente meno pericoloso rispetto agli altri sistemi tradizionali. Si compone di un manico che termina in un cuneo (da conficcare nel ciocco), e da una parte scorrevole da sollevare e far ricadere con forza sul cuneo stesso, che grazie alla forza esercitata da questa massa in caduta libera spacca il cicocco di legno sottostante. Questo attrezzo permette di lavorare stando in posizione eretta e di spaccare i ciocchi senza rischi per mani, gambe e piedi. Tuttavia lo spaccalegna manuale è adatto solamente per ciocchi secchi e di piccole dimensioni (massimo 30 cm di diametro e 50 cm di lunghezza). 
Scopri il catalogo ManoMano
Spaccalegna manuale

Attrezzi per tagliare


null

Attrezzi meccanici, termici o elettrici ? Scopriamo assieme tutte le soluzioni a nostra disposizione !

  • La sega per ceppi : detta anche sega ad arco, questo attrezzo a mano dispone di una struttura in acciaio e di una lama dai denti enormi. Disponibile in diverse dimensioni (da 50 a 70 cm e oltre), la sega per ceppi è particolarmente efficace per tagliare pezzi di legno di piccolo diametro. Non usarla per tagliare un ceppo di 20 cm di diametro se non vuoi soffrire di crampi per una settimana !
  • La sega per ceppi a scoppio o elettrica : tutte le seghe per ceppi funzionano grazie ad una tecnologia relativamente semplice : un motore elettrico o a scoppio aziona una lama circolare di varie dimensioni (in genere da 40 a 70 cm di diametro). L'insieme del motore e della sega viene chiamato gruppo di taglio. I ceppi e i pezzi di legno vanno piazzati su una guida regolabile in base alla lunghezza di taglio desiderata.
  • La motosega a scoppio o elettrica : il principio di funzionamento è sempre lo stesso, anche se in questo caso il motore a scoppio o elettrico aziona una catena munita di denti che scorre su un supporto detto "barra". Le motoseghe con una barra di lunghezza inferiore a 45 cm sono adatte per tutti i tipi di lavori più comuni, e sono l'ideale per fare legna da ardere, per tagliare rami e abbattere alberi di piccolo diametro. La motosega va maneggiata con entrambe le mani e richiede una certa attenzione quando la si utilizza, soprattutto per i modelli più potenti (oltre 2500 W).
Scopri il catalogo ManoMano
Alberi

Consigli per l'utilizzo

Come abbiamo già detto bisogna sempre lavorare in un ambiente sgombro e pulito, per non rischiare di inciampare o scivolare mentre si maneggiano questi strumenti. Quando tagli o seghi la legna accertati sempre di averla piazzata in modo stabile.

Indossa sempre delle scarpe resistenti (meglio se alte e antinfortunistiche), e dei guanti protettivi.

Proteggi il viso e gli occhi dalle schegge con una visiera o degli occhiali protettivi.

Attenzione anche alla schiena : una cintura di mantenimento può risparmiarti parecchi dolori lombari !Se vuoi saperne di più sugli attrezzi per l'atelier e il giardino, segui i consigli dei nostri redattori e scopri le loro guide :

Scopri il catalogo ManoMano
Cintura di mantenimento

Vedere i nostri utensili a mano per segare e tagliare la legna

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida