Come scegliere il decking per pavimenti esterni

Come scegliere il decking per pavimenti esterni

Paola, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Paola, Tuttofare autodidatta

101 guide

Vuoi sistemare patio o terrazzo, rapidamente e senza spendere troppo? La soluzione è il decking, quadrotte o lastre facili da posare e molto più belle delle lastre di cemento. In legno esotico o in materiale composito come il WPC, con colori, dimensioni e formati diversi: ecco i nostri consigli!

Caratteristiche importanti

  • Lastre o quadrotte
  • Materiale composito o legno
  • Essenze varie
  • Colori e dimensioni
  • Manutenzione
Scopri i nostri elementi per decking!

Scelta del decking: tutto quello che devi sapere


alt

Nella scelta del decking per il giardino è necessario definire:

  • legno, richiede manutenzione per conservare l'aspetto estetico - da privilegiare quelli con certificazione PEFC e FSC;
  • materiale composito come il WPC, a cui basta una manutenzione ordinaria;
  • il materiale, che ne influenza l'aspetto e la manutenzione:
  • liscio;
  • zigrinato;
  • lavorato a motivi;
  • l'aspetto, da scegliere secondo i propri gusti:
  • 30 x 30 cm;
  • 50 x 50 cm (le più comuni);
  • 100 x 100 cm;
  • le dimensioni, da scegliere in base alla superficie da rivestire. Si possono trovare quadrotte o lastre in formato:
  • le quadrotte in legno si posano senza fissaggio, appoggiandole o eventualmente avvitandole in base al tipo di supporto - alcuni tipi di quadrotte si incastrano fra loro senza bisogno di supporti ma hanno una griglia sul retro che le rialza leggermente;
  • le quadrotte in materiale composito si agganciano l'una all'altra (anch'esse sono provviste di griglia sul retro).
  • la modalità di posa, da scegliere in base al supporto:

Per quanto riguarda il budget, considera anche i costi di manutenzione - ad esempio, l'olio per il legno esotico - e il tipo di posa che stai prendendo in considerazione.

Scegliere l'essenza e il formato


alt

Le quadrotte sono piastrelle costituite da listelli di legno o materiale composito assemblati secondo un motivo. Le quadrotte in legno, di varie essenze, sono le più comuni e si trovano facilmente. Anche se spesso la scelta viene fatta sul colore, devi considerare che col tempo il pavimento del terrazzo o del patio tenderà ad ingrigirsi.

Infatti, l'esposizione a vento, pioggia e raggi solari, finirà per alterarne il colore. La scelta dell'essenza non è quindi solo una questione di gusto ma anche di manutenzione, poiché i legni esotici hanno bisogno di essere oliati per conservare la loro naturale bellezza.

Trattamenti dei legni europei

Le essenze europee, dalle proprietà intrinseche diverse, sono sottoposte a trattamenti per garantirne la durata nel tempo con una manutenzione minima:

  • trattamento in autoclave, è un trattamento in cui l'impregnante è applicato mediante il sistema vuoto/pressione;
  • termotrattamento, nessun trattamento chimico, il legno viene essiccato a temperature elevate (165°-220°C) in atmosfera controllata e povera di ossigeno.

Certificazioni PEFC e FSC: la gestione sostenibile delle foreste


alt

I consumatori attenti alle tematiche ambientali privilegeranno:

  • legnami con certificazione PEFC(Programme for the Endorsement of Forest Certification), che attesta il rispetto delle funzioni ambientali, sociali ed economiche della foresta dalla quale proviene il legno - garantisce la totale tracciabilità, dallo sfruttamento al prodotto finito;
  • legnami con certificazione FSC (Forest Stewardship Council), la certificazione attesta la provenienza del legno da una foresta gestita in modo responsabile.

Le principali essenze utilizzate per il decking

Ecco le principali essenze disponibili:

  • pino, legno europeo generalmente trattato in autoclave;
  • ipè, con una colorazione che va dall'arancione al rosso (legno esotico);
  • teak, legno esotico imputrescibile;
  • albero della gomma, legno esotico di colore chiaro;
  • acacia o robinia pseudoacacia, colore chiaro, robusta e durevole (di varia provenienza).

Modelli e dimensioni delle quadrotte o lastre per decking


alt

Molto spesso, le quadrotte in legno sono composte da listelli dritti assemblati in parallelo. Nella maggior parte dei casi, è possibile invertire il verso di posa per creare un motivo a scacchiera, ma non è una scelta obbligata; è anche possibile posare tutte le quadrotte secondo la stessa direzione, per un aspetto più simile ai listoni da terrazzo. I listelli delle quadrotte possono essere lisci o zigrinati. Per quanto riguarda le dimensioni, il formato più comune rimane il 50 x 50 cm. Puoi facilmente trovare anche altri formati: dal 30 x 30 cm fino a 100 x 100 cm.Alcuni produttori propongono delle quadrotte con finiture di alta qualità e varietà di motivi, eleganti e lontani anni luce dalla monotonia dei deking tradizionali.

Posa delle quadrotte in legno


alt

Le quadrotte in legno devono essere posate su un supporto il più possibile piatto. Pertanto un supporto rigido, come una lastra di cemento o un vecchio pavimento o pavé, è ideale.

Puoi anche posarle direttamente sul manto erboso, a condizione che la superficie sia piana, ma tieni presente che, in questo caso, il tuo deking potrebbe avere una durata di vita limitata. Le quadrotte posate direttamente sul terrenonon sono una soluzione destinata a durare nel tempo anche a causa degli inevitabili cedimenti. Puoi utilizzare degli appositi supporti regolabili per rialzare il pavimento del tuo patio e isolare il deking dal terreno.

Per l'installazione su pavimenti rigidi, è consigliata la posa mediante magatelli in legno o travicelli, come per i listoni da esterno. In questo modo, la struttura di supporto consentirà l'isolamento delle quadrotte, aumentandone la durata nel tempo. Dovrai distanziare i magatelli in base alla dimensione delle quadrotte, che fissarai poi ai magatelli con chiodiviti.

Per sistemare un terrazzo o un balcone i magatelli non sono necessari, sarà sufficiente poggiare le quadrotte direttamente sul pavimento.

Scopri il catalogo ManoMano
Chiodi

Manutenzione del decking in legno


alt

Come per i listoni da terrazzo in legno, le quadrotte hanno bisogno di un minimo di manutenzione.Per la manutenzione ordinaria, è sufficiente passare lo spazzolone con acqua e sapone nero per ripristinarne lucentezza e brillantezza.Per la manutenzione annuale, durante la bella stagione potrai usare un'idropulitrice ad alta pressione - tenendola a distanza e regolata con la pressione al minimo.

Puoi anche utilizzare uno prodotto antigrigio applicandolo con il pennello, per togliere il grigio o le macchie di grasso. Abbinato ad un impregnante, farà risaltare i pigmenti del legno e il tuo pavimento apparirà come nuovo.Le quadrotte in legno esotico beneficieranno dell'applicazione di olio; questo tipo di protezione penetra in profondità nel legno e lo nutre, proteggendolo dall'ingrigimento. L'olio non va invece applicato sul legno trattato in autoclave o termotrattato.

Scopri il catalogo ManoMano
Impregnante

Decking in materiale composito: un materiale alternativo

Come per i listoni da terrazzo, sul mercato si trovano anche quadrotte o lastre in materiale composito. Si tratta di un'alternativa tecnica ed estetica. In effetti, se desideri approfittare dei vantaggi delle quadrotte in legno (posa rapida, costo contenuto) senza rinunciare al colore del legno, questa è senz'altro la soluzione migliore. Invece, per quanto riguarda l'aspetto estetico, le quadrotte in composito non presentano né venature, né nodi.

Dal punto di vista dell'invecchiamento, di per sé questo materiale non cambia colore se non leggermente. Il tuo pavimento in materiale composito conserverà il suo bel colore marrone per molti anni!

Modelli e dimensioni delle quadrotte in materiale composito per decking


alt

Come per le quadrotte in legno, il formato standard è il 50 x 50 cm. Tuttavia, alcuni modelli vengono proposti in:

  • formato quadrato da 30 x 30 cm;
  • formato rettangolare da 30 x 60 cm.

Considera che fra i diversi modelli di quadrotte, i più utilizzati sono realizzati con listelli assemblati parallelamente, sia lisci che zigrinati.

Colori ed estetica


alt

Come per i listoni da esterno in materiale composito, le quadrotte sono generalmente in tinta unita:

  • bianco o crema;
  • grigio chiaro o antracite;
  • grigio scuro classico;
  • marrone o nero.

Inoltre, alcuni elementi in materiale composito possono imitare, nei colori e nell'aspetto, i legni esotici che generalmente sono marroni.

Quadrotte in lolla o pula di riso

Composto da olio, sale e lolla o pula di riso (cioè gli scarti della lavorazione del riso), questo materiale composito offre buona resistenza, durata e minime deformazioni.Performante quanto il legno esotico, la lolla di riso è naturalmente antiscivolo e può essere verniciata. È soprattutto utilizzata per la produzione di listoni da esterno, ma meno per la produzione di quadrotte o lastre.

Posa delle quadrotte in materiale composito


alt

Le qudrotte in materiale composito possono essere posate su appositi supporti regolabili anche se spesso sono provviste di una griglia sul retro che consente di posarle direttamente sul pavimentoagganciandolefra loro. In questo modo non sarà necessario avvitarle e l'assemblaggio sarà perfetto!

Affinché l'insieme risulti omogeneo e duri nel tempo, il pavimento di supporto dev'essere rigido e perfettamente piatto.

Scopri il catalogo ManoMano
Supporti

La manutenzione del decking in materiale composito


alt

La manutenzione del decking in materiale composito è davvero molto semplice. Per la pulizia quotidiana, ti basterà passare lo spazzolone con acqua saponata.

Per la manutenzione annuale, puoi usare un'idropulitrice ad alta pressione per togliere lo sporco incrostato.

E se quest'ultimo dovesse risultare più ostinato del solito, sono disponibili saponi speciali, soprattutto in gel. Ti basterà lasciarli agire e poi risciacquare abbondantemente.

Scopri i nostri elementi per decking!

Guida scritta da:

Paola, Tuttofare autodidatta, 101 guide

Paola, Tuttofare autodidatta

Di professione sono addestratrice di cani ma nel fine settimana mi piace dedicarmi alla mia attività preferita, il bricolage, e in particolare la trasformazione di vecchi mobili. Sono bravissima a rinnovare un vecchio tavolo o una vecchia cassettiera. Con un papà tuttofare, sono cresciuta al suon di martello e trapano e so utilizzare la maggior parte degli attrezzi. Ho appreso le basi del fai da te per passione. L'arte del riuso è un vero e proprio modo di vivere e mi ha insegnato come dare una seconda vita a tutte le cose. Adoro trasmettere le mie conoscenze anche agli amici “a due zampe”. Convinta che ogni persona può reinventare la propria casa attraverso piccoli cambiamenti, sono sempre alla ricerca di nuove idee da mettere in pratica e disponibile a dare consigli in ambito decorativo!

I prodotti collegati a questa guida