Tutto per il fai da te e il giardinaggio

Come scegliere la lama della sega circolare

Guida scritta da:
Gianfrancesco, Tuttofare & programmatore informatico

Gianfrancesco, Tuttofare & programmatore informatico

61 guide

La sega circolare è il tuo migliore alleato per la ristrutturazione degli interni. Tuttavia, non vale nulla senza delle lame di qualità. Se vuoi sapere come scegliere una buona lama in carburo per tagliare il legno, leggi questa guida!

Caratteristiche importanti

  • Diametro
  • Numero di denti
  • Alesaggio
  • Tipo di denti
  • Materiali

Elementi chiave per scegliere una lama di sega in funzione dell’utilizzo


Scegliere una lama di sega circolare significa identificare:

  • i materiali da tagliare – legno, materiali non ferrosi, plastica – determinano la placchetta;
  • il tipo di dente – relativo al materiale tagliato e al tipo di taglio desiderato – e il passo, maggiore è lo spazio del passo, più si privilegia il lungovena;
  • l’alesaggio in millimetri (mm), ovvero il diametro del buco al centro della lama, che può essere ridotto grazie ad anelli di riduzione;
  • lo spessore della lama in mm;
  • la profondità del taglio necessario è indicata dal diametro della lama in funzione della sega circolare;
  • i materiali della lama (il corpo) e della placchetta – a seconda dei materiali tagliati, cfr. I materiali delle lame di sega e delle placchette;
  • il numero di denti – più il numero è elevato, migliore è la finitura – indicato con la lettera Z;
  • il numero di giri/minuto ammessi (giri/min o rpm) relativi al diametro della lama – da verificare assieme alle prestazioni della sega circolare.

Ricorda che le insenature sono progettate perché il metallo si dilati attraverso il calore. Alcuni loghi e abbreviazioni possono essere propri a una marca/costruttore.

Alesaggio e diametro della lama: gli imperativi


Una lama è un disco metallico dentato con un foro al centro che viene chiamato alesaggio. È tramite questo foro che si fissa la lama alla sega. Puoi scegliere una lama con un diametro dell'alesaggio maggiore rispetto a quello della tua sega, a condizione di montarla con un anello adattatore e che il diametro dell'alesaggio sia almeno inferiore di 5 mm rispetto a quello della flangia che fissa la lama sull'albero. Questo ovviamente per delle ragioni di sicurezza.

Occorre scegliere una lama il cui diametro non superi il diametro massimo delle lame che si possono montare sulla tua sega circolare. Scegliere una lama leggermente più piccola non è pericoloso, avrai semplicemente una profondità massimale di taglio minore. In caso di dubbio, leggi le istruzioni della tua sega o verifica le sue dimensioni sulla lama già montata. 

Il numero di denti di una lama di sega circolare


Una lama ha dei denti che servono a tagliare. Una lama con dei grossi denti spaziati consente di tagliare della legna lungovena. Si tratta di tagliare del legno massello nel senso delle venature. La grande spaziatura tra i denti permette la veloce evacuazione dei trucioli.  

Al contrario, dei denti più piccoli permettono una migliore finitura, in particolare quando si eseguono tagli trasversali rispetto alle fibre. In questo caso è chiaro che la velocità di taglio sarà minore.  

Ciò che bisogna capire è che non è tanto il numero dei denti che conta, quanto il passo, ossia la distanza tra due denti consecutivi. Una lama da 130 mm che ha 24 denti ha un passo equivalente a una lama da 260 mm con 48 denti. In linea generale, è sempre precisato per ogni lama se è una lama da sgrosso, da finitura o universale.

Le lame di sega circolare per diversi utilizzi: tipo di denti e angolo d'attacco

Non conta solo il numero dei denti e il passo, ne esistono di diverse forme per diversi utilizzi.

Denti a smusso alternati 


I denti a smusso alternati presentano una smussatura, alternativamente a destra e a sinistra: sono delle lame comuni e multiuso. Sgrosso e finitura del legno, nonché pannelli.

Dentatura ad angolo d'attacco negativo


Si tratta di lame realizzate per essere montate su delle seghe radiali o su delle troncatrici. Le placchette di carburo sono orientate all'indietro per alleviare lo sforzo di taglio. Perciò il rischio di proiezione del pezzo durante l'attacco diminuisce mentre aumenta la sicurezza. 

Dentatura alternata dritta e trapezioidale

Dei denti dritti e dei denti la cui faccia superiore è sia smussata a destra che a sinistra si susseguono su tutta la lama.

I denti trapezoidali delineano il taglio mentre i denti dritti lo finiscono.

Per finire, un angolo d'attacco ridotto diminuisce la lacerazione delle fibre. Tutte queste caratteristiche le rendono delle lame destinate alla finitura.

Dentatura tagliachiodi 


Il legname di recupero o di cantiere può contenere dei residui duri come chiodi o pietrisco che potrebbero rompere una lama classica. I denti di queste lame speciali sono meno larghi e di un carburo più flessibile che assorbe gli urti. Puoi iniziare a recuperare dei pallet!

Dentatura anti-proiezione


Un talloncino situato dietro al dente impedisce alla lama di essere troppo golosa limitando la quantità di materiale asportato da ogni dente. Altrimenti si potrebbe correre il rischio di una proiezione del pezzo che potrebbe essere molto pericolosa. Si ritrova questo tipo di dentatura sulle lame con un passo importante.

Lame HSS o lame a placchette di carburo

Lame HSS o acciaio super rapido



Sono poco costose e sono facili da affilare - per fortuna, dato che hanno la tendenza a perdere il filo.
Da utilizzare per i legni masselli. Sempre meno comuni sulle seghe circolari, si ritrovano spesso delle lame in acciaio da 600 mm sulle seghe per tronchi, per fare legna da ardere.

Lame a placchette di carburo


Le placchette di carburo hanno una resistenza 50 volte superiore rispetto ad una lama equivalente in acciaio. Si tratta perciò di una scelta ideale per il legname duro o contenente delle grandi quantità di colle che smussano velocemente il filo delle lame in acciaio. Sono in effetti molto utili per agglomerati, MDF e compensato. La sua affilatura tuttavia è più complicata.   

Il carburo di tungsteno è più economico del carburo e meno resistente – in funzione dello spessore.

Lame di sega per materiali non ferrosi e plastica


I materiali come le plastiche, i metalli non ferrosi e le leghe leggere non possono essere tagliati con una lama qualsiasi.

Spesso la lama è in acciaio temperato ed è munita di numerosi denti di carburo di tungsteno per un taglio preciso.

La lama è ad angolo d'attacco negativo per minimizzare il pericolo di proiezioni.

In genere queste lame sono definite lame multi-materiale.

5 punti da non sbagliare nella scelta della lama di sega circolare

  1. Verifica le caratteristiche della tua sega. Una volta che ne conoscerai diametro e alesaggio come le tue tasche, ti resta da scegliere una lama adatta per l'uso che vuoi farne.
  2. Se le seghe per tronchi e le troncatrici necessitano di lame particolari, per la tua sega circolare portatile dovrai scegliere le lame più adatte al tuo utilizzo, cercando di arrivare al miglior compromesso tra rapidità di esecuzione e qualità della finitura.
  3. L'utilizzo al quale è destinata la lama è spesso indicato dal fabbricante, permettendoti così di scegliere più velocemente e di concentrarti solo sul passo e sul tipo di denti.
  4. Le lame universali rappresentano un buon compromesso tra velocità e finitura se non utilizzi in modo intensivo la tua sega circolare.
  5. A volte ci si perde con i loghi e le abbreviazioni, per fare la giusta scelta considera dunque le raccomandazioni del fabbricante, il materiale delle placchette e il loro tipo.
Hai trovato questa guida utile? Si
1 giudizi utili
Guida scritta da:

Gianfrancesco, Tuttofare & programmatore informatico 61 guide écrits

Gianfrancesco, Tuttofare & programmatore informatico
Interessato fin dall'infanzia ai lavori manuali e alla tecnologia e da sempre affascinato dal mondo del fai da te e della lavorazione del legno, ho colto l'accasione dell'acquisto della nuova casa per fare tanti lavori manuali. Decorazione (ovviamente con l'aiuto di mia moglie), creazione di mobili per la stanza di mio figlio... mi sono dato da fare!

Per mancanza di spazio, non ho uno studio fisso dove fare i miei lavori e dove posizionare tutti gli attrezzi dei miei sogni.
Conosco molto del mondo del fai da te e per questo spero di potervi guidare nella scelta dei vostri prodotti.

I prodotti collegati a questa guida