Come scegliere la perforatrice?

Come scegliere la perforatrice?

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Strumento robusto per fare grandi fori, la perforatrice è progettata per forare il calcestruzzo e la roccia. A seconda del materiale che bisogna forare, potete scegliere tra una perforatrice termica o una perforatrice elettrica.

Scegli la tua perforatrice

Che cosa è una perforatrice?

In acciaio o in metallo ad alta resistenza, la perforatrice crea fori facilmente e in modo pulito su diversi tipi di supporti come il calcestruzzo, la pietra, il cemento... questa tecnica si chiama perforazione a diamante. Questa è una tecnica ad alta precisione!

Che cos’è la perforazione a diamante?

La perforazione a diamante si effettua grazie ad una punta diamantata presente sulla perforatrice. È grazie a questa punta che si riesce a percepire la sensazione di facilità e robustezza. La tecnica della perforazione a diamante realizza un lavoro di qualità superiore rispetto a quello che si otterrebbe utilizzando un martello demolitore o una perforatrice classica. Questa tecnica permette di procedere a perforazioni fino a 1000 mm di profondità.

A cosa serve una perforatrice?

La perforatrice serve a:

-          Realizzare aperture – per posizionare scatole elettriche, sistemare strumenti di climatizzazione

-          Realizzare il passaggio di tubature

-          Prelevare campioni di roccia per studiarli a livello geologico.

E poi ci sono tanti altri motivi per utilizzare una perforatrice!

Quali sono i vantaggi di una perforatrice a diamante?

La perforatrice a diamante ha tanti vantaggi:

-          Vibrazioni ridotte

-          Niente polvere

-          Non è rumorosa

Inoltre la perforatrice a diamante ha anche la capacità di fare fori più grandi e più precisi! Si tratta di precisione al millimetro!

Quali sono i diversi tipi di perforatrici?

Esistono tre tipi di perforatrici:

-          La perforatrice da fissare imperativamente

-          La perforatrice portatile – utilizzata per fare fori di piccole dimensioni

-          La perforatrice per tagliare – è la sola perforatrice che è dotata di un motore termico, è normalmente utilizzata all’esterno per dei lavori di risanamento.

Perchè esistono la perforatrice a secco e la perforatrice ad acqua?

L’acqua raffredda qualsiasi azione di perforazione ed elimina la possibilità che si sollevino le polveri. La perforatrice a secco è consigliata per i lavori d’interno, dove è possibile poi utilizzare un aspiratore per eliminare la polvere prodotta. Per tutte le opere esterne e di grandi dimensioni, è consigliata la perforatrice ad acqua.

Quali sono i criteri per scegliere la perforatrice?


Bisogna considerare tre criteri per scegliere una perforatrice: la frequenza dell’utilizzo, il luogo di utilizzo e la profondità della perforazione.

-          Uso intesivo: privilegiate una perforatrice a colonne per una frequenza d’utilizzo intensa e/o per un diametro di perforazione superiore a 182 mm. Al contrario usare un perforatrice portatile basica.

-          Uso interno: privilegiate l’uso di una trivella a secco per evitare poi di dover ripulire la polvere sparsa ovunque!

-          Profondità: scegliete una perforatrice potente per efffettuare fori profondi: almeno da 4000W

Si puo fissare una perforatrice?

Si e spesso è consigliato! Esistono diverse modalità per fissare una perforatrice: attraverso dei ganci, con delle ventose o con una base. Seguite la guida!

-          Ganci: consigliato per una foratura perfetta e precisa, verticale o orizzontale in modo che la perforatrice sia perfettamente stabile;

-          Ventose: si utilizza quando non si possono utilizzare i ganci. Attraverso la ventosa è possibile fissare la perforatrice sulla superfice di lavoro, meglio se liscia e non porosa;

-          Base: normalmente fatta in alluminio, permette di utilizzare la perforatrice senza bisogno di fissarla

La manutenzione?

Innanzitutto bisogna sapere che la parte più importante di una perforatrice è il motore. La punta perforatrice deve essere pulita dopo l’uso. Inoltre è importante anche la lubrificazione delle varie parti della trivella.

Un ultimo consiglio

È molto consigliato l’utilizzo di una perforatrice ad acqua se le condizioni lo permettono. La perforazione ad acqua infatti permette il raffreddimento della trivella stessa ed elimina i resti del materiale perforato: questo fa si che la perforatrice sia utilizzabile per più tempo! Inoltre è consigliato utilizzare dispositivi di protezione durante l’utilizzo di una perforatrice, come occhiali, guanti, cuffie anti rumore e scarpe di sicurezza.

Scegli la tua perforatrice

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida