Come scegliere  un'amaca

Come scegliere un'amaca

Giulia, Decoratrice d'interni

Guida scritta da:

Giulia, Decoratrice d'interni

40 guide

Realizzata in tela o in rete di corde, può ripiegarsi in una comoda sacca per essere trasportata in viaggio o può avere addirittura l'aspetto di una sedia. Ecco i nostri consigli per scegliere l'amaca, tra diversi materiali e varie misure.

Caratteristiche importanti

  • Materiali
  • Dimensioni
  • Modelli
  • Accessori
  • Manutenzione
Scopri le nostre amache!

La scelta dell'amaca in funzione dell'uso


alt

Hai voglia di un'amaca di facile utilizzo e manutenzione? Scegli un'amaca in tela, lavabile in lavatrice, dove potrai anche raggomitolarti per ripararti dal vento e dal fresco.

Desideri invece un'amaca decorativa? L'amaca con barre, che impediscono alla tela di piegarsi, è la scelta giusta per te, anche se potrebbe risultare leggermente instabile.

Vivi in una zona dal clima caldo e/o desideri un'amaca tradizionale e traspirante? Scegli un'amaca in rete, meno decorativa ma elasticizzata e molto più confortevole di quanto non immagini.

Hai uno spirito avventuriero? L'amaca da viaggio in tela di paracadute è leggera e facile da riporre nella sua tasca, per accompagnarti ovunque.

Preferisci la posizione seduta? L'amaca a sedia, che si avvolge attorno al corpo creando una sorta di bozzolo, è quella che fa per te.

Più sei alto, più l'amaca dovrà essere spaziosa, poiché è pratico allungarsi in diagonale piuttosto che nel senso della lunghezza (fanno eccezione i modelli a barre). Esistono anche delle amache per due persone, ma prima di utilizzarle controlla sempre il carico massimo che possono reggere.

L'amaca generalmente viene appesa grazie a delle corde annodate a due tronchi d'albero. Se invece non hai alberi in giardino, esistono delle strutture autoportanti che ti consentiranno di installarla ovunque desideri, che sia in balcone o in terrazza.

I materiali dell'amaca

L'amaca può essere costituita da diverse corde o tele, che ne garantiscono la resistenza e ne facilitano la manutenzione.

Amaca in cotone


alt

Il cotone è il materiale attualmente più utilizzato per la tela. Alcuni tipi di cotone provengono anche da coltivazioni biologiche. Il cotone serve anche per la realizzazione di amache in rete.

Si tratta di un materiale morbido al tatto, traspirante e assorbente, ma anche molto resistente. È inoltre disponibile in tanti colori e non richiede cure particolari.L'amaca in cotone è anche soggetta a muffe perché impiega diverso tempo ad asciugare. Nel corso del tempo potrebbe poi scolorire se non ha subito trattamenti per resistere ai raggi ultravioletti.

Amaca in nylon


alt

Il nylon è il materiale utilizzato per la tela delle amache da viaggio, le famose tele per paracadute, ma serve anche per realizzare alcune amache in rete. Questo tessuto sintetico è morbido, leggero e molto sottile, per questo l'amaca in nylon, una volta ripiegata, occupa poco spazio.È resistente, soffice al tatto e traspirante e, grazie al basso potere assorbente, si asciuga molto rapidamente.

Amaca in poliestere


alt

Il poliestere è un altro tessuto sintetico elastico, resistente all'acqua, alla muffa e ai raggi ultravioletti. L'amaca in tela di poliestere è ideale per chi desidera lasciarla appesa all'esterno per tutta la stagione estiva.

Alcune tele per amaca sono realizzate in misto cotone e poliestere, che coniuga i vantaggi di entrambi materiali.

Le dimensioni dell'amaca e il carico ammissibile

Dimensioni molto varie


alt

Le amache per una persona hanno dimensioni che variano in media da 100 a 140 cm di larghezza, mentre le amache per due persone possono arrivare anche a 190 cm. Questa è quindi la dimensione ideale per due persone, ma anche se sei alto più di 1,85 m. poiché dovresti allungarti in diagonale. Esistono anche amache multiple, con dimensioni ultra larghe.

Nel caso di un'amaca a sedia, la lunghezza del tessuto va da 100 a oltre 160 cm. Se le amache più piccole ti consentono soltanto di sederti con le gambe a penzoloni, a partire da 140 cm questi modelli garantiscono un miglior supporto per la schiena e per la testa, mentre da 160 cm in su potresti perfino raggomitolarti.

Il carico ammissibile


alt

A seconda della dimensione e del materiale, l'amaca è in grado di reggere un peso compreso tra 80 e 250 kg per i modelli di grandi dimensioni. Attenzione, questo valore è da considerarsi statico, non è la stessa cosa se ti lanci a peso morto sull'amaca (carico dinamico).

Scopri il catalogo ManoMano
Amaca

Amaca sospesa o su supporto


alt

Sospesa o su supporto, tutto dipende dalle possibilità di fissaggio che hai a disposizione.

L'amaca classica viene fissata fra due alberi, sempre alla stessa altezza ai due lati, mentre l'amaca a sedia può essere appesa ad un ramo, ad una pergola e, tramite tasselli e moschettoni, anche a una trave, perfino all'interno.

Se non hai nessun punto per appendere l'amaca, esistono strutture autoportanti realizzate in legno o in metallo.

Prendersi cura dell'amaca


alt

La maggior parte delle amache, fatta eccezione per i modelli a barre, può essere lavata in lavatrice a 30 °C al massimo o a freddo, a seconda del materiale della tela. Diversamente, in caso di macchie, dovrai lavarla a mano con un sapone delicato. Appendila poi all'esterno per farla asciugare in modo naturale, evitando che si formino delle pieghe.

È preferibile riporre l'amaca in un ambiente asciutto durante la notte e nella stagione invernale.

Gli accessori dell'amaca

Zanzariera


alt

L'amaca di per sé costituisce una protezione contro gli insetti rampicanti, ma può anche essere integrata da zanzariera (eventualmente impregnata con un prodotto repellente), per proteggerti da zanzare, ragni ecc.

Riparo per l'amaca


alt

Si tratta di una tela appesa sopra l'amaca che forma una sorta di tetto pensato per offrire riparo dalle intemperie.

Scopri le nostre amache!

Guida scritta da:

Giulia, Decoratrice d'interni, 40 guide

Giulia, Decoratrice d'interni

Dopo anni passati a trasformare oggetti, immaginare, disegnare, dipingere, ho deciso di convertire la mia passione in un lavoro. Dal 2006, tra Firenze e Siena, accompagno le persone nella realizzazione di progetti di ristrutturazioni o di nuove costruzioni. La mia esperienza e la mia curiosità mi spingono a ricercare sempre soluzioni innovative per me stessa e per i miei clienti. Vivere con la propria passione significa trasformare e modellare continuamente gli spazi anche a casa propria, per la grande gioia della mia piccola famiglia che approfitta dei miei suggerimenti e delle mie creazioni! Ed ora vorrei condividere con voi i miei consigli, per cercare di trasmettervi la mia passione e aiutarvi in tutti i vostri progetti!

I prodotti collegati a questa guida