Come scegliere un attrezzo per modellare?

Come scegliere un attrezzo per modellare?

Anita, intarsiatrice, Certaldo

Guida scritta da:

Anita, intarsiatrice, Certaldo

10 guide

Gli strumenti per modellare sono parecchi: brocce e bulini sono complici del muratore, scalpelli e cacciachiodi alleati del falegname, cacciatoie e punteruoli i compagni del meccanico mentre i timbri per stampa fanno felice il fabbro! Alle tue mazze e mazzette!

Caratteristiche importanti

  • Brocce
  • Bulini
  • Cacciachiodi
  • Cacciatoie
  • Punteruoli
  • Scalpelli
  • Lettere e numeri da stampa
  • Fustella
  • Punzoni per castoni
Scopri i nostri strumenti per modellare!

Cos'è uno strumento per modellare?


null

Che tu abbia un vecchio pavimento piastrellato da spianare o che tu sia un appassionato di scultura sul legno, avrai sempre bisogno di un utensile per modellare. Molto pratico, sia per marcare o togliere della materia (legno, pietra, PVC, ecc.) che per rimuovere piccoli elementi (copiglie, assi, ecc.), gli utensili per modellare ti facilitano l'operazione in molte situazioni! Può trattarsi di un utensile manuale (si batte sopra con un martello o una mazzetta), o fisso a un apparecchio elettrico (martello perforatore). In sostanza, gli utensili per modellare vengono usati per:

  • marcare la materia (contrassegnare con lettere, punti, ecc) in un materiale, si parla quindi di timbri o punzoni;
  • rimuovere degli elementi come delle copiglie o degli assi, si usa una cacciatoia o, al contrario, per piantare dei chiodi senza segnare il legno, si usa un cacciaspine;
  • incastonare elementi metallici come dei rivetti, il punzone (tubo metallico scelto in base al diametro del rivetto) si mette sulla parte senza testa e una volta colpita, incastona il tutto - schiaccia la testa per formare un orlo.
Scopri il catalogo ManoMano
Scalpelli per legno

Quali strumenti si usano per marcare la materia?


null

Vuoi scrivere la data di costruzione sul nuova costruzione di legno? Esistono dei timbri da stampa (numeri, lettere, simboli) di tutti i tipi. L'elemento è di metallo e collegato a un manico sul quale si da un bel colpo per marcare il legno o il metallo di alcuni millimetri - in base alla tua forza!

Forse vuoi semplicemente segnare dei punti sulla lastra di rame per posizionare bene i buchi da forare? Utilizza allora un punteruolo; specie di punzone con l'estremità conica sul quale si colpisce che ti permetterà di individuare facilmente i marchi a colpo d'occhio!

E se ho bisogno di rimuovere una spina o cacciare una punta?


null

Nessun problema, usa un cacciaspine! Questo strumento lungo in acciaio possiede un manico seguito da un cilindro - il diametro e la lunghezza si devono scegliere in base alla misura della spina da cacciare.Per quanto riguarda l'utilizzo, la si mette contro l'estremità della spina e si colpisce col martello!

Al contrario, vuoi affondare le teste delle punte che spuntano dal tavolato perché temevi di rovinarlo colpendo come un matto? Perfetto, opta per la cacciatoia!Sembra un cacciaspine ma il cilindro è conico e permette una forza di colpo maggiore su poca superficie. Il modello si sceglie in base alle teste delle punte. Per la cronaca, una bella gamma di diametri è sempre apprezzabile per lavori multipli!

E se devo togliere la materia?


null

In relazione al legno, utilizzi uno scalpello per togliere materia. Col suo manico e il piatto affilato in bisellatura (in acciaio temprato), questo utensile va usato nel verso del legno per un taglio preciso.

Le fustelle permettono di togliere una parte di materia predefinita - generalmente rotonda - su un materiale morbido come il cuoio.

In materia di cemento o pietra, opta per un bulino - molte larghezze disponibili. Da usare con un martello o fissare su un perforatore, i bulini e altre brocce (strumenti appuntiti, o a gola ovvero incurvati) saranno la tua forza di colpo!

Scopri il catalogo ManoMano
Perforatore

E per assemblare dei rivetti allora?

Niente panico, i punzoni per castoni sono lì per aiutart!

Questo strumento metallico e cilindrico, cavo da una parte, si utilizza così: metti il rivetto sulla superficie dura (tipo marmo o acciaio), si inserisce il materiale da chiodare, si mette il punzone sopra l'asta del rivetto e si colpisce bene per formare la chiodatura! Un po' lo stesso per le pinze per bottoni a pressione: tra lo strumento a forma di U di cui ogni estremità accoglie un elemento del bottone, si mette il materiale da "abbottonare" (di tessuto generalmente) e si colpisce forte per assemblare i due pezzi.

Cosa differenzia la qualità degli utensili tra di loro?


null

La qualità della lega è la risposta alla tua domanda.Che sia per uno scalpello, una fustella o un cacciaspine, il metallo usato deve rispondere ai bisogni del suo utilizzo e quindi non deformarsi, rompersi o perdere troppo facilmente l'efficacia del taglio. Le leghe utilizzate variano da un fabbricante all'altro e, anche se si tratta di un argomento elementare, il prezzo dell'utensile è indice di qualità.

I prodotti di bassa gamma sono generalmente di acciaio cromo vanadio, altre leghe di migliore fattura godono di trattamenti termici specifici e/o di un migliore assorbimento dei colpi, altre ancora sono antideflagranti e/o munite di un'impugnature ergonomica per una buona presa di mano.

Perché tanti utensili diversi?

Per altrettante possibilità!

Dalla semplice marcatura su un pezzo di legno, passando per la rimozione di materia, glii utensili per modellare sono multipli e adatti a ogni tipo di lavoro.

Sceglilo in base al materiale e al lavoro da effettuare in base ai consigli dati prima. Non temere di optare per utensili da fissare su macchine se devi fare lavori di lunga durata, soprattutto nel caso di rimozioni di materia.

Non ti resta che modellare!

Scopri i nostri strumenti per modellare!

Guida scritta da:

Anita, intarsiatrice, Certaldo, 10 guide

Anita, intarsiatrice, Certaldo

Dedita al bricolage sin dall’infanzia, sono sempre stata un’appassionata di nuovi attrezzi e altri piccoli macchinari molto utili! Sempre curiosa delle novità riguardanti utensili e materiali, mi interesso da vicino a costruzioni di ogni tipo. La mia esperienza professionale in quanto artigiana intarsiatrice (ok suona meglio al maschile ma possiamo sempre accordarla!) mi permette di praticare un materiale nobile e allo stesso tempo comune: il legno. Circondata da carpentieri e altri costruttori, sono continuamente in contatto con professionisti e dilettanti di costruzioni in legno, ma anche di produzioni varie! Essendo io stessa appassionata di giardinaggio, mi piace anche coltivare l’orto e inutile dirvi che l’estate si conclude all’insegna minestrone! Allora con queste due passioni, spero con piacere di poter rispondere alle vostra domande!

I prodotti collegati a questa guida