Come scegliere un deumidificatore

Come scegliere un deumidificatore

Anna, Imbianchina dalla Liguria

Guida scritta da:

Anna, Imbianchina dalla Liguria

28 guide

Per risolvere il problema della condensa nelle case è utile un deumidificatore, un apparecchio in grado di ridurre il tasso di umidità. A condensazione o ad assorbimento, compatto ed economico, si sceglie in base alla portata, alla superficie della stanza e alla capacità di estrazione. La nostra guida all'acquisto!

Caratteristiche importanti

  • A condensazione
  • Ad assorbimento
  • Portata
  • Capacità di estrazione
  • Volume dell'ambiente
  • Tasso igrometrico
Scopri i nostri deumidificatori!

Cos'è un deumidificatore


alt

L'umidità è necessaria per il nostro comfort ma deve essere moderata. In effetti un tasso di umidità troppo elevato può favorire la comparsa di muffe sui soffitti, sulle pareti, sui mobili e può addirittura causare lo scollamento della carta da parati. Un alto tasso di umidità può anche provocare problemi di salute - asma, tosse, reumatismi, ecc.

Certe stanze, come la cucina o il bagno, sono le più esposte ad un umidità elevata - vapori della cucina, asciugatrice, ecc. Il deumidificatore è la soluzione ideale per far fronte a questo problema! Semplice, efficace ed economico, permette di deumidificare l'aria nell'ambiente per renderla sana!

Il deumidificatore può essere utilizzato anche per velocizzare l'asciugatura di una stanza durante i lavori d’imbiancatura, d’intonacatura ecc., o dopo un danno da allagamento, o per risanare le intercapedini, ma anche semplicemente per risparmiare energia - riscaldare aria umida richiede più energia che riscaldare aria secca.

Quali sono i diversi tipi di deumidificatori

Si distinguono due modelli principali di deumidificatori: i deumidificatori a condensazione e i deumidificatori ad assorbimento (o essiccativi).

Deumidificatore a condensazione o deumidificatore a compressore 


alt

Efficace, compatto e portatile (dotato di rotelle), è il più diffuso dei deumidificatori per uso domestico. Un ventilatore aspira l'aria umida e la invia verso un condensatoreaserpentina raffreddato da un gas frigorigeno compresso da un compressore. L'aria viene raffreddata e l'acqua condensa in un serbatoio. L'aria asciutta è poi riscaldata e reimmessa nella stanza.

Deumidificatore ad assorbimento o essiccativo 


alt

Questo deumidificatore utilizza una ventola che invia l'aria verso del silicagel (gel di silice) le cui proprietà di assorbimento dell'umidità sono conosciute. Silenzioso, economico ed ecologico, è tuttavia poco utilizzato negli ambienti domestici.Per un utilizzo normale, 20°C e 70% di umidità, i deumidificatori silicagel lavorano meglio dei deumidificatori a condensazione che invece sono generalmente testati dai costruttori in condizioni di umidità estrema cioè 30°C e 80% di umidità.

Scopri il catalogo ManoMano
Deumidificatori

Deumidificatore: che cos'è un assorbitore di umidità


alt

Un assorbitore di umidità ha, in un certo senso, lo stesso principio di funzionamento del deumidificatore ad assorbimento, ma non necessita di alcuna installazione, né di collegamento elettrico.Si tratta di un contenitore in plastica (di diversi formati) contenente del silicagel in una bustina che assorbe l'umidità e la trasforma in acqua che viene poi raccolta nel serbatoio.

Pratico ed economico, la durata di un assorbitore di umidità è tuttavia limitata (circa 2 mesi di autonomia) e inoltre è necessario pulire frequentemente il contenitore.Inoltre l'assorbitore di umidità si può utilizzare solo per superfici piccole che hanno un basso tenore di umidità da trattare.

Le caratteristiche principali di un deumidificatore


alt

Prima di pensare alle caratteristiche del deumidificatore, occorre stabilire quali sono le tue necessità. Per questo devi determinare:

  • il volume e la superficie della stanza da trattare;
  • il tasso di umidità rilevato;
  • la temperatura della stanza da riscaldare, più la stanza è fredda, più deve essere elevata l'efficacia del deumidificatore;
  • la fonte di umidità del locale da trattare, come promemoria la capacità di un deumidificatore deve essere superiore alla quantità d'acqua prodotta dalla stanza. Esempio: un locale con una piscina deve avere un tasso di evaporazione inferiore alla capacità del deumidificatore.

Una volta stabilite le tue necessità, devi valutare la portata d'aria, la capacità di estrazione, la superficie consigliata d’utilizzo, il tipo di igrostato ed il livello sonoro. Dovranno poi essere considerate altre caratteristiche secondarie come il design, la maneggevolezza e le diverse funzionalità.

Portata d'aria

La portata d'aria è la caratteristica essenziale da tenere in considerazione! È la quantità di aria umida (in m3) che il deumidificatore è capace di trattare in un determinato periodo (all'ora o al minuto). Più è elevata, più è efficace. La portata d'aria determina la capacità di rinnovamento dell'aria da parte dell'apparecchio.

Capacità di estrazione

La capacità di estrazione rappresenta la quantità d'acqua misurata in litri che il tuo deumidificatore è in grado di estrarre in un determinato periodo (1 ora o 1 giorno). Calcola una capacità di estrazione da 5 a 30 litri/giorno per un uso domestico per una stanza umida di volume medio.

Superficie consigliata di utilizzo

La superficie consigliata di utilizzo è la superficie in m2 che il deumidificatore è in grado di trattare. Più la superficie della tua stanza è grande, più questo valore deve essere alto; può anche essere espresso in m3, corrispondenti al volume della stanza.

Igrostato


alt

L'igrostato o regolatore di umidità può essere manuale o automatico ed è il dispositivo che permette di regolare il tasso di umidità desiderato - ricorda, il tasso di umidità ideale per l'interno di un’abitazione deve essere compreso tra 45 e 60%.

Livello sonoro

Il livello sonoro non deve essere trascurato! Un buon deumidificatore è un apparecchio che sa farsi dimenticare. Da questo punto di vista il deumidificatore ad assorbimento vince la sfida: più silenzioso, emette comunque un rumore, ma più lieve rispetto al deumidificatore a compressore; la portata d’aria determina il livello sonoro (più è elevata, più l'apparecchio è rumoroso). Cerca dunque di trovare il miglior compromesso tra efficacia e decibel!

Design


alt

Il design non è una caratteristica essenziale, ciononostante se si può avere un apparecchio bello o estetico è meglio!

Maneggevolezza

Anche se il tuo deumidificatore non è pensato per essere spostato spesso, la maneggevolezza è comunque apprezzabile! Sono da preferire i deumidificatori su rotelle perché l'utilizzo del deumidificatore da una stanza all'altra sarà più agevole.

Funzioni optional

Sono disponibili, a seconda del modello, diversi optional come la scelta di più velocità o un programmatore che ti permette di spegnere l'apparecchio durante la notte o di accenderlo quando vuoi.

Deumidificatore: consigli prima dell'installazione

Un deumidificatore deve essere soprattutto efficace, affidabile e intelligente ma oggi hai la possibilità di scegliere tra modelli che non trascurano compattezza, silenziosità ed eleganza!

Gli assorbitori di umidità possono rappresentare una soluzione economica nel caso di ambienti a basso tasso di umidità o di volume limitato.Il deumidificatore è un rimedio efficace contro l'umidità tuttavia non dimenticare anche gli altri sistemi a disposizione per contribuire a ridurre il tasso di umidità (pitture anti-umido, isolamento termico, riscaldamento, aerazione dei locali umidi, cappa aspirante, ecc.).

Scopri i nostri deumidificatori!

Guida scritta da:

Anna, Imbianchina dalla Liguria, 28 guide

Anna, Imbianchina dalla Liguria

Dopo otto anni nel commercio, svolta professionale: mi formo al mestiere di Imbianchina, opzione Moquettista, con dei compagni di 16 anni! 9 mesi dopo, col diploma professionale, l’iscrizione all’Albo degli artigiani e il marchio di Artigiano in tasca, creavo la mia impresa! E da allora, non mi stacco più dai pennelli! Autodidatta, appassionata di bricolage e decorazione, adoro l’antiquariato, restaurare mobili, creare elementi decorativi insoliti! Dopo il completo restauro della casa di mia sorella, quest’estate, rieccoci con mia nipote: elettricità, rifinitura, pavimento, cartongesso… Ci siamo cimentate in tutte le categorie di mestieri! E se oggi posso condividere con voi la mia esperienza, ne sono felice! Una barzelletta per soli intenditori di bricolage: “Cosa deve avere sempre addosso un vecchio clown, riconvertito in tuttofare? Humour a palette!” Buon bricolage!

I prodotti collegati a questa guida