Come scegliere un martello demolitore

Come scegliere un martello demolitore

Antonio, ricercatore-tuttofare, Veneto

Guida scritta da:

Antonio, ricercatore-tuttofare, Veneto

15 guide

Spesso quando si ristruttura si deve demolire prima di costruire: è la parte più divertente del lavoro! Per risparmiare tempo in cantiere, il martello demolitore è l'arma ideale per rompere cemento, mattoni e pietre. Meglio pneumatico, a scoppio o elettrico? Appassionati di demolizione, al lavoro!

Caratteristiche importanti

  • Potenza
  • Velocità di percussione
  • Peso
  • Elettrico
  • A scoppio
  • Pneumatico
Scopri i nostri martelli demolitori!

Cos'è un martello demolitore e a cosa serve


alt

Un martello demolitore è un utensile che offre un sistema di scalpellatura con una forte potenza di percussione in grado di demolire vari materiali con un minimo sforzo. In parole povere combina l'azione di una mazza e di uno scalpello. Viene utilizzato in diversi ambiti:

  • grossi lavori negli edifici, per demolire solette di cemento o muri, o per realizzare tracce nei muri;
  • lavori pubblici, per demolire e scavare il manto stradale;
  • scultura e intaglio della pietra, per chi è dedito all'arte;
  • estrazione mineraria e cave.

Per il modo in cui sono progettati sono più performanti a parità di potenza rispetto ad un perforatore con funzione di demolitore, ed offrono anche una migliore precisione e maneggevolezza.

Questo utensile è provvisto di impugnature ed è costituito da un corpo cilindrico munito di un pistone in grado di martellare ad alta velocità e con grande potenza. Il pistone può essere equipaggiato con diversi utensili per adattarsi alle tue necessità: scalpelli a punta, scalpelli piatti e scalpelli a spatola.

La scelta del martello demolitore dipende dall'uso, dal materiale da demolire e dalla frequenza di utilizzo.

Le principali caratteristiche da considerare per la scelta sono lavelocità di percussione - in colpi al minuto - e la potenza di percussione - misurata in Joule.

Una velocità di percussione da 1400 a 1800 colpi al minuto è un buon compromesso per la maggior parte dei lavori comuni. Per quanto riguarda la potenza di percussione, dipende dal peso dell'attrezzo: più è pesante, più picchia forte. Basta guardare i diversi tipi di martello: i modelli più piccoli sono maneggevoli e precisi, mentre quelli più grossi permettono di colpire con forza per demolire. Si tratta dello stesso principio, devi scegliere il tuo attrezzo in base al lavoro che devi fare. Per dirla in parole povere, i martelli demolitori sono classificati in base al loro peso (in kg).

Scopri il catalogo ManoMano
Scalpello
Scopri il catalogo ManoMano
Scalpello
Scopri il catalogo ManoMano
Scalpello

I diversi tipi di martelli demolitori disponibili sul mercato

Il bello dei martelli demolitori è che le loro dimensioni vanno di pari passo con la potenza e la capacità di demolire.

Possiamo distinguere tre grandi categorie: pneumatici, a scoppio o elettrici.

Martello demolitore pneumatico


alt

I modelli pneumatici sono i più potenti, ma molto spesso anche i più pesanti. Li chiamiamo pneumatici poiché funzionano grazie ad un compressore d'aria. È in effetti il compressore che fornisce l'aria che aziona il pistone. Il loro utilizzo è riservato ai lavori più grossi e ai lavori pubblici... in pratica per i professionisti. Gli scultori e gli scalpellini però ne utilizzano dei modelli più piccoli e maneggevoli; perciò se anche tu ti senti un po' Canova, questi modelli possono aiutarti nella tua arte. Maggiore è la potenza del modello scelto, maggiore sarà di conseguenza il flusso d'aria necessario per azionarlo, che richiederà quindi, un compressore in grado di erogarlo. Ecco perché aumentando la potenza del martello pneumatico, aumentano anche i costi in modo esponenziale. Sono ottimi utensili in grado di funzionare senza interruzione (acqua, temperatura…) fino a quando il compressore li alimenta.

Martello demolitore a scoppio


alt

I modelli a scoppio vengono principalmente utilizzati per i lavori pubblici. Sono molto pesanti e rumorosi anche senza percussione a causa del motore che aziona il pistone. Ovviamente il loro motore a scoppio richiede manutenzione. Per via dei gas di scarico possono essere utilizzati solo all'aperto

Martello demolitore elettrico


alt

I modelli elettrici sono i più diffusi e versatili. Sia che tu debba rompere il tuo vecchio caminetto o trasformare una finestra in una porta a vetri scorrevole, c'è di sicuro il modello che fa per te. In questi modelli il pistone è azionato da un motore elettrico simile a quello di un trapano. Ma attenzione, non bisogna utilizzare i martelli demolitori elettrici in ambienti umidi o bagnati.

Scopri il catalogo ManoMano
Motore elettrico

La potenza necessaria secondo l'uso


alt

È un po' come scegliere un'automobile! Se vuoi qualcosa di pratico, che puoi portare dovunque e leggero, scegli un modello che associ leggerezza e praticità. Un modello fino a 5 kg è sufficientemente potente e leggero per i piccoli lavori di impiantistica o per togliere le piastrelle dalle pareti del bagno.

Se tuttavia hai intenzione di rompere dei muri in cemento armato o di rompere una lastra, dovrai scegliere un modello dalle dimensioni maggiori in grado di erogare una potenza di percussione che può arrivare fino a 20 kg.

Per finire, se in preda al furore decidi di distruggere una strada o se sei il proprietario di una cava di granito, scegli un modello pneumatico con una potenza superiore a 110 Joule. Per i più temerari sono disponibili anche delle escavatrici munite di martello demolitore. Si tratta di modelli utilizzati principalmente per demolire immobili, per il movimento terra o nelle miniere.

Gli accessori per il martello demolitore


alt

Per i modelli portatili, lo standard è l'SDS-Max. Con questo sistema di fissaggio un utensile di marca X può adattarsi su un martello demolitore di marca Y senza problemi. Una pratica valigetta per il trasporto viene inoltre fornita con diversi modelli; permette di trasportare non solo il martello demolitore ma anche alcuni accessori: punte, cavi, protezioni...

Per quanto riguarda gli utensili, hai una vastissima scelta: scalpelli, punte, spatole, palette... ce n'è per tutti i gusti, tutte le dimensioni e forme in base al lavoro che devi fare.

Scopri il catalogo ManoMano
Punte

Le precauzioni da prendere durante l'uso del martello demolitore

Le precauzioni sono indispensabili! Prima di tutto fai sempre attenzione alla presenza di umidità o di acqua se utilizzi un modello elettrico.

In base al materiale che devi demolire, si potrebbero produrre delle polveri o ti potrebbero arrivare addosso dei pezzi di materiale: è fondamentale quindi che tu ti protegga e protegga anche il cantiere: occhiali o maschere, mascherine antipolvere, segnaletica, protezioni per testa e udito... ma non solo, ti serviranno anche delle scarpe antinfortunistiche in grado di sopportare almeno il peso dell'attrezzo.

Come quando si pratica un foro su una parete, accertati che non passino cavi o tubature o almeno assicurati che la loroalimentazione (gas, elettricità, acqua) sia staccata.

A forza di demolire, alcune parti del martello demolitore possono raggiungere delle temperature molto superiori ai 100°C, cerca quindi di indossare l'apposito abbigliamento protettivo e dei guanti per evitare bruciature in caso di contatto con queste parti roventi.I martelli demolitorifanno moltorumore, ricorda perciò di indossare sempre le idonee protezioni acustiche (caschi, tappi…). Verifica inoltre in quali orari e giorni è permesso fare rumore.  Prima di abbattere un muro verifica sempre che non sia portante o che comunque la struttura sia puntellata in modo sufficiente da non caderti addosso, o da non cadere addosso a eventuali persone presenti.

Se vuoi saperne di più sugli attrezzi da cantiere, segui i nostri consigli e le nostre guide:

Scopri il catalogo ManoMano
Tappi

Scopri i nostri martelli demolitori!

Guida scritta da:

Antonio, ricercatore-tuttofare, Veneto, 15 guide

Antonio, ricercatore-tuttofare, Veneto

Di formazione chimico e autodidatta nel bricolage, lavoro nell’industria farmaceutica. In quanto giovane papà di 36 anni, faccio bricolage così come respiro: in poche parole, sono un tuttofare. Ho alle spalle già 5 cucine installate, un appartamento ristrutturato e un’estensione della casa. Per motivi economici, mia moglie ed io abbiamo scelto l’opzione tettoia chiusa per l’estensione della casa con struttura di legno; in 3 anni, ho fatto tutto: isolamento, pannelli di gesso, elettricità, rifinitura, imbiancatura, parquet, cabina armadio, sanitario, pavimento… insomma 60 m2 realizzati interamente solo con le mie mani. Per fortuna, ho la mia personale ARREDATRICE perché, come si dice: i gusti e i colori non si discutono… Madame ha sempre l’ultima parola. Il mio motto: buoni attrezzi, buoni prodotti e il 50 % del lavoro è fatto; il resto è solo pazienza e minuziosità. Mettetevi alla tastiera, i buoni consigli sono da questa parte!

I prodotti collegati a questa guida