Come scegliere un pavimento in laminato

Come scegliere un pavimento in laminato

Camilla, esperta in pavimentazioni, Amalfi

Guida scritta da:

Camilla, esperta in pavimentazioni, Amalfi

26 guide

Ampiamente diffusi grazie alla facilità di posa e al valore decorativo, i pavimenti in laminato sono disponibili in una grande varietà di modelli. Imitazione di legno, pietra o piastrelle, a plance larghe o strette. Classificazioni, formati e dimensioni, analizziamo le loro caratteristiche per fare la scelta giusta.

Caratteristiche importanti

  • Carta decorativa
  • Classificazione
  • Dimensioni e formato
  • Utilizzi
  • Posa e manutenzione
Scopri i nostri pavimenti in laminato!

Che cos'è un pavimento in laminato


alt

I pavimenti in laminato sono nati intorno agli anni '90 e hanno rivoluzionato il mondo dei pavimenti grazie al loro ormai comunissimo sistema di posa, la posa flottante senza colla.

Oggi, l'offerta è molto vasta e continua a svilupparsi soprattutto grazie alle nuove tecnologie di stampa. Esse rendono il laminato sempre più simile a materiali nobili come il legno, il cemento, le piastrelle di cemento, ecc. È facile disorientarsi con tutti questi prodotti e specificità!

Bisogna ricordare che il pavimento in laminato non è un parquet, anche se "parquet laminato" o "parquet flottante" sono termini di uso comune. Non c'è un legno nobile nella sua composizione, solo fibre di legno e carta decorativa.

Le classificazioni d'uso e la classificazione UPEC


alt

Come per quasi tutti i pavimenti, i laminati hanno una classificazione d'uso. Tale classificazione indica chiaramente se il pavimento scelto è adatto all'utilizzo nel locale in cui si desidera installarlo.

La resistenza dei pavimenti in laminato dipende dallo strato di usura (overlay) che viene realizzato nel processo di produzione. Resistono più o meno bene all'abrasione (usura), alla punzonatura (tacchi e urti), ai graffi, ecc. Più la classificazione di utilizzo è elevata, maggiore è la resistenza del pavimento.

Tuttavia, bisogna prestare attenzione: lo spessore del pavimento in laminato non influisce sulla sua resistenza. Se un laminato è più spesso non significa che sia più resistente.

La classe di utilizzo dei parquet in base al pavimento

Classe

Utilizzo del parquet

Stanza di utilizzo

21

Utilizzo domestico moderato - Zona con calpestio scarso o saltuario

Camera, corridoio senza accesso sull'esterno

22

Utilizzo domestico generico - Zona con calpestio medio

Soggiorno senza accesso verso l'esterno

23

Utilizzo domestico elevato - Zona con calpestio intenso

Soggiorno con accesso sull'esterno, camera di hotel

31

Utilizzo moderato in luoghi pubblici - Zona con calpestio scarso o saltuario

Ufficio individuale

32

Utilizzo generico in luoghi pubblici, commerciali o amministrativi - Zona con calpestio medio

Biblioteca, sala conferenze

33

Utilizzo elevato in luoghi pubblici, commerciali o amministrativi - Zona con calpestio intenso

Ufficio collettivo, scale, aula, negozio

34

Utilizzo molto elevato in luoghi pubblici, commerciali o amministrativi - Zona con calpestio molto intenso

Sala polivalente, museo, farmacia, tabaccheria

41

Utilizzo molto elevato in luoghi pubblici, commerciali o amministrativi - Zona con calpestio molto intenso

Ipermercato, depositi vari, caffetteria

La cifra delle decine corrisponde alla natura del locale in cui si posa il pavimento in laminato:

  • 2 per un uso domestico;
  • 3 per un uso commerciale;
  • 4 per un uso industriale.

La cifra delle unità corrisponde all'intensità del traffico in cui si posa il pavimento in laminato:

  • 1 per un traffico moderato;
  • 2 per un traffico generico;
  • 3 per un traffico elevato;
  • 4 per un traffico molto elevato.

Classificazioni di utilizzo più comuni 


alt

Le classificazioni più comuni e diffuse per i pavimenti in laminato:

  • classe 23: utilizzo domestico, calpestio intenso;
  • classe 31: utilizzo commerciale, calpestio debole o saltuario;
  • classe 33: utilizzo commerciale, calpestio intenso.

Per riassumere, in una camera da letto, un pavimento di classe 23/31 è ampiamente sufficiente, considerando che ci passerai più con le calze che con i tacchi! Per i soggiorni, scegli almeno un pavimento di classe 23/32. Se hai animali con artigli, opta per la classe 23/33.

Classificazione UPEC 

Puoi orientarti anche con le classificazioni UPEC, un sistema di classificazione funzionale dei prodotti da pavimentazione che attesta se un prodotto sia adeguato all’utilizzo in un certo locale, ma queste interessano molto di più i professionisti e forniscono quasi le stesse indicazioni.

Considera che la classificazione UPEC definisce:

  • U, l'usura, relativa al passaggio;
  • P, la punzonatura, relativa al peso esercitato dai mobili, dai tacchi, ecc.;
  • E, l'acqua, in funzione dell'umidità della stanza;
  • C, la chimica, inerente alla resistenza dei prodotti chimici.

Il numero associato alla lettera definisce il grado di resistenza. Da 0 a 4, più è elevato il numero associato, migliore è la resistenza.

La classificazione UPEC in base al pavimento di casa

Pavimento in laminato/stanza della casa

Usura

Punzonatura

Acqua

Chimica

Soggiorno

U2s

P2

E1

C0

Camera

U2

P2

E1

C0

Cucina

U3

P2

E2

C2

Bagno

U2

P2

E2

C2

Scopri il catalogo ManoMano
Pavimenti in laminato

Le dimensioni e i formati dei pavimenti in laminato


alt

I pavimenti in laminato hanno sempre lunghezze fisse, a differenza dei parquet massicci o prefiniti.

Di solito, si trovano plance di circa 190 mm di larghezza con lunghezze di 1200 mm circa. È lo standard per questo tipo di prodotto. Esistono anche plance più sottili, ma sono sempre più rare poiché la tendenza è sempre e ancora quella delle plance larghe.

Al contrario, sul mercato sono sempre più presenti plance molto più larghe e lunghe: i formati di larghezza 240 mm e lunghezza oltre 2 metri diventano sempre più comuni. Attenzione: questi formati non sono adatti alle stanze piccole, danno l'impressione di restringere lo spazio. Inoltre, comportano la realizzazione di molti tagli, quindi uno spreco. Scegli invece i plance grandi per gli ambienti grandi, l'effetto sarà di ampliare la prospettiva della stanza!

Quando si pensa al pavimento in laminato, si pensa innanzitutto al formato plancia rettangolare, il più comune. Eppure, esistono anche pannelli o lastre quadrate di 600 x 600 mm che imitano i materiali minerali (cemento) o i pannelli decorativi in legno (Versailles) e addirittura i tessuti.

Scopri il catalogo ManoMano
Pavimenti

I pavimenti in laminato e le decorazioni


alt

Ce n'è per tutti i gusti, impossibile non trovare ciò che ti soddisfa! Come detto in precedenza, il laminato è una carta decorativa. I produttori possono dunque stampare qualsiasi cosa e adattarla al loro pavimento. L'originalità è dunque all'ordine del giorno.

È possibile realizzare qualsiasi colore. Sono piuttosto rare le tinte unite, non molto di moda attualmente fatta eccezione che per le camerette dei bambini. Le imitazioni del legno, soprattutto il rovere in tutte le sue varianti, costituisce la fetta più ampia dell'offerta di pavimenti in laminato: grigio chiaro, grigio scuro, rovere naturale, con o senza nodi, con variazioni cromatiche più o meno accentuate tra le plance, dal bianco al nero, colori talpa o cioccolato, tutto è possibile.

Per i più originali, si trovano anche decorazioni ad effetto materico che imitano le piastrelle in cemento multicolori, le piastrelle normali, ecc.

Al momento della scelta della decorazione, non esitare a toccare la superficie delle plance: ti renderai conto che i produttori hanno curato molto i dettagli. Avrai l'impressione di toccare del vero legno, poiché la struttura è perfettamente imitata. Le decorazioni lisce sono sempre più rare, eccetto tra i laminati di fascia bassa.

I laminati specifici per le ambienti umidi


alt

Quando si parla di stanze umide, si includono le cucine e i bagni. I produttori di pavimenti in laminato hanno rivolto particolare attenzione al problema e propongono laminati specifici.

I pavimenti in laminato compatibili con le stanze umide sono quindi sempre più comuni. Attenzione: il fatto che siano consigliati per queste stanze non ti impedisce ovviamente di sceglierli per il tuo salotto. Chi può fare di più, può fare anche meno!

Hanno un trattamento speciale che permette loro di resistere all'umidità. Questo trattamento è essenziale perché, anche se il laminato non è composto da legno nobile, le fibre di legno possono comunque assorbire l'umidità e deformare il prodotto.

In generale, sono ben identificati con la menzione "compatibile con stanze umide" o, ovviamente, "waterproof". In queste stanze in particolare, resistono meglio alle aggressioni "umide" di tutti i giorni rispetto a un pavimento in laminato tradizionale.

Pavimento in laminato: una posa agevolata in un clic


alt

Il pavimento in laminato ha rivoluzionato la tecnica di posa grazie al sistema di assemblaggio delle plance senza bisogno di colla, anche definito "a clic". Si tratta di un pavimento facile da posare per ogni fai da te esperto, ma attenzione, devono essere rispettate delle regole precise.

Il supporto deve essere in piano, asciutto e pulito e si deve tassativamente installare un sottofondo prima del laminato. Scegli un buon sottofondo per non incorrere in problemi acustici; di preferenza, evita i prodotti di fascia bassa.

Non bisogna soprattutto trascurare gli spazi di dilatazione periferica, lascia almeno 8 mm. Se il pavimento tocca un altro elemento (stipite della porta, muro, piastrelle, ecc) rischia di staccarsi!

Il pavimento in laminato ha rivoluzionato la tecnica di posa grazie al sistema di collegamento senza colla tra le tavole, noto anche come "click". È un pavimento facile da posare per qualsiasi buon tuttofare, ma attenzione, bisogna rispettare regole precise.

Il sottofondo deve essere piano, asciutto e pulito e un sottofondo deve essere installato prima del laminato. Scegliere un buon sottofondo per evitare svantaggi acustici, preferibilmente evitare i primi prezzi.

Soprattutto, non trascurare gli spazi di espansione alla periferia di almeno 8 mm. Se il pavimento tocca un elemento (telaio della porta, parete, piastrelle, ecc.), rischia di sollevarsi!

Manutenzione di un pavimento in laminato: una pulizia in tutta semplicità


alt

La manutenzione del laminato è molto semplice: è sufficiente passare regolarmente l'aspirapolvere o uno straccio in microfibra. L'utilizzo di acqua deve essere molto limitato, ma puoi impiegare uno straccio molto strizzato e del sapone neutro.

Scopri il catalogo ManoMano
Straccio

Scopri i nostri pavimenti in laminato!

Guida scritta da:

Camilla, esperta in pavimentazioni, Amalfi, 26 guide

Camilla, esperta in pavimentazioni, Amalfi

Sono nel settore delle pavimentazioni da molti anni ormai e conosco tecnicamente tutti i prodotti in commercio, dal linoleum al PVC, dal laminato al parquet, dalla moquette alla fibra di cocco, dalle monocottura al gres porcellanato, ma anche marmi e pavimenti industriali. Come sono fatti, di cosa sono fatti, quali sono le loro prestazioni, come dovrebbero essere installati correttamente e quale manutenzione richiedono, sono il mio pane quotidiano. Ho visto molti errori nei cantieri edili a causa della mancanza di informazioni sulle caratteristiche e le tecniche di posa dei materiali. I prodotti sono in continua evoluzione e anche i professionisti hanno difficoltà a tenere il passo. I produttori di questi materiali sono a volte molto tecnici e il loro gergo, spesso, non è facilmente accessibile al grande pubblico. I venditori principalmente mirano a vendere e non sempre ad approfondire le caratteristiche e i limiti del prodotto. Per questo desidero trasmettere quello che so, in modo chiaro e giocoso, a tutti.

I prodotti collegati a questa guida