Come scegliere un tornio per metallo e un tornio per legno

Come scegliere un tornio per metallo e un tornio per legno

Luca, Falegname-carpentiere per passione, Pordenone

Guida scritta da:

Luca, Falegname-carpentiere per passione, Pordenone

35 guide

Basamento, lunghezza dei pezzi, diametro, a fantina fissa o mobile, potenza di tornitura, ecc. I torni per legno e i torni per metalli hanno caratteristiche che occorre considerare attentamente. I nostri consigli per scegliere il tornio più adatto alle tue esigenze!

Caratteristiche importanti

  • Motorizzazione
  • Peso
  • Potenza
  • Lunghezza di tornitura
  • Fantina
Scopri i nostri torni per metallo e per legno!

Tornio per metallo e per legno: i punti in comune

Funzionamento


alt

Tornio per legno o tornio per metallo, il principio è sempre lo stesso: una cinghia azionata da un motore fa girare un albero sul quale è fissato il pezzo da lavorare. Dalla parte del blocco motore, troviamo la fantina fissa e di fronte, perfettamente allineata sullo stesso piano, la fantina mobile.Quest'ultima si regola lateralmente seguendo la larghezza del pezzo da lavorare.

A differenza di altre macchine utensili, la potenza di taglio è determinata dalla rotazione del pezzo e non dalla rotazione dell'utensile!Tieni a mente questo concetto e capirai facilmente tutto il resto!

Motorizzazioni dei torni

Che si tratti di un tornio per legno o per metallo, esistono in ogni caso due tipi di motorizzazioni.

  • Asincrono monofase: più economici, sono i motori utilizzati per i modelli di fascia bassa - media.
  • Asincrono trifase: per i professionisti e per chi è pronto a spendere un po' di più; si tratta di motori affidabili e duraturi. Con un convertitore di frequenza li si può anche allacciare alla corrente monofase classica. 

Tornitura e gamme di velocità

In tornitura occorre rispettare le gamme di velocità - espresse in giri al minuto- in base ai materiali lavorati. Per questo motivo occorre adattare manualmente la cinghia su diverse pulegge in vari livelli, anche se le macchine professionali dispongono di regolazioni meccaniche. Può essere utile disporre di un variatore che permette di regolare la velocità in modo diretto e preciso.

Per una macchina versatile bisogna prevedere almeno6 velocità, sapendo che si possono utilizzare almeno 10 velocità per il legno e 16 per il metallo.

Quale che sia il tipo di motore, monofase o trifase, una funzione interessante è la possibilità di invertire il senso di rotazione - molto pratica per i lavori di levigatura.

Configurazione: torni da banco o da officina

Rispetto alla loro realizzazione, bisogna fare una distinzione tra i modelli più piccoli detti «da banco» e quelli più imponenti «da officina», in particolare quelli per legno.Tornio da banco


alt

  • I torni da banco hanno un struttura d'acciaio o lamiera e un piano nello stesso materiale o in ghisa rettificata per i modelli di fascia media.

Tornio da officina


alt

  • I torni da officina hanno un basamento e un piano in ghisa rettificata che garantisce una quasi totale assenza di vibrazioni e una notevole solidità!

Tornio per legno e tornio per metallo: usi diversi

Per concludere, ricorda che un tornio per metallo non va assolutamente bene per lavorare il legno, e viceversa: gli sforzi di taglio sono diversi così come le velocità di rotazione.

Capacità di lavorazione necessaria

Poiché non devi possedere per forza un'enorme officina né avere delle esigenze professionali, ecco alcuni consigli per aiutarti a scegliere.

Peso della macchina

da 30 a più di 600 kg dei torni per legno e dai 22 ai 1700 kg per metallo.

Il prezzo

Le macchine di fascia bassa come i mini-torni per legno sono abbordabili, mentre un tornio per metalli costa tranquillamente fino a quattro volte di più! Per il top di gamma serviranno invece diversi mesi di salario!

Potenza e prestazioni

500 Woffrono prestazioni efficaci ma attenzione ai tipi di legno e metallo che vuoi lavorare. Per i più appassionati, si può arrivare a 2250 W per il legno e a 5500 W per i metalli.

  Distanza fra punti e diametro di tornitura

Torni per legno


alt

Per quanto riguarda le dimensioni, le più importanti sono quelle relative alle lavorazioni possibili. Nei torni per il legno, la lunghezza massima di tornituradettadistanza tra le punteinizia da 320 mm ma può arrivare a 1270 mm.

Ricorda che è possibile installare delle prolunghe del piano – alcune portano la lunghezza a 2500 mm – sulla maggior parte dei torni, perciò è inutile scegliere modelli enormi se alla fine dovrai realizzare soltanto delle gambe per tavoli.

Diametro di tornitura

Un altro valore importante è la capacità massimale del diametro di tornitura – indicata anche dall'altezza delle punte - che determina la larghezza massima del pezzo da lavorare. 400 mm è un compromesso accettabile.

Torni per acciaio


alt

Nei torni per acciaio, scegli una distanza tra le punte di400 mm, se te la puoi permettere, poiché avrai una macchina più versatile rispetto ad una con 250 mm, mentre una lunghezza maggiore di 1500 mm serve solo ai professionisti. Per il diametro massimale di tornitura vanno benissimo 200 mm per iniziare.

Per il tornio per acciaio occorre tenere d'occhio anche altri parametri: la corsa del carrello longitudinale e trasversale. Ebbene sì, con l'acciaio bisogna guidare un carrello munito di utensili in carburo! Occorre quindi che queste regolazioni siano ultra precise!

Questo carrello può anche muoversi automaticamente sui due piani: in questo caso, occorre una regolazione efficace che consenta di scegliere fino ad un centesimo di mm al giro - ma niente paura, gli intervalli di avanzamento sono preimpostati!

Testa del mandrino o fantina fissa: con o senza alesaggio o cono morse


alt

Nei torni l'albero azionato dal motore è filettato all'estremità - è la testa delmandrino - che riceve gli accessori.

Nel tuo interesse è meglio scegliere una filettaturaM33 x 3,5 mm poiché risponde agli standard europei e permette di trovare più facilmente e a minor prezzo i vari equipaggiamenti.

La testa del mandrino può essere alesata con un cono morse: il più comune è il CM2 anche se imodelli da banco sono a volte alesati con CM1. In tutti i casi ti permetterà di integrare facilmente e con solidità tutti gli accessori presenti oggi sul mercato.

Scopri il catalogo ManoMano
Accessori

Cosa bisogna sapere a proposito delle fantine


alt

A livello della fantina mobile, l'albero orizzontale monta anche lui un cono morse per ricevere mandrini e accessori, ma soprattutto è regolabile, molto spesso con un volantino - ed è molto importante!

Perciò, si sposta prima il blocco della fantina mobile e lo si regola grazie al volantino per bloccare il pezzo da lavorare. Con questo procedimento si può anche forare un pezzo! Questo dato si chiama corsa della barra della fantina mobile.

I modelli presentano delle corse da 30 a più di 150 mm. 

Sulla barra è incisa una scala di regolazione micrometrica per aiutarti.

Scopri il catalogo ManoMano
Accessori

Accessori indispensabili o opzionali

Una parte degli accessori è indispensabile per lavorare un minimo! Tutto il resto dipenderà dalle tue esigenze e aspirazioni.

Gli accessori di supporto dei pezzi


alt

Bride di trascinamento, piano, platorello con coda di maiale, mandrino, porta-pinze, pinze... ti toccherà diventare un esperto perché senza di essi lavorare è impossibile! Un consiglio: i mandrini sono muniti digriffe, gli elementi che si comprimono e si espandono per mantenere centrati i pezzi. Un mandrino a 4 griffe è ritenuto molto efficace!

Il portautensili

È il tuo miglior alleato. Nella versione per legno, vi si colloca l'utensile per diminuire lo sforzo e garantire regolarità di taglio. Deve essere regolabile in altezza e lateralmente e può orientarsi a 180° per mettersi nell'asse del pezzo.

Nei torni per metallo, vi si fissano gli utensili di taglio: regolabile come nel tornio per legno, lo si deve anche poter regolare trasversalmente. La precisione di guida deve essere ottimale e non mollare mai!

Un dispositivo di copiaggio


alt

Inutile pensare di fare dei lavori in serie senza un copiatore! Il suo compito è di seguire il profilo di una sagoma e riportarla con semplicità su un nuovo pezzo.

La lunetta


alt

Per chi lavora in grande, sarà utile per tenere fermo un pezzo di grande lunghezza ed evitare incidenti!

Accessori facoltativi 


alt

Gli accessori facoltativi ma non per questo meno pratici:

  • Un pulsante per l'arresto d'emergenza tipo «interruttore a fungo»;
  • Uno schermo digitale che indica la velocità di rotazione e le misure impostate;
  • Un comando di funzione/arresto rimovibile, da fissare con una calamita dove si vuole;
  • Un aspiratore per trucioli per evitare di dover pulire ogni volta.

Qualche ultimo consiglio


alt

Per chi è ancora indeciso, i tre parametri principali da definire prima di procedere all'acquisto sono gli utilizzi potenziali della macchinale dimensioni che comporta e la potenza necessaria. 

Se esiti ancora, scegli sempre un modello più performante che ti permetterà di dare sfogo alla tua nuova passione!

Ricorda che l'utilizzo di accessori di mantenimento e di taglio - sgorbie e bedani per il legno e utensili per i metalli - richiede un investimento importante, perciò non spendere tutto per il tornio!

Riguardo ai torni per metalli, occorre fare attenzione alla scelta dei materiali che sarà possibile lavorare, in particolare per i torni da banco.

E soprattutto si deve sempre fissare solidamente il basamentodella macchina per evitare catastrofi! La tornitura si effettua sempre indossando i dispositivi di protezione individuale: non lavorare mai senza:

Scopri il catalogo ManoMano
Abiti

Scopri i nostri torni per metallo e per legno!

Guida scritta da:

Luca, Falegname-carpentiere per passione, Pordenone, 35 guide

Luca, Falegname-carpentiere per passione, Pordenone

Dopo aver esplorato un po’ tutta l’edilizia, in particolare ciò che riguarda la ristrutturazione – imbiancatura, pavimenti, falegnameria, montaggio di cucine e bagni – ho deciso di prendere un diploma in “Falegname-carpentiere montatore” e ho fatto bene perché non c’è niente di più piacevole che lavorare su una struttura o concepire una casa di legno! Tutto ciò che riguarda il lavoro del legno mi appassiona, e costruire la mia propria casa con questo materiale è uno dei miei scopi! Sono anche un amante dell’attrezzatura edile: adoro informarmi sulle innovazioni, i metodi di utilizzo, i trucchi o le prestazioni di ogni nuovo attrezzo sul mercato, che abbia a che fare o meno con la lavorazione del legno! Sarà un piacere per me consigliarvi e aiutarvi nelle vostre scelte! Buon bricolage

I prodotti collegati a questa guida