Come scegliere un trapano

Come scegliere un trapano

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Scegliere tra trapano a percussione e avvitatore è una questione di utilizzo. Se da un lato il trapano senza fili è più adatto all'avvitamento, dall'altro, quello con filo è migliore per perforare. Coppia, velocità di rotazione, cadenza di battuta, tipo di batteria e mandrino sono criteri di scelta essenziali.

Caratteristiche importanti

  • Elettrico
  • Senza fili/a batteria
  • Tipo e dimensioni del mandrino
  • Potenza
  • Autonomia
  • Amperaggio e Voltaggio
  • Numero di giri al minuto
  • Funzione percussione
Scopri tutti i nostri trapani!

Scegliere il miglior trapano in base all'utilizzo

Proposta di scelta a seconda della frequenza e del tipo di utilizzo

Un trapano avvitatore senza fili è più adatto per i lavori in cui l'avvitamento è preponderante, i trapani con filo sono raccomandati più per forare poiché più potenti e meno maneggevoli (sono adatti agli avvitamenti in ambito edile, ma non per il montaggio di mobili). Tuttavia, la questione della convenienza è relativa: come per ogni prodotto, scegliere un trapano di marca a parità di prestazioni e caratteristiche significa avere la garanzia di una migliore qualità e longevità. Non pensare solo ai bisogni immediati, ma anche ai futuri utilizzi del trapano.

Funzione

Frequenza di utilizzo

Tipo di utilizzo

Consigli per l'acquisto

Selezione delle marche di trapani

Forare e avvitare

Sporadica

Piccoli lavori di artigianato. Avvitare le viti dei mobili, forare il cartongesso, il legno (30 mm) o l'acciaio (13 mm).

Trapano avvitatore con 2 batterie da 12 V a 14,4 V e da 1,5 Ah a 2 Ah Ni-Cd, mandrino autoserrante da 10 mm, 1.600 giri/min coppia da 35 Nm circa.*

Tutti i nostri trapani

Regolare

Diversi cantieri. Avvitare le viti dei mobili, della terrazza, forare il cartongesso, il legno (35 mm), l'acciaio (13 mm), lavori edili (15 mm).

Trapano avvitatore a percussione con 2 batterie 18 V/2 o 3 Ah Li-Ion, mandrino autoserrante da 13 mm, da 1.600 a 2.000 giri/min, coppia da 50 Nm, 22.500 colpi/min.*

Tutti i nostri trapani

Da sostenuta a intensa

Per ogni cantiere. Avvitare le viti dei mobili, della terrazza, forare il cartongesso, il legno (35 mm), l'acciaio (13 mm), lavori edili (15 mm).

Trapano avvitatore a percussione con 2 batterie 18 V/4 o 5 Ah Li-Ion, mandrino autoserrante da 13 mm, da 2.100 giri/min, coppia da 70 Nm, 31.000 colpi/min.*

Tutti i nostri trapani

Forare

Sporadica

Forare il legno (25 mm), l'acciaio (10 mm) e muratura (15 mm).

Trapano a percussione da almeno 500 W, mandrino autoserrante o a chiave da 10 o 13 mm, 1.600 giri/min, variatore di velocità.*

Tutti i nostri trapani

Regolare

Forare il legno (40 mm), l'acciaio (13 mm) e la muratura (20 mm).

Trapano a percussione da 750/800 W, mandrino autoserrante da 13 mm, 2.000 giri/min, 51.000 colpi/min.*

Tutti i nostri trapani

Da sostenuta a intensa

Forare il legno (40 mm), l'acciaio (16 mm) e muratura (24 mm).

Trapano a percussione da 1.000/1.300 W, mandrino autoserrante da 13 mm, 3.000 giri/min, 51.000 colpi/min.*

Tutti i nostri trapani

*Queste caratteristiche vengono fornite a titolo indicativo, per godere di un maggiore comfort di utilizzo e di una migliore qualità dell'attrezzo, si consiglia di orientarsi verso una fascia alta e prestazioni elevate.

Scegliere un trapano in base alle caratteristiche


alt
  1. Selettore di coppia: regola la forza dell'avvitamento a seconda dell'impiego. Misurata in newton metro (Nm) da 16 a 135 Nm.*
  2. Avvitamento: modalità avvitamento, vite da 2 a 12 mm.
  3. Foratura: materiali morbidi, da 3 a 40 mm nel legno; da 3 a 16 mm nell'acciaio.
  4. Percussione: foratura di materiali duri, la cadenza di battuta va da 35.000 a 50.000 colpi/min (colpi al minuto) e determina l'efficacia della foratura. Da 3 mm a 13 mm nel cemento; da 3 mm a 16 mm nel mattone. Opzionale.
  5. Selettore di funzione
  6. Velocità di rotazione: determina l'efficacia della perforazione nei materiali duri, da 800 a 3.000 giri/min (giri al minuto).*
  7. Motore sincrono: più performante e senza manutenzione (motore brushless).
  8. Motore asincrono: la spazzola va sostituita dopo diversi anni di utilizzo.
  9. Motorizzazione elettricaInvertitore di rotazione: per avvitare, svitare e sbloccare una punta all'interno di un materiale (di serie).
  10. Ergonomia e peso: comfort di utilizzo relativo alla qualità, peso a partire da 1,5 Kg, batteria inclusa.
  11. Gancio per cintura: permette di agganciare il trapano alla cintura, può includere un porta puntale. Opzionale.
  12. Tensione della batteria: indica la potenza (forza) misurata in volt (V) da 12, 14,4, 18 e 36 V.*
  13. Intensità della batteria: indica l'autonomia della batteria misurata inampere ora (Ah), da 1,5 a 5 Ah.*
  14. Li-Ion (ioni di litio): più performante, ricarica rapida, senza effetto memoria, restituisce il massimo della carica durante l'utilizzo, fino all'esaurimento. Indicatore di livello di batteria opzionale.
  15. Ni-Cd (nichel-cadmio): meno performante, ricarica più lenta, effetto memoria, potenza più bassa nell'utilizzo quando si scarica.
  16. Tipo di batteria (avere 2 batterie permette la loro alternanza nell'utilizzo)
  17. Grilletto: progressivo, permette di regolare la velocità della rotazione per foratura e avvitamento.
  18. Illuminazione LED: permettere di illuminare la zona di lavoro (optional).
  19. Apertura del mandrino: apertura da 10 a 13 mm, relativa alle prestazioni dell'attrezzo e indicante la dimensione massima dell'estremità della punta.
  20. 14b.Tipo di mandrino: autoserrante, può essere intercambiabile con un mandrino SDS o mandrino rinvio angolare (optional). (14b') Mandrino SDS: scanalature sull'estremità delle punte per foratura a percussione. 14c: mandrino a chiave (solo trapani con filo).
  21. Guida di profondità: regolazione della profondità della foratura. Di serie nei trapani con filo, opzionale nei trapani senza filo.
  22. Seconda impugnatura: per una migliore presa nella foratura. Di serie nei trapani con filo, come optional nei trapani senza filo.
  23. Frizione di sicurezza: blocca il mandrino del trapano quando la punta si incastra nel materiale (optional).
  24. Blocco dell'interruttore: blocca il grilletto quando l'utilizzo è di lunga durata (optional).
  25. Filo elettrico: corrente alternata 230 volt (V).
  26. Soft-start: elimina il contraccolpo all'avvio, la velocità raggiunge il proprio massimo progressivamente (optional).
  27. Carter: in alluminio consente un miglior raffreddamento rispetto all'opzione in plastica.
  28. Caricabatteria: caratteristiche intrinseche alla batteria.
  29. Valigetta: per riporre trapano, caricabatteria, batterie, punte e chiavi per mandrino.

*A maggior valore corrisponde una prestazione più elevata.

Gli accessori consigliati per il primo acquisto

Utilizzo di un trapano avvitatore

Prodotto consigliato

Guida e consigli su come fare la giusta scelta

Categorie prodotti

Forare metalli, materiali duri e legno

Set di punte da trapano

Forare l'alluminio, l'acciaio inox, l'acciaio, ecc.

Set di punte per metallo

Forare il mattone, il cartongesso, i blocchi di cemento, ecc.

Set di punte adatte al materiale

Forare il legno

Set di punte per legno

Avvitare viti

Set di inserti per avvitatore

*L'uso di occhiali protettivi diminuisce il rischio di ferite in caso di proiezioni durante la foratura e l'uso di protezioni auricolari è consigliato in caso di utilizzo di un trapano in modalità percussione.

Scopri il catalogo ManoMano
Protezioni auricolari

I vari tipi di trapano

Indispensabile per chi vuole fissare uno scaffale o appendere un quadro, lo scopo primario di un trapano è fare fori. Ma tra forare il cemento per il passaggio di un tassello, forare il vetro, forare e avvitare il legno, forare elementi metallici o fare fori di precisione, il tipo e le caratteristiche intrinseche di un trapano variano. Prima di concentrarci sui trapani con filo o su quelli portatili senza filo, vediamone i differenti tipi e i relativi utilizzi.

Trapano a percussione o trapano con filo


alt

Il trapano con filo o trapano a percussione è indispensabile sia in laboratorio che in cantiere. Preferito per le operazioni di foratura perché meno maneggevole in modalità avvitamento (più pesante, ingombrante e potente), le sue caratteristiche intrinseche ne determinano le capacità di avvitamento nei diversi tipi di materiali duri e morbidi. Attenzione, un trapano non può sostituire un perforatore, poiché le sue prestazioni nella foratura dei materiali duri sono inferiori. All'inizio, la modalità percussione era un optional, tuttavia oggi è sempre più difficile trovare un trapano privo di modalità percussione, da qui la deriva semantica.

Trapano senza fili o trapano avvitatore/svitatore


alt

Il trapano a batteria è indispensabile quanto il trapano con filo e viene preferito per i cantieri senza corrente elettrica e per le operazioni di avvitamento. Maneggevole e versatile, il trapano senza filo è molto spesso utilizzato come avvitatore/svitatore per montare mobili Ikea, casette da giardino, pavimenti in legno da terrazza e come trapano per forare il cartongesso, il legno, ma anche mattoni e cemento con i trapani avvitatori a percussione più potenti. Regolazione di coppia, diverse velocità di foratura, opzione percussione, batteria agli ioni di litio... Uno strumento disponibile in tutte le fasce di prezzo e dai numerosi impieghi.

Trapano pneumatico


alt

Il trapano pneumaticofunziona grazie all’aria compressa fornita da un compressore indipendente o da un'installazione dedicata. Leggero, il suo design semplice lo raccomanda per le forature di serie. Il flessibile di alimentazione lo rende poco pratico per l'utilizzo in ambienti difficili. Essenzialmente utilizzato per le forature di diametro piccolo.

Trapano ad angolo


alt

Il trapano ad angolo è maneggevole, preciso, con o senza filo e permette avvitamenti e svitamenti in zone di difficile accesso.Il suo mandrino è decentrato grazie ad unrinvio ad angolo e questa particolarità lo rende un attrezzo specifico. Il rinvio ad angolo è un accessorio che può essere aggiunto sui trapani classici.

Trapano a colonna


alt

Il trapano a colonna è un trapano da laboratorio o da officina fissato su una base che permette di forare in serie e/o in modo preciso.Molto spesso il trapano a colonna è detto trapano fisso e può essere montato su un supporto e fissato al suolo. Utilizzato in falegnameria, ebanisteria, metallurgia, coltelleria, ecc., è sufficiente regolare l'altezza del piano e far scendere il trapano azionando una manovella a lato.

Trapano radiale


alt

Il trapano radiale è fisso come quello a colonna, ha un braccio mobile parallelo alla tavola che gli permette di eseguire fori "lontano dai bordi", portando lo strumento di foratura sul piano per forare (permette di ottenere un perno di rotazione molto utile per i lavori). La testa girevole permette forature angolari e difficili.

Trapano magnetico


alt

Riservato ai professionisti, il trapano magnetico dispone di un supporto magnetico utile per il fissaggio dello strumento alle superfici metalliche.La base magnetica consente forature e fresature precise, la punta può essere raffreddata ad acqua.

Trapano manuale


alt

Il trapano manuale o a manovella è per definizione la forma più antica di trapano, è riservato ai nostalgici del lavoro manuale o a coloro che devono effettuare solamente un foro (si può utilizzare per questo anche un succhiello).Può essere considerato come un trapano giocattolo per i bambini.

Scopri il catalogo ManoMano
Trapano magnetico

Trapano con filo o trapano senza filo: scegliere in base all'utilizzo

Anche se entrambi i trapani forano e avvitano e sono utilizzati per eseguire fori, per lavori di decorazione, di falegnameria,di ristrutturazione o bricolage, ciascuno di essi può adattarsi meglio ai diversi usi.

Trapano con filo


alt

Versatile e adatto ad un utilizzo frequente, il trapano con filo ha una potenza superiore rispetto a quello a batteria. Si collega alla rete (230 V) mediante una presa standard. Ideale per lavori interni e in cantiere, molto spesso ha anche lafunzione di percussione che gli permette la foratura di materiali resistenti come mattoni, calcestruzzo, pietra e addirittura cemento.Il mandrino può essere di tipo e misura variabile, e vi si possono innestare punte, mecchie, seghe a tazza, inserti, chiavi a tubo, ecc.

Il trapano elettrico permette di forare tutti i materiali fino a un determinato diametro e di eseguire tutti i lavori di avvitamento/svitamento, grazie al suoinvertitore di rotazione e alla possibilità di regolazione della velocità. Questo tipo di trapano è tuttavia più pesante di un trapano a batteria, ed essendo la sua potenza più elevata, è più difficile da controllare sia nell'avvitamento che nello svitamento. Per questo motivo, viene utilizzato come avvitatore/svitatore più per i lavori di costruzione che per quelli di falegnameria e restauro. La possibilità di muoversi è limitata dalla lunghezza del filo di alimentazione e dalla necessità di disporre di una presa elettrica o di un gruppo elettrogeno se il cantiere è sprovvisto di elettricità.

Trapano senza filo


alt

Il trapano a batteria è consigliato soprattutto per impieghi versatili, dove si deve più che altro avvitare/svitare poi forare. Oltre ad essere più maneggevole, l'autonomia energetica è un vero e proprio vantaggio per i cantieri sprovvisti di elettricità o per progetti sporadici quali il montaggio di una casetta da giardino.

Come per il trapano con filo, è possibile montare accessori sul mandrino (fresa, mescolatore, ecc.), di dimensioni variabili (10 o 13 mm). Un trapano senza filo a percussione permette di eseguire fori fino a circa 13 mm di diametro nei materiali duri, tuttavia, la foratura impiega più tempo ed è più energivora (consuma la batteria). A differenza del trapano con filo, la percussione non è sempre presente nei trapani a batteria e quindi bisogna verificare le caratteristiche prima dell'acquisto, qualora si desideri forare materiali duri.

Scopri il catalogo ManoMano
Trapano con filo

Caratteristiche comuni ai trapani


alt

Ogni trapano è composto da un mandrino, da un blocco motore con o senza spazzole, da un’impugnatura e da un pulsante che permette la messa in moto. Le caratteristiche come il numero di giri al minuto, il sistema di percussione, la coppia sono proprie di ogni trapano e della sua tecnologia (con filo o a batteria): vanno quindi valutate in base all'utilizzo previsto. I valori minimi e massimi di ogni caratteristica sono diversi fra un trapano con filo e uno senza filo.

Come spiegato in precedenza, se un perforatore bulinatore può avere la funzione di trapano per alcuni tipi di lavoro (grosse forature), un trapano non è un perforatore e ancor meno un bulinatore. La modalità percussione non è sufficiente per forare buchi di grosso diametro nel cemento o nel cemento armato.

Per agevolare la scelta degli utilizzatori, alcuni produttori forniscono sulla descrizione dei trapani il diametro massimo di foratura per ogni materiale (legno, acciaio, cemento). Gli accessori e gli attrezzi si adattano a entrambi i tipi di trapano (punte, mecchie, frese, spazzole, platorelli, seghe a tazza, chiavi a tubo, mescolatori).

I tipi di mandrino


alt

Il mandrino è situato nella parte anteriore del trapano, ed è possibile innestarci una mecchia, una punta, un inserto o uno dei numerosi accessori - mescolatore, disco di levigatura, pompa per trapano, ecc. La capacità di foratura è in parte determinata dal suo diametro, secondo le caratteristiche generali del trapano (potenza, coppia, velocità). Esistono tre tipi di mandrino:

  • Il mandrino a chiave o classico si stringe con l’aiuto di una chiave, detta chiave del mandrino - poiché spesso la chiave viene persa, è consigliabile collegarla al trapano. È montato unicamente sui trapani con filo di fascia bassa. Mandrino classico da 10 mm a 13 mm.
  • Il mandrino autoserrante o mandrino autobloccante è più pratico perché permette di cambiare rapidamente l'inserto o la punta. Il mandrino autobloccante è montato sia sui trapani a batteriache su quelli elettrici di fascia media. Il suo diametro è per entrambi di 10 o 13 mm e si stringe a mano.
  • Il mandrino SDS è soprattutto destinato ai perforatori bulinatori, ma alcuni trapani con filodi alta gamma dispongono di mandrini intercambiabili e offrono una più vasta gamma di utilizzo di punte da muro con innesto SDS. La particolarità di questi mandrini è quella di poter innestare la punta senza doverla stringere, né a mano né con la chiave, grazie a una serie di scanalature sulla coda delle punte.

Differenze tra un motore con spazzole e un motore brushless (senza spazzola)

Un motore elettrico, in base alla tecnologia, può contenere o meno un elemento di usura destinato alla conduzione di elettricità, la spazzola, chiamata anche carboncino.I motori a spazzola, anche detti motori asincroni o "brushed", sono i motori di prima generazione (rotazione non sincronizzata). Sebbene siano comunque affidabili, le loro prestazioni non sono paragonabili a quelle dei motori brushless, poiché i carboncini danno luogo a frizioni e, di fatto, a una perdita di energia. Inoltre, dopo molti anni di utilizzo devono essere sostituiti (la sostituzione è semplice e poco costosa).

Al contrario, i motori sincroni, chiamati anche motori brushless o motori senza spazzola, non hanno carboncini, ma bobine elettriche e una scheda elettronica che generano una rotazione sincrona. In questo modo non vi sono più frizioni, consentendo motori più performanti e meno energivori.

Numero di giri al minuto

Il numero di giri al minuto (giri/min o rpm) determina l'efficacia e la rapidità di foratura di un trapano in un materiale duro. I trapani elettrici a filo possiedono valori più elevati.

Percussione

La velocità di percussione o cadenza di battuta è misurata in colpi al minuto (colpi/min) e determina la rapidità e la capacità di foratura nei materiali duri (maggiore nei trapani elettrici).

Coppia

La coppia indica la forza di serraggio e si misura in newtonmetro (Nm). I trapani senza filo hanno valori più elevati.

Scopri il catalogo ManoMano
Mescolatori

Le caratteristiche di un trapano con filo

Panoramica dettagliata di un trapano a percussione


Panoramica dettagliata di un trapano con filo

Per quanto se ne dica, che tu sia un amante del fai-da-te o un professionista, la tua cassetta degli attrezzi ha sempre bisogno di entrambi i trapani: con e senza filo, perché le due diverse tecnologie si completano a vicenda. Solo chi ne fa un uso occasionale si accontenterà di uno dei due. Per scegliere bene il tuo trapano elettrico considera le seguenti caratteristiche:

  • La potenza: di preferenza elevata per le forature nei materiali duri.
  • La dimensione e il tipo di mandrino: da 10 mm o 13 mm, determina la dimensione massima dell'estremità della punta; con o senza chiave, è una questione di praticità e di fascia di prezzo.
  • La velocità di percussione: determina la rapidità di foratura nei materiali duri come calcestruzzo e muratura.
  • La velocità di rotazione: da preferire elevata per le forature nei materiali duri.
  • Il variatore di velocità: permette di adattarsi al materiale da forare, poiché non si fora l'acciaio alla stessa velocità del cemento.
  • Il disinnesto: permette di far girare il motore del trapano a vuoto se la punta si blocca nel materiale. Senza questa funzione e con una scorretta impugnatura del trapano, il contraccolpo può generare un trauma ai polsi.
  • Il disinnesto della percussione: avvia la percussione del trapano solo in presenza di un materiale duro.

Legame fra potenza e foratura

La potenza è il primo criterio di scelta, poiché è la caratteristica più a monte. La maggioranza dei modelli di trapano con filo ha una potenza compresa tra 500 e 1.300 W (Watt). Più la potenza del tuo trapano è elevata, più facile è la perforazione dei materiali resistenti come il cemento. Considera per la tua scelta la differenza tra potenza nominale e potenza restituita: la prima è la potenza assorbita, quella che consuma il trapano, mentre la potenza restituita è quellaresa dopo le perdite di carico, ovvero le perdite di energia legate al funzionamento del motore quali le frizioni. Per darti un ordine di grandezza, un trapano assorbe 550 watt per restituire circa 258 watt.

La funzione percussione


alt

La funzione percussione è indispensabile per la foratura dimateriali duri e resistenti (pietra, cemento, ecc.) e si innesca grazie a un pulsante situato all'estremità del blocco motore del trapano.

La velocità di percussione determina la cadenza di battuta, situata fra35.000 e 50.000 colpi/minuto. Variabile da un modello all’altro, la cadenza di battuta individua l’efficacia del trapano a percussione nel forare cemento, mattoni, pietre, ecc.

Per lavorare facilmente e con efficacia uno di questi materiali, scegli un modello con velocità di percussione di almeno 43.000 colpi al minuto. Al di sotto di questa soglia, le forature di grandi diametri possono durare molto.

Velocità di rotazione e variatore di velocità


alt

La velocità di rotazione della maggior parte dei trapani sul mercato va da 800 a 3.000 rpm - giri al minuto. Maggiore è questa velocità più il trapano è efficiente con materiali duri come il cemento, la pietra, ecc. (Attenzione, non parliamo di forature su metalli. Prova a lavorare sull’acciaio alla massima velocità e brucerai la punta rendendola inutilizzabile).

Opta per un trapano elettrico o a batteria che disponga di un regolatore di velocità elettronico. Quest'ultimo offre partenze dolci, senza scatti, proteggendo così il tuo polso. Un variatore di velocità è utile anche per adattare la velocità di perforazione ai vari materiali - legno, pietra o metallo.

Disinnesto e disinnesto della percussione


alt

Il disinnesto è un'opzione di sicurezza che consiste nello scollegare il mandrino del trapano in caso di blocco della punta, della fresa o della sega a tazza. Il trapano allora gira a vuoto evitando il surriscaldamento e, soprattutto, di farti male ai polsi per il contraccolpo - lussazione, distorsione.

Il disinnesto della percussione è molto utile perché permette diavviare la percussione del trapano solo se la punta è a contatto col materiale da forare.

Le caratteristiche dei trapani senza filo

Panoramica dettagliata di un trapano senza filo


Panoramica dettagliata di un trapano senza filo

I trapani a batteria condividono caratteristiche comuni con i trapani con filo, quali:

  • la dimensione del mandrino, di 10 mm e 13 mm;
  • la funzione di percussione (la velocità di rotazione è ridotta a circa 25.000 colpi al minuto per i trapani senza filo di fascia alta);
  • la velocità di rotazione quasi eguaglia le prestazioni dei trapani con filo poiché arriva fino a 3.000 giri/min.

Al di là delle caratteristiche comuni ai trapani con filo e a percussione, le principali funzionalità intrinseche dei trapani senza filo, utilizzati soprattutto come avvitatori/svitatori, si trovano nella coppia di serraggio e nel tipo di batteria.

Quale batteria scegliere per un trapano senza filo: nichel-cadmio o ioni di litio

La tensione e l'intensità della batteria

La tensione consigliata è di 10,8 V, 12 V, 14,4 V, 18 V e 36 V (Volt); l’intensità è compresa tra 1 e 2,2 Ah nella maggioranza dei casi, ma gli avvitatori/svitatori di alta gamma hanno intensità di 3 Ah, 4 Ah fino a 5 Ah (Ampere/ora).Più è alta la tensione di una batteria, maggiore è la sua potenza (in termini di forza, non si tratta di watt). Un trapano da 18 V è più potente di uno da 14,4 V e così via. Questo valore non può tuttavia essere considerato l'unico, poiché al servizio di altre caratteristiche (coppia, velocità di rotazione, ecc.).Gli Ah influenzano direttamente l’autonomia della batteria.

Per maggiore chiarezza, gli Ah restituiscono gli ampere per ora, pertanto, una batteria di 2 Ah avrà due ore di autonomia a 1 A consumato per ora, o un'ora di autonomia a 2 A consumati per ora. Ovviamente, il consumo varia in funzione delle prestazioni e dell'utilizzo dell'attrezzo (si consumano più ampere forando il legno piuttosto che il polistirene).

I componenti

I componenti dell’accumulatore possono essere di tre tipi.


alt
  • Ni-Cd: il nichel-cadmio è l’elemento caratteristico della prima generazione di accumulatori. La batteria Ni-Cd è pesante, voluminosa, spesso si ricarica lentamente ed ha un effetto memoria - è consigliabile scaricarla completamente prima di effettuare una nuova ricarica. La sua intensità supera raramente 1,2 Ah. Le batterie Ni-Cdsi trovano sugli avvitatori/svitatori più economici. Non restituiscono una carica costante fino al loro esaurimento (meno energia).
  • Li-Ion: la batteria agli ioni di litio è leggera, compatta, si ricarica rapidamente (il tempo di carica varia da 30 min a 1h1/2 - 2 h) e non ha effetto memoria. Restituisce una carica quasi costante fino al suo esaurimento. Il suo unico punto debole è il prezzo. Le batterie agli ioni di litio sono fornite con tutti i trapani a batteria di media e alta gamma. Preferisci una batteria con spia luminosa, per non farti sorprendere quando la carica sarà esaurita.
  • Ni-Mh: idruro metallico di nichel. La batteria Ni-Mh è molto pesante, con scarso effetto memoria, è soggetta all'autoscarica e invecchia male. Le batterie Ni-Mhnon sono molto diffuse sui trapani a batteria. Le si cita più che altro per abitudine che per le loro prestazioni, poiché la loro rappresentanza è quasi aneddotica.

Corrispondenza delle batterie degli avvitatori/svitatori

Tipo di batteria

Tensione in Volt (V)

Intensità amperaggio/ora (Ah)

Rapporto osservatoTensione/Intensità

Nichel-cadmio/Ni-Cd

12 - 14,4 - 18

1 - 1,2 - 1,5

18 V/1,5 Ah

Ioni di litio/Li-Ion

10,8

12

14,4

18

36

1 - 1,2 - 1,5

1 - 1,2 - 1,5

1,5 - 2

1,5 - 2 - 3 - 4 - 5

10,8 V/1 Ah

12 V/1,5 Ah

14,4 V/1,5 Ah o 2 Ah

18 V/2 Ah o 3 Ah o 5 Ah

Quale coppia utilizzare su un trapano avvitatore


alt

La coppia di serraggio è espressa in Nm (newton metro) e misura la forza di serraggio del trapano avvitatore/svitatore, ovvero la capacità di avvitare e/o svitare viti nei materiali densi e/o bloccanti, ecc. A titolo di esempio, un avvitatore/svitatore con una coppia forte permette l'avvitamento completo di una vite di 80 mm nel rovere, mentre un trapano con poca coppia non avviterà più di 30 mm. Insomma, più il valore in Nm è elevato, più l’avvitatore/svitatore ha coppia.

La coppia di serraggio è regolabile per adattare la forza di serraggio al materiale, evitando così di danneggiare gli inserti, le bussole e le teste delle viti.

  • La coppia di un avvitatore/svitatore è in genere intorno a 55 Nm per un trapano di fascia media.
  • Un avvitatore di fascia bassa, spesso attrezzato con una batteria da 14,4 V - 1,2 Ah, dispone di una coppia di serraggio di 16 Nm, 25 Nm o 30 Nm.
  • Gli avvitatori/svitatori professionali possono avere una coppia di serraggiodi 60 Nm, 85 Nm, 100 Nmfino a 135 Nm.

Come per il diametro di foratura, alcuni produttori indicano la capacità di avvitamento dell'avvitatore (lunghezza massima delle viti avvitate dentro al legno).

Funzionalità e optional dei trapani

I trapani con o senza filo dispongono di accessori e di optional per un uso più completo.

Limitatore di profondità, illuminazione e impugnatura


alt
  • Il blocco dell’interruttore evita l’indolenzimento del dito indice quando l’utilizzo è prolungato.
  • Il limitatore di profondità o asta di profondità permette di regolare la profondità delle forature.
  • L’illuminazione integrata è disponibile soprattutto sui trapani a batteria, e consente un'illuminazione aggiuntiva concentrata sull'inserto, sulla punta e sulla mecchia.
  • Una seconda impugnatura è utile soprattutto in modalità percussione e per fori di grosso diametro.
  • Una livella, spesso integrata sul blocco motore, consente di verificare la perpendicolarità dei fori rispetto al supporto (gadget/pedagogico).
  • Una guida sul cilindro permette fori perpendicolari al supporto.

Mandrino, controllo di velocità e porta inserti 


alt
  • Un mandrino SDS extra permette l’inserimento di punte SDS con coda scanalata.
  • Il controllo della velocità attraverso il pulsante permette di adattarsi meglio al supporto, con una foratura progressiva di maggior precisione.
  • Un porta inserti, spesso situato sull’impugnatura dell’avvitatore/svitatore, è utile in caso si smarriscano... gli inserti!
  • Cofanetto, valigetta, cassetta di trasporto permettono di raccogliere le punte e gli inserti, limitando così le perdite sui cantieri.
  • Un beccuccio porta-chiave mandrino, realizzato in gomma e situato sul cavo elettrico del trapano evita di perdere tempo per cercarla – sempre che tu lo usi!
Scopri il catalogo ManoMano
Mandrino SDS

Tabella comparativa dei trapani in base a marca e utilizzo

Dalla fascia bassa al top di gamma, le marche di trapani sono numerose. Ecco una scheda riepilogativa dei trapani disponibili sul mercato in base al loro utilizzo e al rapporto qualità/prezzo. Ci si ripete, ma scegliere un trapano di marca significa avere la garanzia di disporre non solo di pezzi di ricambio in caso di guasto ma anche di poter reperire le spazzole. Allo stesso modo, significa poter disporre di un buon servizio post-vendita e scegliere un prodotto che è stato progettato con specifiche molto dettagliate.

Trapano per uso occasionale; fascia bassa

Trapano per uso regolare; fascia media

Trapano per uso intenso;top di gamma

Marche deitrapani avvitatoricon filo ea batteria

Ribimex; Silverline;

Parkside; Varo;

Elem; Far tools

Black & Decker;

Bosch verde; Ryobi;

Einhell; Skil; Hyundai

Hitachi; Dewalt;

Milwaukee; Makita;

Metabo; Peugeot;

AEG; Facom; Hilti;

Kress; Bosch blu;

Sidamo

Scopri il catalogo ManoMano
Trapani

Punte e inserti per avvitare: gli indispensabili

Mecchia, punta e fresa per sbavatura 


alt
  • Le mecchie sono concepite per la foratura del legno e dei materiali teneri. Un set di mecchie da 3 a 12 mm copre la maggior parte degli impieghi. Vi sono due tipi di mecchie: le mecchie piatte e le mecchie elicoidali.
  • Le punte per metallo sono utilizzate per la foratura dei metalli, sono realizzate con un angolo di attacco specifico e hanno subito uno speciale trattamento superficiale. Un set di punte per metallo da 3 a 10 mm è sufficiente a coprire la maggior parte delle esigenze.
  • Le punte da muro sono specifiche per la foratura dei muri, del cemento, ecc.; in generale sono trattate al carburo di tungsteno. Un set di punte da muro da 5 a 12 mm è sufficiente a coprire la maggior parte delle esigenze.
  • Le frese per sbavare, le frese a incastro, le raspe per metallo sono utilizzate per qualsiasi lavoro di finitura.

Inserto di avvitatura


alt

Gli inserti per avvitare sono indispensabili per gli avvitatori/svitatori e sono disponibili in confezioni e singoli. Si montano sopra un porta puntale e le forme sono varie:

  • torx;
  • resistorx o tampertorx;
  • piatto o a taglio;
  • pozidriv;
  • a croce;
  • esagonale o Allen.

Bussole e seghe a tazza e da trapano


alt

Gli accessori per trapano sono numerosi - platorello e disco per levigatura, pompa, spazzola, disco per decapaggio. Ecco i più usati:

  • Le bussole vengono inserite su un porta inserti o possono essere monoblocco, cioè ricavate da un solo pezzo (più robusto). Gli avvitatori a impulsi utilizzano bussole a impulsi.
  • Le seghe a tazza permettono di forare il legno o il metallo con diametri ampi compresi tra 25 e 80 mm e oltre. Le seghe a tazza per il legno hanno una serie di denti; quelle per gli altri materiali sono diamantate.
  • Le seghe da trapano sono monoblocco e permettono di eseguire grossi fori nei materiali duri - cemento, pietra, ecc.
  • Il miscelatore o mescolatore è utile per mescolare la vernice, lo stucco, o miscelare la resina; se lo vuoi di misura maggiore acquista un mescolatore - l'utensile!

Scopri il catalogo ManoMano
Seghe da trapano

Consigli per l'utilizzo e per la scelta


alt
  • Trapano per signora non significa trapano rosa ma leggero... detto questo, anche le grandi braccia si compiacciono di un avvitatore/svitatore leggero, per tutti gli usi prolungati.
  • Gli occhiali di protezione sono obbligatori per proteggere gli occhi da schegge di legno o di ferro.
  • Usa un casco di protezione e tappi per le orecchie: la protezione per le orecchie è assolutamente necessaria quando usi il trapano a percussione (raccomandata in ambienti chiusi).
  • Un'impugnatura ergonomica e antiscivolo è utile e dà comfort al tuo trapano.
  • Pulisci la tua punta quando devi forare, la foratura sarà più efficace - la pulizia consiste nell'estrarre la punta dal foro per smaltire il materiale derivante dalla foratura.
  • Curiosità: il trapano per fare fori quadrati esiste!

Scopri di più

Scopri tutti i nostri trapani!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida