Come scegliere una carotatrice

Come scegliere una carotatrice

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

La carotatrice è una macchina utensile progettata per perforare il calcestruzzo o per prelevare dei campioni di roccia con una sega a tazza diamantata. A seconda della natura e del luogo in cui si effettua il carotaggio si può utilizzare una carotatrice elettrica o a scoppio, a secco o ad acqua.

Caratteristiche importanti

  • Tipo
  • A secco
  • Ad acqua
  • Utilizzo
  • Fissaggio
Scopri le nostre carotatrici !

Che cos'è una carotatrice ?


alt

La carotatrice è uno strumento robusto, in genere realizzato in acciaio galvanizzato o in metallo resistente, che permette di forare facilmente e in modo pulito numerosi tipi di supporto, come cemento armato, roccia e cemento. Questa tecnica si chiama carotaggio a diamante.La carotatrice permette una precisione e delle prestazioni ineguagliabili.

Che cos'è il carotaggio a diamante ?


alt

Il carotaggio a diamante si effettua grazie alla sega a tazza diamantata montata sulla carotatrice. È proprio la sega a tazza che rende il lavoro semplice e preciso.  La tecnica di carotaggio a diamante permette di effettuare un lavoro di qualità maggiore e più rapidamente rispetto ad un martello demolitore o a un perforatore. Questo sistema permette di effettuare carotaggi fino a 1000 mm di profondità.

Scopri il catalogo ManoMano
Perforatore

A cosa serve il carotaggio ?


alt

Il carotaggio può servire a :

  • per prelevare campioni di roccia per effettuare studi geologici.

Questi sono solo alcuni esempi, la lista non finisce certo qui !

Scopri il catalogo ManoMano
Guaine

Quali sono i vantaggi del carotaggio a diamante ?


alt

Il carotaggio a diamante offre numerosi vantaggi :

  • assenza di vibrazioni ;
  • non solleva polvere ;
  • è silenzioso.

Inoltre permette di effettuare una vasta gamma di carotaggi, sia per diametro che per profondità, e consente un'assoluta precisione di foratura con tolleranze fino a 1 millimetro.

Quali sono i vari tipi di carotatrice ?


alt

Esistono tre tipi di carotatrice :

  • la carotatrice su supporto : deve essere obbligatoriamente fissata ;
  • la carotatrice portatile : utilizzata per carotaggi di piccolo diametro ;
  • la carotatrice per canalizzazioni : è il solo modello dotato di motore a scoppio. In genere la si utilizza in esterno per i lavori di consolidamento, per opere murarie, ecc.
Scopri il catalogo ManoMano
Carotatrice

Che differenza c'è tra carotatrice a secco e ad acqua ?


alt

Nella carotatrice ad acqua quest'ultima serve a raffreddare il calore prodotto dall'attrito ed elimina la polvere.Il carottaggio a secco è adatto per i lavori in casa, magari utilizzando un aspiratore.Il carotaggio ad acqua invece è raccomandato per tutti i lavori in esterno di un certo diametro, per migliorare il raffreddamento.

Scopri il catalogo ManoMano
Aspiratore

Quali sono i criteri per scegliere una carotatrice ?


null

Per la scelta di una carotatrice bisogna considerare soprattutto tre criteri : la frequenza di utilizzo, il luogo e l'ampiezza/profondità di carotaggio.

Utilizzo intensivo

Scegli una carotatrice a colonna (su supporto) solamente se la vuoi utilizzare in modo intensivo o per diametri di carotaggio superiori a 182 mm. Altrimenti è meglio utilizzare un modello base.

Utilizzo in interno

Se non vuoi ritrovarti un ruscello in casa ti consiglio di usare una carotatrice a secco ! Usa un aspiratore per evitare di impolverare tutto.

Utilizzo in esterno

Scegli una carotatrice ad acqua per non far scaldare troppo la sega a tazza.

Ampiezza e profondità

Una carotatrice da 220 V e 2000 W è più che sufficiente per dei carotaggi al di sotto di 500 mm. Per carotaggi più profondi scegli invece un modello con 380 Volt e almeno 4000 Watt.

Come si fissa una carotatrice ?


alt

Fissando la carotatrice si può forare con maggiore precisione e lavorare in modo più sicuro.

Fissaggio con tasselli

Consigliato per effettuare perforazioni perfette e precise, sia in verticale che in orizzontale. La carotatrice è stabile e permette di lavorare comodamente.

Fissaggio con ventosa

Quando non è possibile adoperare il fissaggio coi tasselli si può utilizzare un supporto munito di un kit che comprende ventosa e pompa a vuoto. In questo modo si può fissare la carotatrice su superfici di lavoro lisce e preferibilmente non porose.

Fissaggio con puntello

È realizzato in alluminio ; permette di fare carotaggi senza fissaggio sul supporto.

Infine tutte le carotatrici possono essere fissate al loro supporto per facilitare questa operazione.

Scopri il catalogo ManoMano
Pompa a vuoto

Manutenzione

La parte più importante di una carotatrice è il motore/scatola del cambio, mentre per una carotatrice su supporto sono i pattini di guida del carrello.In presenza di fango di perforazione occorre pulire con cura il materiale dopo ogni utilizzo, e togliere regolarmente la polvere dal motore.Occorre anche lubrificare regolarmente la scatola del cambio e regolare la frizione.

Consigli per l'uso


alt

Se le condizioni del luogo di lavoro lo permettono è sempre consigliabile effetuare un carotaggio ad acqua.Infatti il carotaggio ad acqua permette un migliore raffreddamento dell'utensile e l'eliminazione dei fanghi di perforazione, prolungandone la durata d'esercizio rispetto al carotaggio a secco.Il mio consiglio è di utilizzare sempre i vari dispositivi di protezione individuale come guanti, occhiali e protezioni auricolari.E non dimenticare di calzare le scarpe antinfortunistiche !Se vuoi saperne di più sugli attrezzi e gli strumenti per il tuo lavoro, segui i consigli dei nostri redattori e scopri le loro guide :

Scopri il catalogo ManoMano
Scarpe antinfortunistiche

Scopri le nostre carotatrici !

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida