Come scegliere una casetta nido o una mangiatoia per uccelli

Come scegliere una casetta nido o una mangiatoia per uccelli

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

108 guide

Una casetta nido per uccelli deve essere adatta alle specie che frequentano il giardino o il terrazzo e le aperture devono proteggerli dagli intrusi. Le mangiatoie sono a vassoio, silo, tramoggia, sospese... Materiali, tipo, collocazione: tutto ciò che serve per aiutare i nostri amici pennuti!

Caratteristiche importanti

  • Materiali
  • Dimensioni
  • Specie di uccelli
  • Collocazione
  • Tipo di casetta nido
  • Tipo di mangiatoia
Scopri le nostre casette nido e mangiatoie per uccelli

Come scegliere una casetta nido

Le caratteristiche essenziali


alt

Se devi scegliere una casetta nido per uccelli, verifica prima di tutto che il modello da acquistare abbia queste caratteristiche:

  • resistenza alle intemperie;
  • buon isolamento termico;
  • dimensioni adatte alla specie di uccello da ospitare;
  • facilità di pulizia;
  • senza posatoio.

I materiali adatti


alt

La casetta nido dev'essere realizzata con un materiale resistente alle intemperie, capace di garantire un buon isolamento termico ed evitare la formazione di condensa. I materiali migliori sono il conglomerato di legno cemento o semplicemente il legno, in particolare il cedro rosso o il larice, due essenze molto robuste che non si deformano a causa dell'umidità.

Le dimensioni


alt

Una casetta nido deve avere dimensioni adatte alle specie di volatili da ospitare, in particolare riguardo all'apertura praticata sulla parte anteriore della casetta (vedi la tabella di seguito riportata). Lo stesso vale per la distanza fra questo foro e il fondo della casetta, indispensabile per proteggere dalle specie ostili le uova e la nidiata, pur consentendo poi ai giovani esemplari di uscire facilmente!

La pulizia


alt

L'interno deve essere facile da pulire alla fine della stagione di nidificazione, affinché la casetta possa essere occupata per diversi anni; per questo motivo almeno un lato o il tetto dovrebbero essere rimovibili.

Il posatoio: meglio evitarlo

Una casetta di nidificazione non dovrebbe avere un posatoio sotto l'apertura: anche se ti sembra che potrebbe essere utile per agevolare l'ingresso dell'uccello, c'è il rischio che i predatori possano utilizzarlo per aggrapparsi.

Diametro del foro della casetta nido

Specie interessate

da 25 a 28 mm

Cinciarella, cincia mora, cincia bigia, codibugnolo

da 28 a 32 mm

Cinciallegra, passero mattugio

da 34 a 38 mm

Passero domestico

da 45 a 50 mm

Picchio muratore di Krüper, storno

Casetta semi-aperta

Pettirosso, codirosso spazzacamino, codirosso, pigliamosche comune, scricciolo, tordo nero, ballerina bianca

Scopri il catalogo ManoMano
Casetta nido per uccelli

Tipi di casette per uccelli

I due tipi principali di casette per uccelli...


alt
  • Le casette chiuse, con una piccola apertura circolare, pensate per uccelli cosiddetti silvestri: cinciarelle, passeri, ecc.
  • Le casette semi-aperte, con un'apertura rettangolare più ampia, fra i 6 e i 10 cm, per uccelli semi-silvestri: pettirosso, scricciolo, codirosso, pigliamosche comune, ballerina.

E i due sottotipi...


alt

I due tipi di casetta per uccelli descritti in precedenza si suddividono a loro volta in due sottocategorie:

  • Casetta semplice tipo «cassetta della posta».
  • Casetta a balcone, che garantisce una miglior protezione degli occupanti da intemperie e predatori.

Casette speciali


alt

Alcuni tipi di uccelli, come ad esempio le rondini e i rondoni hanno bisogno di nidi specifici. Sta a te collocarli nel luogo che ti sembra più adatto: in questo modo, eviteranno di costruire nidi in posti inopportuni.

Infine, alcune casette per uccelli sono dotate di un sistema di mini videocamera, così ti divertirai a seguire l'evoluzione della covata delle tue piccole creature con la massima discrezione!

Come scegliere una mangiatoia

Gli aspetti chiave per la scelta della mangiatoia


alt
  • Innanzitutto il prezzo, che può variare da qualche decina di euro a più di 100 euro per i modelli di fascia alta.
  • La specie o le specie di uccelli che vuoi privilegiare, fattore che condizionerà il tipo di alimentazione e, di conseguenza, il tipo di mangiatoia.
  • La frequenza di fornitura di cibo, perché se devi assentarti per un po' di tempo è meglio scegliere una mangiatoia capiente che assicuri una buona riserva di cibo.
  • La posizione: mangiatoia da appendere o da appoggiare (ma stai attento ai gatti! ).
  • Il materiale con cui è realizzata la mangiatoia. Se la vuoi in legno scegli, come per le casette, un'essenza poco putrescibile (cedro, sequoia o larice).
Scopri il catalogo ManoMano
Mangiatoia

Tipi di mangiatoie

Mangiatoie a vassoio


alt

Collocata a terra, su un terrazzo o un balcone, su un palo oppure sospesa a un albero, la mangiatoia a vassoio rappresenta il sistema più semplice per nutrire gli uccelli. Ci puoi mettere qualsiasi tipo di granaglie o di frutta.

Inoltre, gli uccelli potranno mangiare in gruppo. Per questo tipo di mangiatoia è essenziale effettuare una pulizia quotidiana, per eliminare le deiezioni. La maggior parte dei modelli sono dotati di un tetto, per proteggere il cibo dalla pioggia. Particolarmente apprezzate da pettirossi e fringuelli, questo tipo di mangiatoie possono essere acquistate anche in kit semplici da montare.

Mangiatoie a silo e a tramoggia


alt

Queste mangiatoie di svariate forme, destinate alle miscele di granaglie e ai semi di girasole, offrono il vantaggio di proteggere il cibo dalle intemperie e dalla sporcizia.

Possono contenere una buona riserva di granaglie - fino a qualche chilo per alcuni modelli - che vengono erogati progressivamente sul vassoio, garantendo agli uccelli il nutrimento necessario per molti giorni. Le mangiatoie a silo e a tramoggia consentono inoltre di evitare sprechi e attirano principalmente le cinciarelle, i verdoni e i cardellini.

Mangiatoie per grassi vegetali


alt

Puoi anche optare per sistemi di sospensione destinati ai grassi vegetali (palline o blocchi di grasso) molto graditi dalle cinciarelle ma anche da picchi muratori, rampichini, picchi, ecc. Ne esistono di svariati modelli, progettati specificatamente per le palline, i blocchi o il burro di arachidi.

Mangiatoie per arachidi


alt

Le arachidi, non tostate e non salate, costituiscono un ottimo alimento , ricco di lipidi, sostanze minerali e proteine. Sono apprezzatissime da molti tipi di uccelli, in particolare dalle cinciarelle. Per contenere le arachidi, sono state quindi creati degli appositi distributori a griglia.

Le postazioni di nutrizione completa


alt

Si compongono di più mangiatoie che contengono cibo di varia natura: un bel ristorante «self-service» per gli uccelli!

Mangiatoie per balconi e finestre


alt

Particolarmente adatte alla città, ai piccolissimi giardini e ai davanzali delle finestre, queste mangiatoie ti consentiranno di nutrire gli uccelli che frequentano il tuo balcone, terrazzo o giardino.

Scopri il catalogo ManoMano
Finestre

Scopri le nostre casette nido e mangiatoie per uccelli

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria, 108 guide

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Alto come un soldo di cacio, già lavoravo nel giardino di famiglia. Forse è da lì che è nato il mio interesse per le piante e il giardinaggio. Era quindi logico per me seguire degli studi sia di biologia vegetale che di agraria. Accogliendo la richiesta di diversi editori, ho scritto in 25 anni numerosi libri sulla tematica delle piante, dei funghi (argomento che mi è a cuore), essenzialmente delle guide per il riconoscimento all’inizio, ma presto anche in seguito, sul giardinaggio, riallacciandomi così alla prima passione della mia infanzia. Ho anche collaborato regolarmente con diverse riviste specializzate nell’ambito del giardinaggio o più in generale della natura. Siccome non c’è giardiniere senza giardino, è in un piccolo angolo dell’Umbria che coltivo il mio da 30 anni e dove metto in pratica i metodi di coltura che vi consiglio.

I prodotti collegati a questa guida