Come scegliere una maschera per saldatura

Come scegliere una maschera per saldatura

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

Guida scritta da:

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

82 guide

Quando si eseguono brasature o saldature ad arco bisogna sempre indossare una maschera per saldatura, che ci garantisce sicurezza e comfort. Tra maschere automatiche, per saldatura ad arco, con LCD e ventilate può essere difficile scegliere quella giusta. Leggi la mia guida se vuoi schiarirti le idee !

Caratteristiche importanti

  • Occhiali di protezione
  • Maschera a filtri passivi
  • Maschera a filtri attivi
  • Scocca
  • Norme
Scopri le nostre maschere per saldatura!

Meglio la maschera o gli occhiali per saldatura?


alt

Sia gli occhiali che le maschere per saldatura offrono una protezione oculare durante le operazioni di saldatura, anche se per i lavori più intensi gli occhiali di saldatura si dimostrano ben presto inefficaci.


undefined

In questi casi occorre indossare la maschera per evitare gli effetti dannosi dell'irraggiamento e il rischio di bruciature causate dalle scintille e dalle particelle di metallo prodotte dalla saldatura. Alcune maschere per saldatura sono dotate di una protezione integrata delle vie respiratorie che rende superfluo l'utilizzo di maschere protettive

Scopri il catalogo ManoMano
Maschere protettive

Protezione oculare 

Per proteggere i tuoi occhi mentre lavori devi utilizzare:

  • degli occhiali per saldatura con lenti trasparenti per tutte le saldature effettuate con una saldatrice o una stazione saldante. A seconda del modello, gli occhiali per saldatura a filtro passivo possono essere adatti anche per le saldature a fiamma come brasatura e saldatura autogena;
  • una maschera da saldatura con filtro passivo, conforme alle norme europee EN 166 e EN 169 (lente in protano o policarbonato solitamente  tinta con valori DIN da 5 a 13), adatta per i lavori di saldatura a fiamma come la saldatura autogena (cannello), l'ossitaglio e il taglio al plasma. Queste maschere per saldatura in realtà sono adatte anche per la saldatura ad arco, a patto che la tinta sia superiore a 9. Per questo genere di saldature andrebbero utilizzate solamente per brevi periodi, dato che queste maschere non offrono il comfort visivo che possono invece dare le maschere con filtro attivo: le maschere a filtro passivo hanno sempre la stessa tinta, per cui quando non stai saldando non ti permettono di vedere niente. 
  • una maschera per saldatura con filtro attivo per saldare ad arco elettrico (arco/ MIG-MAG/ TIG). È una maschera elettro-ottica con una scocca in poliestere e fibra di vetro. Se devi effettuare un lavoro che sprigiona dei gas sgradevoli puoi utilizzare una maschera elettro-ottica ventilata. Il sistema di ventilazione viene fissato con un'imbracatura sulla schiena del saldatore.
Scopri il catalogo ManoMano
Maschere protettive

Maschera per saldatura con filtro passivo


alt

Le maschere per saldatura a mano e le maschere da fissare alla testa con una cinghia fanno parte delle maschere con filtro passivo poiché sono dotate di un solo grado di oscuramento.

Le maschere a mano lasciano libera una sola mano mentre si salda, e per questo motivo andrebbero utilizzate solamente per lavori occasionali; le maschere per saldatura con cinghia sono molto più pratiche poiché permettono di lavorare con entrambe le mani, e sono quindi adatte ad un utilizzo regolare. Questi classici modelli di maschere per saldatura non proteggono tutta la testa, ma solamente il viso e il collo. Assicurati sempre che la maschera che utilizzi sia conforme alle norme EN 175 per la scocca, EN 166 per la montatura e EN 169 per i filtri oculari.

Quanto incide la montatura sulla qualità di una maschera per saldatura?


alt

La montatura mantiene in posizione la lente e deve anch'essa rispettare delle rigide normative; in base alla protezione offerta, può essere di classe:

F: resiste all'impatto di particelle a bassa energia (circa 45 m/s);

B: resiste a particelle a media energia (circa 120 m/s);

A: resiste a particelle ad alta energia (circa 190 m/s);

T: resiste ad impatti e temperature estreme (da -5°C à 55°C). Anche il loro impiego è regolato da norme:

3: protezione contro i liquidi;

4: protezione contro polveri spesse;

5: protezione contro gas e polveri sottili;

8: protezione contro gli archi elettrici da cortocircuito;

9: resistenza ai metalli fusi e ai metalli solidi incandescenti.

Sono parecchi dati da memorizzare, ma niente paura ! I produttori ci danno una mano indicando su ogni maschera il tipo di saldatura per cui è adatta!

Maschera per saldatura: che cos'è il filtro attivo?


alt

Le maschere automatiche sono delle maschere elettro-ottiche a cristalli liquidi che possono variare la tinta: quando l'intensità della luce aumenta lo schermo si scurisce. Le maschere per saldatura automatiche funzionano con una pila a bottone; la loro forma è simile a quella di un casco da motociclista, e proteggono tutta la testa e il collo.

Oltre che per la conformazione della loro scocca che copre totalmente testa e collo, le maschere automatiche si differenziano da quelle tradizionali per le maggiori performance ottiche e di filtrazione. Le lenti delle maschere automatiche sono regolate dalle norme EN 175, EN 169 e EN 379.

Grazie alla loro cassetta munita di finestrella le maschere a cristalli liquidi proteggono automaticamente dai lampi dell'arco scurendosi all'istante.In base al modello scelto la tinta può essere predeterminata oppure progressiva : in quest'ultimo caso varia in base all'intensità della luce, da 9 a 13. Le cassette più grandi contengono un maggior numero di cristalli liquidi. Quando l'intensità luminosa si attenua la cassetta si schiarisce, mantenendo tuttavia un certo grado di oscuramento di sicurezza. Tutto ciò avviene grazie ad una batteria al litio o ad un pannello solare.

Scopri il catalogo ManoMano
Batteria

Cosa indicano le varie normative delle maschere per saldatura ?

Norme fondamentali delle maschere per saldatura 


undefined
  • EN 166 - condizioni di base;
  • EN 169 - lente di saldatura;
  • EN 170 - filtrazione dei raggi UV;
  • EN 171 - filtrazione degli infrarossi;
  • EN 175 - protezione degli occhi durante la saldatura;
  • EN 379 - specifica il grado della tinta.

Ulteriori consigli per scegliere la maschera giusta


alt

La scelta della maschera per saldatura va effettuata con criterio, tenendo in considerazione il tipo di lavoro per cui la utilizzerai.

Dovrai scegliere il grado di oscuramento offerto dalla tua cassetta e la scelta della protezione in base al lavoro da eseguire. Ricorda che più il numero è elevato, più la cassetta è scura.

Per le saldature a bassa intensità (ad esempio TIG < 20 A) scegli la flessibilità e la leggerezza delle maschere in termoplastica o in poliestere dotate di uno schermo con tinta di almeno grado 5.

Per le saldature ad alta intensità preferisci una maschera in poliestere e fibra di vetro.

Le maschere con filtro passivo hanno una lente tinta secondo una gradazione DIN.

Le maschere con filtro attivo dispongono di una lente (detta cassetta) che cambia automaticamente il grado della sua tinta in base alla luminosità dell'arco. Al momento della scelta considera anche la dimensione del campo visivo.

Le maschere per saldatura integrali sono molto sicure e pratiche.

Dovrai anche dotarti di guanti e grembiule per saldatura se non vuoi che la tua tuta da lavoro diventi simile al groviera!

I filtri attivi e passivi devono essere obbligatoriamente schermati da lenti di policarbonato trasparente. Sono queste ultime a subire gli impatti delle particelle, perciò vanno cambiate spesso. Fortunatamente costano poco!

Sicurezza e salute: la congiuntivite del saldatore

La saldatura ad arco elettrico rappresenta il principale fattore di rischio per il manifestarsi della cosiddetta congiuntivite delsaldatore. Se indossi lenti a contatto ricorda sempre di toglierle prima di iniziare a saldare. Purtroppo non è infrequente che i principianti vadano incontro ad incidenti come l'ustione delle cornee, che nei casi più gravi può portare alla perdita della vista. Mentre lavori puoi invece indossare gli occhiali da vista senza problemi.

Per saperne di più

Se vuoi approfondire le tue conoscenze riguardo alla saldatura a fiamma, ad arco, TIG e MIG MAG, segui i consigli dei nostri redattori e scopri le loro guide :

Scopri il catalogo ManoMano
Grembiule

Scopri le nostre maschere per saldatura!

Guida scritta da:

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna, 82 guide

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

Ho acquisito una formazione da carrozziere, da tubista/saldatore e dopo aver percorso per trentacinque anni cantieri italiani e belgi, sono diventato responsabile di una caldareria poi progettista, tecnico responsabile di progetti per poi finire come capo responsabile dei progetti. In pensione, ho sistemato e attrezzato un laboratorio in cui realizzo sculture metalliche: sono riuscito a combinare e sistemare un angolo di paradiso dove amo lasciare libero spazio alla mia immaginazione. Sfasciacarrozze e mercatini dell’usato non hanno più segreti per me: ci trovo oggetti insoliti e vecchi attrezzi che colleziono o trasformo in oggetti d’arte. Amo anche la decorazione, la pittura su tela e il giardinaggio. Seguo l’evoluzione delle nuove tecnologie riguardanti gli attrezzi. Condividere con voi la mia passione e consigliarvi con umiltà nelle scelte di materiale è un vero piacere.

I prodotti collegati a questa guida