Come scegliere una minipiscina spa

Come scegliere una minipiscina spa

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Spa gonfiabile, da incasso… per rilassarsi e godersi un buon massaggio, niente di meglio di una minipiscina! Aromaterapia, cromoterapia, idroterapia: goditi i piaceri di aromi, colori rilassanti dei LED, acqua riscaldata a 37°C e idromassaggio! Ti piace lo sport? Scegli una vasca per nuoto controcorrente!

Caratteristiche importanti

  • A guscio, gonfiabile o da incasso
  • A scopo terapeutico o per rilassarsi
  • Ergonomia e opzioni
  • Gli accessori legati al comfort
  • La manutenzione dell'acqua
Scopri le nostre minipiscine!

Scegliere una minipiscina in base ai bisogni


undefined

Sei alla ricerca di una minipiscina per scopi terapeutici?

Scegli una minipiscina con idrogetti. La loro azione su zone del corpo mirate dà sollievo ai traumi quotidiani e ai problemi articolari. Minipiscina gonfiabile o autoportante, spetta a te scegliere in base allo spazio a disposizione e al tuo budget.

Vuoi semplicemente una spa poco costosa per rilassarti in giardino durante le serate estive? Orientati su una minipiscina gonfiabile con soffiatori che garantiscono una seduta rilassante. Il vantaggio delle minipiscine gonfiabili risiede nel loro prezzo accattivante e nel fatto che, una volta sgonfiate, possono essere riposte in poco spazio.

Vuoi realizzare una vera e propria vasca per balneoterapia a casa tua e approfittarne tutto l’anno? Scegli una minipiscina spa autoportante o da incasso con la tecnologia airpool e whirlpool. Aggiungi la cromoterapia, la musicoterapia, l’aromaterapia e tutti gli accessori legati al comfort. Prenditi il tempo di scegliere i massaggi sequenziali proposti a seconda delle tue necessità.

Per non sbagliarti nella scelta della minipiscina, presta attenzione a questi elementi:

  • Il numero di persone consentito.
  • Il trattamento proposto: con bolle (airpool) per rilassarsi, con idrogetti (whirlpool) per essere massaggiati.
  • Gli accessori come mensole, gradini di accesso, portabicchieri, poggiatesta.
  • La fornitura di una copertura isotermica, per ridurre le bollette elettriche e la manutenzione.
  • Le terapie aggiuntive quali diffusione di aromi, musica, luci.
Scopri il catalogo ManoMano
Aromaterapia

Che cos’è una minipiscina


alt

La minipiscina è una vasca d'acqua calda dotata di varie bocchette per massaggio con getti d'aria o d'acqua. Anche se può avere degli utilizzi specifici per lo sport, è principalmente pensata per il relax e il benessere.

I massaggi localizzati offrono all'utilizzatore un vero trattamento terapeutico che consente di rilassare muscoli e articolazioni.

La forma della vasca è in genere quadrata o rotonda, anche se alcuni modelli si differenziano proponendo forme ovali e rettangolari.

Minipiscina o vasca idromassaggio


undefined

La minipiscina si differenzia dalla vasca idromassaggio per la riserva d'acqua disponibile, il diverso numero di persone ospitabili, l’ergonomia della vasca, la qualità del massaggio, il mantenimento della temperatura dell'acqua e la possibilità di installarla all'esterno.

La minipiscina spa è spesso associata al marchio Jacuzzi: in un certo senso la Jacuzzi sta alla minipiscina come Scottex sta ai fazzolettini, il nome della marca prende quasi il posto del nome del prodotto. Dobbiamo ringraziare Roy Jacuzzi, membro di una famiglia di ingegneri e idraulici, per aver avuto la brillante idea nel 1968 di applicare una tecnologia che permette di miscelare l'acqua a pressione con l'aria in una vasca!

I benefici dell'idromassaggio sulla salute


undefined

Le sessioni di balneoterapia offerte da una minipiscina sono consigliate alle persone affette da dolori alle articolazioni o alla schiena.

Abbinando benessere e relax, i massaggi eseguiti dalle bocchette idromassaggianti offrono numerosi benefici al corpo e alla mente:

  • calmano eliminano lo stress;
  • stimolano e tonificano;
  • migliorano la circolazione sanguigna;
  • eliminano le tossine;
  • dilatano i pori e alleviano i dolori cronici;
  • alleviano le emicranie;
  • rilassano i muscoli, ecc.

L’effetto energizzante o rilassante di una minipiscina spa dipende dal programma sequenziale scelto. I benefici della minipiscina spa sono evidenti già dalle prime sedute.

I diversi tipi di minipiscine

Per rispondere al meglio alle diverse configurazioni delle abitazioni e alle necessità di ognuno, abbiamo a disposizione tre tipi di minipiscine:

  1. Le minipiscine ad incasso
  2. Le minipiscine fuori terra
  3. Le minipiscine per nuoto controcorrente

Minipiscina spa ad incasso


undefined

La minipiscina ad incasso è un'installazione fissa che necessita di lavori e di uno spazio dedicato, all'interno o all'esterno. La minipiscina ad incasso può essere interrata o seminterrata. In base ai gusti si può scegliere un modello con struttura di sostegno esterna. Alcune minipiscine ad incasso sono dotate di un sistema antitraboccamento che consente di recuperare l'acqua, per una migliore regolazione, per minimizzare le perdite e scongiurare gli allagamenti.

Minipiscina spa fuori terra 

La minipiscina spa fuori terra è un'installazione mobile, nel senso che, una volta svuotata, è possibile svuotare la vasca. Dotata delle stesse prestazioni dei modelli ad incasso, la minipiscina fuori terra necessita per l'installazione, sia interna che esterna, di una solida base perfettamente piana. Spiccano in particolare due tipi di minipiscine fuori terra.

Minipiscina a guscio rigido


undefined

La minipiscina rigida è realizzata in acrilico e rivestita in composito o in legno. L’ergonomia della vasca è di miglior fattura così come le bocchette idromassaggianti. Essendo pesante è meglio prevedere un luogo per l'installazione fissa.

Minipiscina gonfiabile


undefined

La minipiscina gonfiabile è realizzata in PVC laminato e rappresenta una vera alternativa ai più costosi modelli rigidi e ad incasso.

Una volta svuotata, il suo peso modesto permette di spostarla facilmente.

Le spa gonfiabili hanno un volume minore e vuote sono molto leggere.

Scopri il catalogo ManoMano
Minipiscina gonfiabile

La minipiscina per nuoto controcorrente

Le minipiscine per il nuoto si differenziano dagli altri modelli per la possibilità di esercitarsi nel nuoto controcorrente. Di dimensioni maggiori rispetto alle minipiscine per il relax, sono disponibili in versione seminterrata.

Peso di una minipiscina: una minipiscina fuori terra rigida in grado di accogliere 5 persone pesa facilmente a vuoto 250 kg e contiene un volume d'acqua di 1200 l. Il peso di una minipiscina gonfiabile è relativo al volume d’acqua, poiché è molto leggera quando è vuota.

Scopri il catalogo ManoMano
Minipiscina gonfiabile

Come funziona una minipiscina spa


alt

Una minipiscina è una vasca d'acqua calda munita di bocchette idromassaggianti. L'acqua viene continuamente filtrata, mantenuta a temperatura costante e reimmessa nella vasca a pressione dalle bocchette massaggianti. Per poter beneficiare di questo benessere servono diverse tecnologie:

  • un riscaldatore elettrico riscalda e mantiene l'acqua a temperatura regolabile tra 25°C e 40°C. La potenza del riscaldatore si esprime in Watt ed è proporzionale al volume d'acqua da scaldare;
  • una pompa di filtrazione permette di aspirare e di reimmettere l'acqua nella vasca. È composta da un prefiltro, da un corpo pompa e da un motore;
  • filtri, sotto forma di cartucce, che sono integrati nel circuito della pompa e che permettono di reimmettere acqua pulita. I modelli più grandi dispongono di un filtro a sabbia;
  • uno skimmer pulisce la superficie dell'acqua e raccoglie capelli e altre impurità;
  • una pompa per il massaggio, detta anche booster, alimenta i getti; 
  • una pompa per le bolle, detta anche blower, produce delle bollicine d'aria nella vasca. Si consiglia di integrare un sistema di riscaldamento dell'aria affinché le bolle non raffreddino l'acqua;
  • bocchette idromassaggianti a pressione e vari getti per ottenere massaggi dagli effetti diversi;
  • un sistema di programmazione per scegliere i tempi delle sequenze e i trattamenti. 

Ovviamente in base alle dimensioni della vasca e al volume d'acqua da trattare, possono essere necessarie due pompe. Il numero di bocchette idromassaggianti e di blower varia in base al modello.

Scopri il catalogo ManoMano
Filtro a sabbia

Quale tecnologia scegliere per l’idromassaggio


undefined

Le minipiscine offrono principalmente due tipi di tecnologie: a idrogetto (whirlpool) e a bolle (airpool).

Le tecnologie a idrogetto per scopi terapeutici

Infatti, è possibile orientare gli idrogetti e produrre un’azione locale su una determinata zona (anche, spalle, zona lombare, ecc.). Questa tecnologia è simile a quella impiegata nei centri di balneoterapia.

Le tecnologie a bolle per rilassarsi

A differenza della tecnologia a getto d'acqua, quella a bolle non permette un’azione mirata. La sua azione è invece globale, con un maggiore accento su relax e riposo rispetto a una vera balneoterapia.

Scegliere le dimensioni in base al numero di utilizzatori


undefined
  • Le minipiscine gonfiabili a 2 posti: perfette per i single o per le coppie. Poco ingombranti, possono essere collocate su un terrazzo o un ampio balcone (lati o diametro di 120 cm circa).
  • Le minipiscine a 4 posti: adatte per le coppie che desiderano maggiore spazio o per una famiglia con un bambino (lati o diametro di 140 cm circa).
  • Le minipiscine a 6 posti: soluzione ideale per una famiglia con bambini o per invitare gli amici a rilassarsi. Necessitano di maggiore spazio, sia all’esterno che all’interno (lati o diametro di 160 cm circa).
  • Le minipiscine da 8-10 posti: questi modelli sono particolarmente indicati per le famiglie numerose (lati o diametro 200 cm circa).

I trattamenti terapeutici per un maggiore comfort

Cromoterapia


undefined

La cromoterapia è una terapia non convenzionale che utilizza la luce per dare benessere e serenità. Alcuni LED dai colori rilassanti o energizzanti illuminano l'acqua della tua vasca:

  • il giallo è stimolante;
  • il rosso dà energia;
  • l’arancione tonifica;
  • il blu e il verde rilassano.

L’aromaterapia

L’aromaterapia è un trattamento alternativo che si basa sulla diffusione di estratti di piante medicinali per rilassare ed eliminare lo stress. I trattamenti sono diversi a seconda delle piante utilizzate:

  • miglioramento della concentrazione con la menta piperita;
  • distensivo con la lavanda, ecc.

Musicoterapia 

La musicoterapia è la diffusione di musiche rilassanti durante le sessioni di relax. Scegli secondo i tuoi gusti, e lasciati cullare della musica classica, dai suoni della foresta ecc.

L’idroterapia

L’idroterapia è precisamente il massaggio la minipiscina ti offre grazie alle sue bocchette idromassaggio. Per questa ragione occorre prestare attenzione alla disposizione dei getti e all'ergonomia della vasca.

Scopri il catalogo ManoMano
Radio da bagno

I principali accessori per una migliore funzionalità


undefined

La minipiscina può prevedere diversi altri accessori. Alcuni sono indispensabili per migliorarne il comfort, altri invece sono pratici e ne facilitano l'utilizzo. A seconda del modello di minipiscina puoi disporre di:

  • una copertura isotermica o protettiva per i modelli gonfiabili, indispensabile per ridurre i costi della bolletta elettrica;
  • cuscini per rilassarsi e sostenere la cervicale;
  • un corrimano per entrare e uscire con maggiore facilità;
  • gradini d'accesso per evitare di fare il passo... più lungo della gamba;
  • mensole per appoggiare un bicchiere o due.
Scopri il catalogo ManoMano
Corrimano

Come fare la manutenzione della minipiscina

Manutenzione regolare per un'acqua di qualità


undefined

  1. La qualità dell'acqua della minipiscina dovrebbe essere verificata e analizzata una volta a settimana con un tester per pH. L’acqua si situa idealmente tra 7 e 7,4. In caso di valori non conformi, i prodotti pH- (meno) o i pH+ (più) riequilibreranno l’acqua. Anche i tassi di alcalinità TAC (Total Alkalimentary Title, Titolo Alcalimetrico Completo) e di durezza del calcio TH (Hydrolimetric Title, livello idrometrico) devono essere monitorati. TAC ideale: 15°f; TH tra 10 e 20°F.
  2. Per una disinfezione shock, utilizza l’ossigeno attivo o il bromo. Il cloro, che perde alcune delle sue proprietà intrinseche alle alte temperature, non dovrebbe essere usato.
  3. Aggiungi un anticalcare ogni volta che riempi la vasca, a meno che tu non viva in una regione dove l’acqua è dolce.
  4. Pulisci lo skimmer, la cartuccia di filtrazione e la scocca con una spugna e un prodotto non abrasivo.
  5. Devi svuotare la minipiscina una volta ogni due mesi.
  6. Alle minipiscine da incasso e di dimensioni maggiori (5/6 persone) può essere aggiunto un chiarificante (il flocculante è vietato) e un antialghe non schiumogeno.

Cosa fare in caso di acqua torbida

Sono possibili due soluzioni.

  1. Se l’acqua conta già diverse settimane di utilizzo, svuota la minipiscina. Questo metodo è semplice, radicale ed evita l’impiego di prodotti di trattamento dell’acqua. In seguito, aumenta il tempo di filtrazione.
  2. Se l’acqua della minipiscina è appena stata cambiata, procedi ad una disinfezione shock. Per farlo, esegui test sull’acqua (pH, TAC e TH e riequilibra se necessario), effettua un trattamento shock con il bromo e l’ossigeno attivo e aggiungi un chiarificante. Puoi anche aumentare il tempo di filtrazione.

Disinfezione all’ozono

L'ozonizzatore può trattare l'acqua della tua minipiscina in modo naturale con l'ozono: questo procedimento riduce anche i rischi di allergia. Tale tecnologia è disponibile su alcuni modelli e consiste nel miscelare aria e ozono nei circuiti dell'aria.

Scopri il catalogo ManoMano
Trattamento

Le raccomandazioni per la scelta


undefined

Dovrai scegliere la minipiscina in base al tuo budget di spesa e alle tue esigenze in termini di comfort. Per riassumere, puoi scegliere tra un'economica minipiscina gonfiabile e una fissa, più costosa e che richiede un'installazione permanente. Il budget annuale per la manutenzione è compreso tra i 200 e i 250 euro (acquisto dei prodotti di manutenzione, ecc.).

Per quanto riguarda la qualità e gli accessori, devi valutare la qualità della vasca, l'isolamento e la disposizione dei getti. Una copertura isotermica è indispensabile per contenere le spese dell'elettricità. Una minipiscina situata all'esterno deve essere coperta quando non la si utilizza, soprattutto se non è riparata ed è esposta agli agenti inquinanti e foglie, insetti, ecc. 

Un sistema di riscaldamento dell'aria è indispensabile se vuoi le bollicine calde! Valuta anche il numero dei getti e soprattutto, se puoi, scegli con cura l'ergonomia della vasca poiché è dentro quest'ultima che sarai massaggiato. Per quanto riguarda i consumi, ricorda che più elevato è il volume d'acqua, più bocchette ti serviranno e quindi maggiore sarà il consumo elettrico. C'è da dire però che nessuno compra una minipiscina pensando principalmente al risparmio!

Per il resto, rilassati e goditi il massaggio con le bollicine!

Scopri le nostre minipiscine!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida