Come scegliere una motosega per metalli?

Come scegliere una motosega per metalli?

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

Guida scritta da:

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

82 guide

Motosega a disco, a fresa, sega a nastro per metalli, smerigliatrice: ecco a te degli strumenti capaci di tagliare i profilati! Fisse o mobili, per l’atelier o per il cantiere, a ciascun taglio la propria motosega per metalli! Diciamo addio al seghetto e diamo il benvenuto agli strumenti moderni!

Caratteristiche importanti

  • Motosega fissa
  • Motosega a fresa / lubrificata
  • Sega a nastro per metalli
  • Smerigliatrice
  • Potenza
  • Profondità di taglio
  • Ergonomia
Scoprite le nostre motoseghe per metalli!

Che cos’è una motosega per metalli?


alt

In passato si trattava di uno strumento grande e pesante, spesso di origine italiana o tedesca, composto da un’enorme lama lubrificata con dell’olio lubrificante e dotato di un sistema di avanzamento automatico su rondella, per tagliare in serie numerosi profilati. Il professionista incaricato del rifornimento e dell’impostazione della rondella non doveva fare altro che sorvegliare il corretto svolgimento delle operazioni!

A volte, diverse macchine lavoravano in contemporanea. Accanto alla motosega, la gigantesca sega a nastro, altro mezzo per segare il metallo, completava la batteria. Poco a poco queste macchine così imponenti, hanno lasciato il posto a dei dispositivi più compatti, più rapidi e meno costosi.

Motosega per metalli da atelier o da cantiere?

Che tu voglia tagliare dei metalli in atelier o cantiere, avrai sempre la scelta tra motosega fissa e mobile o sega fissa o mobile.

Motosega per metalli da atelier


alt

Utilizzo intensivo

Per un utilizzo frequente ed intensivo in atelier:

  • Motosega fissa con un disco di 350mm;
  • Motosega a fresa / lubrificata;
  • La sega a nastro per metalli fissa.

Motosega per metalli da cantiere


alt

Utilizzo intensivo

Per un utilizzo frequente ed intensivo in cantiere:

  • motosega mobile  - disco che va fino ai 350mm;
  • sega a nastro mobile;
  • smerigliatrice- dischi di 115, 125 o 230mm.


alt

Utilizzo occasionale

Per un utilizzo polivalente ed intensivo, ma anche occasionale, in cantiere, la smerigliatrice (diametro di 115 o 230 mm) grazie alla sua polivalenza (leggera, maneggiabile, potente) è lo strumento giusto e permette di tagliare metalli e materiali (dischi diversi, montaggio rapido) con facilità e rapidità.

Scopri il catalogo ManoMano
Sega a nastro mobile

Motosega fissa: definizione


alt

La motosega fissa permette di eseguire dei tagli dritti, ma grazie alla sua base girevole e al suo cursore graduato, sono inoltre possibili dei tagli obliqui all’angolo desiderato.

Un interruttore per l’innesco progressivo e uno per l’arresto di emergenza compongono i comandi della macchina.

Il fiore all’occhiello di questo strumento è il disco abrasivo con diametro di 350 mm. Tale disco è composto da un agglomerato di corindone (quasi duro quanto il diamante), di smeriglio e di altri componenti attaccati ad un supporto di tela che limita gli schizzi di particelle – soprattutto in caso di rottura accidentale del disco.Il disco deve essere sostituito quando il diametro non permette più di tagliare un profilato in una volta sola (il suo spessore va dai 2 ai 4 mm). La velocità di rotazione della macchina è di circa 3800 giri al minuto. L’utilizzo produce tantissime scintille e schizzi di particelle che devono essere canalizzate per esempio verso una lamiera d’acciaio, per non rischiare di provocare un incendio. Oltre alle dimensioni, sul disco vi sono obbligatoriamente scritte: le norme, la velocità di rotazione, la granulometria e le istruzioni.La capacità di taglio e la potenza espressa in watt sono le principali caratteristiche.Il non plus ultra è un mirino laser che facilita l’impostazione di taglio. E’ sensato aggiungere uno o due puntelli, una sorta di cavalletti regolabili composti da dei rulli dritti o a V sui quali si posano i profilati per farli avanzare verso la macchina.

Motosega a fresa o lubrificata

Caratteristiche


alt

Prevista per l’atelier, è composta da una base sulla quale è posizionata una motosega dotata di comandi di sicurezza e di selezione di velocità.

La sua morsa dispone di una funzione de serraggio rapido. La base o la testa sono girevoli per dei tagli da 0 a 45°.

La sua potenza va dai 1800 ai 2500 W – più la motosega èpotente, più essa taglia delle sezioni grosse con facilità.

Il suo disco dotato di una seghettatura in carburo di tungsteno è lubrificato con dell’olio attraverso una pompa -  spesso posizionata sulla base che serve spesso per gli strumenti di smontatura e delle parti di ricambio. Questo disco è protetto da un carter amovibile che ne permette la sostituzione.

La discesa dell’insieme dei tagli si esegue manualmente per mezzo di una leva posizionata in cima alla macchina.

Una rondella regolabile per i tagli ripetitivi viene fornita con la macchina. Il vantaggio di questa macchina è la rapidità di taglio e la nitidezza dei tagli (assenza di sbavature).

Sega a nastro per metalli: fissa o mobile?

Sega a nastro da atelier


alt

La sega a nastro per metalli fissa è una macchina che viene utilizzata per i lavori in altezza. Dotata di una morsa e di un sistema di discesa progressiva per mezzo di un martinetto regolabile, essa permette dei tagli ad angolo. La sua ampia larghezza di taglio ne è il punto forte. La lama può essere lubrificata. Taglio netto e preciso.

Sega a nastro mobile


alt

La sega a nastro per metalli mobile permette di lavorare direttamente sulla parte da tagliare – funziona a batteria. Maneggiabile e leggero, con questo strumento ho visto tagliare di tutto!

Scopri il catalogo ManoMano
Sega a nastro

Che cos’è la motosega a disco?

Di gran lunga la più diffusa in quanto disponibile nel modello mobile o fisso.


alt

Motosega fissa         

La motosega fissa è composta da un supporto sul quale è montata la motosega che si abbassa attraverso una maniglia sulla parte da tagliare. Il suo innesco è progressivo, la sua potenza è di circa 2200 W, i giri al minuto vanno da 2200 a 4000, il diametro del disco è generalmente di 350 mm  - per una profondità di taglio compresa tra i 115 e i 140 mm. La sua base è munita di una morsa – per tenere ferma la superficie da tagliare – e può essere fissata in un atelier. Dei carter di protezione più o meno elaborati proteggono l’utilizzatore da qualsiasi schizzo dovuto al taglio.

Motosega mobile


alt

Assomiglia ad una smerigliatrice. Le sue caratteristiche tecniche sono identiche al modello fisso ad eccezione del fatto che il disco è disponibile in diversi diametri: 125, 180, 230 e 355 mm e che la sua potenza e il suo numero di giri/minuto sono variabili. Alcuni modelli possono disporre di carter a ruote ed essere collegati ad un aspiratore. Per fare la tua scelta, considera che più una motosega a disco ha una potenza ed un numero di giri/min. elevati, più essa taglia con facilità i materiali – a condizione che si abbia un disco di qualità, ovviamente!

Scopri il catalogo ManoMano
Motosega fissa

Smerigliatrice: utilizzo e caratteristiche principali


alt

La smerigliatrice con un disco di diametro 115, 125 o 230 mm è molto spesso utilizzata in cantiere, in quanto è polivalente, leggera e potente.

Questa macchina, disponibile a 220/230 V e da 1400 a 2200 W di potenza, è leggera e maneggiabile, cosa che la rende uno strumento indispensabile.I lavori di rifinitura e di accesso difficile sono assicurati dai modelli di 125 mm, mentre i tagli grossi sono realizzati con i 230 mm.Le smerigliatrici possono inoltre essere pneumatiche.  Il loro consumo d’aria varia a seconda del diametro del disco e ovviamente, l’utilizzo di un compressore, che copre in gran parte il consumo della smerigliatrice pneumatica, è necessario per evitare degli sbalzi durante il taglio.

Scopri il catalogo ManoMano
Smerigliatrice pneumatica

Consigli per l’utilizzo


alt

L’utilizzo delle macchine sopra descritte implica una vera e propria concentrazione durante il lavoro.

La prima cosa da considerare è la protezione delle persone e dell’ambiente dagli schizzi, attraverso l’utilizzo di attrezzatura di protezione individuale – elmetto, guanti, occhiali, protezioni uditive e grembiule.

Prima di cominciare, immagina dove cadrà il pezzo di metallo che taglerai.

Utilizza cavaletti e puntelli per semplificare il lavoro.

Scopri il catalogo ManoMano
Cavaletti e puntelli
Scoprite le nostre motoseghe per metalli!

Guida scritta da:

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna, 82 guide

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

Ho acquisito una formazione da carrozziere, da tubista/saldatore e dopo aver percorso per trentacinque anni cantieri italiani e belgi, sono diventato responsabile di una caldareria poi progettista, tecnico responsabile di progetti per poi finire come capo responsabile dei progetti. In pensione, ho sistemato e attrezzato un laboratorio in cui realizzo sculture metalliche: sono riuscito a combinare e sistemare un angolo di paradiso dove amo lasciare libero spazio alla mia immaginazione. Sfasciacarrozze e mercatini dell’usato non hanno più segreti per me: ci trovo oggetti insoliti e vecchi attrezzi che colleziono o trasformo in oggetti d’arte. Amo anche la decorazione, la pittura su tela e il giardinaggio. Seguo l’evoluzione delle nuove tecnologie riguardanti gli attrezzi. Condividere con voi la mia passione e consigliarvi con umiltà nelle scelte di materiale è un vero piacere.

I prodotti collegati a questa guida