Come scegliere una roditrice ?

Come scegliere una roditrice ?

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

Guida scritta da:

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

82 guide

Una roditrice rode l'acciaio ed è utilizzata in lastratura e carrozzeria o per tagliare l'acciaio o l'acciaio inox di piccolo spessore. Il punzone determina la larghezza di taglio, la cadenza di taglio, l'avanzamento e roditrici sono elettriche o pneumatiche - funzionano con un compressore.

Caratteristiche importanti

  • Punzone
  • Cadenza
  • Elettrica
  • Pneumatica
Tutte le nostre roditrici !

Che cos'è una roditrice ?


alt

Passami Jeannot Lapin ! In carrozzeria questo è il nome che ha ricevuto la roditrice. Guardandola più da vicino, possiamo comprendere rapidamente perché viene chiamata così. Utilizzata principalmente sulla lamiera ma anche sulla plastica o sul legno di piccolo spessore, ecco un utensile elettrico portatile o pneumatico leggero e maneggevole che usato in modo oculato ti può rendere la vita facile se si tratta di tagliare lamiera, rivestimenti o ogni altro materiale di piccolo spessore.Delle dimensioni di una piccola smerigliatrice elettrica, il suo funzionamento si riduce a ben poca cosa. Un utensile semplice composto da un punzone e da una matrice oscillante ad una velocità di ± 2000 colpi/minuto per rodere la lamiera da tagliare. La roditrice è utilizzata essenzialmente per tagli circolari o arrotondati. La sua alimentazione è pneumatica o elettrica.

Attenzione ! Questo utensile non è una cesoia per lamiera. Come indica il suo nome, la roditrice rode una parte della lamiera, fino a 6 mm di larghezza oltre alla dimensione del punzone. Occorre tener conto di questa sbordatura durante il tracciamento e la velocità della lamiera. Poiché esistono numerosi modelli, è necessario determinare lo spessore da tagliare per scegliere la potenza adeguata.

Il vantaggio innegabile è che l'uso della roditrice non provoca alcuna deformazione della lamiera. I carrozzieri e molti atri professionisti che devono tagliare la lamiera hanno questo macchinario nel loro porta utensili.

Scopri il catalogo ManoMano
Roditrice

Caratteristiche delle roditrici

Roditrice elettrica


alt

La  roditrice elettrica offre prestazioni inferiori rispetto alla roditrice pneumatica ed è dotata di una :

- potenza da 600 a 800 W e di un variatore elettronico di velocità ;- capacità ti taglio massima di 4 mm per la lamiera in acciaio e di 2,5 mm per la lamiera in inox ;- larghezza di taglio in base al punzone da 3 mm a 8 mm. Da tenere presente che i punzoni più larghi sono destinati agli spessori maggiori. Esempio : un punzone di 6 mm permette di tagliare la lamiera fino a 4 mm ;- cadenza di taglio di 2500 colpi/min e di un punzone orientabile a 360°.


alt

Roditrice pneumatica

La roditrice pneumatica è più diffusa in virtù del suo ingombro ridotto e della sua eccezionale maneggevolezza. Necessita di un compressore in ragione dell'elevata portata d'aria per il suo funzionamento (±150 l/min).

La frequenza delle oscillazioni è anche più importante di quella del modello elettrico ossia 3500 colpi al minuto ad ha un taglio migliore, pulito e senza sbavature. Le sue caratteristiche sono :

- capacità di taglio del metallo fino a 1,5 mm in continuo ;- regolatore, variatore di potenza integrato;- comando tramite impugnatura ergonomica per lavorare in gran comodità ;- matrice e punzone intercambiabili.

Punzone e matrice


alt

La parte meccanica della roditrice si usura rapidamente durante il taglio.

L'insieme è intercambiabile molto rapidamente. non dimenticare di prevedere dei pezzi dei ricambio e, se la tua roditrice lo prevede, dei punzoni di dimensioni differenti.

Consigli d'uso

La roditrice deve essere usata con occhiali e guanti di protezione. Un grembiule di cuoio può poi proteggerti tutto il corpo.

Tutte le nostre roditrici !

Guida scritta da:

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna, 82 guide

Michele, Saldatore professionista e di passione, Sardegna

Ho acquisito una formazione da carrozziere, da tubista/saldatore e dopo aver percorso per trentacinque anni cantieri italiani e belgi, sono diventato responsabile di una caldareria poi progettista, tecnico responsabile di progetti per poi finire come capo responsabile dei progetti. In pensione, ho sistemato e attrezzato un laboratorio in cui realizzo sculture metalliche: sono riuscito a combinare e sistemare un angolo di paradiso dove amo lasciare libero spazio alla mia immaginazione. Sfasciacarrozze e mercatini dell’usato non hanno più segreti per me: ci trovo oggetti insoliti e vecchi attrezzi che colleziono o trasformo in oggetti d’arte. Amo anche la decorazione, la pittura su tela e il giardinaggio. Seguo l’evoluzione delle nuove tecnologie riguardanti gli attrezzi. Condividere con voi la mia passione e consigliarvi con umiltà nelle scelte di materiale è un vero piacere.

I prodotti collegati a questa guida