Come scegliere una rusticatrice a rullo?

Come scegliere una rusticatrice a rullo?

Luca, Falegname-carpentiere per passione, Pordenone

Guida scritta da:

Luca, Falegname-carpentiere per passione, Pordenone

35 guide

Se ancora non conosci l’incredibile rusticatrice a rullo, è ora di farlo! La parola d’ordine di questa macchina è la polivalenza: levigare, decapare, raffinare, sbavare... il suo unico limite è la tua immaginazione. Ciliegina sulla torta, la rusticatrice lavora il legno, i metalli e anche il PVC!

Caratteristiche importanti

  • Potenza
  • Peso
  • Variatore di velocità
Scopri le nostre rusticatrici!

Rusticatrici a rullo: funzionamento e utilizzo


alt

Il funzionamento della rusticatrice a rullo – anche chiamata satinatrice da alcuni produttori – è molto semplice: un motore avvia un albero orizzontale il quale viene munito di un rullo – anche chiamato tamburo o spazzola – che ha delle proprietà abrasive. Per quanto riguarda l’applicazione, la macchina si passa avanti e indietro sulla superficie da lavorare – o seguendo il senso delle fibre del legno, se di esso si tratta. Esistono tantissimi accessori abrasivi ed è ciò che rende la rusticatrice a rullo così interessante e polivalente.

Per quanto riguarda il suo campo d’azione, la satinatrice è un vero e proprio coltello svizzero dei lavori di abrasione:

  • Sull’acciaio, permette i lavori di sbavatura e levigatura, e di eliminare tracce di ruggine... e tanto altro ancora!
  • Sul legno, che esso sia tenero o duro, le possibilità sono tantissime. Disincrostare e pulire una vecchia tavola, levigare (che sia sgrossatura o rifinitura), strutturare o addirittura imbiaccare – tecnica favolosa per rendere più belli i tuoi oggetti!
  • Sul PVC o anche sulla pietra, è allo stesso modo possibile lavorare con questa macchina. Un piccolo decappaggio della tua terrazza a piastrelle? Niente di più semplice! 

Le rusticatrici a rullo sono poco diffuse a livello di grande pubblico e sono soprattutto utilizzate dai professionisti.Lo svantaggio: il loro prezzo può essere elevato, ma non essendoci così tanti prodotti in tale ambito, è facile scegliere!

Scopri il catalogo ManoMano
Rusticatrice a rullo

Quali sono le caratteristiche della rusticatrice a rullo?


alt

Le caratteristiche tecniche sono costituite dall’insieme dei punti chiave dell’utensileria elettroportatile:

  • La potenza raggiunge i 1500 W, condiziona soprattutto la capacità di lavorare a lungo senza esaurire il motore. Tuttavia, non è l’unica macchina affidabile!
  • La velocità di rotazione va dagli 800 ai 4000 giri a seconda dei lavori da effetturare. Un selettore di velocità è obbligatorio per utilizzare efficacemente questo tipo di macchine!
  • Il peso è compreso tra i 3 e i 7,5 kg: una macchina leggera è pratica per dei lavori in altezza – per disincrostare  un rivestimento, per sempio – ma una macchina pesante è più stabile per un lavoro eseguito in tutta tranquillità in officina e in orizzontale;
  • Il diametro dell’albero si esprime in filettatura metrica: M8 e M14 sono i più diffusi. Fai attenzione in particolare che gli accessori abrasivi siano facilmente compatibili con l’albero della macchina, sennò ti ritroverai limitato!
Scopri il catalogo ManoMano
Accessori abrasivi

Opzioni ed impostazione della rusticatrice a rullo

Opzioni e comodità di utilizzo


alt

Avvio elettrico progressivoCiò permette di evitare gli sbalzi all’avvio, per una dolce partenza! Si può inoltre aggiungere una protezione anti-riavvio in caso di blackout... la sicurezza prima di tutto!

Freno elettricoSi aziona all’arresto e accellera di molto i tempi di spegnimento. Elemento interessante, soprattutto per i tuttofare particolarmente attivi.

Cambio rapido della spazzolaDimenticati degli strumenti per il cambio dei materiali di consumo e non perdere tempo a cercare una chiave persa.

Raccordo aspirazioneAssolutamente indispensabile! Altrimenti, lavorare con la tua nuova macchina diventerà presto un calvaio... Verifica il diametro dell’attacco per l’aspirazione e scegli un buon aspirapolvere.

Impostazioni della macchina

Profondità di levigatura regolabileÈ molto pratica, anzi essenziale! Non dimenticarti di privilegiare due  passate leggere ad una pesante per evitare di rovinare la macchina!

Cruscotto di protezione regolabileIl cruscotto è l’accessorio che protegge i tuoi occhi, anche se si raccomanda sempre di indossare gli occhiali di protezione! – si imposta a seconda dello spessore degli accessori.

Le rotelle  Le si trova nei modelli di media/alta gamma. Situate davanti e dietro, le rotelle stabilizzano la rusticatrice al rullo per mantenerla perfettamente parallela alla superficie lavorata. Si possono inoltre impostare prima di ogni lavoro.

Come orientarmi tra i diversi strumenti di levigatura in vendita?

La spazzola 


alt

Le sue setole raschiano la superficie da lavorare e la limano a poco a poco. Le setole possono essere di metallo, di acciaio ottonato, di nylon o sintetiche – negli ultimi due casi, il materiale è ovviamente rivestito di particelle abrasive. Il diametro delle fibre viene spesso indicato e deve aiutarti a scegliere. Il filo ottonato o l’acciaio sono perfetti per la sbavatura, la rimozione della ruggine o un forte decacappaggio su legno. Il nylon e i materiali sintetici sono meno aggressivi e si utilizzano per dei lavori di manutenzione/rifinitura. Infine, esistono delle spazzole per la lucidatura – in pella di montone per esempio. È difficile essere precisi con questa terminologia in quanto i produttori a volte si confondono tra i vari nomi... ma niente panico! Troverai tre tipi di definizioni: rullo, spazzola e tamburo – più un quarto utilizzato raramente, ossia il cilindro a lamelle.

Il tamburo e il rullo

Questa volta si tratta di un rivestimento di materiale abrasivo, ossia di nylon – al quale possono essere aggiunte delle lamelle meno morbide per rinforzare la longevità – o della gomma alla quale sono state aggiunte delle particelle abrasive. Si trovano inoltre dei sistemi a lamelle spezzate successive che strofinano contro l’oggetto, sempre migliorando l’evacuazione delle polveri.

Tamburi e rulli sono quasi sempre compatibili con l’acciaio e il legno, ma non esitare a leggere le istruzioni per il loro utilizzo specifico!

Un consiglio per l’utilizzo

Per strutturare il legno e creare dei magnifici mobili imbiaccati, opta piuttosto per una spazzola!

Spazzola, tamburo e rullo per rusticatrice: sceglierli bene


alt

Spazzole, tamburi e rulli hanno delle caratteristiche importanti: innanzitutto, le dimensioni – per adattarsi alla macchina – e sopratutto la consistenza.

Come per un abrasivo classico, la consistenza si definisce con una scala crescente di numeri, e la scelta è tra i 40 e i 320. Più il numero è grande e più il lavoro è detto “di rifinitura”.

Gli strumenti abrasivi per rusticatrice a rullo hanno un costo elevato ed è meglio prendersene cura, ossia non appoggiarti con tutta la tua forza sulla macchina durante l’utilizzo! Non andrà più veloce, sopratutto nel momento in qui ti dovrai fermare per riposarti!

Buon decappaggio!

Scopri le nostre rusticatrici!

Guida scritta da:

Luca, Falegname-carpentiere per passione, Pordenone, 35 guide

Luca, Falegname-carpentiere per passione, Pordenone

Dopo aver esplorato un po’ tutta l’edilizia, in particolare ciò che riguarda la ristrutturazione – imbiancatura, pavimenti, falegnameria, montaggio di cucine e bagni – ho deciso di prendere un diploma in “Falegname-carpentiere montatore” e ho fatto bene perché non c’è niente di più piacevole che lavorare su una struttura o concepire una casa di legno! Tutto ciò che riguarda il lavoro del legno mi appassiona, e costruire la mia propria casa con questo materiale è uno dei miei scopi! Sono anche un amante dell’attrezzatura edile: adoro informarmi sulle innovazioni, i metodi di utilizzo, i trucchi o le prestazioni di ogni nuovo attrezzo sul mercato, che abbia a che fare o meno con la lavorazione del legno! Sarà un piacere per me consigliarvi e aiutarvi nelle vostre scelte! Buon bricolage

I prodotti collegati a questa guida