Come scegliere una vasca spa gonfiabile

Come scegliere una vasca spa gonfiabile

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Non c'è nulla di meglio di una vasca spa per rilassarsi in mezzo a bolle e getti. La versione gonfiabile seduce con la sua praticità e convenienza. Idrogetti o microbolle, ovale, tonda o quadrata, numero di posti e optional: sono tanti i criteri da considerare al momento della scelta. I nostri consigli in questa guida.

Caratteristiche importanti

  • Estetica
  • Idrogetti o whirlpool
  • Bolle d'aria o airpool
  • Numero di posti
  • Accessori e optional
Scopri le nostre spa gonfiabili!

Gli elementi chiave per scegliere una vasca spa gonfiabile


alt

La vasca spa gonfiabile è diventata un'attrezzatura per la cura molto apprezzata grazie al prezzo accessibile, alla facilità di manutenzione e ai momenti di benessere che offre. Con prezzi che partono da meno di 300 euro, gli amanti balneoterapia possono scegliere la propria vasca spa considerando:

  • il numero di posti, le dimensioni e la forma;

- i trattamenti proposti o la tecnologia dell'idromassaggio:

  • la diffusione di bolle per un effetto rilassante,
  • i getti massaggianti per un effetto tonificante,
  • il numero di getti (getti d'aria e idrogetti combinati) e la loro installazione;
  • la programmazione dei trattamenti (temperatura, programma di massaggio, ecc.);
  • il rivestimento della vasca: più è rinforzato e spesso, migliore è la qualità;
  • la capacità di filtrazione della pompa: più il ciclo è elevato (litri/ora), migliore è la filtrazione (controlla il livello di rumorosità);
  • il riscaldamento: misurato in gradi Celsius/ora (°C/h), più è potente (W) ed elevato, maggiore sarà la velocità di riscaldamento dell'acqua;
  • il sistema di disinfezione: con o senza elettrolizzatore (disinfezione al sale);

- gli accessori e le attrezzature optional:

  • poggiatesta,
  • portabicchieri,
  • copertura isotermica,
  • gradino di accesso,
  • sistema anticalcare,
  • luminoterapia, musicoterapia, aromaterapia, ecc.

La differenza di prezzo tra le spa dipende dalle attrezzature e dagli optional forniti, nonché dalle prestazioni e dalla qualità della tecnologia di ogni modello.

Considera che tutte le vasche spa sono energivore, si tratta di un'attrezzatura per il benessere personale: non mentiamoci, chi desidera ridurre la propria impronta di carbonio sceglie un bagno rassodante in un fiume o frequenta un centro di cure balneoterapiche, dove le spese energetiche sono condivise. Se si sceglie d'installare una vasca spa nel proprio giardino, lo si fa per concedersi un piacere, migliorare il proprio benessere e la salute quotidiana attraverso trattamenti di talassoterapia a domicilio. Se non è possibile installare una vasca spa gonfiabile, coloro che dispongono di un bagno grande possono scegliere una vasca idromassaggio.

Idrogetti vs getti a bolle: una questione di trattamento

Per apprezzare al meglio i tuoi momenti di relax e piacere, dovrai scegliere tra vasca spa a bolle (sistema airpool) e vasca spa a idrogetti (sistema whirlpool). Dietro questo nome si nasconde un tipo di trattamento prevalentemente dinamizzante, per le vasche a getto, o rilassante, per le vasche a bolle. Da ricordare che le vasche spa a idrogetti sono sempre dotate anche di diffusori a bolle.

Vasca spa airpool: relax e distensione


alt

La vasca spa a bolle dispone di blower o getti d'aria che generano una diffusione di bolle d'aria per offrirti un vero e proprio trattamento idromassaggio.  Ideale per distendere i muscoli, alleviare il mal di schiena ed eliminare le tossine, i getti d'aria sono disposti in modo uniforme lungo le pareti della vasca spa per una migliore omogenizzazione. Le vasche spa a bolle contano in media dai 120 ai 160 diffusori a bolle.

Preferita per le sedute di relax, la vasca spa a bolle è considerata la versione di base dell'offerta, una spa entry level.

Vasca spa whirlpool: tonificante e energizzante


alt

La vasca spa a idrogetti offre trattamenti tonificanti ed energizzanti. Spesso per 4, o più raramente, per 6 persone, l'idromassaggio è un trattamento balneoterapico combinato sistematicamente con il massaggio a bolle.

Il getto massaggiante è localizzato e offre un trattamento mirato all'utilizzatore a livello lombare, dorsale o cervicale. Gli idrogetti, o getti idromassaggio, possono offrire un getto d'aria o un getto d'aria/acqua.

Disinfezione della spa: manutenzione più o meno semplice

Sterilizzatore al sale

Uno sterilizzatore a sale può anche essere integrato alla vasca spa, per facilitare la manutenzione grazie a una disinfezione continua. Il sale, versato al momento del riempimento della vasca spa, viene successivamente trasformato in cloro da un elettrolizzatore.

Senza dispensare comunque dalla manutenzione della spa, questo processo di disinfezione permette di diminuire i trattamenti dell'acqua.

Riservata alle vasche spa di fascia alta, la sterilizzazione al sale è consigliata alle persone allergiche o con pelle sensibile.

Sistema anticalcare

Un sistema anticalcare può anche essere presente sul blocco motore e che gli interventi su quest'ultimo possono essere facilitati (ad esempio, sostituzione delle cartucce filtranti). Consigliato nelle regioni in cui l'acqua è dura (calcarea).

Pompa di filtrazione


alt

Anche la pompa di filtrazione svolge un ruolo importante nella misura in cui maggiore è la capacità di filtrazione, migliore è il filtraggio dell'acqua. Misurata in litri all'ora (l/h), è all'incirca di 1800 l/h. A parità di valore, le prestazioni di una pompa sono migliori in una vasca di piccolo volume. Può rivelarsi rumorosa (verifica il livello sonoro in dB).

Disinfezione all'ozono

Poco diffuso presente piuttosto nelle spa di fascia alta, l'ozonizzatore tratta l'acqua in modo naturale con l'ozono. Questo procedimento di disinfezione che riduce i rischi di allergie consiste nel miscelare aria e ozono all'interno del circuito dell'aria.

Programmazione dei getti e dei cicli di massaggio in una vasca spa


alt

Raramente presente sulle vasche spa di fascia bassa e riservato piuttosto a quelle di fascia alta, un pannello di comando permette a seconda delle funzionalità del modello interessato:

  • di programmare i cicli di massaggio alternando gli idrogetti selezionati e tutti, o parte, i diffusori di bolle;
  • di regolare la potenza dei getti di massaggio;
  • di registrare e mantenere una temperatura di set point;
  • di programmare una seduta di relax (gestione differita del riscaldamento dell'acqua);
  • di segnalare la necessità di cambiare i filtri (segnale acustico);
  • ecc.

Temperatura dell'acqua di una vasca spa


alt

Da notare che il tempo necessario per il riscaldamento può rappresentare un criterio per il confort: bisogna prevedere circa un'ora per guadagnare 1.5°C e considerare che la temperatura massima di una spa è generalmente compresa tra 40 e 42°C.

Il controllo della temperatura si effettua attraverso il pannello di comando e una sonda permette di avviare il riscaldamento dell'acqua dopo aver registrato una temperatura di set point, optional o di serie, in base al modello.

Se la velocità di riscaldamento dell'acqua è relativa alla capacità di riscaldamento, lo è anche rispetto al volume d'acqua della vasca spa. Una copertura isotermica permette di ridurre il raffreddamento dell'acqua della vasca spa, nonché di ottimizzarne il riscaldamento.

Accessori e attrezzature per un maggior comfort

Gli accessori per la vasca spa vengono proposti per migliorare il comfort e le condizioni di utilizzo.

Portabicchieri e poggiatesta


alt

Portabicchieri

Pratico, il portabicchieri dispensa dall'utilizzo di un carrello. Mobile o fisso, un ripiano può completare l'accessorio per una maggiore praticità.

Poggiatesta

Adatto alla morfologia della persona, il poggiatesta permette di alleviare dolori cervicali e offre un sostegno alla testa.

Telone di copertura


alt

In base al modello, un telone di copertura può avere una duplice funzione:

  • ritardare il raffreddamento dell'acqua, e viene in questo caso chiamata copertura isotermica;
  • proteggere l'acqua dagli inquinanti e agenti esterni (polvere, insetti, foglie, nel caso di un'installazione all'esterno, ecc.).

Pompa di gonfiaggio integrata

Una pompa integrata facilita il gonfiaggio della vasca spa e dispensa l'utilizzatore dall'acquisto di una pompa ad aria a pedale o per piscina.

Tappeto di fondo

La vasca spa può essere fornita con un tappeto di fondo (che può essere termico per un migliore isolamento dal suolo) ma, in ogni caso, è necessario preparare il luogo di posa coprendolo almeno con un telone per proteggere il fondo della piscina.

Panca adiacente e gradino di accesso


alt

Installata fuori dalla vasca spa e adatta alla sua ergonomia, la panca permette sia all'ospite di sedersi che di appoggiare un asciugamano, un accappatoio, ecc.

I gradini di accesso consentono un facile accesso alla spa ed evitano di dover scavalcare.

Scopri il catalogo ManoMano
Vasche spa

Spa gonfiabile da 2 posti o 6 posti: quale scegliere

La scelta delle dimensioni si basa sul numero di frequentatori regolari, ma anche occasionali. Spetta a te decidere in base alle aspettative e ai desideri.

Numero di posti

Dimensioni della vasca spa

Vasca spa gonfiabile 2 posti

Diametro interno circa 115 cm

Vasca spa gonfiabile 4 posti

Diametro interno circa 115 cm

Vasca spa gonfiabile 6 posti

Diametro interno circa 160 cm

Vasca spa gonfiabile 8 posti

Diametro interno circa 185 cm


alt

La scelta della forma, così come quella del colore, è soggettiva; potrai decidere tra:

  • vasca spa gonfiabile rotonda;
  • vasca spa gonfiabile quadrata;
  • vasca spa gonfiabile ottagonale.

Verifica se è possibile la posizione sdraiata.

Materiali della spa gonfiabile: il PVC al microscopio


alt

Una vasca spa gonfiabile è realizzata in PVC laminato dallo spessore variabile in base alla qualità o in PVC armato fino a 6 spessori per l'esterno. Ad oggi, i produttori non danno informazioni, o lo fanno molto raramente, sullo spessore del PVC in micron. Tuttavia, più è spesso, più è resistente.

Il liner può essere di doppio o triplo spessore e, ancora una volta, più è spesso, migliore è la resistenza. Una struttura rigida può migliorare la solidità della vasca spa. Un trattamento anti-UV ne prolunga la durata.

Nelle vasche spa di lusso il PVC ha generalmente una finitura in finta pelle mentre nelle altre vasche la finitura è più ruvida.

Scopri il catalogo ManoMano
Spa gonfiabili

La vasca spa e le terapie associate

Aromaterapia


alt

L'aromaterapia è la diffusione di aromi di oli essenziali e di estratti di piante medicinali note per i benefici che procurano.

Musicoterapia

La musicoterapia prevede l’ascolto di musica rilassante. Molto spesso sottovalutata, la diffusione di musica durante un trattamento aiuta a disconnettersi attraverso un percorso sensoriale che favorisce il benessere fisico e mentale.

Cromoterapia


alt

I colori hanno il loro potere e possono essere rilassanti o energizzantia seconda della loro tonalità. La cromoterapia è un trattamento basato sulle proprietà attribuite a ciascun colore di produrre determinati effetti.

Scopri il catalogo ManoMano
Aromaterapia

Funzionamento di una vasca spa: un circuito ben pensato


alt

L'acqua di una vasca spa è riscaldata e mantenuta a temperatura grazie a un riscaldatore e una sonda ed è filtrata attraverso una pompa di filtrazione, da cartucce filtranti. I getti massaggianti e le bolle sono generati a partire da apposite pompe che possono essere coordinate da un pannello di controllo in base al modello.

  • Un riscaldatore elettrico scalda l'acqua tra i 25 e i 40°C e una sonda permette di mantenere la temperatura di set point attivandone il funzionamento nel momento in cui viene rilevata una differenza. La potenza si misura in watt (W) e nella velocità di aumento della temperatura.
  • Una pompa di filtrazione aspira e reintroduce l'acqua nella vasca spa. Composta da un prefiltro, un filtro, un corpo pompa e un motore, le sue prestazioni si misurano in litri all'ora (l/h). Alcuni filtri, sotto forma di cartucce, sono integrati nel circuito di pompaggio e permettono di reintrodurre acqua pulita. Le vasche spa di dimensioni più grandi dispongono di un filtro a sabbia.

Le pompe idromassaggio azionano l'aria o l'aria e acqua:

  • il booster alimenta i getti d'aria e o gli idrogetti;
  • il blower diffonde le bolle (un sistema di riscaldamento dell'aria impedisce alle bolle di non raffreddare l'acqua).
  • Le bocchette idromassaggianti offrono una varietà di massaggi.
  • Un pannello di controllo coordina i trattamenti e permette di scegliere la durata delle sedute di trattamento previste.

Presente soltanto sulle spa autoportanti o da incasso, uno skimmer ripulisce la superficie dell'acqua e raccoglie le sostanze inquinanti (capelli, ecc.).

Scopri il catalogo ManoMano
Pompa di filtraggio

Manutenzione di una spa: l'essenziale da sapere

Trattamento dell'acqua e manutenzione del blocco motore


alt

L'acqua di una vasca spa deve essere analizzata una volta a settimana e il blocco motore deve essere oggetto di attenzioni; la vasca dovrebbe essere ricoperta da un telo per evitare ogni tipo di sporcizia esterna.

Il pH è idealmente compreso tra 7 e 7.4, qualsiasi ricalibrazione è ottenuta attraverso pH meno o pH più.

Allo stesso modo, sono da prendere in considerazione il tasso di alcalinità, o Titolo Alcalimetrico Completo (TAC) e di durezza calcica, o titolo idrotimetrico (TH); i valori di riferimento sono i seguenti:

  • TAC ideale: 15°f;
  • TH tra 10 e 20°f.

Per una disinfezione d'urto, vanno utilizzati l'ossigeno attivo o il bromo. Il cloro, nonostante il suo utilizzo diffuso nel trattamento dell'acqua delle piscine, è assolutamente da evitare nel trattamento dell'acqua di una spa perché nell'acqua calda perde alcune delle proprietà intrinseche.

Può essere necessario l'impiego di chiarificanti (non sono ammessi flocculanti) e di antialghe (non schiumogeni) per le vasche spa da 6 o 8 persone.

L'aggiunta di un anticalcare può rivelarsi indispensabile se vivi in una regione in cui l'acqua è dura.

Pulisci le cartucce di filtrazione, la linea d'acqua e l'esterno della vasca spa con una spugna e un prodotto non abrasivo.

L'acqua di una vasca spa deve essere cambiata una volta ogni 4 o 8 settimane.

Vasca spa e acqua torbida: i rimedi

L'acqua torbida può avere diverse cause: acqua troppo calda, interpretazione errata delle analisi, cattiva manutenzione, acqua troppo vecchia... Per rimediare all'acqua torbida di una spa sono possibili due metodi.

  1. Se l'acqua di una vasca spa è stata utilizzata per diverse settimane, svuotala e riempila di nuovo. Si tratta di un metodo semplice e radicale che evita l'impiego eccessivo di prodotti per il trattamento. Aumenta il ciclo di filtrazione dell'acqua.
  2. Se l'acqua della vasca spa è appena stata rinnovata, procedi a una disinfezione shock. Analizza l'acqua della vasca (TAC, TH, pH) e effettua un trattamento d'urto con bromo o ossigeno attivo e aggiungi un chiarificante. Aumenta il ciclo di filtrazione dell'acqua.
Scopri il catalogo ManoMano
Trattamento per l'acqua di una spa

Installare una spa gonfiabile: l'essenziale da sapere

  1. Prepara il luogo dell'installazione: il terreno deve essere piano, stabile e livellato. In caso contrario, bisogna correggere i difetti.
  2. Installa la vasca spa: dispiega la vasca spa e procedi al suo gonfiaggio attraverso la pompa integrata o una pompa indipendente (pompa ad aria, compressore).
  3. Raccorda il blocco motore: installa la pompa di filtrazione e le pompe idromassaggio e verifica la tenuta stagna delle connessioni.
  4. Riempi la vasca spa di acqua: verifica che il tappo di scarico sia ben chiuso e procedi al riempimento della spa.
  5. Regola la temperatura dell'acqua: scegli e registra la temperatura di set point poi aspetta l'aumento della temperatura dell'acqua della vasca.
  6. Procedi ai test di funzionamento: testa e verifica l'aumento della temperatura dell'acqua, ma anche la pompa di filtrazione e le pompe idromassaggio.
  7. Tratta l'acqua: procedi all'analisi dell'acqua e al trattamento, rispettando le indicazioni.

Non esitare a consultare la nostra guida Come installare una vasca idromassaggio gonfiabile per maggiori informazioni sull'installazione.

Scopri il catalogo ManoMano
Pompe ad aria

Vasche spa, un po' di storia... 


alt

Le vasche spa sono spesso associate al prestigioso nome Jacuzzi, Jacuzzi è in un certo senso un marchio lessicalizzato, un eponimo come Scottex, Scotch, ecc.

Negli anni '50, uno dei fratelli della famiglia Jacuzzi venne colpito da una grave forma di artrite reumatoide. Le cure idroterapeutiche che riceveva all'ospedale lo risollevano e il fratello più piccolo della famiglia sviluppò nel 1956 la prima pompa ad immersione per riprodurre i trattamenti di idroterapia a domicilio.

Tre generazioni dopo, negli anni '70, Roy Jacuzzi ebbe l'idea di sviluppare vasche più grandi, con acqua riscaldata, sistema di filtrazione e bocchette massaggianti per riprodurre i trattamenti idroterapeutici. Nacque così la prima vasca spa.

Scopri le nostre spa gonfiabili!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida