Come scegliere un’applique da interno ?

Guida scritta da:
Giulia, Decoratrice d'interni

Giulia, Decoratrice d'interni

33 guide

Perfetta per un’illuminazione complementare, l’applique da interno è la regina dell’illuminazione orientabile. Con un sensore di movimento, da muro, a LED, a neon o a faretto, può essere utilizzata in ogni stanza della casa. L’offerta è ampia e per tutti i gusti ! Per una buona scelta segui i nostri consigli!

Caratteristiche importanti

  • Tipo
  • Design
  • Ampolla
  • Illuminamento

Done installare un'applique da muro ?


Per una buona scelta dell’applique, è importante determinare con precisione il suo utilizzo ed il suo ruolo all’interno dell’ambiente. Un’applique di da comodino è diversa da un’applique da ingresso, sia per l’illuminazione fornita che per il suo design. Ecco quindi alcune domande da porsi  !

L’applique sarà utilizzata da sola o con un’altra illuminazione ?

Ti serve per una funzione specifica ? 

Renderà luminoso l’ambiente ?

Queste domande sono fondamentali perché l’intensità luminosa e l’irraggiamento saranno molto diversi da un modello all’altro. Pensaci !

E, a differenza di altri prodotti, non è pensabile utilizzare all’interno le applique da esterno perché la potenza luminosa è troppo rilevante. Al tempo stesso, non è possibile utilizzare all’esterno un’applique da interno per questioni di sicurezza e resistenza.

Scegli bene la tua illuminazione da interno ! 

Applique classica da interno o faretto da interno : qual è la differenza ?


Applique classica da interno 


Un’applique classica da interno in generale è dotata di un’abatjour. Dispone di un supporto generalmente metallico fisso ed è costituita da una lampadina grande o una con attacco piccolo – E27 o E14. Ritroviamo le applique da interno in tutte le stanze della casa ma soprattutto in quella principale, il soggiorno.

L’applique classica ha soprattutto un ruolo di illuminazione complementare e contribuisce all’arredamento della casa. L’abat-jour, per definizione, crea un’illuminazione diffusa.  





Faretto da muro


Composto spesso da una sola sorgente luminosa – una sola lampadina – il faretto da muro è l’altro grande classico tra le applique. Genera un’illuminazione più precisa, detta direzionale. Spesso orientabile, permette di aumentare l’illuminazione in un punto preciso della stanza come un piano di lavoro, una scrivania, ecc. La sua collocazione ideale è nel corridoio oppure possono anche indicare il passaggio in modo originale. 

Applique per pannelli da esposizione


Per valorizzare un dipinto o una fotografia, è importante scegliere un’illuminazione con un’applique adatta. 

L’applique per un pannello da esposizione deve essere installata sopra all’oggetto in esposizione. 

Oltre al design, occorre tenere conto della tipologia dell’applique perché i raggi UV degradano nel tempo. E’ meglio quindi orientarsi verso un’illuminazione a LED ma scegliendone una a luce né troppo fredda né troppo bianca in modo da non alterare i colori. 

Anche l’illuminazione a neon è molto richiesta perché offre il vantaggio di diffondere una luce morbida su una grande superficie. 

Tutto dipenderà dalla tecnologia che ciascuno preferisce. 

Applique da comodino con luce da lettura



Ecco un’idea luminosa ! 

L’applique da muso da comodino è sempre più diffusa. Si presenta con una doppia fonte luminosa. Una lampadina per un’illuminazione ambiente decorativa ed una più piccola e orientabile per un’illuminazione direzionale. Sono molto piacevoli le sere d’inverso passate a leggere ! 

Munita di un interruttore per un’accensione e uno spegnimento semplici e rapidi, l’applique da comodino con luce da lettura è un’ottima alternativa ad una lampada classica e sicuramente consente anche di guadagnare spazio ! 

Applique da interno : il design giusto per ogni ambiente


Per scegliere l’applique, occorre valutare i materiali.

Per un effetto moderno, sono da preferire il cromo e la plastica e le forme semplici, dette pulite. 

Invece ad un effetto più classico, più romantico, si addicono di più il ferro o il bronzo

Dunque la design e la forma consentono di rafforzare o meno l’impressione di modernità. Più il design sarà semplice e pulito, più l’applique risulterà moderna. Al contrario, una forma lavorata con fiori o altri ornamenti apparirà più classica. E se aggiungi merletti e frange, benvenuti a Versailles ! 

Applique da interno : come scegliere le lampadine


Nella scelta delle applique, un elemento importante da tenere in considerazione sono le lampadine. Oggi la maggior parte sono fornite con l’applique stessa, ma l’offerta sul mercato è molto vasta e con diverse soluzioni tecniche che conviene informarsi.

 

La lampadina a incandescenza è una delle più classiche. Si inseriscono sulle applique dotate di un’impanatura a vite. La sua luce è morbida, calda e tende leggermente al giallo. Attenzione quindi all’effetto sulla vernice bianca ! La maggior parte delle lampadine è dotata di impanatura piccola a vite E14. E’ preferibile scegliere lampadine a risparmio energetico per l’illuminazione di lunga durata

La lampadina alogena ha innesto G9. Le applique con questa lampadina sono spesso piccole ma necessitano di un alimentatore a 12 V.

I LED non scaldano ed hanno una notevole durata. I LED "standard" hanno tuttavia l’inconveniente di far apparire freddi i colori. Economici.

Il neon produce un’illuminazione molto larga ed ha una elevata efficacia luminosa. Comunemente è utilizzato sopra un tavolo o uno specchio. 


Caratteristiche principali delle lampadine

La potenza elettrica è espressa in Watt (W) e consente di determinare i fabbisogni elettrici.

La temperatura di colore è espressa in Kelvin (K). E’ il colore della luce emessa da una lampada. Un’illuminazione calda sarà piuttosto gialla mentre un’illuminazione fredda sarà bianca. Per non sbagliare, occorre ricordar4e che : l’illuminazione detta « gialla » corrisponde a 2500/3000 K. L’illuminazione « neutra » corrisponde a circa 4500 K. Oltre tale valore, l’illuminazione sarà « bianca ».

L’illuminamento istantaneo è molto importante per la tua scelta perché consente di misurare il tempo che impiega la lampadina per accendersi. Sono preferibili quelle rapide perché non è bello sbattere l’alluce contro l’angolo del comodino in piena notte ! Verifica bene la dicitura : illuminamento istantaneo. 






Hai trovato questa guida utile? Si
0 giudizi utili
Guida scritta da:

Giulia, Decoratrice d'interni 33 guide écrits

Giulia, Decoratrice d'interni

Dopo anni passati a trasformare cose, immaginare, dispingere, ho deciso di trasformare la mia passione in un lavoro!

Dal 2006, nel Sud della Francia, accompagno le persone nella realizzazione di progetti di rinnovo o di costruzione. La mia esperienza e la mia curiosità mi spingono a ricercare sempre nuove tecniche di lavoro innovative per me stessa e per i miei clienti.

Vivere con la propria passione significa trasformare e modellare gli spazi e i prodotti continuamente anche a casa propria! Per questo anche la mia piccola famiglia approfitta dei miei consigli e delle mie creazioni!

Voglio condividere con voi i miei consigli per cercare di trasmettervi la mia passione e per aiutarvi in tutti i vostri progetti!

I prodotti collegati a questa guida