Come sostituire una presa elettrica

Come sostituire una presa elettrica

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

Guida scritta da:

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

93 guide

La sostituzione di una presa si effettua fuori tensione e richiede l'uso di tester, cacciavite da elettricista e pinza spelacavi. Di facile installazione, la presa elettrica si inserisce in una scatola da incasso; il collegamento della fase, del neutro e della terra segue le prescrizioni della norma CEI 64-8.

Caratteristiche importanti

  • La messa in sicurezza
  • Lo smontaggio
  • Il cablaggio
  • L'installazione della nuova presa
  • Le prove
Scopri le nostre prese elettriche!

Cambiare una presa elettrica: normativa e design


alt

Considerata a lungo solo un oggetto di utilità, la presa elettrica è divenuta un elemento decorativo. Sostituire le vecchie prese elettriche con modelli dal design moderno o colorato è oggi molto in voga, soprattutto nelle ristrutturazioni.

Oltre che per il bagno, dove la posa delle prese è regolamentata e distinta per zone d'installazione, anche per la cucina si deve far riferimento alla normativa che prescrive numero e tipologia delle installazioni a seconda della superficie.

In ogni caso, evita di mettere una presa elettrica accanto al lavello! L'insieme degli standard e delle normative di un'installazione elettrica è regolamentato dalle norme CEI, periodicamente aggiornate, in particolare dalla norma CEI 64-8.

Competenze


undefined

Per sostituire una presa elettrica, non c'è bisogno di essere un esperto elettricista. L'unica requisito è conoscere i presupposti della sicurezza elettrica, e saper mettere fuori tensione una linea o un circuito elettrico.

Saper utilizzare un multimetro o un cercafase (rilevatore di tensione elettrica) è un vantaggio per la tua sicurezza. Il cablaggio e l'installazione di una presa elettrica non sono per niente complicati e non richiedono alcuna conoscenza. Basta essere meticolosi e diligenti.

Tempo di realizzazione


undefined

Circa 30 minuti

Numero di persone consigliato


undefined

1 persona

Fasi di realizzazione

  1. La messa in sicurezza
  2. Lo smontaggio
  3. Il cablaggio
  4. L'installazione della nuova presa
  5. Le prove

Strumenti e materiali di consumo


undefined
Scopri il catalogo ManoMano
Scatola da incasso

Sostituire una presa elettrica in 5 passaggi

1. La messa in sicurezza


undefined

Prima di qualsiasi intervento sulla presa elettrica, devi assicurarti di lavorare senza corrente (fuori tensione). Per fare ciò, sono possibili diverse soluzioni:

  • per identificare il disgiuntore della derivazionecollegata alla presa, puoi attaccare a essa una lampada e successivamente azionare gli interruttori sul quadro elettrico per trovare quello che interrompe la presa in questione;
  • se non sei sicuro o se la presa da cambiare è rotta, puoi direttamente chiudere il disgiuntore generale dell'abitazione. In questo caso sarai sicuro che non ci sarà più corrente nella presa, ma non avrai più luce o altre prese funzionanti.

2. Lo smontaggio


undefined

Una volta che hai tolto tensione alla presa da sostituire, puoi aprirla. La maggior parte dispone di una placca agganciata o avvitata.

La presa è fissata al muro per mezzo di clip, o avvitata direttamente su una scatola da incasso. In entrambi i casi, una volta tolta la placca, svita le viti di fissaggio ed estrai la presa dal muro lasciandola appesa ai cavi elettrici.

Per la tua sicurezza, ora che hai accesso ai cavi, verificate ancora una volta l'assenza di tensione con un multimetro o un cercafase.

Una volta effettuata questa verifica, svita i connettori che tengono i cavi (sulle prese recenti è sufficiente premere su dei piccoli pulsanti di plastica per liberare i cavi).

3. Il cablaggio


undefined

Una presa elettrica è alimentata da una fase e da un neutro. È anche dotata di un cavo di terra (è un obbligo della norma CEI 64-8). Se non hai familiarità con l'elettricità, ecco un piccolo trucco per orientarti:

  • la fase è sempre indicata come «L» e il cavo può essere di tutti i colori, tranne che blu e verde/giallo (nella maggior parte dei casi la fase è rossa, nera o marrone);
  • il neutro è sempre indicato come «N» e il cavo è obbligatoriamente blu;
  • la terra è obbligatoriamente un cavo verde/giallo (nella maggior parte dei casi connesso al centro della presa, tra la fase e il neutro).


undefined

Potresti essere stupito se sulla vecchia presa, ad esempio, il filo rosso è collegato al terminale «N». Non preoccuparti, con la corrente alternata la posizione del cavo non ha importanza. È per convenzione che si identificano i cavi, la fase va sempre a sinistra guardando la presa.

Collega i cavi rispettando il più possibile la posizione e i colori. Come abbiamo visto poc'anzi, sulle prese elettriche recenti i cavi si agganciano e non si avvitano più sui connettori.

Assicurati che il collegamento sia solido tirando leggermente i cavi. Se escono dal loro terminale, spelali un po' di più (togli un po' più di isolante per avere maggiore lunghezza di rame scoperto) e ricollegali. Tirali di nuovo per essere sicuri che tengano.

4. L'installazione della nuova presa


undefined

Le prese recenti non sono più dotate di clip laterali ma si avvitano direttamente su una scatola da incasso.

Una volta che hai collegato i cavi, fai un piccolo anello sulla parte posteriore della presa per poterla inserire facilmente nella sua scatola.

Poi avvita le due viti laterali che fissano la presa. Controlla l'orizzontalità appoggiando una livella a bolla sul bordo della presa. Correggi eventualmente prima di bloccare il serraggio.

Verifica la solidità e aggancia la placca.

Scopri il catalogo ManoMano
Livella a bolla

5. Le prove


undefined

Pensa sempre alla tua sicurezza: le prove si fanno solo una volta che la presa è fissata al muro e interamente assemblata (con la placca installata)!

Quando tutto è cablato, fissato e assemblato, rimetti sotto tensione la linea o il circuito che hai precedentemente staccato.

Collega alla nuova presa un apparecchio qualunque (una lampada, un aspirapolvere, ecc.) e verifica che funzioni correttamente.

Scopri il catalogo ManoMano
Livella a bolla

Scopri le nostre prese elettriche!

Guida scritta da:

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento, 93 guide

Girolamo, piccolo imprenditore, Trento

Elettrotecnico di formazione, ho iniziato lavorando nell’industria dove mi sono occupato di impianti e cablaggio. Quasi subito sono diventato responsabile della gestione degli operai addetti alla manutenzione. Dopo qualche anno, ho deciso di mettermi in proprio e ho avviato una piccola impresa come elettricista. Ho all’attivo diverse centinaia di cantieri realizzati e il lavoro ben fatto e la soddisfazione dei miei clienti sono le mie priorità. Da circa tre anni sto restaurando e ampliando uno chalet in Trentino, sfruttando la mia esperienza e le mie conoscenze tecniche. Terrazzamenti, interior design, coperture, impianti idraulici, elettricità, tutto… Con mia figlia e mia moglie abbiamo fatto quasi tutto da soli! La mia esperienza mi ha dato la possibilità di apprendere tanti tipi di lavori. Ed ora sono qui per rispondere ai vostri dubbi e per consigliarvi nella scelta degli strumenti giusti.

I prodotti collegati a questa guida