Come sturare un lavandino

Come sturare un lavandino

Gabriele, Idraulico, Lodi

Guida scritta da:

Gabriele, Idraulico, Lodi

5 guide

Sturare un lavandino è un'operazione semplice da realizzare. A tal fine, bisogna smontare il sifone, perché generalmente il tappo si forma al suo interno. Talvolta è però la tubazione ad essere intasata. Conviene allora utilizzare un disgorgante chimico. Segui la guida per sturare un lavandino passo dopo passo!

Caratteristiche importanti

  • Rimuovere, pulire e rimettere il sifone
  • Distruggere il tappo mediante un disgorgante chimico
Scopri i nostri lavabi!

Perché un lavandino si ottura e come sturarlo

Un lavandino otturato è il risultato di un accumulo di rifiuti, tra cui si trovano spesso:

  • peli o capelli
  • residui di prodotti cosmetici , schiuma da barba, dentifricio, ecc.
  • oggetti da non far cadere nello scarico, come i cotton-fioc

Per evitare che si formino continuamente ostruzioni nella tubazione, sotto il lavandino viene installato un sifone facilmente smontabile ed accessibile.

Fasi di realizzazione

  1. Smontare, pulire e rimettere il sifone
  2. Distruggere il tappo mediante un disgorgante chimico

Competenze


alt

Sturare un lavandino è un'operazione molto semplice da realizzare, a condizione che il tappo si trovi nel sifone e non nella tubazione. In tutti i casi, lo smontaggio e la pulizia del sifone sono tappe indispensabili.

Tempo di realizzazione


alt

Da 10 a 45 minuti

Numero di persone consigliato


alt

1

Strumenti e materiali da utilizzare


alt

Gli elementi riportati di seguito vanno adattati in base al metodo scelto per sturare.

Dispositivi di protezione individuale


alt

La lista sopra riportata non è esaustiva. I dispositivi di protezione individuale vanno adattati ad ogni attività lavorativa.

Scopri il catalogo ManoMano
Ventose sturalavandini

Smontare il sifone di un lavandino: il video passo per passo

1. Rimuovere, pulire e rimettere il sifone


alt

Per realizzare questa operazione, segui queste tappe:

  • Rimuovi l'acqua che si trova nel lavandino.
  • Colloca un recipiente sotto il sifone per raccogliere l'acqua quando lo smonti.
  • Allenta il bicchiere del sifone, cioè la sua parte inferiore, destinata a trattenere i corpi solidi.
  • Allenta il bicchiere in senso antiorario. Puoi utilizzare una pinza multiuso, a condizione di maneggiarla delicatamente per non deteriorare il sifone.
  • Versa il contenuto nel secchio collocato sotto il lavabo.
  • Puoi anche smontare il sifone. Per far ciò, niente di più semplice: svita i due dadi di collegamento alla piletta e al tubo di scarico.
  • Pulisci l'elemento o gli elementi rimossi.
  • Rimonta il bicchiere, o il sifone se l'hai smontato, e fai scorrere l'acqua nel lavabo per verificare se defluisce normalmente.
  • Assicurati di aver rimontato bene il sifone e che non vi siano perdite. Se necessario smonta e rimonta il bicchiere, facendo attenzione a posizionarlo bene sulla filettatura.

Se il problema persiste, significa che l'ostruzione si trova nella tubazione. Esistono diversi metodi per sturare una tubazione, ecco i più efficaci.

Scopri il catalogo ManoMano
Sifoni

2. Distruggere il tappo con l'ausilio di un disgorgante chimico


undefined

Utilizza un disgorgante chimico per tubazioni, costituito da cristalli di soda caustica in forma solida o liquida, questo prodotto è efficace per dissolvere i materiali organici in generale. Attenzione, questi prodotti sono irritanti e tossici, segui attentamente le istruzioni fornite dal produttore.

Metti il prodotto nel lavabo e lascialo agire per il tempo indicato sulla confezione.

Passato il tempo di posa, fai bollire dell'acqua e versala nel lavandino. Questa scioglierà i materiali organici che possono agglomerarsi a temperatura ambiente. Per questa operazione, munisciti di occhiali e guanti protettivi perché potrebbero verificarsi schizzi di prodotti corrosivi e pericolosi.

Azionare una ventosa per completare la disostruzione


alt

Per finire, utilizza una ventosa per scuotere il tappo ed rimuoverlo.

Colloca la ventosa sulla piletta del lavandino intasato. Ricordati di tappare lo scarico del troppopieno mediante un pezzetto di nastro adesivo o uno straccio. Per evitare il contatto con il prodotto corrosivo, munisciti dei tuoi DPI (dispositivi di protezione individuale).

Effettua il pompaggio mediante la ventosa per spingere e far indietreggiare il tappo fino a rimuoverlo definitivamente.

Scopri il catalogo ManoMano
Guanti protettivi

Metodi alternativi per sturare e prevenire la formazione di tappi


alt

In genere un lavandino si ottura progressivamente e ciò è visibile dall'osservazione di due fenomeni:

  1. L'acqua ci mette più tempo di prima a defluire.
  2. Si verificano degli inusuali rumori di deflusso nelle tubazioni.

È più facile trattare un problema di deflusso quando il lavabo non è completamente intasato. A tal fine, controlla regolarmente i tuoi sifoni.

La procedura di cui sopra elimina la quasi totalità delle ostruzioni del lavabo. Tuttavia esistono altri metodi che possono essere efficaci, come la sonda sturatubi o la pistola sturalavandini. Allo stesso modo, si può optare per alcune alternative ai prodotti chimici, come ad esempio i disgorganti biologici, più rispettosi dell'ambiente.

Scopri il catalogo ManoMano
Lavabo

Scopri i nostri lavabi!

Guida scritta da:

Gabriele, Idraulico, Lodi, 5 guide

Gabriele, Idraulico, Lodi

Mi chiamo Gabriele e di mestiere faccio l’idraulico. Il mio lavoro mi appassiona così tanto da diventare un chiodo fisso che occupa anche il mio tempo libero. È durante il tempo libero, infatti, che realizzo video tutorial su YouTube per condividere le mie conoscenze. Ho scritto anche un piccolo manuale d’idraulica, rivolto ai neofiti, per illustrare con un linguaggio immediato, come realizzare un impianto domestico. Come avrete capito, mi piace molto condividere le mie conoscenze, la mia esperienza. È quindi con il massimo piacere che vi darò i miei migliori consigli, sia a proposito di impianti idraulici che sulla costruzione, sperando di aiutarvi nel vostro lavoro.

I prodotti collegati a questa guida