Come svuotare uno scaldabagno elettrico

Come svuotare uno scaldabagno elettrico

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Lo svuotamento dello scaldabagno è un'operazione preliminare alla disincrostazione che serve ad ovviare all’accumulo di calcare sul fondo del serbatoio. L'operazione è utile a ridurre i guasti a termostato e resistenza, limitando anche i rischi di perdite ed è raccomandata in caso di inutilizzo prolungato.

Caratteristiche importanti

  • Manutenzione annuale
  • Limitare i guasti
  • Prolungare la durata
  • Eliminare il calcare
Scopri i nostri scaldabagni ad accumulo!

Perché svuotare uno scaldabagno ad accumulo

Di rado si svuota uno scaldabagno elettrico per il solo piacere di farlo, questa operazione è invece la prima tappa per la manutenzione periodica, come la decalcificazione del serbatoio o la sostituzione della resistenza. È un intervento che viene eseguito anche in caso di inutilizzo prolungato, magari in una seconda casa, o prima di un trasloco o di temperature sotto zero, ecc.

Si raccomanda lo svuotamento e la disincrostazione periodica per ispezionare i diversi elementi dello scaldabagno (resistenza, termostato e anodo) ed eliminare il calcare.

Svuotare e disincrostare lo scaldabagno: i vantaggi


undefined

Svuotare e soprattutto disincrostare lo scaldabagno permette di prolungarne la durata e limitare l’insorgere di guasti. Rimuovendo i sedimenti, cioè il calcare che si è depositata in fondo al serbatoio, si agisce direttamente:

  • sulla resistenza, che si consiglia di pulire con un prodotto decalcificante, non troppo corrosivo, e una spazzola metallica;
  • sulla protezione catodica, limitando l'usura eccessiva dell'anodo – in caso di anodo sacrificale, mentre gli anodi ibridi e a corrente impressa sono considerati non usurabili;
  • sull’insorgere della corrosione, o addirittura della corrosione perforante e quindi sulla tenuta del serbatoio;
  • sulla durata del termostato, preservando la sonda (asta o bulbo del termostato) da un deposito di calcare che causerebbe un errore di rilevamento della temperatura;
  • sulla riduzione della bolletta dell'elettricità, perché una resistenza incrostata comporta il 10% di consumo energetico in più!
Scopri il catalogo ManoMano
Anodo

Svuotamento di uno scaldabagno

Le 5 tappe dello svuotamento dello scaldabagno ad accumulo

Lo svuotamento dello scaldabagno ad accumulo è un'operazione semplice e si può eseguire correttamente staccando l'alimentazione d'acqua del serbatoio e la corrente il giorno prima, per poi utilizzare l'acqua calda. È possibile anche svuotarlo direttamente, seguendo queste 5 tappe – munisciti di un secchio e di uno strofinaccio per eventuali schizzi!

1. Staccare l’elettricità


undefined

Stacca l'alimentazione elettrica dello scaldabagno facendo scattare il disgiuntore modulare.

2. Chiudere l'alimentazione idrica


undefined

Chiudi l'alimentazione idrica per evitare che lo scaldabagno continui a riempirsi.

3. Scaricare la pressione


undefined

Apri un rubinetto dell’acqua calda della casa per scaricare la pressione.

4. Aprire la valvola di spurgo e svuotare il serbatoio


undefined

Apri la valvola di scarico del gruppo di sicurezza, così l’acqua colerà nel sifone del gruppo e sarà evacuata dall'impianto di scarico.

5. Chiudere la valvola di scarico


undefined

Una volta svuotato lo scaldabagno, chiudi la valvola di scarico del gruppo di sicurezza, e procedi con le operazioni di manutenzione.

Per saperne di più

Per saperne di più sui diversi accessori degli scaldabagni elettrici e sulla produzione di acqua calda sanitaria, consulta le guide all'acquisto:

Scopri il catalogo ManoMano
Gruppo di sicurezza

Scopri i nostri scaldabagni ad accumulo!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

I prodotti collegati a questa guida