Piante da siepe: come scegliere la specie giusta

Piante da siepe: come scegliere la specie giusta

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Guida scritta da:

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

70 guide

Tutti della stessa specie o diversi tra loro, arbusti ed alberi si scelgono in base alla funzione della siepe: decorativa, frangivento, frangivista, bassa per bordure e aiuole. Portamento, fogliame, rusticità: i consigli per la scelta delle piante da siepe e per realizzare un bel muro verde.

Caratteristiche importanti

  • Classiche e formali
  • Informali o miste
  • Basse
  • Frangivento
Scopri le nostre piante da siepe!

I diversi tipi di siepe


undefined

Le siepi svolgono diverse funzioni, tra cui frangivista, frangivento e delimitazione. Le piante che le compongono devono essere adatte a queste varie funzioni. Una pianta da siepe è una pianta che soddisfa perfettamente questo requisito. Per esempio, una siepe frangivista, detta anche classica, ha la funzione di proteggere uno spazio privato formando una sorta di muro verde. In questo caso, è importante scegliere piante sempreverdi e abbastanza alte per svolgere questa funzione. Ci sono poi anche altri criteri da prendere in considerazione, tra cui l'estetica, la rusticità, ossia la resistenza al freddo, o una certa permeabilità al vento per le siepi frangivento.

La forma delle siepi

Dal punto di vista della forma, le siepi si possono dividere in

  • siepi formali
  • siepi informali.

Le siepi formali

Le siepi formali sono forse le più diffuse nel giardino classico all'italiana. Sono siepi monocolturali, realizzate cioè con un solo cultivar di piante prevalentemente sempreverdi, regolarmente potate, e che conferiscono alla siepe l'aspetto di un muro verde. Sono geometriche, in genere squadrate o, al massimo, con la parte superiore arrotondata.

Le specie utilizzate più frequentemente per realizzare una siepe formale sono:

– sempreverdi:

  • Agrifoglio e Agrifoglio giapponese (Ilex aquifolium, Ilex crenata),
  • Alloro (Laurus nobilis),
  • Aucuba (Aucuba japonica ‘Crotonifolia’),
  • Bosso (Buxus sempervirens),
  • Camedrio femmina (Teucrium fruticans),
  • Caprifoglio (Lonicera nitida),
  • Cipresso di Lawson (Chamaecyparis lawsoniana),
  • Cipresso di Leyland (Cupressocyparis leylandii),
  • Evonimo (Euonymous microphylla japonicus, Euonymus fortunei),
  • Fotinia (Photinia x fraseri 'Red Robin'), con foglie decorative dai giovani germogli rossi;
  • Griselinia (Griselinia littoralis),
  • Leccio (Quercus ilex),
  • Ligustro (Ligustrum ovalifolium),
  • Mirto (Myrtus communis),
  • Olivagno o Eleagno (Elaeagnus pungens, Elaeagnus x ebbingei),
  • Piracanta (Pyracantha),
  • Tasso (Taxus baccata),
  • Tuia (Thuja plicata),
  • Viburno tino (Viburnum tinus);

decidue:

  • Biancospino (Crataegus monogyna),
  • Berberis (Berberis thunbergii ‘Atropurpurea’),
  • Carpino bianco (Carpinus betulus),
  • Faggio (Fagus sylvatica),
  • Ontano nero (Alnus glutinosa),
  • Prugnolo selvatico (Prunus spinosa).

Le siepi informali


undefined

Tipiche del giardino inglese, le siepi informali o siepi miste sono, negli ultimi tempi, sempre più apprezzate. Hanno un aspetto molto naturale perché costituite da piante di diverse specie, di diverso colore e dimensioni e che fioriscono in periodi diversi dell'anno. Per la loro varietà di colori, sono molto decorative, ma è anche interessante l'aspetto ecologico legato alla biodiversità. Possono essere composte da specie sempreverdi e caducifoglie accostate insieme e alternate secondo il colore del fogliame, delle fioriture e delle eventuali bacche.

Oltre a quelle elencate in precedenza, ecco alcune tra le specie più utilizzate per una siepe informale, tra sempreverdi e caducifoglie:

  • Pero corvino (Amelanchier canadensis),
  • Cotogno giapponese (Chaenomeles japonica),
  • Cotognastro (Cotoneaster lacteus),
  • Escallonia (Escallonia ‘Pride of Donard’),
  • Forsizia (Forsythia Vahl), abbondante fioritura giallo intenso in primavera, fogliame deciduo,
  • Ortensia (Hydrangea macrophylla),
  • Lavanda (Lavandula angustifolia),
  • Bambù sacro (Nandina domestica),
  • Agazzino (Pyracantha coccinea),
  • Abelia (Abelia x grandiflora), semi-sempreverde dalla fioritura interessante,
  • Nocciolo rosso (Corylus maxima purpurea), dal fogliame rosso deciduo,
  • Rosa rugosa (Rosa rugosa Thunberg),
  • Filadelfo (Philadelphus), fiore bianco molto profumato, fogliame deciduo,
  • Rosmarino (Salvia rosmarinus Schleid.),
  • Spirea (Spiraea x arguta),
  • Scotano (cotinus coggygria), conosciuto anche come albero della nebbia per la fioritura originale,
  • Veigelia (Weigela Thumb.), fioritura abbondante che non passa inosservata,
  • Viburno (Viburnum tinus ‘Eva Price’), pianta sempreverde, verde scuro, dalla fioritura interessante.

La funzione delle siepi

Per quanto riguarda la funzione e l'altezza, si possono avere:

  • siepi classiche,
  • siepi basse,
  • siepi frangivento.

Le piante da siepe classica


alt

Tra le molte piante da siepe, ce ne sono alcune particolarmente apprezzate. Si tratta di piante che si adattano a tutti i tipi di terreno, sono rustiche e quindi resistono al freddo e, soprattutto, essendo sempreverdi, non perdono le foglie in inverno. Un'altra caratteristica importante è la presenza di fogliame denso. Ecco alcuni esempi:


undefined

La Tuia, in particolare la Thuja plicata e la Thuja plicata 'Atrovirens', sono due varietà di tuia ampiamente usate per le siepi. La Tuia plicata, chiamata anche Cedro rosso occidentale, ha foglie verdi nella pagina superiore e verde macchiato di bianco in quella inferiore. È poco esigente e cresce molto velocemente. La Tuia Plicata Atrovirens resiste bene al freddo e ha rami tanto fitti da formare una barriera impenetrabile. Le foglie, di un bel verde scuro, sono molto profumate. Può raggiungere un’altezza di 12-15.


undefined

Il Lauroceraso (Prunus laurocerasus rotundifolia e Prunus laurocerasus caucasica), è robusto e resiste bene al freddo. Le foglie, di un verde scuro molto intenso, sono chiare e lucide quando sono giovani. Richiede poca manutenzione e cresce fino a 50 cm l'anno.


undefined

Il Cipresso di Leyland (Cupressocyparis x leylandii), è un grande classico per le siepi. Ha una vegetazione compatta e impenetrabile fin dalla base. Cresce molto rapidamente, fino a 60 cm all'anno.


undefined

Il Cipresso giallo di Leyland (Cupressocyparisx leylandii 'Castlewellan gold'), il cipresso giallo di Leyland ha portamento slanciato e compatto ed è interessante per il suo fogliame variegato.


undefined

L'Elevagno (Elaeagnus ebbingei), tollera bene i climi freddi, ma anche quelli caldi e ricchi di salsedine, e resiste bene al vento. Arriva a 4-5 metri, ha una crescita rapida e non richiede potature frequenti.


undefined

Il Tasso (Taxus baccata), è un albero sempreverde alto tra 10 e 20 metri che cresce molto lentamente. Le foglie, lunghe fino a 3 cm sono di colore verde molto scuro nella pagina superiore, più chiare nella pagina inferiore. I semi sono avvolti da arilli di colore rosso, molto decorativi, che somigliano a bacche.


undefined

Il Cipresso dell'Arizona (Cupressus arizonica) è interessante per il suo fogliame grigio azzurrino. Preferisce i terreni asciutti e leggermente calcarei. Cresce piuttosto velocemente.

Le piante per siepi basse


alt

Ideali per bordure o per delimitare le aiuole, le piante per siepi basse hanno dimensioni modeste. Anche per questo tipo di siepi è possibile scegliere sia piante di una sola specie, sia un mix di diverse specie. Tra le più utilizzate, eccone qualcuna:


undefined

Il Caprifoglio (Lonicera nitida 'Maigrün'), è un arbusto sempreverde a portamento tappezzante con piccole foglie verde scuro che ricordano molto quelle del Bosso. Rispetto al Bosso, di cui rappresenta un'alternativa, ha il vantaggio di non essere soggetta agli attacchi defoglianti della piralide.


undefined

Il Bosso (Buxus sempervirens) è forse l'arbusto sempreverde più utilizzato per le siepi basse, molto apprezzato per la compattezza, ideale per la topiaria. È una pianta molto longeva ma dalla crescita lenta.


undefined

Il Berberis (Berberis thunbergii atropurpurea) è un arbusto spinoso dal portamento cespuglioso, molto decorativo per il suo fogliame rosso-viola e l'abbondante fioritura di fiori giallo chiaro striati di rosso.


undefined

L'Evonimo (Euonymous microphylla japonicus) è un arbusto sempreverde, piccolo e dalla forma compatta, con foglie coriacee color verde scuro a margini irregolari. È adatto sia alle zone soleggiate che a quelle ombreggiate.


undefined

Il Lauroceraso Otto Luyken (Prunus laurocerasus 'Otto luyken')è una varietà di Lauroceraso sempreverde, compatta con fogliame verde scuro brillante. Tende ad avere un portamento allargato con altezza massima intorno a 1,25 m.

Scopri il catalogo ManoMano
Siepi

Le piante per siepi frangivento


alt

Le piante da siepe frangivento sono abbastanza compatte da resistere al vento e abbastanza permeabili da lasciarlo passare in parte, creando una sorta di filtro per mitigarne gli effetti. Sono generalmente piante alte. Molte delle specie viste finora (Tuie e Cipressi) sono adatte anche alle siepi frangivento. Tra le specie preferite ci sono:

  • il Ligustro (Ligustrum japonicum Thunb.),
  • il Carpino (Carpinus betulus),
  • il Bambù (Phyllostachys viridis) facendo attenzione a contenerne proliferazione e espansione,
  • il Nocciolo (Corylus avellana),
  • il Lillà (Syringa vulgaris),
  • il Corniolo (Cornus mas).

Nelle zone rurali, le grandi barriere frangivento sono formate da veri e propri alberi. Gli alberi frangivento non sono troppo compatti, ma hanno una chioma leggera che permette al vento di passare solo parzialmente, evitando così la formazione di turbolenze. Vengono utilizzati:

  • aceri
  • olmi
  • frassini
  • robinie
  • eucalipti
  • lecci
  • tassi
  • pioppi
  • salici
  • tigli
  • sorbi
  • ciliegi
  • querce.
Scopri il catalogo ManoMano
Piante da siepe
Scopri le nostre piante da siepe!

Guida scritta da:

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia, 70 guide

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Da diversi anni, dirigo un servizio di giardinaggio presso una clientela di privati e imprese. Guido una squadra di giardinieri e assicuro la creazione e la manutenzione di spazi verdi. Inoltre apporto ai clienti la mia esperienza in termini di manutenzione e miglioramento dei loro giardini. Infatti, con una formazione commerciale e avendo esercitato funzioni nel settore alberghiero all’inizio della carriera, mi sono orientato verso la manutenzione paesaggistica all’interno di un ente territoriale dove ho acquisito solide competenze tecniche mediante formazioni in azienda e sorveglianza di importati cantieri in un comune in piena evoluzione. Sul piano personale, sono altrettanto proiettato verso l’arte del giardinaggio. Con mia moglie, ho creato il nostro giardino dalla A alla Z e provvedo con cura alla sua manutenzione, così come l’orto! E tutto ciò che è bricolage, non è da meno! Eh sì, fare giardinaggio significa anche fare bricolage: pergola, capanno, pavimentazione, recinzione, e via dicendo… C’è sempre da fare in giardino! Dopo aver ben lavorato, io e mia moglie siamo fieri del risultato ottenuto e felici di poter approfittare a pieno di un ambiente conviviale e caloroso! Allora darvi consigli e aiutarvi nelle scelte per l’attrezzatura, il mantenimento e il miglioramento del vostro giardino sarà una passeggiata!

I prodotti collegati a questa guida