Quali ortaggi e frutti coltivare su balconi e terrazzi

Quali ortaggi e frutti coltivare su balconi e terrazzi

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

107 guide

È sempre possibile coltivare alcuni ortaggi, frutti ed erbe aromatiche su un terrazzo o un balcone: oltre a fornire cibi sani e gustosi, sono molto decorativi con i loro colori. La coltivazione in vasi, cassette e fioriere ne facilita gli spostamenti, per migliorarne l'esposizione e per ripararli in caso di maltempo.

Caratteristiche importanti

  • Scelta della specie
  • Esposizione e soleggiamento
  • Profondità di semina e trapianto
  • Concimazioni
Scopri le nostre piante da orto!

I contenitori adatti


alt

Come regola generale, il contenitore (vaso, cassetta o fioriera) deve essere profondo almeno 40 cm per gli ortaggi da frutto (pomodori, melanzane, peperoni, ecc.). Gli ortaggi con radici poco profonde o a crescita rapida, come le insalate e i ravanelli, si possono accontentare di 20 cm di terriccio. Riempi il contenitore con terriccio speciale per ortaggi perché il normale terriccio non è abbastanza ricco di sostanze nutritive. Per gli arbusti da frutto, è meglio usare contenitori di profondità e larghezza di almeno 50 cm.

Scopri il catalogo ManoMano
Cassette e fioriere

4 ortaggi da coltivare al sole


alt
  1. I pomodori, in particolare il pomodoro ciliegino, crescono bene in vasi collocati su terrazzi o balconi. Per avere più colore e un effetto decorativo maggiore, aggiungi anche i pomodorini gialli, come ad esempio Gold Star o White Cherry.
  2. Pure le melanzane sono disponibili in una grande varietà di colori e forme: viola, bianco, tonde, allungate ecc.
  3. Peperoni e peperoncini possono anch'essi essere coltivati sul balcone. La scelta si concentrerà innanzitutto sul sapore, dolce, piccante o molto piccante e poi sul colore, variabile dal verde al giallo, all'arancione o rosso. Un vaso di peperoncini arancioni circondati da foglie di un verde intenso è di grande effetto su un balcone o un patio!
  4. La bietola: ne esistono varietà che hanno le coste, cioè i gambi delle foglie, di colori molto vivaci come giallo, arancione, rosso, ecc. Prova anche la varietà Bright Lights dai gambi multicolori.

Ortaggi in vasi e fioriere: insalate, fragole e piante aromatiche

Le insalate sul balcone


undefined

Evita l'esposizione a sud per lattuga, cicoria, misticanza, rucola e soncino. Proteggile durante le ore più calde della giornata, o riparale sotto l'ombra benefica di un'altra pianta. Per lattuga e cicoria è meglio acquistare le piantine. Piantandole ad intervalli di tempo regolari potrai avere insalata fresca tutto l'anno. La lattuga da taglio e la misticanza sono molto pratiche da coltivare in vaso: potrai prelevare ogni volta la quantità di cui hai bisogno.

Gli ortaggi da radice coltivati in cassetta


undefined

Gli ortaggi a radice lunga che hanno le cosiddette radici a fittone (rape, carote, scorzonera), richiedono ovviamente un terreno profondo ed è difficile immaginare di coltivarle in vasi o in cassette. I piccoli ravanelli comuni (varietà a ciclo breve) sono invece facili da coltivare in vaso. Poiché crescono rapidamente, bisogna prendere in considerazione la possibilità di rinnovare le piantine ogni 15 giorni per poterne disporre in modo continuo.

Le varietà di carote a radice corta o arrotondata, come la Pariser e la Tonda di Parigi, possono essere seminate in una fioriera di almeno 30 cm di profondità, riempita con una miscela di terriccio (2/3) e sabbia di fiume (1/3).

Le piante aromatiche in vasi sospesi


undefined

Le piante aromatiche sono tra le piante più facili da coltivare in vaso su balconi e terrazzi ma anche sul davanzale di una finestra: prezzemolo, erba cipollina, basilico, timo, dragoncello, salvia, aneto, ecc.

Una fioriera di fragole


undefined

Le fragole possono essere coltivate molto facilmente su un balcone. Hanno bisogno di almeno 20 cm di terriccio speciale per fragole e, se scegli i vasi sospesi, considera almeno 30 cm di larghezza e di profondità. Possono anche essere coltivate in vasi speciali per fragole, provvisti di diverse aperture per inserire le piantine. Dai la preferenza alle varietà che tendono a salire: Mara des Bois, Regina della Valle, Annabelle o una varietà rampicante come la Mount Everest.

Scopri il catalogo ManoMano
Alberi e arbusti da frutto

Alberi e arbusti da frutto per balconi e terrazzi


alt

Gli alberi da frutto nani, alti non più di 1,50 m, producono frutti in abbondanza e dello stesso calibro di quelli degli alberi tradizionali; queste varietà di albicocca, mandorla, ciliegia, pesca, pera, mela, prugna, sono autofertili. Un altro vantaggio è che possono essere facilmente protetti dalle intemperie (gelo, grandine, vento violento). Alcune varietà sono state appositamente selezionate per la loro forma cilindrica stretta, detta appunto «colonnare», molto pratica su un balcone. Gli agrumi come i limoni, i kumquat e le arance possono essere coltivati in vaso, anche in zone con inverni freddi, purché vengano portati all’interno durante questa stagione.

Infine, non dimenticare gli arbusti a piccoli frutti, come il ribes rosso, i lamponi o la vite che può essere coltivata facendola arrampicare contro un muro o su un pergolato.

Scopri le nostre piante da orto!

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria, 107 guide

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Alto come un soldo di cacio, già lavoravo nel giardino di famiglia. Forse è da lì che è nato il mio interesse per le piante e il giardinaggio. Era quindi logico per me seguire degli studi sia di biologia vegetale che di agraria. Accogliendo la richiesta di diversi editori, ho scritto in 25 anni numerosi libri sulla tematica delle piante, dei funghi (argomento che mi è a cuore), essenzialmente delle guide per il riconoscimento all’inizio, ma presto anche in seguito, sul giardinaggio, riallacciandomi così alla prima passione della mia infanzia. Ho anche collaborato regolarmente con diverse riviste specializzate nell’ambito del giardinaggio o più in generale della natura. Siccome non c’è giardiniere senza giardino, è in un piccolo angolo dell’Umbria che coltivo il mio da 30 anni e dove metto in pratica i metodi di coltura che vi consiglio.

I prodotti collegati a questa guida