Recuperatore di calore: migliore distribuzione dell'aria calda in casa

Recuperatore di calore: migliore distribuzione dell'aria calda in casa
Capitoli:
Guida scritta da:
Chiara, micro-imprenditrice nel giardinaggio, Salento

Chiara, micro-imprenditrice nel giardinaggio, Salento

45 guide
Riscaldare la casa in modo uniforme e risparmiare è possibile. Un’unità di recupero del calore utilizza l'aria calda prodotta dai sistemi di riscaldamento a legna per distribuirla nelle altre stanze, garantendo nello stesso tempo comfort termico ed efficienza energetica.

Caratteristiche importanti

  • Camino a focolare aperto
  • Camino a focolare chiuso o inserto
  • Prestazioni
  • Portata e temperatura

Recuperatore di calore: ottimizzare l'efficienza di un riscaldatore a legna


Il riscaldamento a legna è una delle soluzioni più economiche per riscaldare la casa. Tuttavia, a seconda dell'installazione e del tipo di apparecchiatura, può presentare una perdita di calore più o meno significativa.

Per ridurre questa dispersione termica, è possibile dotare il riscaldatore di un'unità di recupero del calore per recuperare e ridistribuire l'aria calda prodotta in uno o più ambienti della casa. Questo sistema permette di:

  • migliorare l'efficienza energetica;
  • aumentare la temperatura;
  • garantire un migliore comfort termico;
  • ridurre la bolletta del riscaldamento.

Attenzione: il prezzo dell'installazione dipende dalla tecnologia scelta e dall'apparecchio di riscaldamento a legna.

Diversi modelli di recuperatori di calore per camini


La scelta dell'unità di recupero del calore viene fatta prima di tutto in base al sistema in uso.

Montato sull'apparecchio, il recuperatore di calore aspira l'aria calda attraverso un motore di ventilazione la cui posizione varia a seconda del dispositivo:

  • nel focolare o sotto il caminetto per un camino a focolare aperto;
  • nella cappa o lungo la canna fumaria per un inserto o una stufa a legna.

Recuperatore di calore per camino a focolare aperto

Recupero di calore dal focolare

Alloggiato nel focolare, un motore recupera l'aria calda e la ridistribuisce attraverso due bocche di soffiaggio. Questo sistema limita la diffusione del calore all'ambiente in cui si trova il camino a focolare aperto.

Recupero del calore sotto il focolare


Un ingresso per l’aria viene realizzato sul lato del camino affinché l’aria sia riscaldata in uno scambiatore a contatto con il focolare.
L'aria riscaldata viene ridistribuita attraverso delle bocche di soffiaggio sulla cappa. Anche in questo caso, solo l'ambiente in cui si trova il caminetto beneficia dell'apporto di calore.

Recuperatore di calore per camino a focolare chiuso

Unità di distribuzione dell'aria calda


Un tubo in alluminio preleva l'aria calda direttamente dalla cappa del camino per convogliarla verso un gruppo di distribuzione. Grazie ad una rete di condotti, alle bocche di soffiaggio e al sistema di ventilazione dell'unità, l'aria calda aspirata viene restituita agli ambienti della casa.

La portata in m³/h, la temperatura media dei prodotti della combustione e il numero di bocche di soffiaggio costituiscono le caratteristiche principali del kit di distribuzione dell'aria calda. Questo sistema è molto diffuso ed economico.

Unità di distribuzione con scambiatore di calore

L'aria calda viene recuperata dal tubo di evacuazione da uno scambiatore che ne aumenta la temperatura. Viene poi diffusa negli ambienti della casa attraverso un gruppo di distribuzione, dei condotti isolati e alcune bocche di soffiaggio. Lo scambiatore di calore migliora il rendimento perché la temperatura di uscita è superiore a quella di entrata. Questo impianto è più costoso rispetto a quello senza scambiatore.

Svantaggi di un'unità di distribuzione dell'aria calda


Come visto sopra, un recuperatore di calore offre molti vantaggi, tuttavia, si osservano anche alcuni svantaggi:

  • l'unità di distribuzione e le uscite dell'aria possono essere rumorose;
  • la distanza di distribuzione è limitata a 20 m;
  • non è possibile distribuire aria calda nelle stanze umide (bagno o cucina);
  • l'impianto necessita di un sottotetto o un controsoffitto.

Incentivi per finanziare l'impianto di un recuperatore di calore


undefined

Per promuovere soluzioni tendenti a migliorare l'efficienza energetica, lo Stato offre vari incentivi finanziari.

Informati presso il GSE (Gestore Servizi Energetici) o presso gli enti locali se il sistema di recupero del calore che vuoi installare ha diritto a detrazioni fiscali o incentivi.

Bonus risparmio energetico 2020: Ecobonus e Superbonus

Il bonus risparmio energetico 2020 è un’agevolazione che consente di beneficare di una detrazione fiscale da Irpef o Ires delle spese sostenute per aumentare il livello di efficienza energetica dell'abitazione o delle parti comuni del condominio.

È possibile usufruire del bonus risparmio energetico, chiamato anche Ecobonus o Bonus riqualificazione energetica, quando si effettuando lavori che mirano, ad esempio, a ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento. Per questo tipo di interventi è prevista una detrazione fiscale Ecobonus del 65% che in alcuni casi può arrivare anche al 110% secondo quanto previsto dal nuovo Decreto Rilancio grazie al Superbonus.

Il Conto Termico 2.0

Il Conto Termico rientra nell'insieme degli incentivi e agevolazioni gestite dal Gestore Servizi Energetici per la promozione di interventi volti al miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici.

L’incentivo consiste nel rimborso parziale delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi in un lasso di tempo che varia dai due ai cinque anni. Gli incentivi fino a 5.000 euro sono invece corrisposti in un’unica rata. Il Conto Termico 2.0 2020 prevede incentivi che variano dal 40% al 65% della spesa sostenuta.




Guida scritta da:

Chiara, micro-imprenditrice nel giardinaggio, Salento 45 guide écrits

Chiara, micro-imprenditrice nel giardinaggio, Salento
Da responsabile nel trasporto dei rifiuti, sono diventata coltivatrice specializzata nell’orticultura biologica. Con un diploma professionale in Agraria, opzione Produzione Orticola, ho provato per diversi anni a sistemarmi come giovane agricoltrice nel bel Salento.

Dopo numerose delusioni, mi sono alla fine lanciata come micro-imprenditrice nel servizio a domicilio, soprattutto nel giardinaggio, assistita dal mio tenero e caro marito. Appassionata di natura e piante selvagge commestibili, sono molto attenta alle soluzioni ecologiche rispettose dell’ambiente in tutti gli aspetti della vita quotidiana.

Dall’orto ai cespugli fioriti, dalla semina alla raccolta, ho in tasca ogni tipo di consiglio! Sentitevi liberi di chiedermi qualsiasi cosa!

I prodotti collegati a questa guida