Sottopavimento per parquet e pavimenti in laminato

Sottopavimento per parquet e pavimenti in laminato

Camilla, esperta in pavimentazioni, Amalfi

Guida scritta da:

Camilla, esperta in pavimentazioni, Amalfi

26 guide

Parquet e pavimenti in laminato devono essere protetti dall'umidità e garantire l’isolamento dai rumori di calpestio. La posa di un tappetino sottopavimento assicura entrambe le funzioni e spesso è obbligatoria per la posa flottante e per la garanzia. Ecco una panoramica sui diversi tipi di sottopavimenti.

Caratteristiche importanti

  • Tappetini sottopavimento per parquet multistrato e per pavimenti in laminato
  • Barriera vapore
  • Isolamento termico e fonoassorbenza
  • Tappetini per parquet in legno massello
  • Tappetini e riscaldamento a pavimento
Scopri i nostri tappetini per parquet e pavimenti in laminato!

Perché utilizzare un tappetino sottopavimento per parquet e laminato


alt

I tappetini sottopavimento sono elementi imprescindibili per i parquet e per i pavimenti in laminato. A volte sono obbligatori, altre volte, come nel caso dei pavimenti LVT (Luxury Vinyl Tile), solo consigliati. Dipende tutto dal tipo di rivestimento da posare e dalle raccomandazioni del fabbricante.

I tappetini sottopavimento consentono di proteggere i pavimenti da alcuni problemi o, semplicemente, di offrire un maggiore comfort termico o acustico. È moto raro non utilizzarli quando si posa un parquet flottante o un pavimento in laminato.

Aspetti tecnici della posa: norme tecniche, impermeabilità e fonoassorbenza

I parquet multistrato e i pavimenti in laminato sono per lo più pavimenti che vengono posati con posa flottante. I listoni vengono accoppiati fra loro tramite incastro a clic, senza essere attaccati al supporto. La posa flottante è più rapida di quella ad incollaggio, attenzione però: l'installazione di un tappetino sottopavimento è spesso obbligatoria.

I documenti di riferimento per i posatori per la posa flottante sono la UNI 11515 (per i pavimenti in laminato) e la UNI 11368-2 (per i parquet prefiniti multistrato). La norma UNI EN 16354 tratta in particolare i sottopavimenti per posa flottante, specificandone caratteristiche tecniche e requisiti. Considera che in generale la garanzia del produttore decade se non vengono rispettate i criteri di posa previsti dalle normative di riferimento. E, alla domanda ricorrente se è possibile posare un parquet o un multistrato su una moquette preesistente, la risposta è no, è vietato, devi assolutamente smantellare la moquette.

I tappetini sottopavimento economici


alt

Troverai in commercio dei tappetini sottopavimento molto economici, generalmente in polietilene espanso bianco, in rotoli, con uno spessore di 2 mm.

In questo caso dovrai posare anche una barriera al vapore. Perciò attenzione: fai bene i conti perché dovrai acquistare la barriera al vapore, posarla, fissarla con del nastro adesivo e poi posarci sopra il tappetino.

Tappetini sottopavimento con barriera vapore


alt

I tappetini dotati di una barriera vapore rappresentano un ottimo compromesso. Sono disponibili in rotoli e ti consentono di risparmiare evitando la posa di due materiali distinti. Inoltre, garantiscono non solo l'impermeabilità dall'umidità di risalita del supporto ma, generalmente, danno anche buoni risultati di fonoassorbenza (fra 18 dB e 20 dB).

Fonoassorbenza


alt

I tappetini sottopavimento sono elementi essenziali per il trattamento dei rumori da trasmissione dei parquet multistrato e dei pavimenti in laminato. In realtà, poiché tali pavimenti vengono posati flottanti, il trasferimento dei rumori di calpestio è significativo da un piano all'altro. Se non vuoi litigare coi tuoi vicini di sotto, devi per forza tenerne conto!

In alcuni condomini, viene imposto anche un certo numero di dB (decibel). Si tratta della misura del rumore di trasmissione. Un tappetino standard offre in genere 18 dB. Più questo valore è alto, migliore è lo smorzamento acustico quindi pensaci!

Per quanto riguarda la fonoassorbenza, in commercio esistono diversi modelli, in rotoli o in lastre. Tuttavia, tieni presente che i produttori di pavimenti hanno sviluppato i loro specifici tappetini e li hanno testati con i loro pavimenti, in modo da ottenere i migliori risultati possibili e, soprattutto, garantiti. Perciò, l'ideale è privilegiare il tappetino proposto dal produttore, proprio per motivi di garanzia. Salvo nel caso in cui il fabbricante garantisca i suoi risultati con tutti i tipi di rivestimenti per pavimenti.

Scopri il catalogo ManoMano
Pavimenti in laminato

Quale sottopavimento usare per un parquet in legno massello

Diversamente dai parquet prefinito multistrato e dai pavimenti in laminato, la posa di un tappetino non è obbligatoria sotto i parquet in legno massello. Infatti, i parquet in legno massello si posano incollandoli o inchiodandoli, quindi uniti al supporto. Se il supporto è quello giusto (in base alle tolleranze imposte dalla posa mediante incollaggio o chiodatura), nulla ti obbliga a posare un tappetino.

Quindi, potrai incollare direttamente il parquet al supporto. Se hai una casa al piano terra è una bella soluzione, non trovi? Tuttavia, ti consigliamo vivamente la posa di un tappetino sottopavimento per offrire un maggior comfort termico o acustico.

Il sughero


alt

Il tappetino in sughero è il più utilizzato sotto i parquet in legno massello. Si tratta di un materiale isolante, sia a livello termico che acustico. Si presenta sotto forma di lastre da 2 o 4 mm di spessore da incollare prima al supporto e poi al parquet: dovrai quindi prevedere due strati di colla.

Il sughero è disponibile anche in rotoli.

Tappetini sottopavimento forati


alt

Esistono dei tappetini sottopavimento fonoassorbenti forati per parquet in legno massello, che consentono buoni risultati sia a livello termico che acustico. Ti basta usare la colla giusta che va applicata in ogni alveolo del tappetino. La posa del parquet in legno massello verrà garantita incollata, senza usare tanta colla quanta ne useresti per il sughero. Anche l'isolamento termico e acustico risulterà migliore.

Tappetini sottopavimento antiumidità


alt

Devi assolutamente evitare di esporre il parquet in legno massello all'acqua. Perciò, è importante isolare qualsiasi fonte di umidità nel supporto perché non si trasferisca nel legno, rischiando una deformazione irreversibile. Per proteggere il parquet da questo rischio, sono stati ideati degli speciali tappetini.

Se il tuo supporto presenta un tasso di umidità superiore al 3%, dovrai obbligatoriamente posare un tappetino sottopavimento adatto o attendere la completa asciugatura.

Inizialmente, questi tappetini ti sembreranno costosi ma ti consentiranno di evitare danni molto gravi che ti costerebbero il doppio! Rimangono comunque più economici delle resine per pavimento, che vengono proposte per il trattamento dell'umidità nei supporti.

Compatibilità con il pavimento radiante o riscaldamento a pavimento


alt

Sono sempre di più le case dotate di riscaldamento a pavimento. Se una di queste è la tua, ricordati di verificare che il tappetino sottopavimento sia perfettamente idoneo a questo tipo d'installazione. In questo caso, sulla scheda del prodotto dev'essere riportata la dicitura "compatibile con pavimento radiante o riscaldamento a pavimento". Questo tipo di tappetino offre un indice di conduttività termica elevato che consente di evitare dispersioni di calore.

Scopri i nostri tappetini per parquet e pavimenti in laminato!

Guida scritta da:

Camilla, esperta in pavimentazioni, Amalfi, 26 guide

Camilla, esperta in pavimentazioni, Amalfi

Sono nel settore delle pavimentazioni da molti anni ormai e conosco tecnicamente tutti i prodotti in commercio, dal linoleum al PVC, dal laminato al parquet, dalla moquette alla fibra di cocco, dalle monocottura al gres porcellanato, ma anche marmi e pavimenti industriali. Come sono fatti, di cosa sono fatti, quali sono le loro prestazioni, come dovrebbero essere installati correttamente e quale manutenzione richiedono, sono il mio pane quotidiano. Ho visto molti errori nei cantieri edili a causa della mancanza di informazioni sulle caratteristiche e le tecniche di posa dei materiali. I prodotti sono in continua evoluzione e anche i professionisti hanno difficoltà a tenere il passo. I produttori di questi materiali sono a volte molto tecnici e il loro gergo, spesso, non è facilmente accessibile al grande pubblico. I venditori principalmente mirano a vendere e non sempre ad approfondire le caratteristiche e i limiti del prodotto. Per questo desidero trasmettere quello che so, in modo chiaro e giocoso, a tutti.

I prodotti collegati a questa guida