Stanza da bagno:  volumi e normativa

Stanza da bagno: volumi e normativa

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Guida scritta da:

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

70 guide

Zona 0, zona 1, zona 2 e zona 3, queste sono le zone del bagno regolate dalla norma CEI 64-8. La normativa in vigore è stringente e stabilisce le condizioni di installazione dei componenti elettrici tra cui prese per rasoi e trasformatori di isolamento, e le protezioni IP delle apparecchiature.

Caratteristiche importanti

  • Classificazione IP
  • Zone del bagno
  • Norme
Scopri i nostri mobili da bagno!

Zone del bagno: definizione


alt

Nell'affrontare questo argomento, non si fa riferimento all'ingombro della vasca da bagno o dei mobili da bagno, ma alle diverse zone del bagno rispetto ai componenti e alle apparecchiature elettriche. Diverse normative riguardano la realizzazione degli impianti elettrici in generale e quella del bagno in particolare.

A causa della conducibilità elettrica dell'acqua, infatti, il bagno presenta una notevole amplificazione dei rischi di scosse elettriche. Ma allora queste zone elettriche che cosa sono?

Per riassumere, si tratta dei perimetri di sicurezza, definiti dalla norma, dove è possibile installare o meno apparecchi o impianti elettrici specifici. La norma in vigore, la CEI 64-8, indica tutte le restrizioni in tal senso.

Zone definite dalla norma CEI 64-8


alt

Le norma CEI 64-8 ha subito vari aggiornamenti; l'ultima versione è entrata in vigore nel febbraio 2019. Questi aggiornamenti hanno introdotto varie modifiche, alcune delle quali riguardano le zone in cui è suddiviso il bagno.

Le zone definite dalla norma sono quattro:

  • la zona 0, delimitata dalla vasca da bagno o dal piatto doccia;
  • la zona 1, che va dal limite superiore del piatto doccia o della vasca da bagno fino a un'altezza di 2,25 m;
  • la zona 2, che si sviluppa per 60 cm attorno al limite della zona 1 e arriva anch'essa a 2,25 m d'altezza;
  • la zona 3 indica il resto del locale bagno, fino a 2,40 m (in orizzontale) dal limite della zona 2.

Considera che nel caso di una doccia a filo pavimento, senza piatto doccia, la zona 0 è delimitata da un raggio di 1,20 m di distanza dal punto centrale del soffione agganciato sulla parete o sul soffitto e da un'altezza di 10 cm.

Si tenga inoltre presente che lo spazio sotto una vasca da bagno o un piatto doccia, che sia accessibile o meno, è considerato come un volume nascosto, il che significache non può esservi installata alcuna apparecchiatura.

Indici di protezione delle apparecchiature elettriche

Le apparecchiature elettriche hanno un grado di isolamento che varia a seconda dei materiali utilizzati, della densità, dello spessore, ecc. Questo le protegge dal contatto con l'acqua a diversi livelli. Per conoscere l'indice di protezione delle tue apparecchiature, fai riferimento alla loro etichetta o alla loro scheda tecnica. L'indice di protezione deve esservi riportato. 

IP: Protezione dai corpi liquidi

IP

Protezione

IPX0

Nessuna protezione.

IPX1

Protetto da caduta verticale di gocce d'acqua, con l'apparecchio nella sua posizione normale.

IPX2

Protetto dalla caduta di gocce d'acqua, con inclinazione di 15° rispetto alla verticale.

IPX3

Protetto dalla caduta di gocce d'acqua, con inclinazione di 60° rispetto alla verticale.

IPX4

Protetto dagli schizzi e spruzzi d'acqua.

IPX5

Protetto dai getti d'acqua.

IPX6

Protetto dalle ondate d'acqua o dai getti potenti.

IPX7

Protetto dall'immersione temporanea.

IPX8

Protetto dall'immersione permanente.

Considera che gli indici di protezione sono caratteristici di apparecchiature elettriche specifiche, come le pompe a immersione (IP68) oppure alcune apparecchiature protette contro gli schizzi d'acqua (IPX4).

IP: protezione dai corpi solidi

IP

Protezione

IP0X

Nessuna protezione.

IP1X

Protetto dai corpi solidi più grandi di 50 mm.

IP2X

Protetto dai corpi solidi più grandi di 12 mm.

IP3X

Protetto dai corpi solidi più grandi di 2,5 mm.

IP4X

Protetto dai corpi solidi estranei più grandi di 1 mm.

IP5X

Protetto dai depositi di polvere.

IP6X

Totalmente protetto dalla penetrazione della polvere.

Quali sono le apparecchiature elettriche autorizzate in ciascuna delle zone


alt

In un bagno non è possibile installare qualsiasi cosa in qualsiasi punto. Ne va della sicurezza di tutti. D'altra parte la norme CEI 64-8 estende queste regole al di là di tale stanza.

Infatti essa si riferisce a ogni « locale dotato di una vasca da bagno o di una doccia »; ciò significa che se, per esempio, hai una vasca idromassaggio in garage o in un altro locale, questa norma si applica anche a questi ambienti!

Concretamente, ecco le apparecchiature elettriche autorizzate per ciascuna zona elettrica:

  • zona 0, nessuna apparecchiatura elettrica, di qualsiasi tipo, deve essere installata. Certamente esistono delle vasche da bagno o delle docce equipaggiate, ma sono omologate secondo una normativa specifica (con apparecchiature IPX7 e SELV, tensione molto bassa) e la responsabilità della conformità alle norme europee CE, che deve essere riportata sull'etichetta, ricade sul produttore;
  • zona 1, sono ammessi solo gli scaldabagni con protezione corrispondente all'indice IPX5 e le lampade e gli interruttori a bassissima tensione SELV 12V. Sopra la vasca da bagno; elettrodomestici con marchio CEI e protezione IP24 o IP25;
  • zona 2, oltre alle apparecchiature specificate per la zona 1, sono autorizzati: le prese elettriche alimentate tramite trasformatore di isolamento di potenza compresa tra 20 e 50 VA collocato fuori dalla zona, le lampade e gli apparecchi di riscaldamento di classe II. Elettrodomestici con marchio CEI e protezione IP24 e IP25;
  • zona 3, nessuna restrizione particolare.

Apparecchi e dispositivi autorizzati in bagno

Apparecchio

Indice di protezione

Zona 0

IPX7

Zona 1

IPX5

Zona 2

IPX4

Zona 3

Lavatrice e asciugatrice

Classe I

X

Apparecchi di riscaldamento

Classe I

X

Scaldasalviette

Classe I

x

classe II

x

x

Illuminazione

classe II

X

X

Classe I

X

classe II

X

X

SELV 12 V

X

X

X

X

Scaldabagno istantaneo

Classe I

X

X

X

Scaldabagno ad accumulo

Classe I

X

X

X

Interruttore

X

SELV 12 V

X

X

X

Presa elettrica con terra

X

Presa per rasoio (da 20 a 50 VA)

Trasformatoredi isolamento

X

X

Trasformatore di isolamento

X

Trasformatore di isolamento

Il trasformatore di isolamento è collegato alla linea elettrica e permette di fornire corrente a 12 V a partire da quella a 230 V. Esso fornisce dunque una corrente continua assicurando la separazione tra i fili elettrici 230 V e 12 V per alimentare i rasoi elettrici del tipo SELV (Safety Extra Low Voltage - bassissima tensione di sicurezza).

Bassissima tensione & bassissima tensione di sicurezza

La tensione delle corrente alternata distribuita in Italia nelle abitazioni è generalmente 230 V (bassa tensione, compresa tra 50 e 1.000 V). La bassissima tensione (ELV - Extra Low Voltage) è una tensione inferiore a 50 V e la bassissima tensione di sicurezza (SELV - Safety Extra Low Voltage) è inferiore a 25 V.

Scopri i nostri mobili da bagno!

Guida scritta da:

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia, 70 guide

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Da diversi anni, dirigo un servizio di giardinaggio presso una clientela di privati e imprese. Guido una squadra di giardinieri e assicuro la creazione e la manutenzione di spazi verdi. Inoltre apporto ai clienti la mia esperienza in termini di manutenzione e miglioramento dei loro giardini. Infatti, con una formazione commerciale e avendo esercitato funzioni nel settore alberghiero all’inizio della carriera, mi sono orientato verso la manutenzione paesaggistica all’interno di un ente territoriale dove ho acquisito solide competenze tecniche mediante formazioni in azienda e sorveglianza di importati cantieri in un comune in piena evoluzione. Sul piano personale, sono altrettanto proiettato verso l’arte del giardinaggio. Con mia moglie, ho creato il nostro giardino dalla A alla Z e provvedo con cura alla sua manutenzione, così come l’orto! E tutto ciò che è bricolage, non è da meno! Eh sì, fare giardinaggio significa anche fare bricolage: pergola, capanno, pavimentazione, recinzione, e via dicendo… C’è sempre da fare in giardino! Dopo aver ben lavorato, io e mia moglie siamo fieri del risultato ottenuto e felici di poter approfittare a pieno di un ambiente conviviale e caloroso! Allora darvi consigli e aiutarvi nelle scelte per l’attrezzatura, il mantenimento e il miglioramento del vostro giardino sarà una passeggiata!

I prodotti collegati a questa guida